Top 30 - attrazioni di Vladivostok, Russia

894
52 310

Per la maggior parte dei residenti in Russia, Primorsky Krai è esotico quasi quanto la Corea o la Cina. A causa delle grandi distanze, Vladivostok sembra così lontano che è più facile raggiungere un altro paese piuttosto che percorrere queste migliaia di chilometri. La capitale di Primorye non è proprio una tipica città russa. Questo è il territorio del grandioso Oceano Pacifico, baie, ponti, navi e frutti di mare freschi incredibilmente belli.

In città puoi visitare un vero ristorante cinese o coreano, e non la sua imitazione, come di solito accade, ammirare le bizzarre forme del Corno d'oro dalle piattaforme di osservazione, passeggiare tra le colline dell'isola Russky, andare in un moderno acquario o preferire tutto questo ad un'affascinante gita in barca. Qualunque cosa faccia il turista, gli viene offerta un'esperienza indimenticabile.

Cosa vedere e dove andare a Vladivostok?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Ponti strallati

Due ponti strallati di Vladivostok (Golden e Russian) sono una vera e propria decorazione della città, strutture che si librano sopra l'aspra baia, che le conferiscono un aspetto unico e riconoscibile. Sostengono di essere un simbolo del territorio di Primorsky e un capolavoro architettonico del 21 ° secolo. La lunghezza del Golden Bridge è di circa 1,4 km, la lunghezza del Russian Bridge è di 1,1 km. La costruzione dei pontoni è stata effettuata nel periodo 2008-2012 in preparazione del vertice APEC.

Ponti strallati

Isola Russa

L'isola si trova nella baia di Pietro il Grande, a pochi chilometri da Vladivostok, essendo parte del distretto cittadino. Ha una costa frastagliata che nasconde piccole baie ed è ricoperta di colline. Russky ha una passeggiata, un delfinario e un oceanarium, ma il suo valore principale è ancora la natura, le viste mozzafiato sulle coste rocciose e un potente oceano. In estate questo posto è ottimo per nuotare.

Isola Russa

Baia del Corno d'Oro

Una baia lunga e piuttosto stretta, su entrambi i lati della quale si trovano isolati urbani e porti marittimi. Il Golden Bridge viene gettato su di esso. Questo è un posto abbastanza affollato, poiché le navi attraccano costantemente alle rive (a volte vengono mostrati anche i sottomarini!) E le imprese di riparazione navale fanno costantemente rumore. Di notte, la baia è uno spettacolo grandioso, risplendente di migliaia di luci.

Baia del Corno d

Sopka Nido dell'Aquila

Una collina alta circa 200 metri, il punto più alto di Vladivostok. In cima c'è una torre della televisione e intorno ci sono aree residenziali. Parte del territorio della collina è ricoperta da foreste. Tra le attrazioni, dovresti prestare attenzione al monumento a Cirillo e Metodio e al ponte di osservazione situato intorno, da dove puoi ammirare il panorama di Vladivostok e della Baia del Corno d'Oro.

Sopka Nido dell

Argine del Tsesarevich

L'argine si trova ai margini del Corno d'Oro, è stato costruito nel 2012 in occasione dell'anniversario della JSC Holding Company Dalzavod, una società di riparazioni navali, alla cui apertura ha partecipato l'imperatore Nicola II, che a quel tempo era Tsarevich. La lunghezza del vicolo è di 600 metri, ci sono aree pedonali e parchi, diversi caffè e un parco giochi. Da qui partono le barche per brevi escursioni intorno alla baia.

Argine del Tsesarevich

"Combattenti per il potere dei Soviet in Estremo Oriente"

Monumento del 1961, che è una figura di 30 metri di un membro dell'Esercito rivoluzionario popolare della Repubblica dell'Estremo Oriente, che ha combattuto per l'istituzione del potere sovietico nella regione. La statua si erge su un alto piedistallo, su entrambi i lati del quale si trovano due gruppi scultorei: il primo è dedicato al rovesciamento del potere dello zar, il secondo alla liberazione di Vladivostok dagli invasori giapponesi.

Combattenti per il potere dei Soviet in Estremo Oriente

Cancelli trionfali di Nicola

Inizialmente, la porta fu eretta nel 1891 in onore della visita in città del futuro imperatore Nicola II. Lo Tsarevich è venuto a Vladivostok come parte di un viaggio intorno al mondo. La struttura è un arco elegante ed elegante in mattoni e pietra, realizzato in stile russo-bizantino. Nella parte superiore è l'immagine del santo patrono dei marinai Nicola Taumaturgo. Il cancello originale fu fatto saltare in aria nel 1930 come simbolo dell'autocrazia. L'attuale edificio è stato costruito nel 2003.

Cancelli trionfali di Nicola

Stazione ferroviaria

La stazione passeggeri è il punto finale della ferrovia transiberiana. Il complesso di edifici della stazione fu eretto alla fine del XIX secolo secondo il progetto di P. E. Bazilevsky in stile neo-russo. Nel corso del XX secolo, l'edificio è stato ricostruito più volte, privandolo delle caratteristiche imperiali e aggiungendo più stile sovietico: gli stemmi sono stati rimossi, le scene folcloristiche sono state ridipinte e il colore della facciata è stato cambiato. Dopo il restauro degli anni '90, il complesso si è avvicinato al suo aspetto pre-rivoluzionario.

Stazione ferroviaria

Vladivostok GOMMA

Il negozio più antico dell'Estremo Oriente, iniziato con la casa commerciale "Kunst and Albers", fondata nel 1864. Questa azienda all'inizio del XX secolo era la più grande della regione e ha lavorato fino agli anni '30. L'edificio storico è stato eretto secondo il progetto di G. G. Jungkhendel. È decorato con bassorilievi, ricco di decorazioni ed elementi tipici del barocco tedesco, che lo rende un prezioso monumento architettonico.

Vladivostok GOMMA

Funicolare di Vladivostok

Impianto di risalita in funzione dal 1962. La stazione a valle si trova sulla strada. Pushkinskaya, in alto - per strada. Sukhanov. I principali passeggeri sono i turisti e gli studenti della FEFU (gli edifici universitari si trovano vicino ai punti di sosta). Sui binari corrono due vagoni tipo tram con una capacità fino a 40 passeggeri. Prima dell'avvento dell'impianto di risalita, la salita poteva essere superata da una scala piuttosto ripida.

Funicolare di Vladivostok

Batteria Vorosilov

Una struttura difensiva unica, il cui analogo è solo a Sebastopoli. Fu costruito nel 1931. Il progetto consiste in due torri con cannoni (sotto di esse c'erano un deposito di munizioni, locali tecnici e abitativi) e un corridoio sotterraneo che le collega. Nel 1997, la batteria ha cessato di esistere come unità di combattimento e sul suo territorio è stata aperta un'esposizione museale.

Batteria Vorosilov

Fortezza di Vladivostok

Un complesso di strutture difensive del XIX - inizio XX secolo, considerato una delle fortezze costiere più fortificate e potenti. È interessante notare che la sua costruzione non fu mai completata a causa della prima guerra mondiale e della successiva Rivoluzione d'Ottobre. Durante la costruzione del complesso, gli ingegneri russi hanno tenuto conto dell'esperienza della guerra russo-giapponese, del terreno e dei compiti futuri, che hanno reso la fortezza quasi inespugnabile.

Fortezza di Vladivostok

Cattedrale dell'Intercessione

Il tempio principale di Vladivostok, costruito all'inizio del XX secolo e distrutto nel 1935. Nelle vicinanze c'era un cimitero con le tombe dei partecipanti alla battaglia di Tsushima. In epoca sovietica, al suo posto si trovava un parco. La parrocchia ha iniziato a rinascere negli anni '90, la nuova cattedrale è stata costruita solo nel 2007. L'edificio moderno è posto sulle vecchie fondamenta ed è una copia quasi completa di quello storico.

Cattedrale dell

Chiesa luterana di San Paolo

Chiesa protestante dell'inizio del XX secolo, l'edificio religioso più antico di Vladivostok. Fu eretto secondo il progetto di G. G. Jungendel nello stile del gotico della Germania settentrionale. Dopo la rivoluzione, ospitò un cinema e un club, in seguito il Museo della flotta del Pacifico. Nel 1997 l'edificio è stato restituito ai fedeli alla presenza dell'ambasciatore tedesco. Il restauro è durato 12 anni a spese delle comunità luterane in Germania e in altri paesi.

Chiesa luterana di San Paolo

Chiesa cattolica della Santa Madre di Dio

Per molto tempo la chiesa cattolica di Vladivostok è stata considerata la più grande della parte asiatica della Federazione Russa. La fase principale della costruzione fu completata nel 1921. Nel 1935 fu chiusa ei sacerdoti furono fucilati. Fino al 1991 al suo interno si trovava l'Archivio di Stato di Primorsky Krai, anche se già nel 1987 l'edificio era stato dichiarato monumento architettonico. Nel 2010 è stata completata la ricostruzione della struttura, a seguito della quale sono apparse torri e campane.

Chiesa cattolica della Santa Madre di Dio

Primorsky Oceanarium

L'oceanario si trova sull'isola di Russky. Gli acquari sono ospitati in un pittoresco edificio dall'architettura moderna, che ricorda le onde dell'oceano e le conchiglie. Il complesso comprende una zona parco, laboratori scientifici, un edificio di adattamento, un serbatoio principale e strutture ingegneristiche. L'oceanario è stato inaugurato nel settembre 2016 alla presenza del presidente Vladimir Putin.

Primorsky Oceanarium

Vladivostok Oceanarium "Aquamir"

Aquamir è il primo oceanarium di Vladivostok, aperto nel 1991. In due sale con una superficie totale di 1,5 mila m² ci sono acquari con pesci, coralli, spugne e altri abitanti delle profondità. Sono rappresentati anche i residenti dei corpi d'acqua dolce dell'Estremo Oriente, del Mar del Giappone e del Mare di Okhotsk e delle regioni tropicali. In totale, ci sono circa 120 specie (2mila individui). All'oceanario c'è un museo marittimo.

Vladivostok Oceanarium Aquamir

Orto Botanico-Istituto FEB RAS

Il giardino più grande dell'Estremo Oriente, con una ricca collezione di piante. Ha un importante significato culturale e naturale, quindi è un'area protetta. Il primo orto botanico apparve in città alla fine dell'Ottocento, ma non durò a lungo, quello moderno fu fondato nel 1949. In tutto il territorio sono tracciati sentieri escursionistici che conducono ai massicci protetti della taiga di Ussuri.

Orto Botanico-Istituto FEB RAS

Museo del mare intitolato a V. K. Arseniev

Museo delle tradizioni locali con la più ampia esposizione nel Primorsky Krai. Qui sono raccolte collezioni naturali, archeologiche ed etnografiche, nonché materiali sugli esploratori della regione. La data di fondazione è considerata il 1884, sebbene sia stata aperta alla visita solo nel 1890. Oggi la mostra si trova nell'edificio dell'ex casa redditizia dell'industriale V.P. Babintsev.

Museo del mare intitolato a V. K. Arseniev

Museo di storia militare della flotta del Pacifico

Il museo è stato aperto nel 1950. I primi reperti erano oggetti portati dalle spedizioni in Kamchatka e nelle Isole Curili. Da allora, la collezione è cresciuta così tanto che ci vorranno diverse ore per esaminarla. La mostra è divisa in due parti: l'esposizione classica all'interno dell'edificio e l'equipaggiamento militare all'aperto. Degli esemplari interessanti: un mini-carro armato giapponese e un sottomarino.

Museo di storia militare della flotta del Pacifico

Museo dell'antiquariato automobilistico

L'esposizione è composta da motociclette e auto rare prodotte in diversi paesi. In totale, il museo ha diverse dozzine di copie collocate in sei sale. Tra questi ci sono modelli giapponesi e tedeschi ottenuti come trofei, attrezzature sovietiche, auto della metà del XX secolo. Un ulteriore entourage è creato da vecchie fotografie di Vladivostok appese alle pareti e poster dei tempi dell'URSS.

Museo dell

Casa-museo di Sukhanov ufficiale

Museo commemorativo della famiglia di A. V. Sukhanov - Consigliere di Stato della Russia zarista. Si trova sul territorio di un palazzo in legno del XIX secolo, uno dei pochi edifici di questo tipo sopravvissuti fino ad oggi. L'esposizione è stata creata nel 1977 su iniziativa dei residenti della città. A. V. Sukhanov è diventato famoso per aver fatto molto per il miglioramento del territorio di Primorsky e dello stesso Vladivostok.

Casa-museo di Sukhanov ufficiale

Galleria d'arte statale sul mare

Art Museum, fondato nel 1965 sulla base dei fondi dell'Hermitage, della Galleria Tretyakov e del Museo Russo. Gran parte della collezione è stata trasferita dal Museo Primorsky intitolato a V. K. Arseniev. La collezione è ospitata nell'ex edificio della banca russo-asiatica, che operava a Vladivostok all'inizio del XX secolo. Nel prossimo futuro è prevista l'apertura della mostra "Hermitage-Vladivostok" sulla base della galleria.

Galleria d

Teatro drammatico di Gorkij

Il teatro più antico di Vladivostok è stato fondato negli anni '30. Nel 1975 il palcoscenico si è trasferito in un edificio moderno, ristrutturato nel 2006. Gli spettacoli si svolgono nella grande sala, progettata per 868 posti, e nella sala da camera per 50 posti. La troupe partecipa a festival russi e internazionali, va in tournée in altre città e soddisfa regolarmente il pubblico con nuove anteprime.

Teatro drammatico di Gorkij

Primorsky Stage del Teatro Mariinsky

Nel 2016 si è formato un ramo del famoso Teatro Mariinsky sulla base del Teatro dell'Opera e del Balletto della città. Questo evento è stato preceduto dalla ricostruzione e dalle attrezzature tecniche con le più moderne attrezzature. Considerando il fatto che l'edificio è stato eretto nel 2013, non è stato necessario fare molti sforzi. Il teatro dispone di due sale: una sala grande da 1356 posti e una saletta da 305 posti, destinata alle produzioni cameristiche.

Primorsky Stage del Teatro Mariinsky

Sottomarino S-56

L'S-56 fu costruito nel 1939 in uno dei cantieri navali di Leningrado. Su rotaia, le sue parti sono state consegnate a Vladivostok e poi assemblate. Nel 1941 la nave fu inclusa nella forza di combattimento della Flotta del Pacifico, nel 1943 fu trasferita alla Flotta del Nord. La barca fece otto campagne militari e affondò diverse navi. Nel 1982 entrò a far parte del complesso commemorativo.

Sottomarino S-56

"Stendardo Rosso"

Nave pre-rivoluzionaria, creata nel 1910 a San Pietroburgo. Inizialmente era utilizzata come nave passeggeri, ma durante la prima guerra mondiale fu adattata per scopi militari. "Red Pennant" ha partecipato alle battaglie durante la guerra civile e ha anche svolto alcuni lavori durante la seconda guerra mondiale. Dal 1958 smise di navigare e rinacque come nave museo.

Stendardo Rosso

Fregate "Pallada" e "Nadezhda"

Navi a vela costruite nei cantieri navali polacchi nel 1989, che ora vengono utilizzate per l'addestramento dei futuri marinai. "Pallada" ha fatto due viaggi intorno al mondo, "Nadezhda" fa regolarmente spedizioni di ricerca in tutto l'Oceano Pacifico. Durante le parate marittime, le barche a vela vengono utilizzate per migliorare l'effetto estetico: il loro passaggio attraverso la baia provoca una tempesta di emozioni tra gli osservatori.

Fregate Pallada e Nadezhda

Faro sull'isola di Skrypleva

Il faro fu costruito alla fine del XIX secolo, quando iniziò il traffico intenso nel porto di Vladivostok. Le navi avevano bisogno di una guida quando entravano nel Bosforo orientale. La torre segnaletica in pietra fu installata ad un'altezza di 52 metri sul livello del mare, nel 1900 fu dotata di una sirena sonora. Il faro continua a funzionare oggi. Inoltre, la luce delle sue luci è la più potente di Vladivostok.

Faro sull

Faro Egersheld

Uno dei fari più antichi dell'Estremo Oriente, costruito nel 1876. Oggi non solo continua a svolgere regolarmente il suo servizio, essendo un punto di riferimento per le navi che entrano dalla baia dell'Amur, ma è anche considerato un punto di riferimento della città. L'edificio sorge su un piccolo spiedo di pietra: il gatto Tokarevskaya, che si trova sul bordo dell'omonimo promontorio.

Faro Egersheld