Le 20 migliori attrazioni di Bukhara, Uzbekistan

832
48 148

Bukhara è una delle città più antiche dell'Asia centrale. La sua storia è legata agli arabi e ai mongoli, che in tempi diversi possedevano questo territorio. La posizione della città può essere definita strategica, per questo fu spesso soggetta ad invasioni. La via del commercio della seta attraversava la città, il che ha contribuito allo sviluppo e al rafforzamento dei legami. C'era poca criminalità a Bukhara in passato, quindi non sono state costruite quasi prigioni. Solo uno zindan è sopravvissuto fino ad oggi: una vera fortezza.

Gli insiemi architettonici del quartiere si sono talvolta formati nel corso dei secoli, ma sembrano un tutt'uno. Ogni sovrano voleva lasciare un'eredità, quindi apparivano regolarmente nuove moschee, madrase, minareti e tombe. Alcuni di loro hanno mantenuto le loro funzioni, mentre altri sono diventati musei.

Cosa vedere e dove andare a Bukhara?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Complesso architettonico Poi-Kalyan

Nel XII secolo, sotto il comando di Arslan Khan, la città fu completamente ricostruita. Tra le altre cose, il sovrano concepì la creazione del complesso Poi-Kalyan. Il minareto apparve contemporaneamente e l'attuale moschea della cattedrale e la madrasa araba Miri - solo nel XVI secolo. Il luogo non è stato scelto a caso: in passato qui c'era già una moschea. Al momento della creazione del progetto, ne rimanevano solo rovine. Il nuovo edificio ha ospitato circa 12mila persone per la preghiera simultanea. Secondo questo indicatore, è diventato il secondo nel paese. Il minareto è alto oltre 46 metri. Non è mai stato ristrutturato. La madrasa è ancora utilizzata per lo scopo previsto.

Complesso architettonico Poi-Kalyan

Cittadella dell'Arca

Il sito archeologico più antico di Bukhara. La costruzione risale al X secolo, ma i primi edifici superstiti all'interno delle mura risalgono al XVII secolo. Le leggende attribuiscono la fondazione della fortezza all'eroe locale Siyavush. Anche Omar Khayyam ha vissuto qui per qualche tempo. La biblioteca unica non è sopravvissuta a causa di guerre regolari e attacchi alla cittadella. Ora il museo di architettura e arte ha sede qui.

Cittadella dell

Cupole commerciali di Bukhara

La via del commercio della seta passava per Bukhara. Per questo hanno scambiato volentieri e molto. All'incrocio delle strade furono eretti edifici a cupola, qualcosa come bazar coperti, chiamati "correnti". Mercati di diverse direzioni uniti sotto lo stesso tetto. Si distinguono tradizionalmente quattro correnti: Toki Sarrafon, Toki Telpak Furushon, Tim Abdulla Khan, Toki Zargaron. Puoi comprare di tutto, dai gioielli ai vecchi libri.

Cupole commerciali di Bukhara

Mausoleo dei Samanidi

Si trova sul sito di un antico cimitero, venerato in passato. Fu eretto nel IX secolo nel tradizionale stile sogdiano, ma con l'uso di materiali più durevoli. Le caratteristiche esterne dell'edificio rimandano alla visione dei creatori del mondo. Alla base c'è un quadrato - un simbolo della terra, e coronato da una cupola - la volta celeste. Nel mausoleo sono sepolti tre teologi, tra cui il fondatore della dinastia dei Samanidi.

Mausoleo dei Samanidi

Mausoleo di Chashma-Ayub

Il nome è tradotto dal persiano come "la fonte di Giobbe". C'è una sorgente vicino alla tomba. Secondo la leggenda, apparve grazie al profeta Giobbe: con il suo bastone toccava terra per dare acqua alla gente del posto. Sebbene il mausoleo sia stato costruito nel XII secolo, non ci sono sepolture di quel periodo. L'edificio fu ricostruito molte volte, anche sotto Tamerlano. Ora all'interno c'è un museo dell'acqua e una mostra di tappeti.

Mausoleo di Chashma-Ayub

Complesso Baha ad-Din

L'area era in passato il centro di uno degli ordini sufi. I fratelli andavano d'accordo con l'Islam ufficiale e non avevano alcuna inclinazione all'isolamento. La sepoltura del capo della confraternita, una moschea, un khanaka, un minareto e una madrasa: tutto questo è disponibile sul territorio del complesso. Anche la struttura del sakkahana ad arco è curiosa. Secondo la leggenda, se ti disseti qui e lasci un'offerta, ogni desiderio del richiedente sarà esaudito.

Complesso Baha ad-Din

Necropoli Chor-Bakr

Originariamente era situato nel villaggio, ma il territorio fu successivamente incluso nella città. Dzhuybar seiid sono sepolti qui. La storia della loro dinastia risale allo stesso Maometto. La necropoli è stata creata per conservare le singolari tombe. Nel corso di diversi secoli, il quartiere è stato gradualmente invaso da edifici e l'ingresso è stato realizzato sotto forma di un cancello originale. Le ultime sepolture risalgono all'inizio del secolo scorso.

Necropoli Chor-Bakr

Lyabi-casa

Nella parte centrale di Bukhara c'è la piazza Lyabi-Hauz. Intorno è un complesso di vecchi edifici. Lo sviluppo di questa zona è stato effettuato nei secoli XVI-XVII. Kukeldash Madrasah è stata la prima ad essere costruita. Combinava una moschea, aree residenziali e aule. E Nodir-Divan-Begi inizialmente fungeva da caravanserraglio, quindi è privo di molte caratteristiche familiari a una madrasa. Hanaka Divan-Begi è di piccole dimensioni, ma ha un finale ricco. Una componente a tutti gli effetti del complesso è una fontana. Nel corso della sua storia è riuscito a visitare uno stagno, un serbatoio d'acqua e anche, dopo il prosciugamento, un campo sportivo.

Lyabi-casa

Monumento a Khoja Nasreddin

Fondata nel 1979 dallo scultore Yakov Shapiro. All'autore è stato affidato il compito di trasmettere tutte le componenti della complessa immagine dell'eroe nazionale. Khoja Nasreddin è popolare in Oriente. Appare allo stesso tempo un uomo di grande intelligenza e un sempliciotto. Da qualsiasi problema, il preferito della gente è in grado di beneficiare. Bronze Nasreddin è stato montato su un asino e ha dato una certa giocosità ai suoi lineamenti.

Monumento a Khoja Nasreddin

Casa Bolò

Un unico insieme è costituito da più edifici contemporaneamente: una moschea, un hauz e un minareto. In passato, questa moschea era la principale moschea della città per la preghiera del venerdì. È diviso in due parti: inverno ed estate. Le colonne svolgono un ruolo importante nell'interior design. Non solo sostengono il soffitto dell'iwan, ma incorniciano anche l'ingresso. Il minareto è apparso solo nel secolo scorso. E i primi edifici sul registro risalgono al XVIII secolo.

Casa Bolò

Chor-Madrasa Minore

Costruito a spese di un commerciante locale all'inizio del secolo scorso. Poiché la madrasa ha 4 torri sotto forma di minareti, ha preso il nome. Ha anche un altro nome: Califfo Niyazkul in onore del suo fondatore. I dipinti su ogni torre sono unici. Si ritiene che si riferiscano alle principali religioni del mondo. Successivamente, gli alloggi furono annessi alla madrasa. La loro decorazione è in stile tradizionale.

Chor-Madrasa Minore

Madrasa di Ulugbek e Abdullaziz Khan

Il complesso si è formato in un lungo periodo dal XV al XVII secolo. La madrasa Ulugbek è stata costruita prima. A più di 150 anni dalla sua fondazione, il suo aspetto è cambiato grazie al nuovo rivestimento. Ora i locali sono stati dati al Museo di storia del restauro dei monumenti cittadini. Durante la decorazione della madrasa di Abdullaziz Khan, è stata utilizzata per la prima volta la vernice gialla. La pittura murale è molto varia, il che non è tipico di tali edifici.

Madrasa di Ulugbek e Abdullaziz Khan

Kosh Madrasa

Il complesso è costituito da due madrase, che si trovano l'una di fronte all'altra. Da qui il nome, tradotto come "doppio". La prima madrasa in onore di Modari Khan fu costruita nel XVI secolo e la seconda, in onore di Abdullah Khan, un paio di decenni dopo. Questi luoghi non sono solo esempi dell'architettura del loro tempo. Erano istituzioni educative molto popolari. Non tutti potrebbero arrivare qui.

Kosh Madrasa

Complesso Khoja-Zainutdin

Formata nel XVI secolo. Circondato da zona residenziale. Sul territorio del complesso è presente una casa rivestita di marmo. Il suo canale di scarico ha la forma di una testa di drago. Un altro edificio degno di nota è il khanaka. L'edificio è stato utilizzato come quarto moschea. Le pareti hanno un dipinto insolito ed esteso. Anche il loggiato è decorato con ogni sorta di elementi e motivi decorativi. Allo stesso tempo, sono sostenuti da colori rilassanti.

Complesso Khoja-Zainutdin

Moschea Magoki Attari

Si trova sul sito di un antico santuario. È stato creato per adorare la luna, quindi la moschea è talvolta chiamata Moh, che si traduce come "luna". I locali della moschea sono andati letteralmente sottoterra, ma ora sono stati restaurati nella loro forma originaria. Nei tempi antichi, gli ebrei potevano anche eseguire rituali a Magoki Attari. Per questo motivo, i seguaci del giudaismo di Bukhara avevano un desiderio speciale di pace durante le preghiere.

Moschea Magoki Attari

Sitorai Mohihosa

Il palazzo fu costruito all'inizio del secolo scorso. Serviva come residenza di campagna dell'emiro di Bukhara. Sebbene il complesso fosse caratterizzato da uno stile europeo, all'interno vi era una divisione in metà maschile e femminile. Attualmente al suo interno si trova il museo delle arti decorative e applicate. Funziona dal 1927 ed è stato seriamente aggiornato più volte. Una delle esposizioni più apprezzate è l'interno del palazzo.

Sitorai Mohihosa

Casa-Museo di Fayzulla Khodjaev

Faizulla Khodzhaev è un importante combattente per l'uguaglianza, un personaggio politico e pubblico. Fu represso e giustiziato negli anni '30 del secolo scorso. L'esposizione del museo è divisa in 3 parti. Il primo è dedicato alla vita dello stesso Fayzulla. Gli altri due sono di natura etnografica. Raccontano la vita dei ricchi mercanti di quel periodo e la loro cucina. Il museo si trova nella casa in cui viveva la famiglia Khodzhaev.

Casa-Museo di Fayzulla Khodjaev

Ensemble Khoja-Gaukushan

La moschea cattedrale e la madrasa formano un unico complesso. Si formò verso la fine del XVI secolo. Il dispositivo del cantiere è tipico per quel tempo. Ma spicca il minareto, uno dei più alti della città. I tori sono stati macellati in questo posto in passato. Da qui il nome, tradotto di conseguenza. Insieme ad altri oggetti della parte storica della città, è incluso nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Ensemble Khoja-Gaukushan

Bukhara Zindan

Una delle due prigioni cittadine. La fortezza fu costruita nel XVIII secolo e serviva per trattenere i debitori che non si presentavano alla preghiera obbligatoria mattutina e altri trasgressori. La durata massima della reclusione era di 15 giorni, poiché il tribunale si riuniva in piazza due volte al mese. Quindi è stata data la punizione finale. All'interno dello zindan c'erano stanze per la tortura e una fossa con scorpioni.

Bukhara Zindan

Torre dell'acqua di Shukhov

Costruito negli anni '20 del secolo scorso. Poiché il progetto apparteneva a Shukhov, la torre prende il nome dall'autore. Fino al 1975 la torre è stata utilizzata attivamente come parte del sistema di approvvigionamento idrico della città. A causa del decadimento, cadde in rovina e fu messo fuori servizio. Successivamente, l'oggetto è stato incluso nel numero di monumenti storici. Le autorità hanno eseguito il restauro e all'interno si trovava un ristorante, ma non per molto.

Torre dell