Le 15 migliori attrazioni di Staraya Russa, Russia

1 358
60 321

Staraya Russa è una città nella regione di Novgorod con un ricco passato. Il suo periodo di massimo splendore è associato all'industria del sale. Nonostante la città si trovi sul fiume, per molto tempo ci sono stati problemi con l'acqua potabile, proprio a causa del sale. Il problema è stato risolto solo costruendo una torre dell'acqua. Tuttavia, anche l'elevata mineralizzazione ha avuto un lato positivo: a Staraya Russa è stato aperto un resort con lo stesso nome.

L'architettura urbana è tipica della Russia centrale. Nonostante l'occupazione, qui sono stati conservati molti edifici del passato, tra cui il Monastero della Trasfigurazione. In generale, qui ci sono molti oggetti religiosi e la maggior parte di essi è attiva. Gli anni della guerra sono rimasti nella memoria dei cittadini e immortalati per i posteri nel Museo del Fronte Nord-Occidentale. Nella sua collezione c'è anche un'esposizione in memoria della campagna afgana.

Cosa vedere e dove andare a Staraya Russa?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Cattedrale della Resurrezione

Costruito sullo splendore di Polisti e Pererytitsa. La prima costruzione della cattedrale risale agli anni '90 del XVII secolo. Nel 1833 fu sostanzialmente ricostruito, compreso l'ampliamento. La distruzione causata dai bombardamenti durante la guerra fu enorme. Aveva bisogno di riparazioni, dopodiché la cattedrale ospitò in successione un cinema, un club, un magazzino e un museo. Tornato alla Chiesa ortodossa russa nel 1992, nello stesso periodo sono iniziate le funzioni.

Cattedrale della Resurrezione

Piazza del Duomo e torre dell'acqua

In passato, l'area era chiamata Trade Square. C'erano file commerciali, finalmente distrutte durante l'occupazione. Dei vecchi edifici è stata conservata solo la torre dell'acqua. La costruzione ha contribuito a fornire alla città acqua dolce, con la quale c'erano problemi. Non era possibile bere acqua dai fiumi circostanti a causa del sale. Pertanto, nel 1908, le autorità iniziarono la costruzione di una torre Art Nouveau di 50 metri.

Piazza del Duomo e torre dell

Resort "Staraya Russa"

Uno dei resort più antichi della Russia centrale fu fondato nel 1828. Negli anni '30 furono costruiti i primi edifici con bagni di varie classi. Successivamente, persone famose del paese, tra cui i granduchi Alessio e Vladimir, vennero qui per migliorare la loro salute. Durante la guerra, il resort divenne un ospedale e i suoi edifici furono parzialmente distrutti. Al momento, Staraya Russa ha lo status di CJSC.

Resort Staraya Russa

Fontana Muravyovskij

La sorgente minerale più potente del Vecchio Mondo. Il nome della fontana era in onore del ministro Muravyov. Ha avviato la perforazione di un nuovo pozzo. La sua profondità è di circa 110 metri. Nel 1859 il progetto fu affidato a una commissione speciale. L'area circostante è stata nobilitata, è stata aggiunta una tenda metallica. Durante gli anni della guerra la struttura fu distrutta, in seguito apparve un nuovo capannone, ma fu smantellato a causa della ruggine.

Fontana Muravyovskij

Monastero di Spaso-Preobrazenskij

L'edificio più antico della città, riconosciuto come monumento storico. Fu menzionato per la prima volta nelle cronache nel 1192. Il primo tempio era di legno e presto fu bruciato durante un grande incendio. Lo sviluppo attivo del territorio del monastero fu effettuato nel XVII secolo con i soldi dell'industria del sale. Ora ospita il museo di storia locale. Entrarono a far parte della collezione affreschi ben conservati dei secoli XV-XVII.

Monastero di Spaso-Preobrazenskij

Chiesa della Santissima Trinità

Durante la sua storia, il tempio ha vissuto molti problemi. Nel XVII secolo vi si propagò un incendio di un edificio vicino, a causa del quale la chiesa dovette essere ricostruita. Nel 1836 un uragano demolì la cupola e danneggiò i soffitti. Nel processo di restauro, la pianta della struttura è stata completamente modificata. In epoca sovietica c'era un magazzino per il grano. Dagli anni '80 la chiesa è stata utilizzata come sala espositiva. È stato restituito alla Chiesa ortodossa russa solo nel 1997.

Chiesa della Santissima Trinità

Chiesa del Santo Grande Martire Mina

La data di costruzione della chiesa è il 1371, ma si tratta di dati imprecisi. Il tempio non è menzionato nelle cronache, quindi le conclusioni dei ricercatori si basano su fatti indiretti. In epoca sovietica, l'edificio fu preso sotto il comitato esecutivo della città. Il tempio ha sofferto di bombardamenti durante la seconda guerra mondiale. È stato riparato, ma non c'è stato un restauro completo. Al momento i servizi non si svolgono e le porte sono chiuse anche per i turisti.

Chiesa del Santo Grande Martire Mina

Chiesa di San Giorgio

Il primo tempio apparve in questo sito nel 1410. Le sue mura divennero la base per la costruzione di una nuova chiesa a metà del XVIII secolo. La chiesa è a cupola singola, così come il suo limite settentrionale. Il campanile fu eretto nelle vicinanze negli anni '80 del XIX secolo. I servizi divini non si tenevano sotto il dominio sovietico. Il tempio è stato brevemente aperto ai parrocchiani durante l'occupazione. Nel dopoguerra il campanile fu smantellato e successivamente restaurato.

Chiesa di San Giorgio

Chiesa di San Nicola

La data di costruzione del primo tempio è il 1371. Era più grande di quello attuale e cadde in rovina durante il Periodo dei Disordini. Nel 1910 fu eretta una nuova chiesa. Una caratteristica del suo design era l'assenza di pilastri interni. Il campanile a tre livelli apparve solo un secolo dopo. Dopo che i bolscevichi salirono al potere, il tempio divenne un museo e in seguito un magazzino. Nel 1991 l'edificio è stato ceduto alla comunità dei Vecchi Credenti.

Chiesa di San Nicola

"Tenuta del Rushanin medievale"

Il museo interattivo all'aperto copre un'area di 1700 m². La tenuta del Medioevo è stata creata sulla base della ricerca archeologica. Per questo motivo, gli edifici qui sono autentici rispetto a quelli reali, e l'intrattenimento è anche all'altezza dei veri mestieri e della vita quotidiana del passato. La mostra accoglie i visitatori dal 2014. L'acquisto di un unico biglietto dà accesso a tutte le strutture della tenuta.

Tenuta del Rushanin medievale

Casa-Museo di F. M. Dostoevskij

Lo scrittore, insieme alla sua famiglia, affittò una casa a due piani a Staraya Russa come dacia nel 1873. Qui Dostoevskij lavorò a molte delle sue opere, tra cui I fratelli Karamazov. Nel 1909 si decise di trasformare l'edificio sull'argine del fiume Pererytitsa in un museo. Ma il processo è stato ritardato e gli interni autentici e gli oggetti personali sono diventati disponibili per la visualizzazione da parte dei visitatori solo negli anni '80.

Casa-Museo di F. M. Dostoevskij

Museo del fronte nord-occidentale

Aperto dal 2003. L'esposizione del museo copre tutti gli eventi che hanno avuto luogo nel distretto durante la Grande Guerra Patriottica. Le mostre descrivono i combattimenti, il movimento di liberazione clandestino e la vita della città durante l'occupazione. Uno dei reperti importanti è una campana fusa nel 1672. Fu presentata alla città da Pietro I. Dal 2011 funziona un dipartimento dedicato alla guerra in Afghanistan.

Museo del fronte nord-occidentale

Monumento "Aquila"

Il progetto fu avviato da V. Martynov nel 1893. Quando andò al fronte, I. Wittenberg continuò a lavorare alla creazione del monumento. L'altezza della composizione è di circa 5 m. Una sfera è incastonata su una stele tetraedrica e su di essa un'aquila ad ali spiegate. È dedicato un monumento ai soldati del reggimento Wilmanstrand. Durante la Grande Guerra Patriottica ha sofferto di proiettili. Completamente restaurata nel 1953.

Monumento Aquila

ponte vivente

Gettato attraverso il fiume Polist. La data esatta di costruzione è sconosciuta. Inizialmente, il ponte era costituito da zattere. Si sdraiarono proprio sull'acqua e ondeggiarono, quindi apparve il nome "Alive". Hanno cercato di rinominarlo ufficialmente in "Alexandrovsky", ma il nome popolare è stato fissato con troppa fermezza. L'aspetto attuale del ponte è stato acquisito dopo il 1890. Dagli anni '20 fino alla guerra qui correva una linea di tram.

Ponte vivente

Tsaritsino primavera

Creato durante la perforazione di un pozzo per un impianto di sale negli anni '30 del secolo scorso. La forza della sorgente ha permesso il funzionamento di tre mulini. Il nome della fonte è stato dato in segno di gratitudine a Caterina II per lo stemma della città, a testimonianza della sua storia. Attualmente non viene utilizzato in alcun modo e l'acqua della sorgente scorre semplicemente nel fiume. Intorno si è formato un laghetto. Non si congela nemmeno in inverno con forti gelate.

Tsaritsino primavera