Le 25 migliori attrazioni di Tashkent, Uzbekistan

1 433
27 999

Tashkent esiste da più di 2000 anni. Durante questo periodo arabi e mongoli riuscirono a impossessarsi qui, fino al XIX secolo la città fece parte di vari khanati, fino a quando fu conquistata dalle truppe dell'Impero russo. Dopo il 1991, è diventata la capitale dell'Uzbekistan indipendente, che ha dato un nuovo potente impulso allo sviluppo culturale e industriale.

A Tashkent, i turisti vedranno preziosi monumenti del Medioevo: i complessi di Khazret Imam, Sheikhantaur, la Kukeldash madrasah, nonché nuove moschee che non sono inferiori in bellezza agli edifici antichi - Minor e Khoja Akhrar Vali. In numerosi musei, gli ospiti della città avranno l'opportunità di conoscere la ricca cultura uzbeka e apprezzare il contributo dei maestri locali al tesoro dell'arte mondiale.

Cosa vedere e dove andare a Tashkent?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Metropolitana di Taskent

La metropolitana di Tashkent iniziò a essere costruita negli anni '70, divenne il primo sistema di trasporto di questo tipo in Asia centrale. Oggi la metropolitana non è solo un mezzo di trasporto comodo e veloce, ma anche una delle principali attrazioni della città. L'arredamento delle stazioni contiene spesso motivi nazionali. In epoca sovietica, la metropolitana di Tashkent era considerata una delle più pittoresche dell'intera Unione.

Metropolitana di Taskent

Piazza Indipendenza

La piazza si trova proprio nel centro della città, vicino al luogo in cui fino alla metà del XIX secolo si trovava il palazzo dei Kokand khan. Dopo l'istituzione del protettorato russo, qui fu costruita la residenza del governatore generale. In epoca sovietica, la piazza fu ribattezzata in onore di V. I. Lenin. Nel 1991 il monumento al capo del proletariato fu smantellato e al suo posto fu eretto il Monumento all'Indipendenza.

Piazza Indipendenza

Piazza Amir Temur

La piazza fu fondata nel 1882 per ordine del governatore generale del Turkestan M. G. Chernyaev. Al suo centro si trova un monumento ad Amir Temur (Tamerlano), un eccezionale statista del XIV secolo, che creò un enorme impero. Fino al 2009 c'era un piccolo parco intorno al monumento, ma dopo la ricostruzione si è trasformato in una piazza con fontane e prati verdi. Ci sono molti luoghi interessanti in questo posto.

Piazza Amir Temur

Complesso Khazret Imam

Un complesso di edifici religiosi eretti in onore di uno dei primi predicatori islamici in Uzbekistan - Hazrat Imam. Consiste in una moschea cattedrale, due madrase, un mausoleo e un'altra moschea Namazgokh. Le strutture furono erette in tempi diversi dal XVI al XXI secolo. La più antica è la madrasa Barakkhan costruita nel 1532, la più recente è il tempio musulmano costruito nel 2007, costruito su iniziativa del presidente I. Karimov.

Complesso Khazret Imam

Complesso di Sheikhantaur

L'insieme architettonico, che è uno dei monumenti più importanti dell'Uzbekistan. Sheikhantaur è un complesso commemorativo dedicato allo sceicco Hovendi Tahur. Consiste nella tomba di at-Takhur del XIV secolo, un'altra tomba del XV secolo, dove riposano i resti di Kyldyrgach-bey, e altri monumenti architettonici. In precedenza, qui c'erano diverse moschee, ma furono distrutte nel XX secolo.

Complesso di Sheikhantaur

Madrasa Kukeldash

Un'istituzione educativa religiosa del XVI secolo, che per molti anni è stata il centro culturale ed educativo della città. Nel XVIII secolo qui fu collocato un caravanserraglio, nel XIX secolo la fortezza di un khan. C'è una leggenda secondo cui a quel tempo le mogli infedeli venivano gettate dalle mura di Kukeldash in sacchi e nella fortezza venivano eseguite anche altre esecuzioni pubbliche. Dopo il restauro dell'edificio della madrasa nel XX secolo, è stato restituito alle sue funzioni originarie.

Madrasa Kukeldash

Moschea Minore

Un nuovo tempio musulmano nel 2013, costruito su iniziativa del presidente I. Karimov. L'edificio fu eretto nello stile architettonico tradizionale, tipico dell'Asia centrale durante l'era del Bukhara Khanate. La moschea ha due alti minareti e una cupola celeste. Lo spazio interno è decorato alla maniera di "naksh". La sala di preghiera è progettata per 2400 persone, il che la rende una delle più grandi dell'Uzbekistan.

Moschea Minore

Moschea Khoja Ahrar Vali

La moschea del venerdì del tipo palazzo, fondata nel IX secolo in onore della conquista di Tashkent. Tuttavia, secondo i dati storici, il primo edificio del tempio fu costruito solo nel XV secolo. Nei secoli successivi l'edificio subì calamità naturali e distruzioni. Di conseguenza, dopo un lungo periodo di ateismo, nel 1997 la moschea era in rovina. Nel 2003 ne è stato eretto uno nuovo sul sito dell'edificio storico.

Moschea Khoja Ahrar Vali

Cattedrale dell'Assunzione

La Chiesa ortodossa della Chiesa ortodossa russa, costruita nel 1878 a spese del governatore generale e dei membri della comunità cristiana di Tashkent. Dal 1933 al 1945 la chiesa fu chiusa, ma poi fu riconsegnata ai fedeli e riconsacrata. L'edificio è stato oggetto di ristrutturazione negli anni '90. Durante i lavori fu nobilitata l'attigua cavea e ricostruito il campanile della chiesa.

Cattedrale dell

Cattedrale del Sacro Cuore di Gesù

Chiesa cattolica in stile neogotico, progettata dal maestro polacco L. Panchakevich. La costruzione iniziò nel 1912, ma dopo la Rivoluzione d'Ottobre i lavori furono interrotti. La cattedrale è rimasta incompiuta fino agli anni '70 e '80, fino a quando non è stata riconosciuta come monumento architettonico. Negli anni '90 l'edificio è stato trasferito alla parrocchia cattolica e completamente ricostruito.

Cattedrale del Sacro Cuore di Gesù

Museo delle Arti Applicate dell'Uzbekistan

La storia del museo iniziò nel 1927 con l'organizzazione di una mostra di opere di maestri uzbeki. A poco a poco, il numero di reperti è aumentato e la collezione necessitava di un edificio separato. Così nel 1937 apparve il "Museo dell'artigianato". La sua collezione è composta da tappeti, gioielli, tessuti, costumi nazionali, ceramiche e altri esempi di artigianato popolare, accuratamente conservati per i posteri.

Museo delle Arti Applicate dell

Museo delle Arti dell'Uzbekistan

La collezione è stata fondata nel 1918. Inizialmente era composta da opere d'arte, mobili, stoviglie, sculture e oggetti d'arredo confiscati agli aristocratici locali dopo la rivoluzione. Negli anni successivi la collezione è stata regolarmente reintegrata a scapito dei fondi di altri musei. Oggi la galleria, tra le altre cose, espone dipinti di artisti russi e dell'Europa occidentale dei secoli XVI-XIX.

Museo delle Arti dell

Museo di Storia dell'Uzbekistan

Il museo è considerato uno dei più antichi e più grandi dell'Uzbekistan. Più di 250mila reperti sono conservati nei suoi fondi. La collezione è dedicata alla storia dell'Uzbekistan dall'età della pietra ad oggi. Il museo è nato grazie all'iniziativa di un gruppo di scienziati nel 1876. All'inizio del XX secolo, ha anche partecipato a mostre internazionali a Milano e Parigi. Nel 1970, la collezione si trasferì in un edificio moderno in Rashidov Ave.

Museo di Storia dell

Museo di storia timuride

L'esposizione è dedicata al regno di Timur e alla dinastia da lui fondata. Il museo è stato aperto nel 1996 grazie al presidente I. Karimov in onore del 660° anniversario della nascita di Tamerlano. I suoi reperti principali sono una copia del Corano cufico di Samarcanda (Koran Usman) e pannelli con scene della vita del famoso comandante. Il museo espone anche vari reperti archeologici.

Museo di storia timuride

Museo di Ingegneria Ferroviaria

La collezione è apparsa nel 1989 dopo la celebrazione del centenario della fondazione della ferrovia dell'Asia centrale. La mostra, creata appositamente per l'anniversario, ha suscitato un tale interesse tra i visitatori che si è deciso di trasformarla in permanente. Così è nato un intero museo. L'esposizione è all'aperto. Comprende locomotive a vapore, locomotive diesel, locomotive elettriche, vagoni e attrezzature per la riparazione.

Museo di Ingegneria Ferroviaria

Teatro Bolshoj. Alisher Navoi

Un teatro musicale intitolato al poeta nazionale Alisher Navoi. Il palcoscenico si aprì nel 1939 con una produzione dell'opera uzbeka Buran. L'edificio del teatro fu eretto secondo il progetto dell'architetto A. V. Shchusev. Artisti popolari hanno preso parte alla decorazione: Kh. Boltaev, A. Khudaibergenov, U. Muradov e altri. La costruzione si distingue per il fatto che ogni foyer ha il proprio design, che riflette le caratteristiche delle diverse regioni dell'Uzbekistan.

Teatro Bolshoj. Alisher Navoi

Palazzo del principe Romanov

L'edificio si trova nel centro di Tashkent, vicino a piazza Amir Temur. Fu eretto alla fine del XIX secolo nello stile Art Nouveau popolare a quel tempo. L'aspetto architettonico del palazzo si distingue dal solito paesaggio urbano, poiché nella capitale uzbeka non sono stati costruiti edifici in questo stile. L'edificio era destinato al principe N. K. Romanov, nipote di Nicola I. Sua Altezza Serenissima fu esiliato a Tashkent per aver rubato i gioielli di famiglia.

Palazzo del principe Romanov

Complesso commemorativo "Shahidlar hotirasi"

Un museo dedicato a un certo periodo della storia dell'Uzbekistan, quando il paese era sotto il protettorato dell'Impero russo, e poi come parte dell'Unione Sovietica. L'esposizione è suddivisa in più sezioni, che si susseguono in ordine cronologico. Molta attenzione è riservata al tema delle repressioni politiche ed etniche avvenute in passato. Il museo è stato istituito nel 2001.

Complesso commemorativo Shahidlar hotirasi

Monumento "Coraggio"

Il monumento è stato creato nel 1970 dallo scultore D. Ryabichev in memoria del terremoto del 1966. Questo disastro naturale ha lasciato un segno profondo nella storia della città, a seguito di forti shock, quasi la metà degli abitanti di Tashkent è rimasta senza casa e anche molti edifici amministrativi sono stati distrutti. Il Courage Monument incarna la calma e la resilienza con cui gli abitanti hanno affrontato questo devastante disastro.

Monumento Coraggio

Torre televisiva di Tashkent

Torre televisiva con ponte di osservazione. È considerato il secondo più grande dell'Asia centrale dopo il tubo della centrale idroelettrica kazaka. L'altezza della torre è di 375 metri. La struttura è stata realizzata nel periodo 1978-84, nel 1985 ha iniziato a funzionare a pieno regime. All'interno, a un'altezza di 94 metri, c'è una piattaforma di osservazione circolare per i turisti, pochi metri più in alto: il ristorante Koinot, che si compone di due livelli.

Torre televisiva di Tashkent

Circo di Taskent

Dalla fine del XIX secolo, gruppi circensi erranti dell'Impero russo e dei paesi europei hanno costantemente girato a Tashkent. Il primo edificio del tendone da circo fu distrutto nel 1966 a seguito di un terremoto. 10 anni dopo, è stato eretto un nuovo palcoscenico. Oggi la compagnia del circo di Tashkent è in tournée in tutto il mondo. Inoltre, molti artisti, grazie alle loro capacità, sono diventati vincitori di concorsi internazionali.

Circo di Tashkent

Bazar "Chorsu"

Il mercato è considerato uno dei più antichi non solo in Uzbekistan, ma in tutta l'Asia centrale. Si trova nella parte vecchia di Tashkent chiamata "Eski Shahar". Il bazar ha guadagnato popolarità durante il periodo dei discendenti di Tamerlano, poiché era un punto intermedio sulla Grande Via della Seta. Tutti i tipi di merci sono venduti a Chorsu: cibo, vestiti, prodotti di artigiani locali, articoli per la casa e altre cose.

Bazar Chorsu

Parco Nazionale Alisher Navoi

Il parco, intitolato al poeta nazionale Alisher Navoi, è stato aperto nel 1937 vicino alla strada. Almazar. Oltre alle attrazioni standard, c'è un vero binario ferroviario, dove gli adolescenti sono coinvolti come lavoratori. Ci sono molte altre attrazioni sul territorio del parco: la Abulkasim Madrasah, il monumento ad Alisher Navoi, la sala concerti, l'edificio del parlamento dell'Oliy Majlis.

Parco Nazionale Alisher Navoi

Giardino giapponese

Parco paesaggistico in stile giapponese vicino al centro di Tashkent. È stato creato nel 2001 appositamente per una vacanza rilassante lontano dal trambusto. Anatre, cigni, cicogne si trovano nei bacini idrici locali, i pavoni camminano tranquillamente lungo i vicoli. Il parco è un luogo popolare per i servizi fotografici di matrimonio. Un altro vantaggio del giardino giapponese è che di solito ci sono poche persone qui, poiché l'ingresso al territorio è a pagamento.

Giardino giapponese

Serbatoio di Charvak

Un bacino artificiale creato negli anni '70. Si trova a circa 60 km da Tashkent. Intorno al bacino ci sono aree ricreative, campi per bambini, hotel e pensioni. Qui puoi prendere il sole, nuotare, andare in moto d'acqua o in barca. Dalle rive c'è una magnifica vista sulle cime montuose del Grande e del Piccolo Chimgan. Una comoda autostrada ad alta velocità conduce da Tashkent al bacino idrico.

Serbatoio di Charvak