Le 20 migliori attrazioni della Tanzania

1 018
39 428

Metà della Tanzania è coperta da parchi nazionali. Più di 100 riserve e riserve lavorano per preservare la diversità naturale di questa parte dell'Africa. Turisti da tutto il mondo vengono in Tanzania per partecipare a un emozionante safari fotografico, prendere il sole sulle spiagge di Zanzibar, visitare gli insediamenti dei Boscimani o scalare la più alta montagna africana, il Kilimangiaro.

L'esotica Tanzania è costantemente al primo posto in varie valutazioni turistiche. Il caldo clima tropicale, l'opportunità di osservare animali straordinari e rari attirano viaggiatori sofisticati ed esperti che vengono qui per impressioni vivide. I più popolari sono i tour combinati, quando un viaggio combina una vacanza al mare e viaggi attivi in ​​\u200b\u200btutto il paese.

Cosa vedere in Tanzania?

I luoghi più interessanti e belli, foto e una breve descrizione.

Kilimangiaro

Il vulcano di montagna più alto del continente africano. Il maestoso Kilimangiaro si erge sull'altopiano Masai, la montagna raggiunge un'altezza di 5895 metri. Tradotto dal dialetto swahili locale, il nome significa "montagna scintillante". L'arrampicata sulla vetta, la "conquista del Kilimangiaro" o semplicemente le escursioni organizzate (o indipendenti) nei pittoreschi dintorni sono popolari tra numerosi turisti.

Kilimangiaro

Città di Dar es Salaam

La città più grande e ricca della Tanzania, un porto importante e importante. La metropoli si trova sulla costa dell'Oceano Indiano, ospita diversi milioni di persone. Dar es Salaam sorse sul sito del villaggio di pescatori di Mzizima grazie al sultano Majid ibn Said nel XIX secolo. Il sovrano rimase così colpito da questo luogo che decise di costruire una città e la chiamò "la casa del mondo" (così suona la traduzione dall'arabo).

Città di Dar es Salaam

Isola di Zanzibar

Zanzibar (anticamente l'isola si chiamava Unguja) può essere considerata uno "stato nello stato", in quanto è un territorio autonomo all'interno della Tanzania. L'isola si trova nell'Oceano Indiano. A causa della temperatura confortevole, del ricco programma di escursioni, dell'eccellente infrastruttura turistica, i viaggiatori lo scelgono spesso come luogo di vacanza. Ci sono molte spiagge eccellenti e hotel confortevoli che offrono agli ospiti un servizio di prima classe.

Isola di Zanzibar

Chiesa Anglicana a Stone Town

Questo tempio è ora un punto di riferimento della capitale di Zanzibar, Stone Town. La chiesa fu costruita nel 1887 utilizzando diversi stili architettonici. Qui, le tradizionali tecniche urbanistiche arabe si mescolavano con elementi gotici. All'interno del tempio si trova un crocifisso ligneo dedicato a Livingston, eccezionale esploratore britannico dell'Africa, famoso scienziato.

Chiesa Anglicana a Stone Town

Casa delle Meraviglie a Stone Town

L'edificio è un palazzo costruito nel 1883. Fino alla metà del XX secolo è stato la residenza del Sultano. Il nome "House of Miracles" è spiegato semplicemente: è stato qui per la prima volta in tutto il paese che sono stati installati l'elettricità, l'approvvigionamento idrico e un ascensore. Questi benefici della civiltà per la gente del posto furono inizialmente un "miracolo". C'è un museo in diverse stanze del palazzo dove puoi vedere vecchie auto britanniche.

Casa delle Meraviglie a Stone Town

città di pietra

La parte vecchia della città di Zanzibar, capoluogo dell'omonima isola. Prima della colonizzazione europea, era il centro del commercio tra le coste dell'Africa e dell'Asia. Sotto il sovrano Said ibn Sultan dal 1840 al 1956. qui era la capitale del cosiddetto Impero dell'Oman. Stone Town è un intreccio di stradine dove non può passare nemmeno una piccola auto, moschee, bazar e case con verande in legno.

Città di pietra

Casa Livingstone

Un edificio di 3 piani abbastanza anonimo a Zanzibar, da dove l'esploratore David Livingston è partito per la sua ultima spedizione. L'edificio fu eretto nel 1860, dopo la morte dello scienziato, fu utilizzato dalla comunità indù locale. Successivamente, il governo ha acquistato la casa e ne ha eseguito la ricostruzione. Ora c'è un ufficio turistico che organizza varie escursioni per i viaggiatori.

Casa Livingstone

Grotte di Mangapwani

Situato a Zanzibar. Una grande grotta è una formazione naturale nella roccia calcarea, al suo interno si trova un profondo lago. Una grotta più piccola è un angusto "sacco di pietra" scolpito da un uomo. A Mangapwani, dopo l'abolizione ufficiale della tratta degli schiavi, gli schiavi venivano tenuti segretamente. Da qui gli schiavi venivano portati in India e nei paesi arabi. In una grande grotta venivano portati via i "beni vivi", e in una piccola grotta venivano tenuti in condizioni terribili.

Grotte di Mangapwani

Vulcano Merù

Il secondo vulcano più grande (dopo il Kilimangiaro) in Tanzania. L'ultima eruzione avvenne nel 1877, dopo la quale Meru non mostrò più segni di attività. La montagna ha due cime: Big Meru con un'altezza di oltre 4,5 mila metri e Small Meru - più di 3,8 mila metri. Il vulcano si trova sul territorio del Parco Nazionale di Arusha, l'ingresso è consentito solo con permessi speciali.

Vulcano Merù

Vulcano Ol Doinyo Lengai

Tradotto dal dialetto della tribù Maasai locale, il nome significa "Montagna di Dio". Il vulcano raggiunge un'altezza di 2962 metri, è uno dei più attivi del continente africano. Durante l'eruzione, viene espulsa in superficie una lava "fredda" di un insolito colore nero, che si solidifica rapidamente e forma forme bizzarre. Il vulcano si trova nel Parco Nazionale di Arusha.

Vulcano Ol Doinyo Lengai

Gola di Olduvai

Una località nel nord della Tanzania, parte dell'Area Protetta di Ngorongoro. Olduvai si estende per 40 km di lunghezza, la superficie totale della gola è di 250 km². Qui sono state fatte molte importanti scoperte archeologiche: sono stati trovati i resti dell'antico uomo Homo habilis, che ha più di 2 milioni di anni, il cranio dell'Australopithecus, i resti di strumenti primitivi di lavoro e caccia. Il Museo OlduvaiGodge, dedicato all'antropologia e all'evoluzione umana, si trova nella gola.

Gola di Olduvai

Parco Nazionale del Serengeti

Una grande e famosa riserva mondiale con una superficie di 14.763 km². Il Serengeti occupa il territorio naturale del Great African Rift. La riserva è stata istituita nel 1929. Da allora il suo territorio è in continua espansione. Nel 1981 è stato riconosciuto come patrimonio naturale dall'UNESCO ed è passato sotto la protezione di questa organizzazione. La natura e l'ecosistema del Serengeti è considerato uno dei più antichi del pianeta.

Parco Nazionale del Serengeti

Riserva di caccia di Ngorongoro

Questo cratere si è formato circa 2,5 milioni di anni fa a seguito della distruzione di un enorme vulcano. I suoi bordi si innalzano sopra il livello del mare di 3 km e il fondo di 2 km. L'area è di circa 20mila ettari, il diametro del cratere stesso è di circa 19 km. Ora l'area è una pianura savana, recintata in un cerchio, dove vivono quasi 25mila specie di animali. La maggior parte di loro sono predatori.

Riserva di caccia di Ngorongoro

Parco Nazionale del Ruaha

Ruaha è il secondo parco nazionale più grande della Tanzania. A causa dell'isolamento, la natura vergine è stata preservata nella zona quasi inalterata. I paesaggi di Ruahi non sono come le altre riserve, quindi la riserva è diventata attraente per i turisti. Il parco è stato creato nel 1964. È al primo posto in termini di dimensioni della popolazione di elefanti: qui vivono circa 8.000 mila individui di questo enorme animale.

Parco Nazionale del Ruaha

Foresta di Jozani

Un'area naturale di 44 km², dove sono stati conservati i colobi rosso-marroni, una specie rara di scimmie. Questi animali sono elencati nel Libro rosso e ai nostri tempi vivono solo sul territorio di Jozani. La dimensione del corpo del colobo è di soli 45-70 cm e la lunghezza della coda è di circa 90 cm. Le scimmie sono pacifiche, da tempo abituate ai turisti e sono felici di entrare in contatto. Qui vivono anche dozzine di specie di animali e uccelli endemici.

Foresta di Jozani

Lago Tanganica

Il bacino idrico è considerato uno dei laghi d'acqua dolce più lunghi del pianeta (quasi 40 km più lungo del Baikal). La profondità massima è di quasi 1,5 km, la larghezza media è di 72 km. Il Tanganica ha una grande riserva di acqua dolce. Solo una costa si trova sul territorio della Tanzania, il resto appartiene a Burundi, Zambia, Repubblica del Congo. A causa delle peculiarità della composizione dell'acqua a una profondità di oltre 200 metri, non c'è quasi vita.

Lago Tanganica

Lago Malawi

È il terzo più grande in Africa e il nono più grande del mondo. Raggiunge i 560 km di lunghezza, 80 km di larghezza e una profondità media di circa 700 m. Il Malawi si distingue per una grande varietà di pesci, secondo vari studi il loro numero raggiunge quasi le 1000 specie. Qui vivono anche coccodrilli e aquile americane. Il lago è un luogo popolare per la pesca e tutti gli insediamenti circostanti sono forniti di pesce locale.

Lago Malawi

Lago Natron

Un luogo piuttosto insolito e pittoresco, situato nell'area della Great Rift Fault. L'acqua del lago ha sfumature dal rosso sangue all'arancio intenso a causa dei microrganismi che vi abitano. I fumi chimici spaventano i predatori, così tanti piccoli animali si insediano sulle rive. Dopo la morte, i loro corpi si trasformano in mummie a causa di speciali processi chimici nell'area del lago.

Lago Natron

Lago Manyara

Uno specchio d'acqua che è diventato la dimora di un numero enorme di magnifici fenicotteri rosa. La popolazione di questi uccelli è così grande che da lontano si può vedere una densa macchia rosa sopra la superficie dell'acqua. Inoltre, più di 400 specie di altri uccelli vivono nell'area acquatica di Manyar, la maggior parte delle quali non si trova altrove. Qui puoi incontrare il bucero, il marabù, la cicogna, il pellicano, l'ibis, la gru e il cormorano.

Lago Manyara

Lago Vittoria

Victoria è uno dei sette Grandi Laghi africani. Copre un'area di 68,8 mila km². Più di 30 milioni di persone vivono nella fascia costiera del bacino idrico e sono state costruite diverse città densamente popolate con oltre un milione di abitanti. Il confine dell'equatore attraversa il territorio del lago. Qui si sviluppa la navigazione industriale, la comunicazione in traghetto tra i paesi, l'energia idrica viene utilizzata attivamente per fornire città e insediamenti.

Lago Vittoria