Top 30 - attrazioni di Vladimir, Russia

562
80 560

Vladimir è l'antica capitale della Rus', un tempo potente insediamento, e ora una delle città più visitate dell'Anello d'Oro. Prima dell'ascesa di Mosca, era il centro spirituale e culturale della terra di Vladimir-Suzdal. Quei tempi gloriosi ricordano le maestose cattedrali del XII secolo, incluse nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO, e i monasteri che raccontano da più di cento anni.

Il centro storico della città, situato su una collina sopra il Klyazma, sembra ricordare ancora il regno di Vsevolod il Grande Nido e il genio del grande pittore di icone Andrei Rublev, che dipinse le pareti della Cattedrale dell'Assunzione.

Non meno interessanti sono i monumenti architettonici successivi: tenute cittadine classiche del XIX secolo ed edifici originali dell'inizio del XX secolo. Dopo una passeggiata per Vladimir, dovresti assolutamente andare nei musei per conoscere meglio l'antica e ricca storia di questa città.

Cosa vedere e dove andare a Vladimir?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Piazza Duomo

Il centro storico della città, situato su una collina vicino al Klyazma, dove si trovano le antiche chiese dell'Assunzione e Dmitrievsky, l'edificio della Duma cittadina e le ex "Camere" provinciali. Al centro si erge un monumento all'850° anniversario di Vladimir, eretto nel 1958. Il gruppo scultoreo è una piramide bianca con le figure di un guerriero russo, un artigiano e un operaio moderno disposte in cerchio, a simboleggiare l'unità del passato e del futuro. Un altro famoso monumento è il monumento al leggendario pittore di icone Andrei Rublev, eretto nel 1995 in occasione del millennio di Vladimir. Lo scultore ha raffigurato un maestro profondamente immerso nel lavoro.

Piazza Duomo

Cattedrale dell'Assunzione

Un monumento grandioso e piuttosto raro di architettura pre-mongola in pietra bianca (XII secolo). Molto prima dell'ascesa di Mosca, era il tempio principale di Vladimir-Suzdal Rus. Qui venivano incoronati i grandi principi. La cattedrale è unica in quanto all'interno sono stati conservati autentici affreschi di Andrey Rublev. Dal 1992, la Cattedrale dell'Assunzione è stata riconosciuta dall'UNESCO come parte del patrimonio culturale mondiale.

Cattedrale dell

Chiesa dell'Intercessione sul Nerl (Bogolyubovo)

Il tempio dista circa 10 km. da Vladimir, vicino al villaggio di Bogolyubovo. La chiesa fu eretta nel 1165 (secondo un'altra versione - nel 1158) in memoria dell'erede defunto, il principe Izyaslav Andreevich. L'edificio si trova in una depressione su una collina artificiale, vicino alla quale il fiume Nerl sfociava nel Klyazma. La costruzione appartiene ai templi del tipo a cupola incrociata con una cupola principale e tre absidi.

Chiesa dell

Cattedrale di Demetrio

L'edificio fu costruito alla fine del XII secolo per volontà del principe Vsevolod il Grande Nido. Nel 1237 fu saccheggiata dai Mongolo-Tartari, nei secoli successivi bruciò più volte, tanto che molti dei dettagli architettonici e interni originali andarono perduti. Durante il non del tutto riuscito restauro ottocentesco, gli sfortunati artigiani portarono a termine l'opera distruggendo gli antichi affreschi e installando una nuova iconostasi. Nel XX secolo è stato possibile ripristinare parzialmente l'aspetto storico del tempio.

Cattedrale di Demetrio

cancello dorato

Uno dei cinque passaggi per la città costruiti sotto il principe Andrei Bogolyubsky. A quel tempo, il Golden Gate ha aperto l'ingresso alla parte più ricca di Vladimir. Un tempo le loro porte in legno erano ricoperte da lastre di rame dorato, da cui il nome. In cima alla struttura si trova una piccola cappella della Deposizione della Veste della Madonna. Nel XII secolo la porta faceva parte del complesso delle strutture difensive cittadine.

Cancello dorato

Parco intitolato ad A.S. Pushkin

La piazza si trova vicino a Piazza Duomo. È uno dei luoghi preferiti per passeggiare, poiché è circondato da monumenti storici. Il parco apparve all'inizio del XIX secolo, nel 1899 prese il nome da A. S. Pushkin in onore dell'anniversario del grande poeta. Ci sono anche diversi monumenti sul territorio, ma ciò che è notevole è che la statua dello stesso Alexander Sergeevich non è qui.

Parco intitolato ad A.S. Pushkin

Monumento al principe Vladimir e San Fedor

Il monumento si trova nel parco. A. S. Pushkin al centro di un ponte di osservazione panoramico, da dove si apre una magnifica vista sul Klyazma e sui vecchi quartieri della città costruiti con case di legno. Il monumento è stato eretto nel 2007, la sua apertura è stata programmata per coincidere con l'850° anniversario del trasferimento della capitale della Rus' da Kyiv a Vladimir. Il gruppo scultoreo è stato scolpito dal maestro di Mosca S. M. Isakov. Consiste delle figure del principe Vladimir a cavallo, vestito con l'armatura completa, e in piedi dietro San Teodoro.

Monumento al principe Vladimir e San Fedor

Parco Lipky

La piazza più antica della città. È combinato con il parco. COME. Pushkin e forma uno spazio ricreativo comune con quest'ultimo (erano collegati nel 1925). Le prime piantagioni apparvero qui nel 1901 come parte del programma paesaggistico per Vladimir, lanciato sotto Nicola I. Al centro c'è una fontana, da cui si irradiano vicoli acciottolati, e un parco giochi per bambini.

Parco Lipky

Giardino patriarcale

Un'altra area verde nel centro di Vladimir, perfetta per passeggiare e ammirare i luoghi d'interesse. Le colline circondano il giardino da tutti i lati, creando un microclima unico sul suo territorio. Su un'area relativamente piccola di 3 ettari cresce un gran numero di piante. La storia del luogo iniziò nel XVI secolo, quando qui fu piantato un vicolo di ciliegie appositamente per il patriarca.

Giardino patriarcale

Torre dell'acqua

Un monumento di architettura industriale dell'inizio del XX secolo, costruito in mattoni rossi secondo il progetto dell'ingegnere S. M. Zharov. Dagli anni '50 la torre ha cessato di essere utilizzata per lo scopo previsto dopo l'ammodernamento del sistema di approvvigionamento idrico della città. Dal 1975 l'edificio ospita l'Antico Museo Vladimir, dedicato alla vita di una città di provincia nei secoli XIX-XX. All'ultimo piano c'è un ponte di osservazione.

Torre dell

Chiesa della Trinità

L'ex chiesa del Vecchio Credente, costruita in stile neo-russo nel 1913-16. L'edificio non è stato utilizzato per la sua destinazione d'uso dal 1928 dopo la chiusura, dal 1975 ospita la mostra permanente “Cristallo. Miniatura laccata. Ricamo”, relativo al Museo-Riserva Vladimir-Suzdal. La mostra comprende opere d'arte create da maestri di Mosca e della regione di Vladimir.

Chiesa della Trinità

Chiesa del Santo Rosario

La cattedrale cattolica, costruita alla fine del XIX secolo secondo il progetto degli architetti I.O. Karabutov e A.P. Afanasiev in stile pseudo-gotico. L'edificio era costruito in mattoni rossi e decorato con archi ogivali, vetrate colorate e graziose torrette. Il tetto è coronato da una cuspide appuntita. Nel 1934 il tempio fu chiuso, da tempo nei locali funzionava una sala espositiva, nel 1992 fu restituito alla comunità cattolica.

Chiesa del Santo Rosario

Chiesa Nikitskaya

Tempio del XVIII secolo, costruito a spese del mercante Semyon Lazarev. Per Vladimir è considerato un edificio religioso piuttosto atipico, in quanto è stato realizzato secondo i canoni del barocco "provinciale" e le sue forme sono più simili a una dimora nobiliare. Si ritiene che prima della comparsa di un edificio in pietra, in questo sito sorgesse una chiesa in legno di Cosma e Demian, e anche prima - un monastero.

Chiesa Nikitskaya

Chiesa Nikolo-Cremlino

Tempio in onore di Nicholas the Wonderworker, situato nella parte centrale di Vladimir. Diversi secoli fa, al suo posto c'erano gli edifici del Cremlino cittadino, da cui il nome moderno della chiesa. Si ritiene che il primo edificio sia stato eretto nel 1626, ma un secolo dopo fu distrutto da un incendio. Il tempio del campione del 1769, completato nel 1850, è sopravvissuto fino ad oggi. L'edificio è realizzato in stile barocco. Dal 1962 sul suo territorio si trova il planetario cittadino, dove si tengono conferenze e vengono proiettati "spettacoli da star".

Chiesa Nikolo-Cremlino

Monastero della Dormizione Knyaginin

Monastero femminile del XIII secolo, formato sotto Vsevolod il Grande Nido per volere di sua moglie, la principessa Maria. Per una storia così lunga, il monastero ha subito molti disagi: è stato bruciato più volte, è stato devastato ed è stato liquidato nel XX secolo. La rinascita della vita monastica è avvenuta nel 1993. Al momento, diverse dozzine di suore vivono nel monastero.

Monastero della Dormizione Knyaginin

Madre di Dio-Monastero della Natività

Prima della fondazione della Trinità-Sergio Lavra, il monastero della Madre di Dio-Natività era il centro della vita monastica e spirituale della Rus' nord-orientale. La prima menzione risale al XII secolo ed è associata a Vsevolod il Grande Nido: si ritiene che sia stato lui a gettare le fondamenta del monastero. Prima di trasferirsi all'Alexander Nevsky Lavra, qui furono sepolti i resti del principe Alexander Nevsky.

Madre di Dio-Monastero della Natività

Monastero di Bogolyubsky (Bogolyubovo)

Convento a Bogolyubovo, che occupa il territorio del castello del principe Andrei Bogolyubsky - un monumento unico di ingegneria civile, conservato dai tempi dell'antica Rus'. Presumibilmente, il monastero fu organizzato qui nel XIII secolo, prima che nel complesso si trovasse la corte principesca. L'insieme architettonico comprende diverse cattedrali costruite in epoche diverse e resti di strutture civili.

Monastero di Bogolyubsky (Bogolyubovo)

Museo Storico

L'esposizione del museo è ospitata in un edificio in stile pseudo-russo, eretto all'inizio del XX secolo. Al momento è classificato come sito del patrimonio culturale. La collezione, che occupa due piani, non contiene molti reperti, ma è piuttosto interessante, in quanto rappresenta la storia della regione di Vladimir dall'età della pietra al 1917. Qui sono esposti molti interessanti oggetti originali di epoche diverse.

Museo Storico

"Museo del pan di zenzero"

Ci sono musei di pan di zenzero in molte città russe. Così Vladimir ha deciso di non distinguersi e ha presentato agli ospiti la sua esposizione dedicata a questa antica prelibatezza russa. La collezione dolce è composta da prodotti preparati secondo le ricette tradizionali: ci sono pan di zenzero stampati, in stucco e intagliati. Per i visitatori si tengono corsi di perfezionamento e tea party con degustazione.

Museo del pan di zenzero

Museo del cucchiaio

Un giovane museo privato che ha aperto nel 2015. Come suggerisce il nome, la sua collezione è dedicata al cucchiaio. Qui sono esposte posate di lusso realizzate per la casa imperiale, stoviglie da chiesa, antichi "antenati" di cucchiai moderni e altri interessanti reperti. Inoltre, i visitatori apprenderanno la storia di questo prodotto, varie tecniche per la sua fabbricazione e ascolteranno molte storie divertenti dalle guide.

Museo del cucchiaio

Casa-Museo dei fratelli Stoletov

Il museo si trova sul territorio di una casa in legno del XIX secolo, situata nel centro di Vladimir. L'esposizione è dedicata alla famiglia di mercanti Stoletov, da cui provenivano due famosi fratelli: Alexander Grigorievich, un fisico che ha conquistato la fama mondiale, e Nikolai Grigorievich, un generale e capo militare, un eroe nazionale della Bulgaria, che ha preso parte attiva a la guerra di liberazione contro il dominio ottomano.

Casa-Museo dei fratelli Stoletov

Fucina dei Borodin

Una fucina-museo di famiglia dove gli artigiani lavorano secondo antiche tecnologie. Per i turisti, qui vengono organizzate escursioni e corsi di perfezionamento. I visitatori sono sempre soddisfatti e deliziati alla vista delle tradizionali incudini, fiamme ardenti, che, come centinaia di anni fa, vengono accese a mano, e dal lavoro ammaliante e concentrato dei fabbri che realizzano veri e propri capolavori.

Fucina dei Borodin

Teatro drammatico regionale di Vladimir

La città acquisì un proprio palcoscenico teatrale nel 1848 grazie all'artista provinciale I. Lavrov, che suggerì alle autorità cittadine di organizzare uno "stand" e invitare una compagnia di recitazione ad esibirsi. L'edificio moderno è stato eretto negli anni '70 e il palcoscenico si trova qui fino ad oggi. Il Teatro Vladimir è famoso, prima di tutto, per il fatto che dal 2012 qui si tiene il festival "Al Golden Gate".

Teatro drammatico regionale di Vladimir

Edificio per uffici

Il complesso di edifici è un monumento architettonico del XVIII secolo. L'ensemble è stato costruito secondo il progetto di K. I. Blank in stile classico. Negli anni Trenta dell'Ottocento vi si trovavano gli uffici burocratici, al secondo piano c'erano gli organi giudiziari e la tesoreria. In epoca sovietica, non cambiarono le tradizioni e collocarono istituzioni amministrative sul territorio. Nel diciannovesimo secolo, il soprannome di "Camere" è rimasto saldamente attaccato all'edificio.

Edificio per uffici

Vladimir Centrale

Una prigione fondata per decreto di Caterina II nel XVIII secolo. Cominciò a chiamarsi "Centrale" nel 1906. Nella Russia imperiale, la prigione svolgeva regolarmente le sue funzioni di detenzione di criminali particolarmente pericolosi. Sotto il dominio sovietico, praticamente nulla è cambiato e l'istituzione ha continuato il suo lavoro. La prigione è nota a quasi tutti i russi grazie alla popolare canzone di M. Krug "Vladimirsky Central". Dal 1996 opera sul territorio un museo.

Vladimir Centrale

"Righe commerciali" complesse

Un centro commerciale situato nell'edificio Gostiny Dvor. Cento anni fa c'erano negozi mercantili con una varietà di merci e c'era un vivace commercio. Oggi non è cambiato praticamente nulla: in numerosi negozi i venditori offrono ancora merci ai clienti. Il complesso Gostiny Dvor fu costruito alla fine del XVIII secolo in più fasi

Righe commerciali complesse

Palazzo del Consiglio Comunale

La struttura fu costruita all'inizio del XX secolo secondo il progetto di Ya.G. Revyakin. Oltre agli organi amministrativi, ospitava anche gallerie commerciali occupate da fittavoli mercanti. Dopo la Rivoluzione del 1917, nel periodo 1948-85 si trovava il consiglio comunale, la Casa dei Pionieri. Dopo la ricostruzione nel 2008, qui sono comparsi un ristorante, una sala concerti, un hotel e locali per l'accoglienza delle delegazioni.

Palazzo del Consiglio Comunale

vecchia farmacia

Farmacia del 1805, situata poco distante dalla Chiesa di San Giorgio nella zona pedonale del centro storico di Vladimir. Sorprendentemente, questa istituzione ha funzionato correttamente fino al 2010 senza cambiare il suo profilo. L'edificio stesso è un piccolo edificio rettangolare con ingresso a forma di semicerchio. Il primo piano, dove si trovava il piano commerciale, è in pietra, il secondo piano con abitazione è in legno.

Vecchia farmacia

Ruota panoramica "Sky 33"

Un'attrazione moderna, che è una delle 10 ruote più grandi della Russia. Sky 33 è alto 50 metri e impiega 15 minuti per compiere un giro completo. Durante questo periodo, i visitatori potranno godere appieno del panorama di Vladimir. Dal punto più alto è possibile vedere fino al 70% dell'area della città. La ruota è dotata di 32 cabine chiuse progettate per sei persone. L'attrazione è aperta ai visitatori tutto l'anno.

Ruota panoramica Sky 33

Ponti di osservazione su Georgievskaya

Georgievskaya Street è un vicolo pedonale nel centro di Vladimir, lungo il quale si trovano molte attrazioni della città. La gente del posto lo chiama "l'Arbat di Vladimir". Per la prima volta nei documenti questo luogo è menzionato nel XVII secolo. Soprattutto per i turisti, sulla strada sono attrezzate due piattaforme panoramiche, da dove è possibile vedere le rive del Klyazma e la magnifica Cattedrale dell'Assunzione.

Ponti di osservazione su Georgievskaya