Le 25 migliori attrazioni di Yoshkar-Ola, Russia

565
61 740

Se alla fine degli anni '90 non c'era assolutamente nulla da vedere a Yoshkar-Ola, allora dagli anni 2000 la città è sbocciata: tutti i suoi monumenti attuali, compreso il Cremlino, sono stati costruiti in pochi anni. Apparentemente, le autorità si sono svegliate e hanno ricordato che il nome della città è tradotto come "rosso", il che significa che è bello.

Il centro città colpisce e sorprende, qui ci sono case belghe lungo il fiume, e un palazzo veneziano, e un severo castello tedesco, e forme tradizionali di architettura russa, incarnate nei templi e nelle torri del Cremlino. Il moderno Yoshkar-Ola sembra essere uscito da un opuscolo turistico pubblicitario: tutto questo sviluppo sembra così irrealistico, non ti aspetti di incontrarlo nel cuore della regione del Volga!

Cosa vedere e dove andare a Yoshkar-Ola?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Piazza Obolensky-Nogotkov

Guardando la piazza, non puoi nemmeno credere di essere in una città russa, soprattutto se ti trovi di fronte all'edificio della Pinacoteca Nazionale, realizzato in stile veneziano e che ricorda il Palazzo Ducale. Al centro c'è un monumento al comandante russo I. A. Nogotkov-Obolensky, che ha fatto molto per lo sviluppo della città, l'intero spazio della piazza è rivestito con piastrelle di pietra e decorato con lanterne forgiate.

Piazza Obolensky-Nogotkov

Argine di Bruges

Un altro luogo atipico per una città russa, decorato con un chiaro riferimento all'architettura del Nord Europa. Sì, e il suo nome è appropriato: l'argine di Bruges. Le facciate multicolori delle case, coronate da torrette decorative, sembrano essere state trasferite qui dal Belgio. Sembrano particolarmente pittoreschi e insoliti sullo sfondo delle imponenti cupole e delle pareti rosse della Cattedrale ortodossa dell'Annunciazione.

Argine di Bruges

Chavaina Boulevard

La strada principale di Yoshkar-Ola, che si estende da Pobedy Boulevard. Attraversa il centro della città e termina all'incrocio con Kirova Street. Al centro, tra le fontane e i viali fioriti, c'è una zona pedonale. La sera, grazie alla luce soffusa delle lanterne e all'illuminazione soffusa delle cascate d'acqua, qui regna un'atmosfera romantica. Nei fine settimana e nei giorni festivi il viale si riempie di cittadini che sono usciti sul lungomare.

Chavaina Boulevard

Cremlino di Tsarevokokshay

Il Cremlino Tsarevokokshaysky è un edificio moderno eretto nel 2009 sul sito di una fortezza di legno che esisteva in un lontano passato. Quindi, questo è il più giovane "edificio difensivo" in Russia. Nel 1919-2009, sul luogo delle fortificazioni cadute in rovina e distrutte, c'era Piazza del Mercato, il suo nome attuale è Piazza della Rivoluzione.

Cremlino di Tsarevokokshay

Composizione scultorea "Gatto Yoshkin"

Una statua in bronzo di un gatto seduto su una panchina del peso di 150 kg, noto a tutti per un detto comune. In effetti, l'esclamazione "Yoshkin cat!" non ha nulla a che fare con Yoshkar-Ola, ma l'idea di creare un talismano cittadino basato su materiale folcloristico già pronto è venuta al capo della repubblica e si è rivelata un grande successo. La composizione ha preso posto presso l'Università Mari nel 2011.

Composizione scultorea Gatto Yoshkin

Complesso "12 Apostoli"

La composizione scultorea rappresenta un gruppo di apostoli al seguito di Gesù, e fa parte del meccanismo dell'orologio dei rintocchi installato sulla Piazza Patriarcale. Si basa sulla famosa storia biblica dell'arrivo di Cristo a Gerusalemme. Ogni figura raggiunge 1,5 metri di altezza. A partire dalle 9:00 fino alle 21:00, una volta ogni 15:00, Gesù su un asino e i suoi seguaci appaiono dal cancello, accompagnati da un coro della chiesa.

Complesso 12 Apostoli

Teatro dei burattini repubblicano

La scena dei burattini è stata fondata negli anni '40. Tutto è iniziato con il fatto che nel teatro drammatico durante l'intervallo hanno iniziato a mostrare brevi spettacoli con burattini, che ben presto sono diventati spettacoli indipendenti. La scena ha ricevuto un proprio edificio nel 1989, prima che gli attori si esibissero in luoghi di altre persone e facessero molti tour. Oggi il teatro è ospitato in un nuovo edificio nel 2014, realizzato a forma di castello medievale tedesco.

Teatro dei burattini repubblicano

Pinacoteca Nazionale

Il museo è stato fondato nel 2007 in un edificio appositamente costruito, una copia quasi esatta del palazzo veneziano (realizzato solo in rosso). Questo edificio è uno dei più pittoreschi di Yoshkar-Ola e domina l'insieme architettonico di Piazza Obolensky-Nogotkov. La galleria ospita regolarmente mostre di collezioni portate dai principali musei della Russia, c'è anche una mostra permanente di artisti locali.

Pinacoteca nazionale

Museo Nazionale della Repubblica di Mari El

Museo di storia locale, inaugurato nel 1920. Nel corso dei lunghi anni della sua esistenza, la collezione si è spostata più volte fino a quando non si è sistemata nell'edificio del 1903, ora monumento architettonico di importanza regionale. Ad oggi, la collezione contiene più di 230.000 articoli, che sono esposti sia nel dipartimento principale che nelle filiali. Almeno 130 mila persone visitano il museo ogni anno.

Museo Nazionale della Repubblica di Mari El

Museo di Storia della Città di Yoshkar-Ola

Il museo è stato fondato nel 1996 su iniziativa delle autorità cittadine. Le sue collezioni sono ospitate nell'ex tenuta di Chulkov, un edificio a due piani in mattoni rossi costruito nel 1911. La mostra permanente è composta da vecchie fotografie, documenti d'archivio, opere d'arte applicata, simboli araldici, oggetti per la casa e arredi per la casa. Di tanto in tanto qui si tengono mostre tematiche.

Museo di Storia della Città di Yoshkar-Ola

Museo Gulag

La collezione si trova sul territorio di un edificio storico della metà del XIX secolo, che in epoca sovietica ospitava una prigione per prigionieri politici. Il museo è stato aperto nel 2011. L'esposizione è un set standard per tali luoghi, ma ha anche il suo cupo gusto: strumenti di tortura che sono stati utilizzati attivamente dagli investigatori dell'NKVD per ottenere la testimonianza di cui avevano bisogno.

Museo Gulag

Museo d'Arte

L'organizzazione è stata costituita nel 1981 come sede espositiva, che gradualmente è diventata una mostra permanente. L'enfasi principale nel museo è sulla promozione del lavoro di artisti locali - rappresentanti di diversi popoli della Repubblica di Mari El. Pertanto, le collezioni del museo sviluppano l'idea della tolleranza nazionale e della comprensione reciproca su una solida piattaforma artistica.

Museo d

Museo delle arti popolari applicate

Museo del 1999, dedicato alla creatività e al patrimonio culturale dei popoli della repubblica. La collezione si trova sul territorio di una casa di legno che apparteneva a un funzionario statale prima della Rivoluzione del 1917. I turisti saranno interessati a partecipare a un'escursione oa una master class, dove insegneranno alcuni mestieri tradizionali e racconteranno molti fatti interessanti e dettagli.

Museo delle arti popolari applicate

Teatro della Gioventù Mari

Nonostante il nome, le porte del teatro del giovane spettatore sono aperte a tutti, poiché mette in scena spettacoli per adulti, giovani e bambini in russo e mari. È stato formato nel 1991. La base del repertorio sono le opere di classici russi e mondiali, nonché opere di autori nazionali. Più di una volta la troupe ha preso parte al festival Mayatul, che riunisce rappresentanti dei popoli ugro-finnici.

Teatro della Gioventù Mari

Teatro dell'Opera e del Balletto Mari

Il palcoscenico dell'opera è diventato un'istituzione indipendente nel 1994, dal 2014 si trova in un nuovo edificio, considerato il migliore della regione del Volga in termini di attrezzature (ad esempio, l'organo per il teatro è stato acquistato a Strasburgo). Il repertorio comprende opere classiche, balletti, operette, spettacoli musicali per bambini. Famosi solisti dei migliori teatri russi vengono spesso qui per accontentare il pubblico con le loro capacità.

Teatro dell

Teatro drammatico intitolato a M. Shketan

Il palcoscenico più antico di Mari El, fondato negli anni '20 sulla base di un club teatrale scolastico. Per quasi 100 anni di esistenza, qui si sono sviluppate le sue tradizioni speciali. Il teatro è ospitato in un edificio classico con colonne massicce e portico greco, circondato da abeti e prati fioriti. Passando, capisci subito che questo è un tempio dell'arte e il regno di Melpomene.

Teatro drammatico intitolato a M. Shketan

Teatro drammatico russo intitolato a G. Konstantinov

Sei teatri per una città così piccola come Yoshkar-Ola - forse questo è troppo? Niente affatto, perché tutti hanno un pubblico che apprezza. Quindi il Russian Drama Theatre può sempre contare sul suo pubblico, che apprezza la drammaturgia moderna insieme ai classici eterni. L'istituzione è operativa dagli anni '20 ed è una delle più antiche della capitale di Mari El. Il palcoscenico si trova in un edificio modello del 1984.

Teatro drammatico russo intitolato a G. Konstantinov

Torre dell'Annunciazione

Uno degli edifici del Cremlino Tsarevokokshaysky. Nonostante la sua piccola età (l'intero complesso è stato eretto nel 2007), sembra un vero punto di riferimento storico, poiché è stato costruito nel rispetto di tutti i canoni dell'architettura russa in pietra - da lontano ricorda persino la torre del Cremlino di Mosca a causa allo stesso colore e forma. Al centro dell'edificio c'è un passaggio ad arco, nella parte centrale c'è un orologio con suonerie.

Torre dell

Cattedrale di Blagoveshchensky

Il magnifico complesso architettonico è la caratteristica dominante dell'intero sviluppo della parte centrale di Yoshkar-Ola, costruita nel 2010 in stile russo. La facciata del tempio è generosamente decorata con ricchi decori e dipinti, l'elegante portico d'ingresso ricorda l'ingresso delle lussuose camere reali, l'elegante campanile a padiglione è coronato da una cupola che risplende al sole. La cattedrale sembra un brillante bocciolo in fiore durante la fioritura primaverile.

Cattedrale di Blagoveshchensky

Chiesa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

La chiesa è stata eretta nel 2006 per il 60° anniversario della Vittoria su iniziativa del capo della repubblica e dell'arcivescovo locale. L'edificio è stato costruito in stile neobizantino. La facciata esterna non si distingue per una grande quantità di decorazioni, tuttavia, grazie al contrasto del colore del tetto e delle pareti, il tempio sembra piuttosto festoso. I diplomati della Yoshkar-Ola Art School hanno lavorato al mosaico che ricopre le volte e il soffitto.

Chiesa dell

Chiesa della Santissima Trinità

La Chiesa della Trinità è il primo edificio in pietra di Yoshkar-Ola - iniziò ad essere eretto nella prima metà del XVIII secolo. Ma non è arrivato ai nostri giorni, poiché non è sopravvissuto agli sconvolgimenti dell'era sovietica. L'edificio moderno degli anni 2000 è una miscela di stile barocco e architettura tradizionale russa, tipica della Russia centrale nei secoli XVII-XVIII. A causa dell'abbondanza di kokoshnik decorativi, stucchi ed elementi scolpiti, la facciata della chiesa sembra leggermente sovraccarica, ma comunque molto pittoresca e solenne.

Chiesa della Santissima Trinità

Cattedrale della Resurrezione di Cristo

La costruzione della metà del XVIII secolo, costruita in parte a spese del mercante di Kazan V.F. Bulygin, in parte grazie alle donazioni dei cittadini, non è sopravvissuto fino ad oggi, è stato demolito negli anni '60. L'edificio moderno, eretto nello stesso sito nel 2010, è un classico tempio barocco con campanile a padiglione. Si inserisce armoniosamente nel paesaggio circostante.

Cattedrale della Resurrezione di Cristo

Cattedrale dell'Ascensione

Rispetto ad altri templi di Yoshkar-Ola, come se gareggiassero tra loro nella bellezza e nello splendore dell'architettura e della decorazione, la Cattedrale dell'Ascensione non brilla di forme bizzarre, colori e ricche decorazioni. Non c'è da stupirsi: dopotutto, questa è l'unica istituzione religiosa sopravvissuta fino ad oggi nella sua forma storica e non è stata completamente distrutta sotto l'URSS, sebbene abbia sofferto notevolmente.

Cattedrale dell

Orto Botanico-Istituto del PSTU

L'Orto Botanico nasce nel 1927 come primo vivaio della repubblica. Oggi è un museo naturalistico unico, dove sono raccolte specie provenienti da tutti e cinque i continenti: decorative, medicinali, da frutto, commestibili. I compiti principali del giardino sono la conservazione e la coltivazione di piante rare, le attività scientifiche ed educative e la promozione dei principi ambientali.

Orto Botanico-Istituto del PSTU

Parco centrale della cultura e del tempo libero

Il parco cittadino, creato e attrezzato a metà del XX secolo, è un luogo popolare per la ricreazione familiare, incontri amichevoli, passeggiate e passatempo ozioso. Sul suo territorio ci sono un gran numero di sculture, fontane, vicoli, prati decorativi e, naturalmente, attrazioni, dove saremmo senza di loro. Nei giorni festivi qui vengono organizzati festeggiamenti, si esibiscono gruppi musicali e gruppi folcloristici.

Parco centrale della cultura e del tempo libero