Le 25 migliori attrazioni di Feodosia, Russia

516
62 852

Una delle località più calde e soleggiate della Crimea è il distretto di Feodosiya. Il mare qui si riscalda già all'inizio di giugno, quindi la stagione balneare dura più a lungo che in altre parti della penisola. Feodosia si trova su una lunga costa sabbiosa, motivo per cui le spiagge locali sono considerate le più comode e confortevoli per la ricreazione.

In termini di numero di monumenti storici, la città non è inferiore a Sebastopoli e ai luoghi iconici della costa meridionale della Crimea. Ci sono molti templi medievali, l'antica fortezza di Kafa, così come pittoresche dimore dei secoli XIX-XX. Molti luoghi di Feodosia sono associati al nome del grande artista I.K. Aivazovsky, che è nato qui, ha vissuto e creato i suoi incomparabili paesaggi marini.

Cosa vedere e dove andare a Feodosia?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Fortezza genovese Kafa

Fortificazione medievale del XIV secolo, costruita durante il periodo della Repubblica di Genova che esisteva in Crimea. Qui si trovavano la residenza del vescovo, il palazzo consolare, il tribunale, gli uffici amministrativi ei locali di servizio. La maggior parte degli edifici furono demoliti nel XIX secolo. Fino ad oggi sono sopravvissute solo una parte delle mura, diverse torri, un ponte, chiese armene e la costruzione di bagni turchi.

Fortezza genovese Kafa

Torre di San Costantino

La costruzione fu eretta nel 1382 per proteggere Feodosia (Kafa) da un attacco dal mare. Nel 1475, dopo la presa della Crimea da parte dei turchi ottomani, alla torre fu aggiunto un ulteriore bastione (oggi ne sono state conservate solo le fondamenta). All'inizio del XX secolo, la torre di San Costantino fu restaurata da specialisti invitati dall'Italia. In questa forma, ha raggiunto i nostri giorni.

Torre di San Costantino

Casale Stamboli

Villa su Aivazovsky Prospekt, costruita nel 1914 per il commerciante I. Stamboli. Dopo la Rivoluzione d'Ottobre del 1917, la dacia fu nazionalizzata. Dal 1921 qui si trovava un sanatorio, in seguito un ospedale militare e una clinica. Dopo il crollo dell'URSS, i locali divennero proprietà privata e sul suo territorio operava un ristorante. Dal 2013 qui opera il Museo di archeologia subacquea.

Casale Stamboli

Cottage Milos

La costruzione fu eretta nel 1911 secondo il progetto di M. F. Piskunov per I. S. Krymov, discendente dell'antica dinastia caraita. Il nome "Dacha Miloss" è stato dato in onore della dea Venere di Milo. Il palazzo è costruito in un elegante stile neoclassico. La sua facciata è decorata da un massiccio portico greco con colonne a forma di statue. In epoca sovietica, l'edificio fungeva da dormitorio del sanatorio di Voskhod.

Cottage Milos

Galleria d'arte Aivazovsky

Museo in cui sono esposte le opere del famoso pittore di paesaggi marini I. K. Aivazovsky. La prima esposizione fu aperta nel 1845 sul territorio del palazzo in cui visse l'artista. Nel 1922 fu trasformato in museo statale. Oltre a diverse centinaia di opere dello stesso Aivazovsky, qui sono esposti circa 12.000 dipinti a tema marino di vari maestri.

Galleria d

Museo Alexander Grin

Memorial Museum dedicato allo scrittore A. Green - il creatore della storia "Scarlet Sails" e altre opere altrettanto interessanti. Si trova nell'edificio del 1891, in cui visse A. Green dal 1924 al 1929. La parete laterale del palazzo è decorata con un pannello in rilievo "Brigantine". L'esposizione è composta da oggetti domestici e interni appartenenti allo scrittore. Il museo ospita regolarmente mostre, serate creative e incontri con scrittori, artisti e musicisti.

Museo Alexander Grin

Museo di Marina e Anastasia Cvetaeva

La collezione del museo è dedicata al periodo creativo della Crimea delle sorelle Tsvetaev. È composto da mostre fornite dalla Casa-Museo di M. A. Voloshin, dal Museo delle tradizioni locali di Feodosia, dalla Galleria d'arte. Aivazovsky. Molti oggetti della collezione sono stati acquistati da collezioni private. Nella casa in cui si trovava l'esposizione, A. Cvetaeva visse nel 1913-14. Sua sorella Marina veniva spesso qui.

Museo di Marina e Anastasia Cvetaeva

Museo dello scultore Vera Mukhina

Vera Mukhina è diventata famosa in tutto il mondo grazie alla sua scultura monumentale di 25 metri "Worker and Collective Farm Girl", creata appositamente per l'Esposizione Mondiale di Parigi nel 1937. Il museo dedicato allo scultore è stato aperto nel 1985 proprio nel luogo in cui si trovava la casa della famiglia di Vera Ignatievna. L'esposizione riproduce frammenti della stanza di V. Mukhina e del suo laboratorio creativo.

Museo dello scultore Vera Mukhina

Museo delle tradizioni locali di Feodosia

Nel 1811 fu aperto il Museo delle antichità di Feodosia (in seguito ribattezzato Museo delle tradizioni locali). All'inizio serviva semplicemente come deposito di artefatti. Nel 1871 fu costruito un edificio separato per la collezione notevolmente ampliata a spese di I.K. Aivazovsky. Nel XX secolo l'esposizione si spostò altre due volte fino a stabilirsi in un palazzo del XIX-XX secolo, dove si trova tuttora.

Museo delle tradizioni locali di Feodosia

Museo del denaro di Feodosia

Sin dai tempi antichi, le monete sono state coniate sul territorio di Feodosia. Gli antichi greci, genovesi e tatari di Crimea avevano i loro soldi. All'inizio del XIX secolo, nell'ambito del Museo delle antichità di Feodosia, fu creata la prima esposizione numismatica. Il moderno museo del denaro è stato fondato nel 2003 su iniziativa di O. A. Romanovich, un collezionista locale. Al momento, i suoi fondi contengono circa 30mila monete, le più antiche delle quali risalgono al VII secolo a.C. e.

Museo del denaro di Feodosia

Chiesa di Surb Sargis

Il tempio armeno del 1330, che nei secoli XIV-XVI fungeva da centro culturale ed educativo spirituale della diaspora armena. Qui lavorarono eminenti pensatori e artisti dell'epoca: Baberdetsy, Avetis, Christosatur, Simeon e altri. Preziosi manoscritti creati in questa chiesa sono conservati a Parigi, Gerusalemme e Vienna. Vicino al tempio c'è un cimitero dove I.K. Aivazovsky è sepolto.

Chiesa di Surb Sargis

Tomba di I. K. Aivazovsky

L'eccezionale pittore di marine fu sepolto nel cortile della chiesa armena di Surb Sarkis in un posto d'onore per il suo contributo particolarmente prezioso allo sviluppo culturale di Feodosia e dell'intera Crimea. All'inizio del XX secolo, per ordine della vedova dell'artista, sulla sua tomba fu eretta una lapide in marmo, realizzata dallo scultore italiano Biogioli. Nel 1944, lei stessa fu sepolta accanto all'artista.

Tomba di I. K. Aivazovsky

Tempio dell'icona iberica della Madre di Dio

La prima menzione del tempio risale al XIV secolo, anche se si ritiene che esistesse molto prima di allora. Prima dell'arrivo dei turchi ottomani in Crimea, il tempio era la chiesa armena di San Giovanni Battista. Alla fine del XIX secolo fu riconsacrata in onore dell'icona iberica della Madre di Dio. L'ultimo intervento di restauro è stato effettuato qui nel 1996. Attualmente la chiesa è attiva.

Tempio dell

Moschea Mufti-Jami

La storica Moschea del Venerdì di Feodosia, costruita nella prima metà del XVII secolo. L'edificio è stato costruito a spese della comunità turca sul modello dei templi di Istanbul. Alla fine del XVIII secolo, dopo che la Crimea divenne parte dell'Impero russo e fino all'inizio del XX secolo, sul territorio della moschea si trovava la Chiesa cattolica armena. Negli anni '90 l'edificio è stato restituito alla comunità musulmana.

Moschea Mufti-Jami

Chiesa di San Giorgio

Nel XIV secolo, il tempio era il katholikon (chiesa principale) del monastero cattolico armeno del Santo Grande Martire Giorgio il Vittorioso. In quei giorni numerosi pellegrini partivano da qui verso la Terra Santa. Nel 19 ° secolo, la chiesa fu ricostruita, a seguito della quale apparve una torre a cupola ottagonale, caratteristica dell'architettura del tempio russo.

Chiesa di San Giorgio

Chiesa di Santa Caterina

Il tempio fu fondato nel 1892 nel giorno del compleanno di Caterina II. Il progetto di costruzione è stato realizzato secondo le tradizioni architettoniche del XVII secolo. L'edificio è stato eretto da un gruppo di volontari senza alcun costo. La Chiesa di Santa Caterina è un edificio molto bello ed elegante che adorna il paesaggio cittadino. La sua facciata è disseminata di numerosi archi decorativi e murales e sormontata da cupole dorate.

Chiesa di Santa Caterina

parco dei marinai

Il parco si trova sul sito di un grande mercato di schiavi durante il primo periodo ottomano. Gli schiavi guidati dai tartari dalla Russia meridionale e dall'Europa orientale venivano venduti al mercato. La piazza è stata allestita in memoria dei marinai morti durante la difesa di Feodosia durante la Grande Guerra Patriottica. Il territorio del parco è decorato con sculture in legno ricavate da vecchi tronchi d'albero.

Parco dei marinai

Fontana di Aivazovsky

L'apertura della fontana avvenne nel 1888. Inizialmente le autorità cittadine volevano chiamarla in onore di Alessandro III, ma l'imperatore preferì che la sorgente prendesse il nome da I.K. Aivazovsky, dato i servizi dell'artista alla città (soprattutto il fatto che sia stato costruito a spese del pittore). La fontana faceva parte dell'oleodotto Feodosia-Subash, che forniva acqua fresca a Feodosia.

Fontana di Aivazovsky

Fontana "Al Buon Genio"

Fontana commemorativa del 2004, eretta in onore di I.K. Aivazovsky. Il primo monumento fu creato da cittadini riconoscenti nel 1890 in onore del giorno in cui l'artista fece a Feodosia una donazione per 50.000 secchi d'acqua al giorno dalle sorgenti di Subash, che appartenevano a sua moglie. Durante la Grande Guerra Patriottica, il monumento scomparve misteriosamente. Il nuovo monumento fu costruito mezzo secolo dopo con fondi comunali.

Fontana Al Buon Genio

Delfinario di Feodosia "Nemo"

Il Delfinario è stato inaugurato nel 2012 e da allora è diventato una popolare attrazione cittadina. È un centro di intrattenimento completo per tutta la famiglia. Qui puoi visitare spettacoli divertenti con la partecipazione di delfini e leoni marini, nuotare con questi fantastici animali, nonché scattare foto e ottenere una carica positiva per molti giorni a venire.

Delfinario di Feodosia Nemo

Prima spiaggia cittadina

Spiaggia sabbiosa nella parte centrale della città, che si estende per 300-350 metri lungo la riva del mare. La sua larghezza varia da 40 a 50 metri. Grazie ad una comoda discesa in mare, nonché ad un fondale basso e dolcemente digradante, la spiaggia è molto frequentata dai turisti con bambini. Qui sono state create tutte le infrastrutture necessarie per un soggiorno confortevole. Puoi nuotare sulla spiaggia dalla primavera, poiché l'acqua qui si riscalda abbastanza rapidamente.

Prima spiaggia cittadina

Spiaggia "Ciottoli"

La spiaggia è lunga circa 1 km, situata nella parte centrale di Feodosia. È costituito da una miscela di piccoli ciottoli e sabbia e ha un dolce ingresso al mare. Sul territorio della spiaggia c'è un complesso di intrattenimento con attrazioni, noleggio di mezzi di trasporto acquatici, caffè e numerose tende souvenir. In alta stagione, la spiaggia è visitata da un numero sufficientemente elevato di turisti, quindi qui può essere affollata.

Spiaggia Ciottoli

spiaggia dorata

Una spiaggia sabbiosa ben curata, situata in una delle migliori zone di villeggiatura del distretto urbano di Feodosia. Il luogo si distingue per la sua comoda posizione, il clima eccellente e l'acqua calda. Da qui si ha una vista pittoresca della baia. La spiaggia è attrezzata con parcheggio e campi sportivi. Gran parte del suo territorio appartiene all'omonimo complesso turistico.

Spiaggia dorata

Stabilimento balneare 117

Una popolare destinazione turistica situata sul 117 ° km dell'autostrada Simferopol-Kerch. Il complesso Beachclub 117 comprende una spiaggia, una discoteca, un bar diurno e un ristorante. Qui si tengono costantemente festival musicali e feste, a cui sono invitati famosi DJ. Durante il giorno, i visitatori possono praticare sport acquatici, prendere il sole o giocare a pallavolo, e di notte possono ballare con buona musica.

Stabilimento balneare 117

Faro di Ilyinsky

L'edificio si trova a Capo Sant'Elia, a 4,5 km dal centro di Feodosia. Il faro entrò in funzione nel 1899. Nel 1910, il suo equipaggiamento piuttosto primitivo fu modernizzato. L'ultima sostituzione di strutture obsolete con strutture moderne è avvenuta nel 2006. Lo spazio vicino al faro funge da eccellente piattaforma panoramica per i turisti. Da qui si ha una vista panoramica del pittoresco porto.

Faro di Ilyinsky