Le 20 migliori attrazioni di Tobol'sk, Russia

663
36 897

Un tempo Tobolsk era il centro di tutta la Siberia, vaste nuove terre che furono attivamente sviluppate dal giovane impero russo. Ecco perché qui sono stati conservati un gran numero di monumenti architettonici dei secoli XVII-XVIII: hanno costruito molto, a fondo e per un grande futuro. Dopo la perdita di importanza economica e politica, la vita in città si è un po' congelata, ma oggi Tobol'sk sta rivivendo come uno dei centri turistici della regione.

I monumenti storici si trovano nella Città Alta, il luogo in cui fu costruita la prima prigione di legno. In estate, nelle vicinanze di Tobolsk, puoi nuotare nell'Irtysh o visitare le sorgenti minerali, e in inverno sciare nella località di Alemasova, che si distingue per i prezzi bassi e le lunghe discese.

Cosa vedere e dove andare a Tobolsk?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Cremlino di Tobol'sk

L'unico Cremlino in pietra sopravvissuto in Siberia, un esempio unico di architettura seicentesca di grande valore culturale. Trecento anni fa, Tobolsk era la capitale della regione, quindi Mosca sostenne fortemente la costruzione di fortificazioni in pietra. Gli edifici principali del Cremlino furono eretti all'inizio del XVIII secolo, S. U. Remezov, cartografo, storico e architetto part-time, seguì i lavori. Le mura della fortezza, sette torri e una serie di strutture interne sono sopravvissute fino ad oggi.

Cremlino di Tobol

Cattedrale di Sofia-Assunzione

Chiesa ortodossa, che fa parte del complesso del Cremlino di Tobolsk. Fu costruito nel XVII secolo sul modello della Cattedrale dell'Ascensione di Mosca. Nel 1920 l'istituto religioso fu chiuso e iniziò ad essere utilizzato per le necessità domestiche. Nel 1961 l'edificio fu rilevato dal Museo-Riserva di Tobolsk e nel 1989 fu restituito ai credenti. Il restauro è continuato fino al 1994, dopodiché la cattedrale è stata consacrata da Alessio II.

Cattedrale di Sofia-Assunzione

Cattedrale dell'Intercessione

Il tempio fu eretto a metà del XVIII secolo, nel XIX secolo fu ampliato due volte. La cornice principale dell'edificio è realizzata a forma di croce, al centro della quale si trova un tamburo che termina con una cupola. Lo stile predominante è il barocco, anche se le pareti e le aperture delle finestre sembrano un po' grezze, il che non è affatto tipico di questo stile di costruzione. All'interno i soffitti sono ricoperti da dipinti della metà del XIX secolo.

Cattedrale dell

Castello della prigione di Tobol'sk

Ex carcere per esiliati e carcerati, costruito nel XIX secolo, oggi è un museo. F. M. Dostoevsky, N. G. Chernyshevsky, V. G. Korolenko, così come diversi boss del crimine degli anni '90, hanno visitato qui come prigionieri. L'istituzione ha operato fino al 1989. Il museo si trova sul territorio del Cremlino di Tobolsk. Le sue esposizioni danno un'idea della vita, del modo di vivere e dei costumi dei prigionieri

Castello della prigione di Tobol

Gostiny Dvor

Il complesso fu costruito nel 1708 secondo il progetto di S. U. Remezov. È un monumento unico dell'architettura in pietra siberiana. L'edificio è composto da due piani, è costruito a forma di rettangolo con cortile. Lungo i bordi e sopra l'arco d'ingresso si trovano torri coronate da tetti lignei. Oggi, Gostiny Dvor ospita un museo, botteghe artigiane, un centro turistico e un hotel.

Gostiny Dvor

Palazzo del Governatore

L'edificio fa parte del complesso di edifici del Cremlino ed è un esempio di architettura civile. È stato costruito in uno stile classico con un minimo di arredamento. Nel 1700 vi si trovava la Camera dell'Ordine. Dopo l'incendio, l'edificio rimase abbandonato fino al 1831, quando fu restaurato per ospitare gli uffici provinciali. Dal 2009, il Palazzo del Governatore è entrato a far parte della Riserva-Museo di Tobolsk.

Palazzo del Governatore

Renterea

Edificio civile del XVIII secolo, dove in epoca zarista si trovava la tesoreria provinciale. Gli svedesi catturati furono coinvolti nei lavori di costruzione, quindi l'edificio veniva spesso chiamato la "Camera svedese". Alla fine dell'Ottocento e del Novecento la renteria fu adibita ad archivio. A causa della sua insolita architettura, l'edificio è percepito come parte di un castello medievale - questo è indicato da possenti mura, finestre strette e passaggi ad arco.

Renterea

Trasporto diretto

Un altro monumento dell'architettura siberiana del XVIII secolo, che decora il centro storico di Tobolsk. In passato svolgeva funzioni piuttosto pratiche, collegando la parte alta della città con quella bassa. La prima scala in legno fu costruita nel XVII secolo, un secolo dopo fu sostituita con una nuova, rinforzata con supporti e muri in pietra - in questa forma è sopravvissuta fino ad oggi. La lunghezza della struttura è di circa 600 metri, si compone di 198 gradini.

Trasporto diretto

Teatro drammatico intitolato a P. P. Ershov

Stranamente, ma il palcoscenico drammatico fu istituito con la partecipazione e l'assistenza del metropolita Filoteo nel 1705. Naturalmente, le prime rappresentazioni erano basate esclusivamente su soggetti ecclesiastici. Dal 1744 iniziarono a mettere in scena spettacoli di contenuto secolare. Il teatro ha funzionato presso il seminario, dal 1794 si è trasferito in un edificio appositamente costruito. Alla fine del XIX secolo fu eretto un secondo edificio, bruciato nel 1991. Oggi il palcoscenico drammatico è ospitato in un edificio moderno.

Teatro drammatico intitolato a P. P. Ershov

Museo d'Arte

La collezione fu fondata nel 1870 presso la sede provinciale. L'esposizione iniziale consisteva in diverse centinaia di articoli e raccontava la storia e la vita delle popolazioni indigene siberiane. Un edificio separato fu costruito a spese dei cittadini nel 1889. Ha un aspetto molto insolito e ricorda in qualche modo un palazzo per il gran numero di finiture decorative e il colore rosa della facciata.

Museo d

Museo del gabinetto dell'imperatore Nicola II

Nicola II e la sua famiglia furono esiliati a Tobol'sk dopo l'abdicazione dell'Imperatore dal trono nel 1917. Si stabilirono nella Casa del Governatore e vi trascorsero otto mesi prima di partire per Ekaterinburg. Oggi, in una delle stanze dell'edificio c'è un ufficio commemorativo, ricreato da vecchie fotografie. È arredato con mobili piuttosto modesti, foto della famiglia reale e ritratti sono appesi alle pareti, ma qui non ci sono praticamente cose autentiche.

Museo del gabinetto dell

Chiesa della Santissima Trinità

Chiesa cattolica neogotica, costruita nel 1909. In epoca sovietica, all'interno si trovavano una sala da pranzo e uffici, a causa dei quali l'aspetto architettonico originale fu notevolmente danneggiato. Nel 1993 il tempio è stato consegnato alla parrocchia cattolica e restaurato, nel 2000 è stato riconsacrato. Oggi la chiesa ospita concerti di musica d'organo. Gli artisti suonano uno strumento acquistato con fondi donati dalla Germania.

Chiesa della Santissima Trinità

Chiesa dell'Arcangelo Michele

Chiesa ortodossa della metà del XVIII secolo, costruita in stile barocco siberiano. Nel XIX secolo fu visitato dai Decabristi in esilio. Dopo il 1917 fu chiuso e al suo interno fu collocato un cinema, negli anni '30 fu smantellato il campanile. In questa forma l'edificio è rimasto in piedi fino agli anni '80, fino all'inizio del restauro, a seguito del quale la chiesa è tornata al suo aspetto storico. Il restauro è stato eseguito negli anni 2000.

Chiesa dell

Monastero di Giovanni Vvedenskij

Il convento della metà del XVII secolo, fondato, secondo la leggenda, nel luogo indicato dalla stessa Madre di Dio. Inizialmente il monastero era un monastero maschile, ma nel XIX secolo era caduto in rovina ed era quasi vuoto. Quindi, per ordine dell'arcivescovo locale, i restanti fratelli furono trasferiti in un altro luogo e il monastero di San Giovanni Vvedensky fu trasformato in uno femminile. Durante il periodo sovietico, l'attività dell'istituto è stata interrotta, la vita monastica è stata ripresa nel 1998.

Monastero di Giovanni Vvedenskij

Monastero di Abalaksky Znamensky

Il complesso del monastero si trova a 20 km da Tobolsk nel villaggio di Abalak. Prima della conquista della Siberia, sul sito del monastero sorgeva la fortezza di Khan Kuchum. L'insieme architettonico del monastero fu formato nel XVIII secolo. I suoi edifici principali furono eretti in stile barocco. All'interno furono collocate lussuose iconostasi, le pareti erano decorate con dipinti ad olio. Il santuario principale è l'icona Abalak della Madre di Dio, trovata nel 1636.

Monastero di Abalaksky Znamensky

Complesso turistico "Abalak"

Una fortezza di legno sulle rive dell'Irtysh, situata non lontano dal monastero di Abalak. Si tratta della ricostruzione di una prigione dell'epoca della conquista della Siberia. Il complesso è costituito da un muro di fortezza - una palizzata di legno, torri di guardia, cancelli d'ingresso, camere del voivodato, dove si trova l'hotel. Da un ristorante stilizzato come una taverna russa, capanne, bagni, tenute e padiglioni. Il territorio è decorato con sculture lignee raffiguranti personaggi popolari.

Complesso turistico Abalak

Piazza intitolata a Ershov

La piazza si trova vicino al Cremlino di Tobolsk. È una piccola area che ospita monumenti allo scrittore P. P. Ershov, originario di Tobolsk, e agli eroi della sua famosa opera "Il cavallino gobbo": Ivan il Matto, l'Uccello di fuoco, lo Zar, il pesce-balena e il cavallo si. L'insieme scultoreo originale è stato installato per la celebrazione del 420° anniversario di Tobolsk. È stato realizzato secondo il progetto di M.V. Pereyaslavets.

Piazza intitolata a Ershov

Il giardino di Yermak

Parco cittadino fondato nel 1850 a Cape Chukman. Era disposto intorno al monumento a Yermak, eretto nel 1839. A quel tempo c'erano una serra e serre dove era possibile coltivare ananas. Lo sviluppo del parco continuò anche in epoca sovietica, rimanendo uno dei luoghi di svago preferiti dai cittadini. Il giardino offre una splendida vista sul Cremlino e sulle strade di Tobolsk.

Il giardino di Yermak

Monumento alle mogli dei Decabristi

Come è noto dalla storia, molte mogli dei Decabristi - aristocratiche e nobildonne andarono in esilio insieme ai loro mariti, nonostante le difficoltà e le difficoltà che le attendevano. In onore di questi coraggiosi soci nel 2008, a Tobolsk è stato installato un gruppo scultoreo, costituito da una figura di donna e da una rotonda che la circonda. L'immagine della moglie del Decabrista simboleggia l'altruismo, il coraggio e l'amore.

Monumento alle mogli dei Decabristi

Cimitero di Zavalnoe

La più antica necropoli di Tobolsk, che opera dal 1772. Vi sono sepolti molti personaggi famosi, tra cui i Decabristi esiliati in Siberia: V.K. Kukhelbeker, A.M. Muravyov, F.M. Bashmakov, A.P. Baryatinsky e altri. Anche qui ci sono le tombe di A. A. Dunin-Gorkavich - l'esploratore della Siberia, lo storico della Siberia P. A. Slovtsov, il poeta D. P. Davydov. Molte tombe sono classificate come monumenti di importanza federale e regionale.

Cimitero di Zavalnoe