Le 20 migliori attrazioni di Plyos, Russia

1 015
59 187

Ples è una pittoresca oasi di calma e armonia, persa sulle rive del Volga tra boschetti di betulle. Il tempo sembra essersi fermato qui e il XIX secolo è ancora in corso. Non c'è da stupirsi che la città sia considerata una gemma turistica, e comprare una casa qui e trascorrere le serate in veranda, godendosi i magnifici tramonti, non è un piacere economico.

Plyos è indissolubilmente legato al nome di I. I. Levitan. Qui ha tratto ispirazione, disegnando i suoi famosi paesaggi, che lo hanno glorificato in tutto il paese. Le tele dell'artista raffigurano il Volga, i boschi di betulle, i campi e le chiese dei villaggi. In una parola, quelle classiche vedute della corsia centrale, che sono considerate primordialmente russe. È qui, a Plyos, che puoi vedere dal vivo tutta questa bellezza.

Cosa vedere e dove andare a Plyos?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Monte Levitan e la Chiesa lignea della Resurrezione

Il monte Levitan prende il nome dal famoso artista, il suo nome storico è Petropavlovskaya. Il pittore era molto legato a Plyos, qui dipinse la maggior parte dei suoi famosi dipinti. Molto spesso, in piedi sulla cima di una collina, il maestro dipingeva gli ammalianti paesaggi del Volga. La sua immagine è immortalata in un monumento, che è installato sulla cima di una montagna accanto a una chiesetta in legno del XVII secolo con un'iconostasi scolpita. In precedenza, al suo posto sorgeva esattamente lo stesso tempio, costruito nel XVI secolo, ma fu bruciato nel 1903. Nel 1982, un edificio simile fu trovato nel villaggio di Bilyukovo e spostato nel luogo di quello perduto: è questo edificio che si può vedere oggi sul monte Levitan.

Monte Levitan e la Chiesa lignea della Resurrezione

Montagna Cattedrale

Cathedral Mountain è considerato il cuore di Plyos. Sotto il principe Vasily Donskoy, in cima si ergeva una fortezza di legno, di cui fino ad oggi è sopravvissuto solo un bastione di terra. Al giorno d'oggi, attorno a una collina alta 70 metri è stato tracciato un vicolo pedonale, la Cattedrale dell'Assunzione e il busto di Vasily I adornano la sommità, sono presenti anche un edificio di luoghi ufficiali della fine del XVIII secolo, piattaforme di osservazione e gazebo.

Montagna Cattedrale

Casa Museo di Isaac Ilyich Levitan

Il museo si trova in una tenuta in pietra del XIX secolo appartenuta a un commerciante locale. Quasi nella stessa casa per diverse stagioni estive, I. I. Levitan ha affittato stanze quando ha visitato Plyos. L'edificio sorge proprio sulle rive del Volga. La collezione è stata fondata nel 1972. Nel museo è possibile conoscere le opere di Levitan, guardare l'arredamento della sua casa e conoscere il periodo di vita dell'artista associato a Plyos.

Casa Museo di Isaac Ilyich Levitan

museo del paesaggio

Il museo è stato aperto nel 1997 nell'ex palazzo mercantile dei Groshev-Podgornov, costruito nel XVIII secolo nello stile del classicismo provinciale. Questa casa è raffigurata nel dipinto “Sera. Golden Reach” di I. I. Levitan. L'esposizione è composta da dipinti di pittori del XIX secolo raffiguranti scene di paesaggio. Nelle sale si possono ammirare le opere di I.I. Shishkina, N.A. Klodt, A.A. Kiselev e altri maestri.

Museo del paesaggio

Centro culturale Levitanovsky

Il centro culturale è stato aperto nel 2012 alla presenza del governatore della regione di Ivanovo. Si trova in un edificio in pietra del XIX secolo, classificato come monumento architettonico. Più di 100 anni fa sul suo territorio esisteva una scuola femminile. Prima dell'inizio dei lavori dell'istituzione, è stato accuratamente restaurato. Il centro dispone di due aree espositive e di un palcoscenico adattato per concerti e proiezioni cinematografiche.

Centro culturale Levitanovsky

Pinacoteca Provinciale – M

La collezione della galleria è una raccolta di oggetti di arte decorativa e applicata: miniature in lacca di Kholuy, Palekh e Mstera, oggetti in maiolica dipinta e argento, nonché busti di V. I. Lenin, realizzati da diversi maestri. Tra le altre cose, il museo presenta più di 150 dipinti dell'artista V. A. Fedorov, che ha contribuito alla pittura di paesaggio non meno di I. I. Levitan.

Pinacoteca Provinciale – M

Centro museale dell'archeologo Pavel Travkin

Il Plyos Museum of Archaeology non è concepito come un classico deposito di antichità dell'età della pietra. Al contrario, ai turisti viene offerto di fare un affascinante viaggio nel lontano passato, guardando i pezzi di storia restaurati: un angolo dell'archeologo, un accampamento di pescatori paleolitici, una ricostruzione di una capanna russa del XIII secolo. L'istituzione è stata fondata da P. Travkin, storico e specialista nel campo degli scavi.

Centro museale dell

Museo "Capanna russa"

Mostra privata, situata in una capanna di legno, all'interno della quale è ricreato l'interno dell'abitazione Plyos del XIX - inizio XX secolo. L'esposizione è pensata nei minimi dettagli, quindi i visitatori hanno un vero e proprio effetto di presenza, come se fossero stati trasportati tanti anni fa. Come parte del tour, viene fornito un programma interattivo con il coinvolgimento degli ascoltatori nel processo.

Museo Capanna russa

"Luoghi di presenza"

Uffici: un complesso espositivo su Cathedral Hill, situato in un edificio a tre piani costruito nel 1786. In precedenza ospitava il governo, una banca e una scuola maschile. Oggi nei locali del primo e del secondo piano si tengono mostre temporanee, nel seminterrato è allestita un'esposizione permanente "Ancient Plyos and Ivanovo Land", che racconta la storia della regione dall'antichità al XVII secolo.

Luoghi di presenza

Museo del Matrimonio

Il museo si trova all'interno di una casetta che un tempo apparteneva al farmacista Plyos. L'esposizione è un restauro della cerimonia nuziale, adottata nelle piccole città e nei villaggi in epoca zarista. Dal racconto informativo della guida, i visitatori apprenderanno le usanze, i rituali, nonché i trucchi e le astuzie a cui le parti contraenti si sono rivolte per il matrimonio.

Museo del Matrimonio

"Mestieri d'arte del territorio di Ivanovo"

La mostra è stata inaugurata nel 2008. Si trova sul territorio di un edificio del XIX secolo, precedentemente noto come "Flour Rows". La collezione è una raccolta di miniature e tessuti laccati - artigianato tradizionale della regione di Ivanovo. In due sale trovano posto circa 200 oggetti, tra mobili e macchine utensili. Durante l'esposizione c'è un salone d'arte dove è possibile acquistare le opere degli autori.

Mestieri d

Museo del vetro decorativo

Collezione privata, fondata nel 2007 dall'artista A. I. Timofeev. Si tratta di una raccolta di opere del maestro, realizzate in vetro o utilizzando questo materiale, oltre a dipinti da lui disegnati. Alcuni reperti sono molto originali e insoliti: non per niente le creazioni del maestro sono conservate in collezioni private non solo in Russia, ma anche in altri paesi.

Museo del vetro decorativo

Chiesa di pietra della Resurrezione

Il tempio fu eretto nel 1817 in onore della vittoria nella guerra patriottica. L'edificio è stato costruito in due stili: l'architettura Yaroslavl del XVII secolo e il tardo classicismo. La chiesa è realizzata a forma di quadrilatero sul basamento, coronata da cinque cupole. La caratteristica dominante dell'intero edificio è un campanile a tre ordini. Il tempio si trova sulla sponda alta del fiume. Si libra sopra l'argine e sembra pittoresco sullo sfondo della superficie dell'acqua.

Chiesa di pietra della Resurrezione

Cattedrale dell'Assunzione

Il tempio adornava Cathedral Hill nel 1699. Fu eretto sul sito di una fortezza di legno che in precedenza difendeva Ples dagli attacchi nemici. L'edificio è stato costruito in uno stile architettonico laconico, spesso definito un'interpretazione provinciale del barocco di Mosca. Il semplice disegno dell'aspetto esterno rimanda l'osservatore all'architettura ecclesiastica del XVII secolo.

Cattedrale dell

Chiesa di Santa Barbara

La chiesa fu costruita nel XIX secolo sul sito di un'antica chiesa in legno. Il suo valore sta nel fatto che all'interno sono stati conservati gli interni originali e gli affreschi in stile barocco (l'edificio stesso è stato eretto in maniera classica). L'edificio è raffigurato su cartoline turistiche e calamite, in quanto considerato uno dei simboli della città. Le funzioni religiose si svolgono nei fine settimana e nei giorni festivi.

Chiesa di Santa Barbara

Scultura "Dachnik"

La figura di una residente estiva seduta su una panchina adornava le rive del Volga nel 2010. È un'immagine romantica di una giovane ragazza del XIX secolo con un cappello e un abito estivo leggero, che guarda pensierosa in lontananza e si gode il pittoresco paesaggi. La composizione è stata creata per il 600° anniversario di Plyos dai membri dell'associazione creativa Credo. Accanto alla ragazza, puoi scattare una foto sedendoti su una panchina.

Scultura Dachnik

Monumento al gatto Fly

Il gatto Plyos è apparso sull'argine della città nel 2008. Non è un monumento astratto a un animale peloso, come molte opere simili in altre città russe. La statua è invece dedicata a un gatto ben preciso, Fly, che visse nella casa del pittore V. Panchenko. La figura è stata realizzata in cemento dallo scultore bielorusso O. Illarionov, amico della famiglia dell'artista.

Monumento al gatto Fly

Monumento a Isacco Levitan

Ples occupava un posto speciale nella vita creativa di I. I. Levitan. Fu in questa pittoresca cittadina sul Volga che l'artista tornò più e più volte per creare i suoi splendidi paesaggi. In segno di gratitudine per tale affetto incondizionato, i discendenti hanno creato un monumento a mezza figura per perpetuare ancora una volta nei loro cuori l'immagine del maestro del paesaggio russo.

Monumento a Isacco Levitan

Scultura "Tavolozza"

La scultura è stata installata sul Monte Levitan nel 2012. Raffigura l'immagine di un artista completamente assorto nel suo lavoro e che dipinge uno dei suoi famosi paesaggi. La composizione si trova su una piccola area vicino alla Chiesa lignea della Resurrezione, da dove si apre una vista mozzafiato sul Volga, Plyos, la sponda opposta e le vaste distese della pianura russa.

Scultura Tavolozza

Argine e il fiume Volga

Camminando lungo l'argine di Plyos, è come se fossi nel secolo scorso: palazzi in pietra si ergono sulle rive, passano le navi da crociera, gli ospiti si siedono sulle verande estive sul molo, godendosi splendidi paesaggi, gli artisti espongono le loro opere su banconi improvvisati. Non c'è da stupirsi che questo luogo sia considerato il biglietto da visita della città. Senza visitarlo, è impossibile sentire il fascino di Plyos.

Argine e il fiume Volga