Le 15 migliori attrazioni di Rzhev, Russia

909
23 643

Rzhev è un'antica città nella regione di Tver. La sua storia è legata ai mercanti e alle imprese commerciali dei secoli XVIII-XIX. L'edificio della Banca di Stato è un esempio dello sviluppo dell'architettura urbana di quel periodo. Molti vecchi credenti hanno vissuto nel distretto in passato. La Chiesa dell'Intercessione di questa comunità è sopravvissuta fino ad oggi.

La battaglia di Rzhev mise l'area sulla mappa della seconda guerra mondiale. Successivamente, Rzhev fu classificata tra le città della gloria militare. Tra le attrazioni del tema militare spicca il complesso commemorativo, noto anche come Parco della Vittoria. Diversi oggetti degni di nota sono stati raccolti su una vasta area. Il cimitero militare tedesco è adiacente ai luoghi di sepoltura dei soldati sovietici. Sono stati aperti diversi memoriali, tra cui un monumento agli ebrei che sono passati per il ghetto.

Cosa vedere e dove andare a Rzhev?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

piazza sovietica

Piazza centrale della città. Il vicolo divide il territorio in due parti. Intorno edifici costruiti, sia residenziali che amministrativi. Un parco di divertimenti, un edificio dell'ufficio postale principale, un cinema e una clinica per bambini sono adiacenti ai Krusciov. Nel 1938 sulla piazza fu eretto un monumento a Lenin. Di fronte c'è una piattaforma per le dimostrazioni e un podio per parlare al pubblico.

Piazza sovietica

Museo delle tradizioni locali

Funziona dal 1916. Inizialmente la collezione aveva sede nei locali del Comune. La maggior parte dei reperti furono distrutti o scomparsi durante la Grande Guerra Patriottica. Anche l'edificio del museo è stato distrutto. Negli anni '60 è stata aperta una nuova mostra di storia locale nell'edificio della chiesa di Okovets. Parte dell'esposizione è dedicata direttamente alla città, parte alla sua storia militare. L'attuale edificio è un monumento architettonico del XVIII secolo.

Museo delle tradizioni locali

La capanna-museo di I. V. Stalin

Situato nel villaggio di Khoroshevo. La piccola casa di legno è famosa per l'unica visita di Stalin qui. Qui soggiornò il Segretario Generale durante il suo viaggio al fronte nel 1943. Inoltre, fu in questa casa che fu presa la decisione di tenere il primo saluto in URSS in occasione della liberazione di Orel dagli invasori nazisti. La capanna-museo è in gran parte occupata dalla biblioteca. Una sola sala è riservata alla mostra.

La capanna-museo di I. V. Stalin

Cattedrale di Okovets

Databile alla prima metà del XIX secolo. Dopo la sua chiusura durante l'era sovietica, qui c'erano alternativamente un magazzino e un museo. Poi i locali furono abbandonati e iniziarono a restaurare solo negli anni '90. L'esterno del tempio si distingue dagli edifici circostanti. Le colonne bianche e il tetto a cupola non sono tipici di tali strutture. Nelle vicinanze si trovano un massiccio campanile, locali di servizio e una bottega della chiesa.

Cattedrale di Okovets

Chiesa dell'Intercessione

Eretto nel 1908 e appartiene alla comunità dei vecchi credenti. Allo stesso tempo furono aperti un ospizio e una grande scuola domenicale. Furono aboliti dopo la rivoluzione. La Chiesa dell'Intercessione è l'unica chiesa della città che non è mai stata chiusa. L'architettura è uno stile russo tradizionale. Alla chiesa sono annessi un refettorio e un campanile a tre ordini. La più grande delle otto campane pesa una tonnellata e mezza.

Chiesa dell

Chiesa dell'Ascensione

Costruito a metà del secolo scorso. Prima della chiusura negli anni '30 del XX secolo, il tempio aveva una modesta decorazione. Tuttavia, tra i santuari c'erano icone preziose. Alcuni di essi sono tornati nella loro sede originaria dopo il restauro e la riconsacrazione negli anni '80. I lavori di restauro dell'edificio e dell'area circostante si sono rivelati su larga scala. Comprese le vecchie tombe dovevano essere spostate dalle pareti.

Chiesa dell

Chiesa dei Nuovi Martiri e Confessori della Russia

Situato nella parte centrale della città. Il nome è dato in onore di un'icona particolarmente venerata, che è conservata nel tempio. Dal 1997 qui si trova una chiesa temporanea in legno. I servizi vi si sono svolti per 7 anni, fino al completamento della costruzione del tempio di pietra. La sua altezza è di 37 metri. Tra le sei cupole spicca quella centrale. Le campane sono state realizzate negli Urali, la più grande pesa circa una tonnellata e mezza.

Chiesa dei Nuovi Martiri e Confessori della Russia

Monumento ai rivoluzionari

La composizione è apparsa in Revolution Square negli anni '80 del secolo scorso. Su alti piedistalli ci sono grandi busti di K. Zhigunov, I. Bodyakshin e Sh. Ioffe. Facevano parte della delegazione di Rzhev e rappresentavano la città al II Congresso panrusso dei Soviet. Su un nastro di bronzo è esposta una dedica alla rivoluzione e ai suoi principali combattenti: operai, contadini e soldati. L'autore del progetto è People's Artist E. Antonov.

Monumento ai rivoluzionari

Monumento al generale A. N. Seslavin

Installato nel 2012. Seslavin è originario di Rzhev. Divenne famoso durante la guerra del 1912 come partigiano. Inoltre, l'ussaro ha partecipato ad altre importanti campagne militari. Volevano erigere un monumento in suo onore all'inizio del secolo scorso, ma poi il progetto non è stato realizzato. Il busto è stato eretto su un piedistallo pieno di iscrizioni. Non lontano dal monumento c'è una quercia piantata dal padre di Seslavin.

Monumento al generale A. N. Seslavin

Locomotiva a vapore - un monumento ai ferrovieri di Rzhev

È stato installato nel 1973 sul territorio del Parco dei Ferrovieri. Tra gli invitati all'inaugurazione c'era lo scrittore Boris Polevoy. Il monumento è dedicato all'impresa dei ferrovieri durante la Grande Guerra Patriottica. È realizzato sotto forma della parte anteriore della locomotiva a vapore SU 208-64, che si trasforma dolcemente in un muro riccio di mattoni. Ci sono iscrizioni su di esso e il design stesso ricorda le ali e imita il movimento in avanti.

Locomotiva a vapore - un monumento ai ferrovieri di Rzhev

Obelisco ai liberatori di Rzhev

Si trova sulla riva sinistra del Volga dal 1963 e appartiene al territorio del Tumulo della Gloria. Le scale conducono al piedistallo in granito da diversi lati. Con l'ausilio di bassorilievi viene raccontata la storia dell'impresa dei difensori della città. Vari incidenti sono accaduti all'obelisco durante la sua esistenza. Ad esempio, ha subito un incendio ed è stato danneggiato da vandali. Ogni volta l'attrazione veniva prontamente ripristinata.

Obelisco ai liberatori di Rzhev

Viale degli Eroi

Si estende da Piazza Sovetskaya all'obelisco ai soldati morti durante la liberazione della città durante la Grande Guerra Patriottica. Inaugurato nel 2008 in memoria dei partecipanti alla battaglia di Rzhev. Lungo il sentiero lastricato si trovano dei pilastrini in granito dello stesso tipo con segnaletica. Ognuno è contrassegnato con i nomi degli Eroi dell'URSS che hanno combattuto da queste parti. Tra loro ci sono i marescialli G. Zhukov, A. Pokryshkin, I. Konev.

Viale degli Eroi

Complesso commemorativo di Rzhev

Il vasto territorio è anche chiamato Parco della Pace. È diviso in più parti. Il memoriale ai soldati del Kazakistan è stato fondato nel 2010. Hanno combattuto qui durante la seconda guerra mondiale. Il cimitero dei soldati sovietici nel 2002 ha acquisito una cappella intitolata ad Alexander Nevsky. Nello stesso anno fu aperto un cimitero militare tedesco. Nelle vicinanze si trova un monumento in memoria dei prigionieri del ghetto ebraico.

Complesso commemorativo di Rzhev

Edificio della Banca di Stato

Rzhev era famoso per il suo settore commerciale sviluppato. I fratelli Ryabushinsky hanno aperto diverse filiali bancarie in città all'inizio del secolo scorso. L'edificio della Banca di Stato fu costruito intorno agli stessi anni. Fu eretto sul sito di un vecchio albergo. Lo stile architettonico è moderno con l'aggiunta di antichi motivi russi. La casa per i dipendenti apparteneva alla banca. La guglia della torre in tempi diversi era decorata con un'aquila, uno stemma e una stella.

Edificio della Banca di Stato

Maniero Stepanovskoye - Volosovo

Si trova a 80 km da Rzhev. In passato, questa tenuta di famiglia apparteneva ai principi Kurakins. La tenuta è stata fondata negli anni '90 del XVIII secolo. La costruzione è stata ritardata a causa della morte del primo proprietario. Suo fratello ha comunque completato il progetto. Dopo la nazionalizzazione, le cose di valore sono state portate via da qui. E dopo la guerra, la casa e parte degli edifici adiacenti furono ceduti a un manicomio. Attualmente sono in corso lavori di restauro.

Maniero Stepanovskoye - Volosovo