Le 25 migliori attrazioni di Kuala Lumpur, Malaysia

1 234
68 587

La città fu fondata alla confluenza dei fiumi Gombak e Klang da minatori di stagno provenienti dalla Cina. Per questo motivo hanno scelto un nome simile, tradotto come "bocca sporca". Nel secolo scorso, Kuala Lumpur era sotto il controllo degli inglesi e dei giapponesi (durante la seconda guerra mondiale). Gli anni di occupazione non sono passati senza lasciare traccia per la regione, ma oggi, tra i vantaggi di quelli rimasti da quel momento, si può individuare, ad esempio, il patrimonio architettonico di quell'epoca. Da allora, molto è cambiato e ora la capitale della Malesia è una delle città asiatiche in via di sviluppo più dinamico.

I quartieri della città non hanno confini netti. Inoltre, i quartieri etnici sono comuni qui. Uno dei più sviluppati è Chinatown. Molte attrazioni sono concentrate nelle immediate vicinanze delle Petronas Twin Towers. Questi due grattacieli sono diventati il ​​segno distintivo di Kuala Lumpur nel corso di un paio di decenni di esistenza.

Cosa vedere e dove andare a Kuala Lumpur?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

torri Petronas

Biglietto da visita della città. Le torri gemelle sono state costruite per 7 anni fino al 1999. La loro altezza supera i 450 metri. Sono collegati tra loro da un ponte coperto. Non è solo comodo e bello, ma fornisce anche sicurezza antincendio. Gli edifici hanno 88 piani. C'è un ponte di osservazione al livello dell'86 ° piano. All'interno delle torri c'è un centro commerciale, uffici, una sala concerti, ristoranti, un museo.

Torri Petronas

Parco KLCC

Situato presso le Petronas Twin Towers. Distrutto nel 1998 dall'architetto brasiliano Roberto Burle Marx. Occupa un'area di 20 ettari. Il parco centrale della città è ricco di vicoli, fontane e laghetti artificiali. La fontana più grande funge anche da piscina per bambini. Il posto perfetto per sfuggire al caldo della giornata. Su tutto il territorio è stata posata una moderna e sicura pista da jogging.

Parco KLCC

Bukit Bintan

Questa zona è stata sviluppata in più fasi. Per prima cosa è apparso un complesso di intrattenimento, il primo in città. Quindi sono state aggiunte piattaforme di trading e tutti i tipi di centri ricreativi. Esistono negozi per budget diversi: ad esempio, Star Hill Gallery è progettata per un pubblico ricco e BB Plaza è un'opzione di acquisto più economica. Qui sono aperti anche ristoranti che servono piatti di tutte le cucine del mondo e spa.

Bukit Bintan

Via dei Petali

I turisti e la gente del posto si riferiscono spesso a questa strada e ai suoi dintorni come Chinatown. Le lanterne rosse sono una decorazione tipica della zona. Allo stesso tempo, non solo i cinesi si stabilirono qui, ma anche rappresentanti di altri paesi asiatici. Parzialmente, Petaling Street si trova sotto un tetto traslucido ed è piena di centri commerciali e ristoranti. Gli hotel a Chinatown sono più economici che in altre parti della città.

Via dei Petali

Via Jalan Alor

La principale strada gastronomica della città. Diventa particolarmente affollato qui la sera. Turisti e gente del posto si riuniscono all'aria aperta per assaggiare piatti provenienti da tutte le parti della regione asiatica e, prima di tutto, dalla Malesia. La maggior parte dei piatti viene preparata davanti ai visitatori. Sono in vendita anche numerosi tipi di frutta e verdura. Nessuno presta attenzione al rumore e alla folla intorno: questo è un sapore speciale della zona.

Via Jalan Alor

Palazzo Reale di Istana Negara

Inizialmente, l'edificio apparteneva a un ricco cinese. Durante l'occupazione giapponese divenne una mensa per gli ufficiali. Successivamente trasformato nella residenza del sultano di stato. Al momento, il palazzo è la residenza reale. Gli eventi ufficiali si svolgono qui. Per questo motivo, i turisti non sono ammessi all'interno. Tuttavia, l'attrazione è popolare: puoi scattare una foto sullo sfondo o assistere al cambio della guardia.

Palazzo Reale di Istana Negara

Edificio del sultano Abdul-Samad

L'edificio amministrativo della città e allo stesso tempo un monumento di architettura. Durante la costruzione nel 1897, l'autore del progetto, il britannico Arthur Charles Norman, scelse come base lo stile moresco. Al momento, al suo interno si trova il Ministero della Cultura. Piazza dell'Indipendenza, su cui sorge l'attrazione, è circondata da altri oggetti architettonici degni di nota, come il Museo del Tessuto e la Moschea Jamek.

Edificio del sultano Abdul-Samad

Museo Nazionale della Malesia

L'edificio del museo stesso può essere annoverato tra i reperti. Fu costruito nel 1953 come abitazione contadina nazionale. Si erge su palafitte, l'esterno è decorato con pannelli a motivi geometrici, l'interno è un mosaico con scene storiche. La collezione è sorprendente: monete dell'antichità, armi di epoche diverse, pupazzi del teatro wayang kulit, noto anche come “teatro delle ombre”, tesori archeologici del Kelantan.

Museo Nazionale della Malesia

Galleria della città di Kuala Lumpur

A differenza della maggior parte delle gallerie del mondo, questa ha una specializzazione leggermente diversa. All'interno dell'edificio coloniale è allestita una mostra di fotografie e ritagli di giornale che raccontano la Kuala Lumpur del passato. Alcuni edifici, anche quelli che non esistono più, vengono presentati come modelli. Anche gli autori della mostra fantasticano sul futuro. A intervalli regolari vengono proiettati film sullo sviluppo della città.

Galleria della città di Kuala Lumpur

Museo Nazionale del Tessuto

Inaugurato nel 2010. La ricca collezione è suddivisa in diverse categorie. Una delle sale mostra abiti tipici di tutte le parti del paese. Un altro racconta la storia dell'industria tessile della regione. Il terzo contiene gioielli e oggetti in metalli preziosi. E nel quarto vengono presentati i tessuti nazionali. L'ingresso al museo è gratuito. C'è un negozio a tema nelle vicinanze.

Museo Nazionale del Tessuto

Petrosains - Il Discovery Center

Il Museo della Ricerca si trova nelle Petronas Twin Towers. Quasi tutti i reperti possono essere toccati e studiati in pratica. All'interno, durante il percorso, i visitatori vengono informati su vari mezzi tecnici e aree scientifiche. Tuttavia, l'inclinazione è nella direzione della produzione di petrolio. Anche l'ingresso al museo è insolito: bisogna sedersi in apposite cabine e guidare all'interno attraverso un tunnel.

Petrosains - Il Discovery Center

Museo di arte islamica

Nel 1998 è stato aperto un museo di arte islamica in un edificio appositamente costruito. L'esposizione è suddivisa in diverse gallerie separate. La collezione dedicata all'architettura dell'Islam mostra molte conoscenze iconiche in miniatura. Ad esempio, il mausoleo di Timur Amir e il Taj Mahal. I reperti archeologici sono presentati in un'altra sala. Due scialli di Orenburg sono conservati nella sezione dei costumi. Sono stati realizzati dal tataro Maginur Khusainova.

Museo di arte islamica

Moschea Wilayat Persecutuan

La moschea principale della città fu fondata a cavallo tra il XX e il XXI secolo. È stato costruito a somiglianza della Moschea Blu di Istanbul. Lo stile architettonico è misto: ci sono segni sia di stile ottomano che malese. Le cupole della moschea meritano un'attenzione particolare. Sono realizzati con una miscela unica di materiali per garantire che la struttura sia leggera, resistente e duratura. Occupa un'area di 5 ettari. Allo stesso tempo, qui possono pregare 17mila persone.

Moschea Wilayat Persecutuan

Moschea Jamek

Fu costruito alla confluenza di Klang e Gombak nel 1909. Per più di 50 anni, la moschea è stata la principale del paese. Durante la costruzione sono state utilizzate pietre di colore rosso e bianco. Insieme a un gran numero di piccoli dettagli nell'arredamento, la moschea si è rivelata molto elegante. Le palme proteggono il territorio dal trambusto della città. Per i turisti, l'oggetto è chiuso, ma puoi passeggiare per l'area circostante e scattare una foto.

Moschea Jamek

Moschea Negra

Fu costruito negli anni '60 del XX secolo. La moschea è diventata uno dei simboli dell'indipendenza del Paese. Il governo voleva introdurre nuovi progetti sociali e culturali dopo la liberazione dal potere dei colonialisti. La Moschea Negara è stata costruita come parte di una di esse. Nel 1987, il tetto rosa è stato cambiato in blu-verde. Nelle vicinanze si trova il mausoleo di Makam Pakhlavan, il luogo di sepoltura di alcuni politici malesi.

Moschea Negra

Tempio di Tian Hou

Il più grande tempio cinese del paese. Il complesso è stato costruito negli anni '80 del secolo scorso. Il tempio univa le religioni tradizionali cinesi: taoismo, confucianesimo e buddismo. È realizzato in stile classico, decorato con intagli, dipinti, lanterne. Sul territorio c'è una sala da pranzo, negozi di souvenir, un giardino paesaggistico. Qui vengono coltivate erbe utilizzate nella medicina cinese.

Tempio di Tian Hou

Tempio di Sri Mahamariamman

Il più antico tempio indù della città. Situato alla periferia di Chinatown. Fu fondato nel 1873 e quasi cento anni dopo fu pesantemente ricostruito. Il cambiamento principale è l'aspetto di una nuova torre, chiamata "Raja Gopuram". L'arredamento interno è ricco, ricorda in stile i palazzi indiani. L'edificio è riconosciuto come monumento architettonico. Durante il periodo delle grandi feste, il tempio attira pellegrini da altre città.

Tempio di Sri Mahamariamman

monumento nazionale

Installato a Lake Park nel 1965. Il gruppo scultoreo è dedicato alla lotta contro gli invasori giapponesi durante la seconda guerra mondiale, nonché alla liberazione del paese dalle autorità coloniali. L'altezza del monumento è di circa 15 metri. Intorno c'è un canale d'acqua e fontane. Sette soldati di bronzo identificano qualità importanti per gli eroi. Uno dei combattenti tiene in mano la bandiera malese, simbolo di indipendenza.

Monumento nazionale

Mercato centrale

Come luogo di commercio attivo, questo territorio è noto dagli anni '80 del secolo scorso. Nel 1936 fu costruito un grande edificio per rendere più organizzato il commercio. Attualmente la specializzazione del mercato è cambiata: non è possibile acquistare cibo all'interno, ma sono stati aperti molti negozi di artigianato. Ci sono anche gallerie di artisti locali. Puoi anche acquistare merci dall'India.

Mercato centrale

Torre televisiva Menara

La costruzione è stata completata nel 1996. La torre della televisione è una delle dieci più alte del mondo - 421 metri. Durante la progettazione, il punto di riferimento in dettaglio è stato realizzato sull'architettura islamica. La sera la Menara si illumina in modo particolare. Per questo motivo è chiamato il "giardino della luce". Una delle caratteristiche della torre della televisione è il ristorante girevole Seri Angkasa. Si trova ad un'altitudine di 282 metri. C'è anche un ponte di osservazione a pagamento.

Torre televisiva Menara

Vecchia stazione ferroviaria

Fu costruito durante la colonizzazione, nei primi anni del XX secolo. L'architettura è dominata dallo stile moresco. Da quando nel 1986 è stato creato un nuovo hub di trasporto, le vecchie voci non sono state più utilizzate per lo scopo previsto. All'interno è stato aperto un museo sulla storia del trasporto ferroviario di Kuala Lumpur. L'edificio è riconosciuto come monumento architettonico. L'albergo della stazione ferroviaria, che è stato modificato dopo il restauro, è stato conservato nelle vicinanze.

Vecchia stazione ferroviaria

Parco degli uccelli di Kuala Lumpur

La più grande aviazione aperta al mondo è stata aperta nel 1991. Da allora, su un'area di 8 ettari, sono stati raccolti più di 2.000 esemplari di centinaia di specie. La caratteristica principale è l'assenza di gabbie e voliere nel solito modo. L'intera area è coperta da una rete, quindi gli uccelli vivono quasi in condizioni naturali. Nell'anfiteatro si tengono spettacoli con la partecipazione di uccelli e nel centro scientifico vengono raccontati in dettaglio.

Parco degli uccelli di Kuala Lumpur

Giardino botanico di Kuala Lumpur

Fu creato alla fine del XIX secolo come parte della residenza del governo britannico. Al momento, molti oggetti notevoli si trovano su un'area di 90 ettari. Territori separati sono riservati a un parco di cervi, ibisco e giardini di orchidee. Sono operativi il Planetario Nazionale e il Museo della Polizia. A causa del regime speciale di protezione della natura, nell'orto botanico si applicano una serie di restrizioni. Tra l'altro, non puoi strappare piante o portare a spasso i cani.

Giardino botanico di Kuala Lumpur

Oceanarium Aquaria KLCC

Uno dei più grandi acquari del mondo. Situato alla base delle Petronas Twin Towers. Famoso per il suo tunnel di vetro di 90 metri. In esso, la vita marina è su tutti i lati dei visitatori. I mini-spettacoli degni di nota includono l'alimentazione dei piranha e l'osservazione dei subacquei che nuotano con gli squali. I visitatori possono toccare gli abitanti di alcune piscine senza portarli fuori dall'acqua.

Oceanarium Aquaria KLCC

Grotte di Batu

Si trovano a nord della città. Le grotte calcaree prendono il nome dal fiume che scorre nelle vicinanze. Sono uno dei pochi santuari indù situati al di fuori dell'India. Sono state conservate anche grotte non sviluppate, ma è la parte del tempio che attira l'attenzione di turisti e pellegrini. Qui puoi vedere numerose statue, luci colorate e diversi edifici. Il festival Thaipusam si tiene regolarmente.

Grotte di Batu