Le 24 migliori attrazioni in Libano

923
76 508

Il Libano è un paese che apre ai turisti l'intero mondo del magico oriente nel formato europeo a noi familiare. Sul territorio del paese ci sono un numero enorme di attrazioni che vale la pena toccare almeno una volta nella vita.

Il Libano è raramente associato all'Europa. E difficilmente molti la considerano una meta interessante per il turismo. Ma invano! Il paese ha molte città e insediamenti antichi e antichi. Sembra che fu da queste parti che iniziò lo sviluppo della civiltà. A Baalbek e Byblos puoi vedere monumenti architettonici, la cui creazione è attribuita agli alieni, a causa delle loro enormi dimensioni e del loro design.

Vale anche la pena prestare attenzione alle bellezze naturali del paese. Le più impressionanti sono le Jeita Caves, le Pigeon Rocks e le pittoresche valli che si trovano tra le catene montuose. Puoi esplorare questi luoghi anche senza l'aiuto di una guida. Le folle di turisti non interferiranno con una vacanza tranquilla.

Il Libano è un paese mediterraneo. Il Paese ha creato tutte le condizioni per una vacanza al mare: le spiagge sono pulite, ben curate, con un'infrastruttura sviluppata. È sorprendente come una tale diversità e ricchezza di cultura e natura possa adattarsi a un paese così piccolo.

Cosa vedere in Libano?

I luoghi più interessanti e belli, foto e una breve descrizione.

Città di Beirut

Beirut è la capitale del Libano e la sua città più grande. La sua superficie è di soli 20 km², sulla quale si trovano un numero enorme di attrazioni. Beirut è chiamata la "Parigi del Medio Oriente". Faceva parte della Francia e conservava le opinioni europee sulla vita. Allo stesso tempo, la capitale è colorata, tutto qui ricorda le magnifiche tradizioni arabe.

Città di Beirut

L'antica città di Baalbek

L'antica città di Baalbek si trova a 80 km da Beirut. Era abitato anche prima della nostra era e i suoi templi furono costruiti e ricostruiti per 2000 anni. La loro creazione è attribuita a civiltà extraterrestri o agli eroi dei racconti biblici: dimensioni e design degli edifici così incredibili. I più interessanti per i turisti sono le terrazze fatte di blocchi che pesano fino a 1000 tonnellate, il tempio di Giove e il tempio di Bacco, molto ben conservato.

L

Antica città di Byblos

Xmila anni fa apparvero i primi insediamenti sul territorio di Byblos, e nel III millennio aC la città era un importante centro religioso e commerciale. Da allora, le persone non l'hanno mai lasciato. Sul territorio della città si possono vedere antiche chiese, un teatro romano, un complesso archeologico, una fortezza. A Byblos si respira l'atmosfera di una delle città più antiche del mondo, un miscuglio di culture e tradizioni.

Antica città di Byblos

Rovine della città di Anjar

La città si trova a 58 km da Beirut. Si presume che l'antica città iturea di Haltsis fosse una volta sul sito di Anjar. La città stessa non è stata trovata, ma gli archeologi hanno scoperto i resti di un maestoso complesso di palazzi. Le sue rovine e le aree circostanti sono incluse nella lista del patrimonio dell'UNESCO. La moderna Anjar è stata fondata nel 1939, è abitata da 2400 persone, la maggior parte delle quali armene.

Rovine della città di Anjar

Grotte di Jeita

Questa è un'incredibile attrazione naturale che è assolutamente da vedere. È un tunnel, un'uscita da un fiume sotterraneo. Le grotte calcaree carsiche si estendono per quasi 9 km, ma ai turisti vengono mostrati solo 600 m. Inoltre, in una delle grotte sono stati trovati i resti di una fonderia. Nei tempi antichi, le persone fabbricavano armi qui. Ogni anno la grotta ospita un festival musicale unico.

Grotte di Jeita

Vergine Maria del Libano (Junieh)

Questo è un monumento costruito nella città di Jounieh, a 20 km da Beirut. Fu fusa in Francia, quindi trasportata in Libano e posta sulla collina di Harissa, la cui altezza è di 650 m. Pertanto, la statua della Vergine Maria di 20 metri può essere vista da qualsiasi parte della città. Puoi salirci con la funivia, esaminando allo stesso tempo l'area. Ai piedi della montagna ci sono anche molte attrazioni.

Vergine Maria del Libano (Junieh)

Museo Nazionale di Beirut

Per comprendere la ricca e intricata storia del Libano, è necessario visitare il Museo Nazionale di Beirut. Contiene una raccolta di oltre 100mila manufatti, che viene costantemente aggiornata. Questo museo è uno dei più ricchi del Medio Oriente. Ha incredibili mosaici, preziosi sarcofagi tra cui il sarcofago del re Ahiram e scavi.

Museo Nazionale di Beirut

Museo Sursock

Un museo privato ospitato in una bella casa antica di proprietà di Nicolas Sursock. Secondo il suo testamento, dopo la sua morte, la casa è stata trasformata in un museo. L'esposizione ha più di 5000 reperti e una grande biblioteca. Il museo espone sia oggetti d'antiquariato che esempi di arte contemporanea. I più interessanti sono l'antica brocca, il primo Corano stampato e l'antica Bibbia.

Museo Sursock

Piazza delle Stelle a Beirut

Questo è il cuore della vecchia Beirut. Attorno ad esso sono concentrati molti luoghi d'interesse e le strade adiacenti sono piene di molti segreti e una lunga storia. Tra gli edifici ci sono anche diversi santuari cristiani. Con l'avvento dell'oscurità, la piazza diventa il centro della vita notturna di Beirut. Ci sono molti caffè e bar amati dalla gente del posto.

Piazza delle Stelle a Beirut

Piazza dei Martiri a Beirut

Negli anni '30 del secolo scorso, sulla piazza fu eretto un monumento ai libanesi morti nella lotta contro gli invasori turchi. Da allora, l'area ha ricevuto il suo nome. Durante la guerra vi passò anche la cosiddetta “Linea Verde”, che divideva Beirut in due parti: musulmana e cristiana. Vicino alla piazza si trova la bellissima moschea di Mohammed Al-Amin.

Piazza dei Martiri a Beirut

Moschea Muhammad Al-Amin

La moschea è stata costruita per 5 anni, dal 2002 al 2007 vicino a Piazza dei Martiri dal primo ministro Rafik Hariri. Dopo la sua morte, fu sepolto accanto a lei. L'area della moschea supera i 10mila km². Le pietre gialle delle pareti contrastano con la cupola blu con tratti d'oro. È un capolavoro di architettura religiosa a Beirut. I residenti locali tengono manifestazioni politiche vicino ad esso.

Moschea Muhammad Al-Amin

Cattedrale di San Paolo (Junieh)

Il tempio si trova ai piedi del monte Harissa, sul quale è posta una statua della Vergine Maria. Fu costruito nel 1962. Questo è uno degli edifici più belli del Libano, un vivido esempio di architettura bizantina. I servizi divini nel tempio si svolgono secondo il rito bizantino e appartiene alla Chiesa greco-cattolica melchita. La cattedrale ha un aspetto insolito e una ricca decorazione.

Cattedrale di San Paolo (Junieh)

Forte Mseilha

A nord della città di Batroun c'è una fortificazione medievale: Fort Mseila. Sorge su una lunga e stretta terrazza calcarea sopra il fiume Nakhrel-Yauz. La fortezza fu costruita dall'emiro Fakhruddin II nel XVII secolo. Il forte è sorvegliato da mura spesse 1,5 - 2 metri in arenaria. Si accede alla fortezza attraverso la porta, al suo interno si trova un cortile triangolare e un ingresso alle torri.

Forte Mseilha

Fortezza di Sidone

La fortezza si trova sulla costa mediterranea del Libano. In passato proteggeva la città portuale di Sidone, che un tempo prosperava. Le fortificazioni sopravvissute fino ad oggi furono create dai crociati nel XIII secolo. I turisti possono vedere le massicce torri difensive della fortezza. In quella occidentale, meglio conservata, si possono vedere i resti di antiche armi.

Fortezza di Sidone

Forte Saint-Gilles

La cittadella di Raymond de Saint-Gilles si trova nella città di Tripoli. Prende il nome dal conte di Tolosa, il comandante dei crociati. Iniziò a costruirlo in cima alla collina nel 1103 per proteggersi dagli attacchi. Si tratta di un edificio potente, la cui lunghezza è di 140 metri e la larghezza è di 70. Oltre al fatto che la fortezza dà un'ottima idea degli eventi storici del Libano, offre splendidi panorami.

Forte Saint-Gilles

Castello Mousse

Il castello di Moussa è chiamato la fortezza dell'amore. Fu costruito da un povero contadino per la sua amata. Ha iniziato la costruzione all'età di 14 anni e ha continuato a costruire il castello per i successivi 25 anni. La cosa più triste è che non ha mai conquistato il cuore della sua amata, ma ha ottenuto un grande amore dalla gente del posto. I tour del castello sono condotti dallo stesso Moussa. Condivide la sua storia con tutti.

Castello Mousse

fiume dei cani

Il fiume ha preso il nome dalla leggenda del cane a guardia delle rive. Ma a lei non interessa solo questo. Lungo di esso furono condotte numerose campagne militari e si stava facendo la storia del Libano, grazie alla quale si possono vedere molte targhe commemorative. Questo è un punto di riferimento importante del paese. Trasporta informazioni sugli eventi fatidici che hanno influenzato il futuro del paese.

Fiume dei cani

Riserva di cedro Shuf

Questa è la più grande riserva naturale del Libano. La sua superficie è di 550 km², ovvero circa il 5% dell'intero territorio del paese. Il principale valore protetto della riserva è il cedro del Libano. Alcuni di loro hanno più di 2000 anni. La riserva ospita 32 specie di mammiferi e circa 200 specie di uccelli. Non lontano dalla riserva si trovano le fortezze di Kab-Ilias e Kalat-Ninha.

Riserva di cedro Shuf

Valle della Bekaa

La valle si trova nella parte orientale del Libano, a 30 km da Beirut. È un'importante area agricola che si trova tra le catene montuose del Libano e dell'Anti-Libano. Le città più grandi della valle sono Zahre e Bekaa. Ci sono molti posti interessanti nella valle. Il complesso del tempio situato sul suo territorio è incluso nella lista del patrimonio dell'UNESCO. Inoltre, la valle ha guadagnato triste fama dopo la guerra libanese.

Valle della Bekaa

Valle di Wadi Kadisha

Questa è una valle situata nei distretti di Bishir e Zgharta. Il suo nome si traduce come "Santo". Ciò è spiegato dal fatto che un tempo c'erano molti santuari cristiani sul suo territorio e c'era una comunità monastica. Per questo motivo è sotto la protezione dell'UNESCO, come uno dei primi luoghi di formazione di insediamenti monastici.

Valle di Wadi Kadisha

rocce di piccione

Questa è una meraviglia naturale di Beirut. Pigeon Rocks sono due piccole isole che si trovano al largo della costa nel Mar Mediterraneo. Hanno preso il nome dal gran numero di piccioni che nidificano e vivono qui da centinaia di anni. Questo posto sarà interessante per i fotografi. Al tramonto, puoi scattare bellissime foto mentre sei seduto in un accogliente ristorante sulla riva.

Rocce di piccione

Casinò del Libano

Tra i numerosi caffè, ristoranti e bar, negozi e hotel situati vicino alla baia di Jounieh, c'è un enorme "Casino du Liban". Fu scavato nel 1959. La sua superficie è di 34 mila m². È una vivace attrazione turistica che comprende oltre 60 tavoli da poker, roulette e 400 sale slot machine, uno showroom e cinque ristoranti.

Casinò del Libano

costa mediterranea

Il Mediterraneo ha raccolto vicino a sé un'ampia varietà di località e attira ogni anno un numero enorme di turisti. Il Libano possiede 225 km di costa, le principali località su cui sono Beirut, Sidone, Nabatea, Tripoli, Tiro. La costa di quest'ultimo è considerata la più pulita. La maggior parte delle spiagge sono a pagamento, ma il prezzo include lettini, ombrelloni, docce e persino una visita a un bar.

Costa mediterranea

Cascata Baatara

Baatara Falls si trova vicino alla città di Tannorin. Fu scoperto nel 1953 dall'esploratore Henry Coif. Il suo nome si traduce come "Grotta dei Tre Ponti". È dato alla cascata a causa delle tre grotte attraverso le quali passano le sue acque. L'altezza della cascata è di 225 metri, il che la rende molto spettacolare, potente e pittoresca. La cascata è popolare tra i turisti.

Cascata Baatara