Le 20 migliori attrazioni di Paphos, Cipro

496
81 816

Paphos ha la reputazione di miglior resort cipriota per un viaggio romantico o per una vacanza tranquilla e rispettabile. La città è circondata da baie pittoresche e spiagge appartate dove puoi goderti all'infinito il suono delle onde del mare.

I siti storici di Paphos sono preziosi monumenti architettonici che sono rimasti alle persone delle più grandi civiltà dell'antichità. Edifici greci e romani, castelli medievali, i primi monasteri cristiani: tutti questi luoghi attireranno sicuramente l'attenzione dei turisti.

A Paphos e nei suoi dintorni c'è tutto per un riposo di alta qualità e di alto livello: hotel eccellenti con servizio europeo, taverne con deliziosa cucina cipriota e magnifiche spiagge ben curate con acqua limpida.

Cosa vedere e dove andare a Paphos?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Parco Archeologico di Paphos

Un museo a cielo aperto dove si trovano i resti dell'antica città di Nea Paphos e il forte medievale di Saranta Kolones risalente al VII secolo. Negli anni '60 all'interno degli edifici di epoca romana III-V sec. - nelle case di Orfeo, Teseo, Aion e Dioniso sono stati trovati mosaici ben conservati realizzati secondo le trame dell'antica mitologia.

Parco Archeologico di Paphos

Villa di Dioniso

Resti di un antico palazzo del II secolo, un tempo di proprietà di un aristocratico romano. Il nome "Villa di Dioniso" le è stato assegnato per la presenza di un mosaico "Trionfo di Dioniso", che raffigura il dio greco della vinificazione, seduto su un carro trainato da leopardi. È accompagnato dagli dei Pan e Satiro. La villa si trova nel territorio del Parco Archeologico.

Villa di Dioniso

Castello di Saranta Kolones

Fortezza bizantina, costruita nel VII secolo per proteggere Paphos dalle pretese dei conquistatori arabi. A quel tempo faceva parte di un potente sistema di fortificazioni difensive. Nel 1200 l'edificio fu ricostruito dopo che vi si stabilirono i cavalieri dell'Ordine di San Giovanni (Ospedalieri). Nel 1222 il castello fu distrutto da un terremoto e da allora è in rovina.

Castello di Saranta Kolones

Teatro dell'Odeon

Antico anfiteatro del II secolo, la cui costruzione fu opera di Greci e Romani. L'Odeon è abbastanza ben conservato perché è stato quasi completamente scolpito da una roccia monolitica. Ecco perché il terremoto del IV secolo non gli ha causato danni significativi. Il teatro è stato scoperto nel 1973 durante gli scavi. Al giorno d'oggi, sul suo territorio si tengono festival e concerti.

Teatro dell

castello di pafo

Fortezza medievale del XIII secolo, che in precedenza fungeva da struttura difensiva, prigione e magazzino. La fortificazione esisteva fino al 1570, dopodiché fu smantellata dai veneziani. Dopo la conquista di Cipro da parte dei turchi ottomani, il castello fu restaurato e fortificato. Nel 1935 fu dichiarato monumento storico e divenne una delle attrazioni turistiche di Cipro.

Castello di pafo

Tombe dei Re

Una necropoli sotterranea scavata nella roccia, dove fino al III secolo furono sepolti aristocratici e alti funzionari. Le prime tombe risalgono al IV secolo a.C. e. Molte cripte delle tombe sono decorate con colonne e affreschi, altre sono realizzate sotto forma di edifici residenziali a tutti gli effetti. In queste catacombe si nascosero dalla persecuzione i primi aderenti alla religione cristiana.

Tombe dei Re

Catacombe di San Salomone

Le catacombe furono scavate nel IV secolo a.C. e. ed erano originariamente usati come tombe. Alla fine del II secolo, Santa Solomonia, fuggita dalla Palestina con i suoi figli, si nascose qui dalle persecuzioni. I figli della martire furono uccisi davanti ai suoi occhi per ordine del re Antioco, lei stessa morì mentre pregava sui loro corpi. Si ritiene che le reliquie di San Salomone siano sepolte in una delle grotte delle catacombe.

Catacombe di San Salomone

Chiesa di Panagia Chrysopolitissa

Si ritiene che l'apostolo Paolo sia stato sottoposto a punizioni corporali nel I secolo sul sito del tempio, dopo di che ha convertito al cristianesimo il primo funzionario romano. Nel IV secolo qui fu eretta una basilica paleocristiana in stile bizantino. Intorno al 1300 fu edificata accanto ad essa una grande chiesa a tre navate che durò fino al XVI secolo. Il tempio moderno fu eretto sulle rovine della basilica intorno al 1500. Oggi è un importante centro di pellegrinaggio.

Chiesa di Panagia Chrysopolitissa

Monastero di San Neofita

Il monastero fu fondato nel XII secolo dal monaco errante Neofita il Recluso. Il complesso si trova a circa 10 km. da Pafo. Dopo la conquista di Cipro da parte dei Turchi, il monastero fu saccheggiato e gradualmente cadde in rovina. La sua rinascita iniziò solo a metà del XVIII secolo. Le reliquie di San Neofita, scoperte nel 1756, sono conservate nel tempio principale del monastero. Oggi il monastero è un centro di pellegrinaggio e una popolare attrazione turistica.

Monastero di San Neofita

Monastero di Chrysoroyatissa

Monastero degli uomini 40 km. da Paphos, fondata dall'eremita Ignazio nel XII secolo. Il complesso monastico acquisì il suo aspetto moderno nel 1770, quando sul suo territorio apparvero nuovi edifici. La reliquia principale del monastero è un'antica icona della Madre di Dio, che Ignazio ripescò miracolosamente dalle acque del Mar Mediterraneo (secondo un'altra versione, l'eremita trovò l'immagine della Vergine Maria in una delle grotte di montagna) .

Monastero di Chrysoroyatissa

Museo Archeologico

L'esposizione del museo è costituita da reperti scoperti durante gli scavi nell'area di Marione¸ Lempe¸ New Paphos¸ Geroskipou e altri antichi insediamenti. La collezione è ospitata in cinque sale. Si compone di sculture in pietra, ceramiche, gioielli e altri manufatti appartenenti a un periodo di tempo che abbraccia diversi millenni. Il museo è stato aperto nel 1936, nel 1966 si è trasferito in un edificio separato.

Museo Archeologico

Museo Bizantino

Il museo è stato istituito nel 1983 con la partecipazione dei più alti vescovi ecclesiastici di Cipro allo scopo di studiare e divulgare l'arte sacra bizantina. L'esposizione è composta da preziose icone ortodosse del VII-XIX secolo, affreschi e iconostasi prelevati dalle chiese in rovina della metropoli di Paphos, manoscritti, utensili da chiesa e antica letteratura teologica rinvenuti sul territorio dei monasteri caduti in rovina.

Museo Bizantino

Museo etnografico

Collezione privata della famiglia Eliadis, che esiste dal 1958. Il museo si trova in un edificio storico del XV secolo. Qui sono esposti mobili antichi, ceramiche, opere d'arte popolare, oggetti per interni, piatti, tessuti, monete e altri oggetti di valore. La famiglia Eliadis era seriamente interessata alla storia e alla cultura di Cipro. Raccolgono la loro collezione da diversi decenni.

Museo etnografico

Parco degli uccelli e degli animali

Il parco è nato dalla collezione privata dell'ornitologo K. Cristoforou, che ha tenuto a lungo in casa uccelli esotici. Nel 2003 non c'era abbastanza spazio abitativo, quindi si è deciso di creare un parco pubblico. Oggi questo luogo è diventato una delle attrazioni più visitate di Cipro. Oltre a un gran numero di uccelli, qui vivono coccodrilli, tigri, giraffe, canguri e altri animali.

Parco degli uccelli e degli animali

Parco botanico di Eleuthkia

Il parco si trova su un'area relativamente piccola. Si compone di 13 giardini a tema, dove crescono migliaia di piante, tra cui rose, cactus, conifere, fiori tropicali e tante altre specie. Il parco ha una piccola esposizione composta da articoli per la casa ciprioti. C'è anche una taverna per i visitatori, dove è possibile pranzare dopo una passeggiata tra i pittoreschi vicoli del parco.

Parco botanico di Eleuthkia

grotte marine

Un tratto di costa a circa 18 km da Paphos, punteggiato da pittoresche grotte, baie e bizzarre formazioni rocciose a forma di arco. In alcuni luoghi, una discesa sicura in acqua è attrezzata per i turisti in modo che possano immergersi nel dolce Mar Mediterraneo. Le grotte marine sono un luogo incredibilmente bello che attira i romantici e gli amanti dei paesaggi ammalianti.

Grotte marine

Parco nazionale della penisola di Akamas

Un'area protetta situata a 50 km da Paphos. Il parco è un pezzo unico di natura incontaminata a Cipro. Sul territorio della riserva crescono rare piante endemiche, vivono più di 168 specie di uccelli, diverse dozzine di specie di rettili e mammiferi. L'ecosistema di Akamas si trova al confine di diverse zone naturali, il che crea condizioni climatiche rare qui.

Parco nazionale della penisola di Akamas

Petra tou Romiou

Petra tou Romiou è anche conosciuta come Roccia di Afrodite. Fu qui, secondo la leggenda, che dalla spuma del mare nacque la dea greca della bellezza. Secondo un'altra leggenda, gli Achei sbarcarono in questo luogo dopo essere arrivati ​​da Troia. C'è una spiaggia pittoresca vicino alla roccia, dove regna un'atmosfera armoniosa e accogliente. La bellezza naturale di questo luogo attira molti turisti che vogliono ammirare i pittoreschi paesaggi.

Petra tou Romiou

Spiaggia della città di Pafo

La zona balneare si trova nel centro della parte turistica della città vicino al castello di Paphos. La spiaggia si estende per 150 metri lungo la costa. È circondato da numerosi bar e taverne ed è dotato di tutte le infrastrutture necessarie. Sulla spiaggia è possibile noleggiare catamarani, moto d'acqua, "banane" e altri trasporti acquatici.

Spiaggia della città di Pafo

Acquapark "Afrodite"

Aphrodite è il terzo parco divertimenti acquatico più grande dell'isola di Cipro. Ci sono 23 scivoli per i turisti, progettati sia per adulti che per bambini. Il parco acquatico dispone di diverse piscine all'aperto e confortevoli aree ricreative. I paesaggisti hanno lavorato allo spazio interno, che è riuscito a creare un paradiso di vegetazione tropicale.

Acquapark Afrodite