Le 20 migliori attrazioni di Larnaca, Cipro

310
24 604

Sunny Larnaca significa chilometri di magnifiche spiagge, una tranquilla vacanza in famiglia e un'abbondanza di monumenti architettonici, molti dei quali hanno 700-1000 anni. Questo luogo è adatto anche agli amanti delle immersioni e delle rinfrescanti gite in mare.

Molti templi, monasteri e fortezze situati a Larnaca e nei suoi dintorni sono sopravvissuti fino ad oggi intatti e intatti. Puoi provare sensazioni indimenticabili mentre cammini intorno alla chiesa di Angeloktisti o al monastero di Stavrovouni: un enorme strato di secoli passati sembra essere nell'aria e fa pensare ai turisti all'eternità.

Ma per molti Larnaca è, prima di tutto, una vacanza al mare di qualità, senza fretta e rilassante. Il mare qui è pulito e caldo, le spiagge resistono anche ai requisiti più severi e l'infrastruttura è perfettamente adattata alle esigenze più esigenti.

Cosa vedere e dove andare a Larnaca?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Chiesa di San Lazzaro

L'aspetto del tempio risale al IX secolo, quando l'imperatore Leone IV governò Bisanzio. San Lazzaro è il santo patrono di Larnaca, ha vissuto a Cipro per 30 anni e ha predicato il cristianesimo per tutto questo tempo. Il luogo della sua sepoltura "larnax" in traduzione significa "sarcofago" o "bara", da cui il nome della città. La Chiesa di San Lazzaro esiste da più di mille anni

Chiesa di San Lazzaro

Lago salato di Larnaca

L'aspetto del serbatoio è associato alla leggenda di San Lazzaro. La parabola dice che mentre camminava vicino alle vigne, chiese ai proprietari un grappolo d'uva per dissetarsi, ma le persone avari lo rifiutarono. Allora Lazzaro si arrabbiò e predisse che questa terra sarebbe stata sterile e su di essa non sarebbe nato nulla tranne il sale. Il giorno dopo, invece di un vigneto fertile, la gente vide un lago salato. In estate il bacino si prosciuga completamente e si ricopre di una crosta di sale di 10 centimetri.

Lago salato di Larnaca

Castello di Larnaka

Secondo una versione, il forte fu costruito nel XIII secolo durante il regno di re Giacomo I per proteggere la città dai nemici. Nel XIV secolo fu conquistata dai Genovesi. Nel XVIII secolo, il complesso era fatiscente e cadde in rovina, ma fu ricostruito dai turchi ottomani. Durante la prima guerra mondiale la fortezza fu utilizzata dalle truppe tedesche come avamposto, ma dopo la sconfitta della Germania passò nelle mani degli inglesi. Ora sul territorio c'è un museo con preziosi reperti dell'Alto Medioevo.

Castello di Larnaka

La spiaggia di Finikounda

Una piccola spiaggia cittadina lunga 500 metri con acqua limpida e pulita. È perfetto per i bambini, poiché la discesa in mare è piuttosto dolce e non ci sono pietre appuntite sul soffice fondale sabbioso. La spiaggia è contrassegnata dal marchio di qualità Bandiera Blu. Lungo la costa si estende un pittoresco terrapieno ben tenuto, luogo del lungomare di numerosi turisti. Il vicolo è separato dalla rumorosa carreggiata da un fitto filare di palme da datteri.

La spiaggia di Finikounda

Mackenzie Beach

La spiaggia si trova nella parte occidentale di Larnaca, il suo territorio confina direttamente con l'aeroporto. I turisti in vacanza sul Mackenzie hanno l'opportunità di contemplare gli aerei che decollano e atterrano ogni pochi minuti. Una strada pedonale con numerose taverne e bar conduce lungo la spiaggia. Come tutte le spiagge cittadine di Larnaca, Mackenzie ha un dolce pendio nell'acqua, acqua limpida e sabbia che brilla al sole.

Mackenzie Beach

Porto di Larnaka

Un parcheggio per yacht di tutte le bande e dimensioni, così come barche più modeste. Larnaca Marina ospita circa 450 imbarcazioni, le cui dimensioni non superano i 40 metri. In alta stagione non si riesce a trovare posto libero per l'ormeggio in porto. Molti proprietari di barche offrono gite in barca per turisti o per la pesca. Ma il posto principale nel porto turistico è occupato dai marittimi che navigano nel Mediterraneo.

Porto di Larnaka

Chiesa di Angeloktisti

Chiesa bizantina dell'XI secolo, edificata sulle rovine di un tempio paleocristiano, parzialmente distrutto durante l'invasione araba. Si sono miracolosamente conservati gli affreschi del VI secolo, sopravvissuti fino ad oggi grazie a uno strato di intonaco che li ricopre. Immagini uniche sono state scoperte durante il restauro nel 1952. Accanto alla chiesa cresce un albero molto antico, protetto dallo stato come monumento naturale.

Chiesa di Angeloktisti

Monastero di Stavrovuni

Uno dei monasteri più antichi di Cipro. Si ritiene che il monastero sia stato fondato nel IV secolo dalla madre dell'imperatore Costantino, successivamente canonizzato - Sant'Elena. La prima menzione scritta del monastero risale all'inizio del XII secolo. Il monastero fu ripetutamente saccheggiato e distrutto, un tempo era di proprietà della Chiesa cattolica. La reliquia più importante, conservata all'interno delle mura di Stavrovouni, è una parte della Croce vivificante.

Monastero di Stavrovuni

Moschea Hala Sultan Tekke

La moschea si trova vicino alle rive di un lago salato. Al momento non ci sono servizi tenuti nel tempio, ma è aperto per le visite. Hala Sultan Tekke è un intero complesso di edifici, che comprende edifici residenziali, un mausoleo e l'edificio del tempio stesso, progettato per la preghiera. L'ultimo restauro della moschea è stato effettuato negli anni '50. XX secolo. Il tempio è stato utilizzato per lo scopo previsto fino all'occupazione turca della parte settentrionale di Cipro nel 1974.

Moschea Hala Sultan Tekke

Museo di Pieridi

Collezione privata creata nel 1839. Il museo si trova sul territorio di una casa appartenuta a uno dei sindaci di Larnaca. L'esposizione museale si basa sulla collezione d'arte del sindaco, che ha donato insieme alla casa per uso pubblico nel 1974. Il Museo Pieridis espone 2,5 mila reperti appartenenti a diverse epoche storiche.

Museo di Pieridi

Museo medico "Kyriazis"

Il museo è stato aperto nel 2011. L'esposizione è interamente dedicata alla scienza medica. Espone attrezzature, libri, dispositivi medici, documenti che illustrano lo sviluppo della pratica medica a Cipro. Il periodo di tempo coperto dalla collezione del museo è piuttosto ampio, dall'antichità ai giorni nostri. Nel giardino del museo c'è un giardino dove vengono coltivate piante medicinali.

Museo medico Kyriazis

Museo Archeologico di Larnaca

La collezione del museo è costituita da reperti archeologici del periodo di massimo splendore dell'antico stato di Kition, che esisteva a Cipro dal XIII secolo a.C. al IV secolo. A causa di una legislazione imperfetta, molti preziosi reperti furono prelevati dall'isola. Tutto ciò che è rimasto, e che è stato ritrovato dopo il 1967, è stato collocato nel Museo Archeologico. Nelle sale sono esposti preziosi reperti della cultura cretese-micenea, reperti del neolitico, dell'età del bronzo e molto altro ancora.

Museo Archeologico di Larnaka

Laboratorio di ceramica "Emira Pottery"

Il laboratorio è stato fondato nel 1987 da un maestro emigrato dalla parte settentrionale di Cipro a causa dell'invasione turca nel 1974. In "Emira Pottery" puoi osservare il processo di produzione della tradizionale ceramica cipriota, puoi anche seguire una master class e attaccare vasi di terracotta da soli. Presso il laboratorio è presente un piccolo negozio dove vengono venduti prodotti di propria produzione.

Laboratorio di ceramica Emira Pottery

Villaggio di Lefkara

Un villaggio esemplare situato in una zona montuosa tra paesaggi pittoreschi. La prima menzione di questo luogo apparve nel XII secolo. Il villaggio è stato glorificato da una speciale tecnica di tessitura del pizzo - "lefkaritika". Ci sono molti laboratori domestici per la fabbricazione di prodotti tessili. Il pizzo viene utilizzato per realizzare tovaglie, abiti, biancheria da letto, tende, sciarpe e scialli.

Villaggio di Lefkara

Insediamento di Hirokitia

L'insediamento dell'era neolitica, che esisteva nel periodo tra il VII e il IV secolo. AVANTI CRISTO. Le persone che abitavano questo luogo vivevano in case rotonde fatte di mattoni di fango, sopravvissute fino ad oggi (in totale ci sono pervenute circa 100 case). Nel 1998, Khirokitia è stata iscritta nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO. Secondo gli scavi, gli abitanti avevano un culto dei morti, poiché seppellivano i corpi proprio sul territorio delle loro abitazioni.

Insediamento di Hirokitia

Antica città di Kition

Nel XIII secolo a.C. a Cipro sorse e iniziò a svilupparsi un'antica civiltà, che durò più di 1000 anni - fino al IV secolo. Le sue tracce sono state scoperte a seguito di scavi negli anni '20. L'antico stato si chiamava Kition. Gli archeologi hanno scoperto che per ottenere la maggior parte di Kition, è necessario scavare l'intera Larnaca e rimuovere diversi strati culturali. Pertanto, i rilievi vengono eseguiti in modo puntuale, l'antica città viene estratta in parte dal terreno.

Antica città di Kition

Acquedotto Kamares

Il ponte fu costruito durante il regno dell'Impero Ottomano sull'isola. L'oleodotto fu costruito letteralmente in un anno nel 1746-1747. La lunghezza totale dell'acquedotto è di 10 km. Consiste di 75 campate ad arco. Il sistema di approvvigionamento idrico funzionò fino al 1939, prima della costruzione di un moderno sistema di approvvigionamento idrico. Solo una parte dell'edificio è sopravvissuta fino ad oggi, poiché è stata gravemente danneggiata a causa dell'espansione dei confini della città di Larnaca.

Acquedotto Kamares

Traghetto affondato Zenobia

La nave affondò nel 1980 vicino alla costa di Larnaca, fu subito soprannominata il "Titanic del Mediterraneo", tuttavia nessuno rimase ferito nello schianto. Da allora, il luogo della morte di Zenobia è diventato popolare tra i subacquei. I subacquei adorano esplorare i resti del traghetto nella speranza di trovare qualcosa di valore (e molti lo fanno). C'è davvero qualcosa da vedere. La nave è lunga 178 metri e larga 28 metri.

Traghetto affondato Zenobia

parco dei cammelli

Il parco si trova a 15 minuti di auto dall'aeroporto della città, a metà strada tra Larnaca e Limassol, nella località di Mazotos. È stata fondata come piccola impresa privata nel 1998. Puoi cavalcare un cammello lungo i pittoreschi sentieri del parco. Anche qui puoi rilassarti con tutta la famiglia, fare un picnic e scattare belle foto. C'è un'area giochi separata per i bambini. Il parco dispone di un ristorante.

Parco dei cammelli

Fattoria degli asini "Asinelli d'oro"

La fattoria degli asini è stata aperta nel 2014 nel piccolo insediamento di Skarinu. È diventata la seconda di fila (la prima fattoria aperta in questo luogo si chiama "Dipotamos"). Apparentemente, l'interesse per gli asini è così alto che una fattoria non era sufficiente per tutti. I creatori vogliono infatti salvare una rara razza di asini che è sull'orlo dell'estinzione. Nella fattoria vivono circa 200 animali.

Fattoria degli asini Asinelli d