Top 35 - attrazioni di San Pietroburgo, Russia

380
27 278

San Pietroburgo è sempre stato il principale centro turistico della Russia. Decine di musei con le collezioni più preziose, complessi di palazzi e parchi del periodo di massimo splendore degli stili architettonici classici e l'atmosfera unica di un ballo secolare attendono gli ospiti della città.

Il glorioso passato imperiale si riflette nelle facciate del magnifico Palazzo d'Inverno e nelle eleganti campate delle dimore aristocratiche sulla Prospettiva Nevskij. I graziosi argini della città sono rivestiti di granito e gli incomparabili ponti levatoi sulla Neva sono una vera delizia architettonica per molti turisti.

La storia del paese è stata creata a San Pietroburgo: i grandi successi di Pietro I, le brillanti vittorie dell'Impero russo ei primi passi della giovane Unione Sovietica. La capitale settentrionale della Russia è una sintesi armoniosa di un passato glorioso e di un futuro dinamico, il cuore del paese e il suo eterno orgoglio.

Cosa vedere e dove andare a San Pietroburgo?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Peterhof

L'ex residenza di campagna imperiale, fondata da Pietro il Grande all'inizio del XVIII secolo. Questo grandioso complesso di palazzo e parco è chiamato la "Versailles russa". Nel corso dei tre secoli di esistenza, l'aspetto di Peterhof è cambiato parecchio, e dopo la guerra del 1941-1945. è stato restaurato letteralmente dal relitto. Sul territorio del complesso sono presenti dozzine di fontane, aiuole, vicoli e padiglioni che ricordano l'era imperiale della storia russa.

Peterhof

Grande Palazzo di Caterina

Il complesso del palazzo si trova nelle vicinanze di San Pietroburgo, nella città di Pushkin. Fino all'inizio del XX secolo era chiamato il Gran Palazzo di Tsarskoye Selo. La prima casa reale sorse qui nella prima metà del XVIII secolo. L'espansione iniziò nel 1750. durante il regno di Elisabetta sotto la direzione dell'architetto Rastrelli. Il palazzo è stato costruito nel classico stile barocco, con elementi rococò che predominano negli interni lussureggianti.

Grande Palazzo di Caterina

Eremo di Stato

Il più grande museo della Russia, che, insieme al Prado spagnolo, al Louvre di Parigi e ai Musei Vaticani, è incluso nell'elenco delle collezioni d'arte più importanti e preziose del mondo. Le esposizioni dell'Hermitage occupano 6 edifici, qui sono conservati circa 3 milioni di reperti. Il vero fiore all'occhiello del museo è la costruzione del Palazzo d'Inverno, dove si trovava la residenza della famiglia reale. Questo magnifico complesso fu costruito da Bartolomeo Rastrelli in stile barocco elisabettiano.

Eremo di Stato

Piazza del Palazzo

La piazza principale di San Pietroburgo si trova di fronte al Palazzo d'Inverno. Le sue dimensioni sono quasi il doppio della Piazza Rossa della capitale. L'insieme architettonico dalle proporzioni geometriche ideali fu costruito nei secoli XVIII-XIX. Al centro della piazza si trova la monumentale Colonna Alessandrina, dedicata alla vittoria dell'Impero russo sull'esercito di Napoleone. La colonna fu eretta con decreto di Nicola I.

Piazza del Palazzo

Museo-Riserva Pavlovsk

Complesso del palazzo e del parco, situato sul territorio di 600 ettari. In precedenza, queste terre erano terreni di caccia reali. Nel 1777 le terre passarono in possesso del principe ereditario Paolo I, che decise di costruirsi qui una grandiosa residenza. In quattro anni costruirono un palazzo e allestirono un parco. Dopo la morte di Paolo I, nella residenza visse la sua vedova, che investì molte energie e denaro per ampliare e abbellire il complesso.

Museo-Riserva Pavlovsk

Oranienbaum

Complesso di palazzo e parco sulle rive del Golfo di Finlandia. Situato a 40 km da San Pietroburgo. La maggior parte degli edifici e delle strutture risalgono all'inizio del XVIII secolo. L'architetto del complesso è Johann Schedel. Di particolare pregio è la dacia imperiale con decorazioni interne conservate. Sul territorio sono presenti sculture, una cascata artificiale, ponti. L'attrazione fa parte di un sito del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Oranienbaum

L'edificio dell'Ammiragliato

L'edificio sulle rive della Neva, che si trova sul sito del primo cantiere navale sul Mar Baltico. L'edificio è stato costruito nello stile architettonico dell'Impero russo. La figura di una nave che incorona la guglia dell'Ammiragliato è uno dei simboli della capitale del Nord. Sotto Pietro I qui c'era una vera fortezza, che proteggeva il cantiere navale durante la Grande Guerra del Nord. Dal 2012, il quartier generale del comando della Marina russa si trova nell'Ammiragliato.

L

Teatro Alexandrinsky

Il primo teatro russo per visite pubbliche, fondato a metà del XVIII secolo per decreto di Elisabetta Petrovna. Pochi decenni dopo la comparsa del primo edificio, fu eseguita una ristrutturazione sotto la guida dell'architetto K. Rossi. In tempi diversi, i registi russi più eccezionali hanno lavorato a teatro: V. Meyerhold, G. Tovstonogov, G. Kozintsev, N. Akimov.

Teatro Alexandrinsky

Teatro dell'Opera Mariinskij

Il principale palcoscenico dell'opera di San Pietroburgo, uno dei luoghi culturali iconici della città. Il teatro apparve a metà del XIX secolo per decreto di Alessandro II, che volle dargli un nome in onore della moglie Maria Alexandrovna. Al progetto ha lavorato il maestro Alberto Cavosa. Le produzioni del Teatro Mariinsky sono molto apprezzate dai turisti stranieri, molti vengono qui con piacere per ascoltare una vera opera russa.

Teatro dell

Kunstkamera

Il museo, creato per decreto di Pietro I, dove per più di 300 anni sono stati raccolti campioni di mutazioni, deformità, disordini genetici, patologie e "bruttezze" artificiali della natura e del corpo umano. Nei primi anni di esistenza del museo vivevano qui veri nani, giganti e altre persone con "anomalie". Nei tre secoli di esistenza l'interesse per la collezione è sempre stato molto alto. Ad oggi ne sono state raccolte più di un milione di copie.

Kunstkamera

Museo Statale Russo

Il più grande museo al mondo di belle arti russe. Inaugurato alla fine del XIX secolo. durante il regno di Nicola II. La collezione era composta da reperti donati dall'Hermitage, dal Palazzo Alexander, dall'Accademia delle arti, nonché da collezioni private di alcuni aristocratici russi. L'esposizione principale si trova sul territorio del Palazzo Mikhailovsky. Nel museo puoi vedere i dipinti di Bryullov, Repin, Aivazovsky e altri maestri.

Museo Statale Russo

Museo Erarto

Il primo museo privato di arte contemporanea di San Pietroburgo accoglie i visitatori dal 2010. Il nome deriva dalla frase "era dell'arte", cioè "l'era dell'arte". Tra le 3mila mostre c'era spazio per la pittura, la scultura, la videoarte e le installazioni. La collezione attinge al lavoro di autori locali, ma non si limita a loro. Erarta ospita ogni anno più di 30 mostre.

Museo Erarto

Casa di Pietro I

Il primo edificio residenziale a San Pietroburgo all'inizio del XVIII secolo, dove visse l'imperatore durante la costruzione della città. Al momento, la struttura lignea è stata spostata in altro luogo e ricoperta da una "custodia" in pietra per una migliore conservazione (la prima cornice apparve alla fine del XVIII secolo). Secondo la leggenda, la casa fu costruita in soli tre giorni da abili falegnami. Dal 1930 è operativo sul territorio un museo, dove è possibile vedere gli effetti personali del re.

Casa di Pietro I

Fortezza di Peter-Pavel

Struttura protettiva e centro storico di San Pietroburgo all'inizio del XVIII secolo, da cui iniziò la costruzione della città. La fortezza non è mai stata utilizzata per lo scopo previsto (serviva da prigione). L'insieme architettonico è costituito da mura della fortezza, bastioni, porte d'ingresso ed edifici amministrativi. La Cattedrale di Pietro e Paolo sul territorio del forte è stata a lungo il tempio principale della capitale. È stato costruito nel classico stile "barocco russo".

Fortezza di Peter-Pavel

Castello Mikhailovsky

Costruito per ordine di Paolo I nel centro di San Pietroburgo a cavallo tra il XVIII e il XIX secolo. L'imperatore voleva trovare una nuova casa, temendo i colpi di stato del palazzo. Ironia della sorte, è stato nel nuovo castello che è stato ucciso. Successivamente il territorio è stato trasferito alla gestione del Museo Russo. Il castello è aperto ai turisti con biglietti o come parte di escursioni su base continuativa. Nel cortile ci sono monumenti a Pietro I e Paolo I.

Castello Mikhailovsky

Cattedrale di Sant'Isacco

La maestosa cattedrale, la decorazione della città e la più grande chiesa ortodossa di San Pietroburgo. La costruzione è stata eseguita sotto la supervisione personale di Nicola I secondo il progetto di O. Montferrand. L'edificio della cattedrale è un esempio del tardo classico con armoniose inclusioni di stile neorinascimentale e bizantino. Il tempio è stato chiamato in onore del santo patrono di Pietro il Grande, Sant'Isacco di Dalmazia.

Cattedrale di Sant

Chiesa del Salvatore sul Sangue

Tempio eretto da Alessandro III sul luogo dell'assassinio dello zar riformatore Alessandro II. L'altezza dell'edificio è di 81 metri, che corrisponde alla data del tragico evento - 1881. La cattedrale era pronta nel 1907. Qui non si tenevano servizi regolari, si tenevano solo servizi in memoria di Alessandro II. Durante gli anni del potere sovietico, il tempio fu utilizzato come obitorio e magazzino. Dopo i lavori di ristrutturazione nel 1997, nell'edificio è stato aperto un museo.

Chiesa del Salvatore sul Sangue

Cattedrale di Kazan

La principale chiesa ortodossa di San Pietroburgo, dove è custodita l'icona della Madre di Dio di Kazan. La cattedrale fu costruita secondo il progetto dell'architetto A. Voronikhin in stile Impero. La posa della prima pietra avvenne alla presenza di Alessandro I. Gli interni sono decorati da colonnati monumentali e ricordano più un palazzo che una chiesa. Le icone per il tempio sono state dipinte dai famosi maestri O. Kiprensky, A. Ivanov e altri.

Cattedrale di Kazan

Cattedrale navale di Nikolsky

Il tempio fu costruito sul sito del cantiere navale del reggimento a metà del XVIII secolo. La cattedrale ospita un venerato santuario cristiano: l'icona di San Nicola Taumaturgo con parte delle sante reliquie. Dalla fine dell'Ottocento operava presso il tempio una società di beneficenza, che organizzava un ricovero per donne anziane, una scuola e un ospedale. Le funzioni commemorative in onore dei marinai morti si tengono regolarmente nella cattedrale navale di San Nicola.

Cattedrale navale di Nikolsky

Monastero di Smolny

Complesso architettonico progettato da B. Rastrelli (voluto dall'Imperatrice Elisabetta). Un altro nome del monastero è Convento Voskresensky Novodevichy. Il Monastero Smolny è stato costruito per 87 anni, i lavori sono stati costantemente interrotti da guerre e mancanza di fondi sufficienti. La cattedrale principale non è mai stata aperta al culto. L'intero interno del monastero fu rimosso durante il periodo sovietico. Una sala da concerto è operativa qui dal 1990.

Monastero di Smolny

Aleksandr Nevskij Lavra

Il monastero fu fondato per decreto di Pietro il Grande, che volle commemorare la vittoria di Alexander Nevsky sui Cavalieri Teutonici nel 1240. Dopo la consacrazione della Cattedrale della Trinità della Lavra, furono portate qui le reliquie di Alexander Nevsky. Il monastero aveva una tipografia, un seminario, un orfanotrofio e un ospedale. Alla fine del XVIII secolo, il monastero divenne un importante centro spirituale e culturale dell'Impero russo e ricevette lo status di Lavra.

Aleksandr Nevskij Lavra

Cavaliere di bronzo

Monumento dedicato al fondatore della città, Pietro il Grande, situato sulla Piazza del Senato. Il cavaliere di bronzo apparve su richiesta dell'imperatrice Caterina II. Progettava di perpetuare l'immagine di Pietro in una figura maestosa con uno scettro, vestita con gli abiti di un imperatore romano, ma lo scultore Falcone la pensava diversamente. Ha rappresentato Peter come un creatore, un benefattore della Russia. Il risultato è stato un monumento in cui Peter con condiscendenza "tende la mano destra" sul paese.

Cavaliere di bronzo

Viale Nevskij

La strada più famosa e pittoresca della capitale del nord, la facciata anteriore della città. Si estende per 4,5 km. all'Alexander Nevsky Lavra. Il viale è stato progettato come ingresso principale alla città da Mosca. Ci sono molti monumenti architettonici qui. Nevsky Prospekt è un luogo popolare con un'atmosfera speciale, perfetta per passeggiare, incontrarsi, fare shopping. Lo stesso "spirito di San Pietroburgo" vive qui.

Viale Nevskij

Compagnia della Casa del Cantante

L'edificio è un esempio lampante dell'Art Nouveau di San Pietroburgo. Ospita una libreria. Tutti gli amanti della letteratura della città si riuniscono qui. All'inizio del XX secolo, il luogo apparteneva alla società americana Singer, che progettava di erigere un grattacielo e ospitarvi un ufficio. Degli undici piani previsti, ne furono costruiti solo sette, ma l'edificio si stagliava comunque sullo sfondo del paesaggio circostante.

Compagnia della Casa del Cantante

Negozio Eliseevskij

L'edificio si trova all'incrocio tra Nevsky Prospekt e Malaya Sadovaya Street. La costruzione è stata effettuata nei primi anni del secolo scorso. Lo stile architettonico è moderno con elementi di eclettismo. Gavriil Baranovsky era responsabile del progetto. La vetrata di uno dei lati sembra un'enorme vetrina a più piani. La facciata è decorata con sculture che rappresentano "Scienza", "Arte", "Commercio" e "Industria". Dal 2012, dopo i lavori di restauro, il negozio è stato riaperto alla clientela.

Negozio Eliseevskij

Lakhta Center

Complesso pubblico e commerciale nel quartiere Primorsky della città. Costruito dal 2012 al 2019. I suoi oggetti principali sono un grattacielo, diventato il più grande d'Europa, e un edificio multifunzionale, diviso in due blocchi per mezzo di un atrio. L'altezza dell'attrazione, insieme alla guglia, è di 462 metri. La sede di Gazprom si trova nel Lakhta Center. Per comodità dei cittadini, qui si prevede di costruire nuovi percorsi e linee della metropolitana.

Fiume Neva

Fiume Neva

Il corso d'acqua principale di San Pietroburgo, uno dei fiumi più grandi del nord-ovest della Russia. Secondo una delle curiose versioni, il nome deriva dalla parola finlandese, che nella traduzione significa "palude profonda". Gli argini cittadini della Neva sono un'attrazione indipendente di San Pietroburgo. Da qui puoi guardare i ponti che vengono tirati di notte o semplicemente fare una passeggiata e goderti il ​​panorama della città.

Spiedo dell

Sputo dell'isola Vasilyevsky

Il luogo in cui l'isola Vasilyevsky divide il fiume. Neva in due parti e come se si schiantasse nello spazio acquatico. Ci sono molti edifici di epoche e stili architettonici diversi, che rendono questo luogo un vero e proprio museo a cielo aperto. Particolare attenzione è rivolta alle colonne rostrali di colore rosso-marrone, decorate con prue di navi. Le strutture fungevano da fari per le navi fino alla fine del XIX secolo.

Ponte del Palazzo

Ponte del Palazzo

Ponte levatoio sul fiume Neva, simbolo di San Pietroburgo. La costruzione collega l'isola Vasilyevsky con la parte centrale della città. Il ponte iniziò a funzionare nel 1916, ma i suoi famosi reticoli ricci apparvero solo vent'anni dopo. Il ponte è stato ricostruito nel 1967, 1977 e 1997. Fino al 1998 qui correva una linea di tram. Il peso della struttura in ghisa è di 700 tonnellate. Alcuni elementi del meccanismo del ponte levatoio hanno più di cento anni.

Ponte di banca

ponte bancario

È stato trasferito attraverso il canale Griboedov e collega le isole Spassky e Kazansky. Il ponte pedonale è lungo poco più di 20 metri e largo 1,85 metri. Inaugurato nel 1826, è stato ricostruito due volte nella sua storia. Uno dei tre ponti pedonali a catena della città. Il nome "Bankovsky" è stato ricevuto dal ponte, poiché nelle vicinanze c'era una banca di assegnazione. Ci sono sculture di leoni alati ad entrambe le estremità.

Kronstadt

Kronstadt

La città si trova su un'isola nel Golfo di Finlandia. Per 300 anni di esistenza, qui sono state costruite 17 fortezze marine, che circondano l'isola da tutti i lati e servono a proteggere il porto. Oggi Kronstadt è utilizzata come porto commerciale e base di riparazione navale. Il centro storico è inserito nella lista dei patrimoni dell'UNESCO. Durante una gita in barca lungo il Golfo di Finlandia, puoi vedere i resti di numerose fortezze.

Incrociatore Aurora

Incrociatore Aurora"

Una nave da guerra del 1900 che prese parte alla battaglia di Tsushima nelle acque dell'Oceano Pacifico. Dopo essere tornato nel Mar Baltico, è stato utilizzato come nave scuola. Nell'ottobre 1917, un colpo di cannone sparato da un incrociatore divenne il segnale per l'assalto al Palazzo d'Inverno e l'inizio del colpo di stato bolscevico (rivoluzione d'ottobre del 1917). Fino al 1940 la nave fu utilizzata per lo scopo previsto, e dal 1948 partì per il “parcheggio eterno”, all'interno fu allestita un'esposizione museale.

Giardino estivo

Giardino estivo

Il più antico parco cittadino del XVIII secolo, fondato sotto Pietro il Grande. Le prime sculture apparvero qui nel 1707. Durante gli anni della vita del re fu utilizzato come residenza estiva. Sotto ogni sovrano successivo, il giardino crebbe e alla fine si trasformò in un pittoresco esempio di arte del parco. Sotto Elisabetta il territorio fu aperto al pubblico (durante l'assenza dell'imperatrice).

Leoni, sfingi e grifoni

Leoni, sfingi e grifoni

Numerose sculture di leoni, di cui ci sono più di 1000 pezzi in città. Sono creati con materiali diversi e portati da diversi paesi. Non solo statue, ma anche bassorilievi di leoni adornano le facciate della città. I leoni iniziarono ad apparire nelle strade e nelle piazze a partire dal XVIII secolo. Gli animali simboleggiano i guardiani, chiamati a proteggere la pace e l'inviolabilità di San Pietroburgo.

Tetti di San Pietroburgo

Tetti di San Pietroburgo

Una delle escursioni più interessanti e popolari a San Pietroburgo è una passeggiata sui tetti della città. Da lì puoi vedere la città da un angolo più pittoresco, incontrare il tramonto o l'alba e sentire l'atmosfera della città in modo più sottile. Le guide esperte sui tetti conoscono i luoghi accessibili da cui è possibile raggiungere i tetti. Durante il tour racconteranno storie interessanti ed emozionanti della vita della città.

Notti Bianche

Notti Bianche

Un fenomeno naturale unico caratteristico delle regioni settentrionali. Sta nel fatto che in estate (giugno-luglio) il sole praticamente non tramonta e l'ora buia della giornata dura solo un paio d'ore. Le notti bianche a San Pietroburgo sono il momento più romantico e piacevole in cui la vita in città non si ferma per un minuto. La gente cammina lungo gli argini, guarda il disegno dei ponti, si siede nei caffè, si diverte e si gode la vita tutto il giorno.