Le 30 migliori attrazioni di Suzdal, Russia

1 302
42 761

Suzdal è una delle città più luminose, originali e, ovviamente, famose dell'Anello d'oro. Tutti i turisti stranieri si sforzano di arrivare qui in escursione, poiché questo è uno dei pochi posti in Russia (ad eccezione di San Pietroburgo e Mosca) di cui i viaggiatori americani, cinesi ed europei sanno almeno qualcosa.

L'infrastruttura di Suzdal è sviluppata al livello più avanzato. Gli ospiti sono accolti da suggestivi boutique hotel, taverne tradizionali della cucina russa, vari intrattenimenti come cavalcare una troika, feste popolari e feste folcloristiche. Il patrimonio architettonico e storico della città è costituito da dozzine di antichi templi e monasteri. Gli edifici religiosi prevalgono su quelli civili: letteralmente ad ogni angolo puoi vedere una specie di chiesa.

Cosa vedere e dove andare a Suzdal?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Cremlino di Suzdal

Il nucleo di Suzdal e la sua parte più antica, che presumibilmente esiste dal X secolo. Nell'XI-XII secolo qui fu eretta una fortezza con un bastione di terra e mura lunghe circa 1,5 km. Al suo interno si trovavano la corte principesca e la residenza episcopale. Il complesso architettonico in legno esisteva fino all'inizio del XVIII secolo, nel 1719 tutti gli edifici furono bruciati. La cattedrale della Natività, la chiesa Nikolskaya e le camere dei vescovi sono sopravvissute fino ad oggi.

Cremlino di Suzdal

Cattedrale della Madre di Dio-Natività

Tempio del XII secolo, eccezionale monumento dell'architettura russa, eretto durante il regno di Vladimir Monomakh. Fu ricostruito due volte, l'ultima volta dopo che Suzdal fu incendiata dai tartari negli anni Quaranta del Quattrocento. Per questo motivo diverse parti della cattedrale appartengono a secoli diversi: quella inferiore - al XIII, quella superiore - al XVI, la pittura murale interna - al XIII-XVII secolo. Le porte sud e ovest dell'edificio sono un vero capolavoro dell'arte applicata della Rus' durante il Medioevo.

Cattedrale della Madre di Dio-Natività

Chiesa di San Nicola in legno

Il tempio si trova dietro le camere dei vescovi sul territorio del Cremlino di Suzdal. Inizialmente, la chiesa fu costruita nel 1766 nel villaggio di Glotovo, distretto di Yuryevo-Polsky, e trasferita a Suzdal nel 1960 per una migliore conservazione di questo oggetto architettonico. L'edificio è costituito da due capanne di legno, rinforzate al piano interrato. Il tetto a due falde è coperto di assi, con una cupola con una croce in cima.

Chiesa di San Nicola in legno

Chiesa dell'Assunzione

Una piccola chiesa del XVII secolo, eretta alla maniera del barocco Naryshkin, presumibilmente sul sito di un edificio in legno più antico. Fino al 1917 l'insieme architettonico comprendeva un campanile e due ulteriori navate, successivamente distrutte. Nel 1958 l'edificio fu restaurato. Nel 2015, le reliquie di Arseny di Suzdal, che hanno ispirato il principe Pozarskij a marciare su Mosca durante il periodo dei guai, sono state collocate nel tempio.

Chiesa dell

Chiese della Natività e di San Nicola

La Nikolsky Summer Church è il primo edificio religioso eretto dopo l'incendio del 1719. Consiste in un quadrilatero e un'abside semicircolare adiacente da un lato e un campanile a padiglione dall'altro. La calda Chiesa della Natività fu costruita alla fine del XVIII secolo. Con il suo aspetto ricorda una normale casa di pietra, se non fosse per la cupola con una croce che incorona il tetto.

Chiese della Natività e di San Nicola

Bastioni di terra del Cremlino di Suzdal

Nei tempi antichi, i bastioni di terra erano inclusi nel sistema di fortificazioni difensive del Cremlino di Suzdal. Oggi sono normali tumuli ricoperti di erba, che hanno un grande valore storico, sebbene non sembrino niente di speciale. I bastioni furono costruiti per ordine del principe Vladimir Monomakh nell'XI secolo per proteggere ulteriormente l'insediamento dalle frequenti incursioni del Kazan Khanate.

Bastioni di terra del Cremlino di Suzdal

Monastero di Sant'Eutimio

Il monastero maschile, formatosi a metà del XIV secolo come fortezza difensiva. I primissimi edifici dell'insieme architettonico erano realizzati in legno

Monastero di Sant

Mura e torri del monastero di Spaso-Evfimievskiy

Le mura e le torri del monastero si vedono meglio dal lato del fiume Kamenka. Corrono anche lungo le strade Lenina e Spasskaya. Ci vorrà del tempo per aggirarli attorno al perimetro. Questi edifici sono un simbolo di Suzdal, poiché catturano immediatamente l'attenzione dei viaggiatori che attraversano il centro storico della città. Potenti mura potevano resistere a qualsiasi assedio, ma storicamente accadde che non furono mai prese d'assalto.

Mura e torri del monastero di Spaso-Evfimievskiy

Monastero di Rizopolozenskij

Uno dei monasteri più antichi della Rus', formato all'inizio del XIII secolo. I primi edifici in pietra sono apparsi solo dopo 3 secoli, i precedenti edifici in legno non sono sopravvissuti fino ad oggi. L'insieme architettonico è costituito dalla cattedrale Rizopolozhensky a tre cupole della metà del XVI secolo, dalle porte sacre a due tetti del XVII secolo, dalla chiesa del refettorio di Sretenskaya e dal reverendo campanile del XIX secolo.

Monastero di Rizopolozenskij

Monastero Vasil'evskij

Il monastero si trova quasi alla periferia di Suzdal. Fu fondata nel XIII secolo e all'epoca si trovava sulla strada per Kideksha. L'edificio svolse dapprima funzioni difensive, poi fu adattato alla vita della comunità monastica. Inizialmente, il monastero era maschio, dal 1916 - femmina. Negli anni '20 l'istituzione fu chiusa, sul suo territorio furono collocati magazzini. Dagli anni '90 parte del monastero è di nuovo di proprietà della Chiesa ortodossa russa.

Monastero Vasil

Monastero di Alessandro

Secondo la leggenda, il monastero fu fondato dal principe Alexander Nevsky nel 1240. Inizialmente era per le donne: gli abitanti si stabilirono qui, che rimasero orfani e vedove dopo le invasioni dei tartari di Kazan. Nel 1764 il monastero fu abolito per ordine di Caterina II, la cattedrale principale fu trasformata in parrocchia. La vita monastica è stata ripresa solo nel 2006, le suore sono state sostituite da monaci maschi.

Monastero di Alessandro

Monastero dell'Intercessione

Il Monastero dell'Intercessione apparve nel XIV secolo nella parte settentrionale di Suzdal. Si è costantemente sviluppato ed è cresciuto in gran parte grazie al fatto che rappresentanti di famiglie nobili venivano qui per la tonsura (ovviamente, dopo aver donato ingenti somme). Nel XVII secolo, il monastero era diventato uno dei più grandi nel territorio di Vladimir-Suzdal Rus. Il suo insieme architettonico è stato formato dal XVI secolo.

Monastero dell

Pietro e Paolo e San Nicola

La Chiesa di Pietro e Paolo fu eretta nel 1694 accanto al Convento dell'Intercessione. In termini architettonici, si compone di due quadrilateri, issati l'uno sull'altro, e coronati da cinque teste di cupole. Nel 1712, a spese di Evdokia Lopukhina, ex moglie di Pietro il Grande, accanto a lui fu costruita la chiesa invernale di San Nicola, che si distingue per un aspetto piuttosto modesto. Ad oggi, entrambi i templi sono tornati al loro aspetto originario.

Pietro e Paolo e San Nicola

Chiesa di Elia

Il tempio si trova su una delle ripide anse del fiume Kamenka. L'edificio in pietra fu eretto nel 1744, prima il suo posto era occupato da un edificio in legno, trasferito da un'altra parte dell'insediamento. La chiesa fu gravemente danneggiata nel XX secolo, il campanile e il refettorio furono completamente demoliti. Il restauro è iniziato negli anni '70 ma si è concluso solo negli anni 2000. Durante questo periodo è stato possibile ricreare completamente l'aspetto originario della struttura.

Chiesa di Elia

Chiesa di Boris e Gleb a Kideksha

Un antico tempio, un prezioso e raro monumento dell'architettura ecclesiastica dell'era pre-mongola. Fu eretto a metà del XII secolo durante il regno di Yuri Dolgorukov. Nei secoli XVI-XVII la chiesa fu notevolmente ricostruita, smantellando completamente alcune pareti, ma conservando, tuttavia, molti degli elementi originari. L'edificio è stato inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO. Al giorno d'oggi, c'è un museo sul suo territorio.

Chiesa di Boris e Gleb a Kideksha

Righe commerciali

Gostiny Dvor in stile Impero, costruito all'inizio del XIX secolo. È stato progettato per 100 negozi mercantili, che in seguito si sono trasformati in negozi a tutti gli effetti. Il complesso è il monumento più imponente dell'architettura civile di Suzdal. È il centro del commercio e della vita turistica, poiché i turisti spesso si fermano qui per acquistare souvenir, assaggiare idromele o semplicemente passeggiare lungo le lunghe gallerie.

Righe commerciali

Chiese della Resurrezione e di Kazan

Poco distante dalla piazza principale della città sorge la Chiesa della Resurrezione, costruita in pietra nel 1720 (originariamente era in legno). L'edificio è un tempio a due pilastri di forma cubica, la sua base è un potente quadrilatero, decorato con lesene angolari. La chiesa di Kazan fu costruita nelle vicinanze nel 1739

Chiese della Resurrezione e di Kazan

Chiese Tsarekonstantinovskaya e Addolorata

La prima menzione del tempio dello zar Konstantinovsky risale all'inizio del XVII secolo. Un secolo dopo, fu ricostruito in pietra e divenne l'ultimo edificio religioso a cinque cupole di Suzdal. La Chiesa del dolore invernale, oltre a Tsarekonstantinovskaya, apparve a metà del XVIII secolo. L'architettura del suo campanile è considerata abbastanza familiare a Suzdal: il campanile è realizzato a forma di tenda concava.

Chiese Tsarekonstantinovskaya e Addolorata

Ingresso-Chiese di Gerusalemme e Pyatnitskaya

Un altro complesso di coppia, costituito da due chiese. Va notato che la costruzione di due templi uno accanto all'altro - estate e inverno - era una pratica molto comune a Suzdal. L'aspetto delle chiese Ingresso-Gerusalemme e Pyatnitskaya differisce in modo abbastanza significativo: una è realizzata sotto forma di un classico quadrilatero sormontato da cinque cupole, la seconda ha una sola struttura a cupola centrale, fissata sul tetto a forma di semicerchio.

Ingresso-Chiese di Gerusalemme e Pyatnitskaya

Chiesa di Santa Croce

Il tempio si trova nella parte settentrionale di Gostiny Dvor. Fu eretto nel 1770 in segno di gratitudine per essersi sbarazzato della terribile pestilenza che imperversò a Suzdal nel 1654-55. L'edificio differisce dalle altre chiese della città in quanto se lo guardi da lati opposti, sembra completamente diverso. Sembra che tu stia guardando due edifici diversi.

Chiesa di Santa Croce

Chiese Lazarevskaya e Antipievskaya

Entrambe le chiese furono costruite con un intervallo di cento anni. Secondo la tradizione consolidata, una chiesa era fredda (Lazarevsky), l'altra era calda, destinata al culto in inverno e durante la fredda bassa stagione. Il campanile della chiesa Antipievskaya ha un aspetto molto originale con un tetto a forma di tenda concava e un dipinto esterno luminoso. Si ritiene che sia stato costruito prima dell'edificio principale.

Chiese Lazarevskaya e Antipievskaya

Chiesa di Cosma e Damiano sulla collina di Jarunova

Una chiesa ortodossa del XVIII secolo costruita su una bassa collina sulle rive del fiume Kamenka. Secondo notizie non confermate, in precedenza al suo posto c'era l'omonimo monastero, di cui nel XVII secolo rimase l'unica chiesa in legno. L'edificio si trova in un luogo molto pittoresco e sembra spettacolare sullo sfondo di un tortuoso letto del fiume. Fino al 1917 il territorio era circondato da una recinzione in pietra.

Chiesa di Cosma e Damiano sulla collina di Jarunova

Chiese di Smolensk e Simeonovskaya

La chiesa di Smolensk fu costruita nel 1706 non lontano dalla torre d'angolo del monastero. L'edificio si trova sulla strada che porta i viaggiatori a Suzdal da Yaroslavl. Dopo 40 anni fu costruita la chiesa di Simeon - inverno. Il campanile in stile classicheggiante fu aggiunto successivamente, a cavallo tra Ottocento e Novecento. Pertanto, l'insieme architettonico non sembra un unico concetto e porta le caratteristiche di epoche diverse.

Chiese di Smolensk e Simeonovskaya

Kozmodemyanskaya e chiese della Santa Croce

Un altro insieme di templi caldi e freddi, che si trova alla massima distanza dal centro. Forse è per questo che la sua architettura sembra piuttosto laconica e il restauro non è stato ancora completato. Gli edifici sono stati costruiti nei secoli XVII-XVIII, sono visibili dal lato della tangenziale che gira intorno a Suzdal (se si va da Vladimir e Ivanovo a Mosca o nella direzione opposta).

Kozmodemyanskaya e chiese della Santa Croce

Museo dell'architettura in legno

Complesso museale all'aperto, che contiene monumenti di architettura lignea dei secoli XVII-XIX. Sul suo territorio si possono vedere le capanne di un contadino e di un ricco mercante, oltre a chiese costruite senza l'uso di chiodi. Oltre agli edifici residenziali e ai templi, sono presenti vari annessi: fienili, mulini, capannoni, pozzi. Il museo ospita un festival estivo di cetrioli.

Museo dell

"Insediamento di Shchurovo"

Museo situato all'interno del complesso alberghiero HELIOPARK Suzdal, creato sulla base delle scenografie del film "Lo zar" di P. Lungin. Si tratta di una ricostruzione di un insediamento slavo del X secolo. Una varietà di programmi interattivi sono forniti per i visitatori. Qui puoi imparare il tiro con l'arco, andare a cavallo, lavorare in giardino o persino mungere una mucca.

Insediamento di Shchurovo

Il Museo delle Cere

Il Museo delle cere di Suzdal è nato da una piccola mostra tenutasi negli anni '90 nel Parco Sokolniki. Per molto tempo l'esposizione ha viaggiato in tutto il mondo e la Russia, di conseguenza, si è stabilita a Suzdal. Allo stesso tempo, si sta sviluppando, continuano a essere prodotte nuove mostre. La maggior parte della collezione è costituita da personalità della storia russa: zar, scrittori, politici, capi militari.

Il Museo delle Cere

Casa di posa

Fino al XVII secolo, le abitazioni in pietra erano una rarità nelle città russe, poiché il legno era molto più economico e le foreste erano ovunque. Alcuni cittadini particolarmente ricchi potevano ancora permettersi di costruire palazzi in pietra. Una di queste strutture a Suzdal è la Posad House, costruita da un architetto sconosciuto. Nel XVII secolo fu abitato, poi sul suo territorio fu aperta un'osteria. È un museo dagli anni '70.

Casa di posa

Torre di fuoco

La torre fu eretta nel 1890 per i vigili del fuoco, che operavano in città dal 1864. All'inizio degli anni 2000, la torre era in uno stato piuttosto deplorevole. Al fine di preservare il monumento architettonico e preservarne la funzionalità, sono stati eseguiti lavori di restauro piuttosto seri, ripristinando l'aspetto originario della torre secondo vecchi disegni e disegni.

Torre di fuoco

Fiume Kamenka

Kamenka è un affluente del fiume Nerl. È un'arteria acquatica piccola e non destinata alla navigazione con una lunghezza di circa 50 km, mentre è molto comoda per i piccoli trasporti fluviali: barche, kayak. Attraversa Suzdal, molte attrazioni della città si trovano sulle sue alte sponde, tra cui chiese, mura e torri del monastero Spaso-Evfimievsky.

Fiume Kamenka