Le 30 migliori attrazioni di Orel, Russia

810
71 175

Eagle e la regione sono specializzati nel turismo letterario e culturale. Molte attrazioni della città sono associate ai nomi di famosi scrittori russi: I. S. Turgenev, N. S. Leskov, I. A. Bunin. Orel ha diversi musei letterari, un paio di teatri suggestivi, piazze e monumenti a tema.

I turisti saranno interessati anche ai monumenti dell'architettura del tempio dei secoli XVII-XIX, costruiti in diversi stili architettonici: dall'architettura tradizionale russa al rigoroso classicismo. Il centro della città, le rive dei fiumi Orlik e Oka sono un pittoresco spazio storico costruito con palazzi, belle chiese e costituito da piazze e vicoli ben curati. È molto piacevole passeggiare e ammirare il paesaggio della città.

Cosa vedere e dove andare a Orel?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Scultura "Aquila-Anniversario"

La scultura dell'aquila è stata installata in Piazza della Stazione nel 2016, da allora è considerata un simbolo della città. Un uccello di bronzo che spiega le ali saluta tutti coloro che arrivano a Orël in treno. Si siede su un piedistallo a forma di globo. Il monumento è stato realizzato da uno scultore locale a spese della GRINN Corporation JSC, che ha deciso di fare in questo modo un dono alla città.

Scultura Aquila-Anniversario

Via Lenin

Strada pedonale nel centro storico della città, che è la principale area pedonale di Orel. Lungo di esso negli ex palazzi nobiliari ci sono negozi, caffè, uffici e istituzioni amministrative. La lunghezza di Lenin Street è di circa 600 metri, inizia dal ponte Alexander e termina in piazza Lenin. Dalla fine dell'Ottocento fino agli anni '70 vi passarono i tram, ma nell'ambito del miglioramento della città il traffico fu interrotto.

Via Lenin

Museo delle tradizioni locali di Orël

Il museo è stato fondato alla fine del XIX secolo, quindi è il più antico di Orel. Il numero di reperti nella collezione è superiore a 170mila. L'istituzione ha due rami: la Casa-Museo di V. A. Rusanov e il Museo di storia militare. Le aree espositive presentano dipinti, documenti, oggetti per la casa, monete antiche, cristalli, porcellane, tessuti e mobili antichi.

Museo delle tradizioni locali di Orël

Museo di storia militare

La collezione è una filiale del Museo delle tradizioni locali di Oryol. È apparsa nel 1983. La mostra principale è un diorama raffigurante gli eventi dell'operazione offensiva di Oryol del 1943. La tela, lunga 33 metri e larga 9 metri, è stata creata dall'artista A. I. Kurnakov. In 11 sale del museo sono esposti oggetti dedicati ad argomenti militari: documenti d'archivio, lettere, onorificenze, fotografie, effetti personali dei soldati.

Museo di storia militare

Museo d'Arte

La galleria d'arte è stata aperta nel 1919. Per quasi cento anni nei suoi fondi si sono accumulati più di 7mila reperti: dipinti, sculture, disegni e oggetti di arte decorativa e applicata. Di particolare pregio è la collezione di icone dei secoli XVIII-XIX, oltre ad una selezione di ritratti di aristocratici e membri della famiglia reale dello stesso periodo. La galleria ha una sezione estera, che espone diverse centinaia di opere di autori provenienti da Inghilterra, Italia, Germania, Polonia e Austria.

Museo d

Museo delle bambole da collezione

Una giovane esposizione che ha aperto a Orel nel 2016. È composta da bambole raffiguranti personaggi famosi: attori, star del palcoscenico, scrittori, artisti. In totale, la collezione è composta da circa 1000 reperti. Il museo è popolare tra i visitatori di tutte le età e professioni: bambini, registi teatrali esperti e medici rispettabili troveranno qualcosa di interessante per se stessi.

Museo delle bambole da collezione

Museo dell'I.S. Turgenev

L'esposizione dedicata allo scrittore si è aperta all'inizio del XX secolo sul territorio di una tenuta nobiliare del XIX secolo, un tempo appartenuta a un lontano parente di I. S. Turgenev. La società Turgenev appositamente creata era impegnata nella raccolta di reperti e nella formazione della collezione. Nel 1976 alcuni oggetti si trasferirono nella casa della famiglia dell'autore a Spassky-Lutovinovo.

Museo dell

Museo di I. A. Bunin

La casa-museo si trova nel centro storico della città. Negli anni '60 fu raccolta una collezione unica, comprendente manoscritti, lettere, libri, documenti, oggetti personali di I. A. Bunin, che contava diverse migliaia di copie. Ufficialmente, l'istituzione è stata aperta solo nel 1991

Museo di I. A. Bunin

Casa-Museo di N. S. Leskov

Un'altra casa-museo, la cui esposizione è dedicata a un altro famoso scrittore - N. S. Leskov. Si trova anche sul territorio di un'antica dimora del XIX secolo, costruita sul sito in cui si trovava anche prima la tenuta della famiglia Leskov. La mostra si trova in sei sale, si compone di diverse centinaia di copie, che comprendono libri, ritratti, documenti, autografi e mobili.

Casa-Museo di N. S. Leskov

Casa-Museo di V. A. Rusanov

V. A. Rusanov è uno scienziato e ricercatore dell'Artico. Nacque a Orel e morì all'età di 38 anni a Taimyr. Il museo a lui intitolato si trova in un palazzo in legno situato nel centro storico della città, dove, di regola, si stabilivano ricchi mercanti. La collezione occupa solo una parte dell'edificio

Casa-Museo di V. A. Rusanov

Teatro "Stile russo"

Teatro da camera, progettato per soli 50 posti. È il più giovane di Orel (fondato nel 1994). Negli ultimi anni ha formato un repertorio e ha formato il suo pubblico grato. Il cartellone del teatro comprende spettacoli basati sulle opere di A. N. Ostrovsky, N. S. Leskov, A. P. Cechov, V. M. Shukshin, L. N. Andreev, nonché spettacoli di drammaturghi moderni.

Teatro Stile russo

Teatro "Spazio libero"

La scena è stata fondata nel 1976 come Oryol Youth Theatre. Le prime esibizioni hanno suscitato grande interesse e sono state valutate positivamente dal pubblico. Dagli anni '90 la troupe va in tournée in altri paesi, l'amministrazione invita alle produzioni registi stranieri, grazie ai quali la professionalità degli attori è in costante crescita e il repertorio del teatro si amplia.

Teatro Spazio libero

Cattedrale dell'Epifania

Il tempio fu costruito nel XVII secolo

Cattedrale dell

Tempio dell'icona di Smolensk della Madre di Dio

L'attuale edificio del tempio fu eretto alla fine del XIX secolo, in parte a spese dei rappresentanti della ricca famiglia Serebrennikov. Per molto tempo presso la chiesa ha funzionato una scuola per i poveri, durante il periodo sovietico l'edificio cadde in rovina, ma dopo il restauro acquisì nuovamente un aspetto elegante e persino lussuoso. Un santuario particolarmente venerato del tempio è l'icona della Madre di Dio di Smolensk "The Tsaritsa".

Tempio dell

Chiesa iberica

La chiesa iberica fu costruita tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo in onore dell'intronizzazione di Nicola II. I fondi per il lavoro sono stati stanziati dai ferrovieri di Oryol. A quanto pare, quindi, si è deciso di collocare l'edificio nei pressi della stazione ferroviaria. L'edificio è stato eretto in un pittoresco stile eclettico: nel suo aspetto si possono vedere le caratteristiche dei modi russi, bizantini e persino romanici.

Chiesa iberica

Cattedrale di Akhtyrsky

La chiesa si trova sull'alta sponda dell'Oka nel centro della città (qui si trovava prima Pyatnitskaya Sloboda), grazie alla quale il suo campanile è visibile da lontano. Si ritiene che sia stato costruito con i soldi del mercante K. Pastukhov alla fine del XVIII secolo, il quale, grazie a una preghiera miracolosa, fu guarito da una vecchia malattia. In epoca sovietica, la cattedrale fu chiusa per un breve periodo, ma poi ripresero i servizi e nel 1962 le fu conferito lo status di cattedrale.

Cattedrale di Akhtyrsky

Cattedrale di San Michele Arcangelo

Un magnifico edificio in stile classico, situato sulle rive del fiume Orlik. Il tempio fu eretto all'inizio dell'Ottocento sul sito di due vecchie chiese, che non ospitavano più tutti i parrocchiani e, per di più, fatiscenti. La cattedrale Mikhailo-Arkhangelsky è considerata il tempio più bello della città. Dopo la sua costruzione, fu utilizzato per feste e ricevimenti dei reali.

Cattedrale di San Michele Arcangelo

Monastero della Santa Dormizione

Monastero maschile del XVII secolo. Il suo complesso architettonico fu finalmente formato alla fine del XIX secolo, ma già nel 1917 il monastero fu chiuso e sul suo territorio fu collocata una colonia di bambini. Il complesso è stato riaperto nel 1998. Oggi è costituito dalla cattedrale principale dell'icona di Kazan della Madre di Dio, due chiese, una cappella e edifici amministrativi.

Monastero della Santa Dormizione

Monastero di Vvedenskij

Convento fondato nel XVII secolo. Nel 1844, dopo un grande incendio, il monastero fu trasferito in un altro luogo alla periferia e iniziò la ricostruzione. Negli anni '20 il complesso di edifici fu trasformato in un insediamento di ferrovieri e il tempio principale fu completamente demolito. La vita monastica è ripresa negli anni '90. Dopo il restauro, sono state riaperte le chiese dell'icona Tikhvin della Madre di Dio, Elisaveta Feodorovna e della Resurrezione del Verbo.

Monastero di Vvedenskij

Monumento alle petroliere - liberatori della città di Orel

Il monumento si trova sul territorio della piazza dei carri armati. È un modello del carro armato T-34 montato su un piedistallo. Fino al 1968, il suo posto era occupato dal modello T-70, successivamente trasferito al Museo di storia militare. Un pittoresco vicolo lastricato di selciato conduce al monumento con un'aiuola, lungo i cui bordi sono piantati esili filari di alberi.

Monumento alle petroliere - liberatori della città di Orel

Monumento ad A.P. Ermolov

L'eccezionale capo militare A.P. Ermolov è nato e sepolto a Orel, proveniva da una famiglia di nobili locali. Un monumento in suo onore è stato eretto nel 2012 sul territorio di una piazzetta, anch'essa intitolata al comandante. Una scultura equestre di cinque metri, che ricorda in qualche modo il Cavaliere di bronzo, è stata realizzata in bronzo da R. R. Yusupov. Insieme a un piedistallo in granito, il monumento supera i 9 metri di lunghezza.

Monumento ad A.P. Ermolov

Monumento a N. S. Leskov

Il monumento allo scrittore è stato eretto negli anni '80 di fronte all'ex palestra di Oryol, da cui una volta si è diplomato. Fa parte di una composizione scultorea composta da personaggi letterari delle opere di N. S. Leskov: Lefty, Lady Macbeth del distretto di Mtsensk, l'artista Tupei, il Viandante incantato, la Cattedrale. Lo stesso scrittore si siede su una panchina, guardando pensieroso in lontananza.

Monumento a N. S. Leskov

Biblioteca intitolata a I. A. Bunin

La biblioteca regionale è la più grande e antica della città e di tutta la regione. Fu aperto nel 1830 con decreto del governatore. Nel corso dell'Ottocento la raccolta libraria fu chiusa due volte e nel 1917 fu nazionalizzata. Ad oggi, i fondi immagazzinano più di 600mila pubblicazioni stampate e materiali elettronici. Una parte particolarmente preziosa della collezione è costituita da diverse centinaia di libri dei secoli XV-XVIII e circa 10.000 pubblicazioni pre-rivoluzionarie.

Biblioteca intitolata a I. A. Bunin

Edificio della stazione ferroviaria

L'edificio della stazione ferroviaria è una vera decorazione di Orel, il suo aspetto sorprende piacevolmente i passeggeri appena scesi dal treno. L'edificio si distingue per l'architettura originale con note di classici monumentali, Art Nouveau e persino manuelino portoghese (il bordo del tetto è realizzato in questo stile). Ai lati dell'edificio ci sono loggiati, dove conducono ampie scale.

Edificio della stazione ferroviaria

La costruzione della filiale della Banca Centrale della Federazione Russa

L'edificio incredibilmente espressivo della Banca Centrale della Federazione Russa occupa un intero isolato. Fu costruito nel 1899 nello stile pseudo-russo progettato da S. K. Rodionov per la Banca Commerciale ed è il miglior esempio di questo stile nella regione di Orël. La sua facciata rosso vivo e le torri ornate ravvivano l'area circostante, conferendo alle strade un'atmosfera più festosa.

La costruzione della filiale della Banca Centrale della Federazione Russa

Parco della Cultura e del Tempo Libero

Il parco fu fondato nel 1822 su iniziativa del governatore, che si occupò così dello svago culturale dei cittadini. Nel XIX secolo sul suo territorio si tenevano fiere e si esibivano gruppi di zingari. La zona era divisa in una parte a pagamento per i ricchi residenti di Oryol e una parte gratuita per tutti gli altri. Dopo il 1917 l'intero parco fu aperto al libero accesso. Negli anni '50 e '60 è stata effettuata una ricostruzione completa dopo le distruzioni della seconda guerra mondiale.

Parco della Cultura e del Tempo Libero

"Nobile Nido"

Un parco e una riserva letteraria situata sulle rive del fiume Orlik. Nel 19 ° secolo qui sorgeva la tenuta degli aristocratici locali con una villa in legno, dove viveva l'eroina di I. S. Turgenev Liza dell'opera "The Noble Nest". L'omonimo giardino fu aperto nel 1903, contemporaneamente fu eretto un busto dello scrittore e fu costruito un molo. Qui si tenevano spesso spettacoli, concerti e serate musicali. Il luogo è menzionato nelle opere di I. A. Bunin, N. S. Leskov e K. D. Balmont.

Nobile Nido

Piazza della Memoria "Strelka"

La piazza si trova alla confluenza di Orlik e Oka, dove nel XVI secolo fu fondata una fortezza per decreto di Ivan il Terribile. Sul suo territorio è presente un obelisco commemorativo alto 27 metri, sul quale è posta l'immagine di un antico stemma, oltre che una cronaca dei principali eventi storici legati alla città. Nelle vicinanze si trova un monumento al 400° anniversario della fondazione di Orel.

Piazza della Memoria Strelka

Fortezza Saburovskaya

La fortezza Saburovskaya è chiamata la sezione conservata del recinto del maniero della tenuta Kamensky, realizzata sotto forma di un muro della fortezza, quattro torri, così come gli edifici conservati del teatro e della chiesa di Michele Arcangelo. Il complesso architettonico è considerato l'attrazione principale della regione di Oryol. Negli anni '70 si tentò di ricostruire la fortezza (sul suo territorio fu addirittura aperto un museo), ma successivamente fu abbandonata per mancanza di fondi.

Fortezza Saburovskaya

Museo-Riserva Spasskoe-Lutovinovo

Spasskoye-Lutovinovo è la tenuta di famiglia della madre di I. S. Turgenev, situata a 70 km da Orel. Ivan Sergeevich trascorse qui tutta la sua infanzia e dopo il 1850 ereditò il nido di famiglia, cedendo il resto dei possedimenti a suo fratello. All'epoca in cui lo scrittore viveva nella tenuta, scrisse molte delle sue opere. I suoi ospiti erano I. S. Aksakov, A. A. Fet, L. N. Tolstoy.

Museo-Riserva Spasskoe-Lutovinovo