Le 25 migliori attrazioni di Taganrog, Russia

797
49 218

La storia di Taganrog è piena di eventi storici significativi. Riuscì a visitare l'insediamento greco, il porto italiano e la prima base della flotta russa. Inoltre, in città sono nati personaggi culturali famosi ed eccezionali: lo scrittore A.P. Cechov e l'attrice F.P. Ranevskaja. Molte attrazioni sono associate a queste persone straordinarie. Dal XVII secolo a Taganrog opera un grande porto commerciale.

Oggi Taganrog è più percepito come un centro industriale, anche se ha indubbiamente un potenziale turistico non sfruttato. Ci sono molti monumenti architettonici, musei con esposizioni preziose, monumenti storici, parchi e luoghi semplicemente pittoreschi e piacevoli per passeggiare.

Cosa vedere e dove andare a Taganrog?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

scale in pietra

La scala fu costruita a spese del mercante e filantropo G. F. Depaldo nel 1823. L'edificio è lungo 113 metri, largo fino a 7 metri ed è composto da più di 140 gradini e 13 piattaforme. Negli anni '70 dell'Ottocento furono piantati alberi lungo i bordi, negli anni '30, a seguito della ricostruzione, furono aggiunte statue in stile antico e alla base fu allestito un quadrato con fontane. L'ultimo restauro dell'attrazione è stato effettuato nel 2006.

Scale in pietra

Porto commerciale marittimo di Taganrog

Il porto sul Mar d'Azov, fondato da Pietro I come prima base navale dello stato. Dal XVIII al XIX secolo era diventato un importante porto marittimo attraverso il quale venivano scambiati grano, pellicce, ferro, lino, caviale e altri beni. La seconda nascita del porto è avvenuta negli anni '90, quando dopo una lunga pausa è stato ricostruito e aperto alle navi straniere.

Porto commerciale marittimo di Taganrog

Palazzo Alferaki

Un edificio in stile greco, riccamente decorato con stucchi decorativi in ​​stile barocco. L'edificio fu eretto a metà del XIX secolo per un ricco cittadino N. D. Alferaki secondo il progetto dell'architetto di San Pietroburgo A. I. Stackenschneider. Già alla fine del secolo, con l'assistenza di A.P. Cechov, fu organizzata sul suo territorio un'esposizione di storia locale, che continua a funzionare ancora oggi. Il museo presenta le più preziose collezioni archeologiche, reperti dell'XI-XIII secolo, nonché oggetti interni di proprietà nobiliari.

Palazzo Alferaki

Museo d'arte di Taganrog

La collezione è ospitata in un edificio storico costruito nel 1870, dove visse il sindaco nel XIX secolo. Il museo è stato fondato nel 1898 con la partecipazione di A.P. Cechov e I.E. Repin. Ad oggi i fondi contengono più di 7mila reperti, ma le piccole aree espositive non consentono di dimostrare nemmeno una piccola parte di una collezione così ricca. Tra i capolavori ci sono le opere di Aivazovsky, Surikov, Levitan, Repin, Korovin.

Museo d

Teatro drammatico intitolato ad A.P. Cechov

Il palcoscenico teatrale fu fondato nel 1827, nel 1866 si trasferì in un edificio eretto secondo il progetto di N.V. Trusov e K. Londeron. Nell'Ottocento il teatro ospitò anche una compagnia d'opera composta principalmente da attori italiani. Nel XX secolo l'istituzione ha continuato a svilupparsi nonostante gli eventi della seconda guerra mondiale. Oggi il teatro è un importante centro culturale della città e dell'intera regione.

Teatro drammatico intitolato ad A.P. Cechov

Museo dell'Urbanistica e della Vita

L'unico museo in Russia che rivela i temi dell'urbanistica e della vita quotidiana. La collezione è ospitata in un palazzo Art Nouveau del 1912. L'esposizione è stata fondata nel 1981. È dedicata al cambiamento nell'aspetto di Taganrog dalla sua fondazione. I reperti sono fotografie, disegni, dipinti e progetti, oltre a mobili e decorazioni.

Museo dell

Museo letterario di A.P. Cechov

Il museo si trova nell'edificio dell'ex palestra maschile, dove un tempo studiava Anton Pavlovich. L'edificio fu eretto alla maniera del classicismo russo secondo il progetto di F.K. Boffò. La data di fondazione del museo è considerata il 1935, anche se la maggior parte delle mostre del complesso sono state aperte negli anni '80. Le collezioni permanenti sono dedicate alla vita e all'opera di A.P. Cechov. Sul territorio si tengono regolarmente anche vernissage temporanei.

Museo letterario di A.P. Cechov

"La casa di Cechov"

Museo, che occupa una piccola ala, dove nacque A.P. Cechov. L'edificio fu costruito a metà del XIX secolo con mattoni di adobe sul territorio adiacente alla casa, che apparteneva al commerciante A.D. Gnutov (l'ala fu affittata). L'esposizione museale iniziò a funzionare negli anni '20, un paio d'anni dopo l'apertura della mostra, intorno all'edificio fu piantato un frutteto di ciliegie.

La casa di Cechov

"Negozio di Cechov"

Un altro posto di Cechov a Taganrog: il negozio si trova sul territorio di un edificio in mattoni degli anni Quaranta dell'Ottocento. In questo luogo il padre dello scrittore organizzava il commercio, poiché si trovava in un trafficato crocevia con un alto traffico di acquirenti. Al primo piano c'erano locali commerciali, stanze e una cucina con sala da pranzo, al secondo piano c'era la zona giorno principale in cui alloggiava la famiglia Cechov. Oggi nel negozio sono stati ricreati gli arredi originali.

Negozio di Cechov

Museo Faina Ranevskaja

L'apertura del museo nella casa in cui è nata e cresciuta una delle più importanti attrici russe del XX secolo è stata avviata nel 1987 da Innokenty Smoktunovsky. Ufficiosamente, l'esposizione è stata organizzata dal professor N.P. Zagray, che si è occupato della conservazione degli interni dell'appartamento della famiglia Feldman. Ha appeso un ritratto di Faina Ranevskaya vicino alla scalinata anteriore e ha posto una targa commemorativa sulla facciata. Il museo esiste ancora in questa forma.

Museo Faina Ranevskaja

Caffè Freken Bock

Art cafe, creato nel 2009 vicino alla casa di Faina Ranevskaya in un palazzo in mattoni del XIX secolo. Il concept principale dell'istituzione si basa sull'opera "The Kid and Carlson", le pareti sono decorate con fotografie dell'attrice. Sul territorio del caffè si tengono serate letterarie e mostre d'arte, oltre a spettacoli teatrali. Dal 2011 è una delle sedi del Festival del libro di Cechov.

Caffè Freken Bock

Museo di A. A. Durov

A. A. Durov è un rappresentante della dinastia circense russa, che, durante un tour negli anni '20, acquisì due tenute a Taganrog, dove si stabilì con tutti gli animali del suo stand. Nel 1987 in una delle case è stata aperta una mostra dedicata alla vita dell'artista. L'edificio stesso è un monumento architettonico dell'inizio del XX secolo, costruito in stile Art Nouveau. La raccolta contiene documenti, lettere, contratti e cose di A. A. Durov.

Museo di A. A. Durov

Museo di I. D. Vasilenko

I. D. Vasilenko è uno scrittore sovietico che ha vissuto un periodo significativo della sua vita a Taganrog. Nel 1988 è stato creato un museo commemorativo sul territorio della sua casa. L'esposizione è un'illustrazione della vita e del percorso creativo di Vasilenko, sottolineando l'importanza del suo contributo allo sviluppo della letteratura. Sarà interessante guardare l'ufficio in cui ha lavorato alle sue opere, così come gli effetti personali dello scrittore.

Museo di I. D. Vasilenko

Casa di Čajkovskij

Un palazzo in mattoni della fine del XIX secolo, dove Ippolit Tchaikovsky, fratello del famoso compositore, visse nel periodo 1883-94. Pyotr Ilyich ha visitato più volte la tenuta, come testimonia una targa commemorativa montata sul muro. Dopo la Rivoluzione, l'edificio ospitò alternativamente un ospedale, una biblioteca e una sala concerti. Negli anni '70 è stata organizzata una sala-museo separata. Opera come parte del complesso di concerti ed esposizioni.

Casa di Čajkovskij

Chiesa di San Nicola

Una chiesa ortodossa fondata nel XVIII secolo su richiesta del contrammiraglio F. A. Klokachev, comandante della Flottiglia Azov. Il tempio fu costruito dai marinai, che in futuro ne divennero i principali parrocchiani. Una parte dell'edificio era in legno, l'altra in pietra. Tutte le strutture in legno furono distrutte durante la seconda guerra mondiale e nel 1957 furono fatti saltare i livelli superiori del campanile. L'edificio è stato restaurato negli anni '90.

Chiesa di San Nicola

Cella di San Paolo di Taganrog

San Paolo di Taganrog è una persona venerata nella tradizione ortodossa. Si ritiene che come dono di Dio abbia ricevuto la capacità di guarire le persone. Il beato è nato nella provincia di Chernigov, ma le vie del Signore lo hanno portato a Taganrog. La casa in Turgenevsky Lane, dove l'anziano trascorse i suoi ultimi anni di vita, è ora chiamata la cella di San Pavel Taganrog. Oggi questa modesta capanna è un popolare luogo di pellegrinaggio.

Cella di San Paolo di Taganrog

Monumento a Pietro I

Il monumento in onore del primo imperatore russo fu eretto nel 1903. Rappresenta la figura di Pietro in abiti da cerimonia con il famoso tricorno in testa, montato su un piedistallo di granito. La composizione si trova al centro di un'aiuola. Il progetto della scultura è stato creato dal maestro di San Pietroburgo M. M. Antokolsky, la statua è stata fusa a Parigi. Il monumento si trova all'ingresso di Piazza Komsomolsky.

Monumento a Pietro I

Monumento ad Alessandro I

Il monumento fu eretto nel 1831. La scultura originale rappresentava un imperatore vestito con un'uniforme da generale, che calpestava un serpente con il piede. Il monumento non aveva alcuna possibilità di sopravvivere in epoca sovietica: dapprima fu smantellato, poi fu versato e il metallo fu utilizzato per esigenze di produzione. Il monumento è stato restaurato nel 1998 a spese della Russian Credit Bank, rimuovendo alcuni dettagli dell'immagine originale: un serpente e amorini.

Monumento ad Alessandro I

Monumento ad A.P. Cechov

Il monumento in onore dello scrittore adornava le strade della città nel 1960. È stato realizzato dallo scultore I. M. Rukavishnikov. Insieme al piedistallo, la statua raggiunge un'altezza di 6 metri. L'idea di perpetuare l'immagine di A.P. Cechov è venuta alle autorità sotto lo zar, ma l'idea non è mai stata attuata, e quindi, sullo sfondo del cambio di potere, delle guerre e della costruzione del comunismo, non è stata affatto all'altezza Esso.

Monumento ad A.P. Cechov

Meridiana

La meridiana fu installata nel 1833 su una delle strade della città. Sono una struttura su un piedistallo di pietra. L'elemento principale del cronometro è un'asta metallica, la cui ombra indica l'ora a seconda della posizione del luminare. L'orologio Taganrog è il più antico meccanismo di questo tipo in Russia. La sua ultima ristrutturazione è avvenuta nel 2007.

Meridiana

Parco della cultura e del tempo libero intitolato a Gorky

Un parco cittadino con una storia di 200 anni, fondato all'inizio del XIX secolo come Giardino della Farmacia. Sul suo territorio, oltre alle piante officinali, venivano impiantati vigneti, colture da frutto e ornamentali. Nel 1909 le piantagioni furono completamente abbattute, creando di fatto un nuovo giardino. In epoca sovietica, la zona verde è stata più volte insignita del titolo di miglior parco di cultura e ricreazione.

Parco della cultura e del tempo libero intitolato a Gorky

Argine di Pushkinskaya

L'argine della città è una sezione paesaggistica della costa del Mar d'Azov. Sui piani della città esiste dal 1808, ma i lavori sistematici per la sua costruzione iniziarono quasi 30 anni dopo. A metà del XX secolo è stata effettuata un'importante ricostruzione, a seguito della quale sono stati asfaltati i marciapiedi, ridisegnato il viale e sono state collocate lanterne e panchine per la sosta. Alla vigilia del 300 ° anniversario di Taganrog, l'argine è stato nuovamente ricostruito.

Argine Pushkinskaya

parco sul mare

Parco cittadino, formatosi negli anni '60 sul sito di una cava di fabbrica di mattoni abbandonata. È stato creato dai lavoratori delle imprese urbane. Dopo 10 anni, sul territorio sono cresciuti circa 3mila alberi e diverse migliaia di arbusti. Il parco era orgoglioso della sua collezione di rose e altri fiori decorativi. La zona si trova in riva al mare, una scalinata in pietra conduce alla spiaggia attrezzata, molto comoda per i visitatori.

Parco sul mare

Fortezza di Pavlovsk

Una struttura difensiva dell'inizio del XVIII secolo, che è un esempio di costruzione di ingegneria militare. La rocca era una struttura rettangolare, circondata da un bastione di terra fortificato, concepita per ospitare una guarnigione di 500 soldati. L'edificio è stato parzialmente distrutto in virtù del trattato di pace di Prut. Oggi i turisti possono vedere i resti del forte, situato vicino al villaggio di Gaevka.

Fortezza di Pavlovsk

Memoriale della gloria sulle alture di Sambek

Complesso commemorativo dedicato ai combattenti della 130a e 416a divisione fucilieri, noti anche come "Taganrog". Nel 1943, queste unità fermarono l'avanzata nemica sulle alture di Sambek. Il monumento è realizzato sotto forma di pareti su cui sono scolpite figure di soldati. È installato su un'ampia piattaforma, dove conduce il vicolo posato con lastre. La fiamma eterna fa parte dell'insieme architettonico.

Memoriale della gloria sulle alture di Sambek