Le 20 migliori attrazioni di Pskov, Russia

928
53 839

Pskov è una città unica con una ricca storia. Il numero di monumenti architettonici per metro quadrato lo colloca chiaramente in uno dei primi posti tra le destinazioni turistiche della Russia. Fino al XVI secolo era il centro della libera Repubblica di Pskov, una formazione statale indipendente, dove esisteva una forma di democrazia feudale medievale.

Prima di tutto, Pskov si distingue per il fatto che qui sono stati conservati molti edifici religiosi e civili dei secoli XII-XVI, che non furono danneggiati durante il giogo tataro-mongolo. Le città situate a sud hanno sentito pienamente il suo potere distruttivo, ma Pskov è riuscita a preservare parzialmente il suo patrimonio storico. Pertanto, oggi i turisti possono ammirare le mura dell'antica fortezza e le antiche cattedrali.

Cosa vedere e dove andare a Pskov?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Pskov Crom

Il Cremlino di Pskov è un edificio inimitabile. La sua differenza dalle fortezze di Tver, Mosca, Smolensk e altre città russe è che non è stata influenzata dall'architettura italiana. La fortificazione fu costruita in uno stile brutale e solido, tipico della libera Repubblica di Pskov dei secoli XIV-XVI. In passato, Krom proteggeva in modo affidabile la città dai nemici. Un tempo era una delle più grandi fortezze d'Europa.

Pskov Crom

Argini dei fiumi Pskov e Velikaya

L'antico insediamento ha avuto origine nel luogo in cui si fondono i fiumi Pskov e Velikaya. Oggi c'è il centro storico della città con argini ben curati e vicoli pedonali. L'indistruttibile roccaforte di Pskov Krom si estende lungo il Velikaya. Pskov inizia vicino a una delle torri dei Reticoli Inferiori, puoi accedervi attraverso un foro ad arco in un potente muro di pietra.

Argini dei fiumi Pskov e Velikaya

Città di Dovmontov

Un edificio difensivo in pietra del XIII secolo, eretto sotto il principe Dovmont per rafforzare ulteriormente il Cremlino di Pskov. Si ritiene che nel IX secolo esistessero insediamenti di artigiani. Le rovine sono sopravvissute fino ad oggi: i resti delle fondamenta di muri e templi, che furono demoliti e coperti nel XVIII secolo perché non necessari, come altri edifici antichi. Il territorio della città di Dovmontov giunse alla sua desolazione finale nel XIX secolo.

Città di Dovmontov

Cattedrale della Trinità

Chiesa ortodossa del XVII secolo, costruita nello stile dell'architettura di Mosca. La prima cattedrale in questo sito fu eretta nel X secolo per volontà della principessa Olga. L'edificio era in legno, rimase in piedi per quasi 200 anni finché non morì in un incendio. La seconda chiesa fu costruita nel 1188, ma nel 1363 crollò. Nel tempio sono conservate le reliquie dei principi Dovmont-Timofei e Vsevolod-Gabriel.

Cattedrale della Trinità

Torri della fortezza di Pskov

La data esatta di fondazione della fortezza di Pskov è sconosciuta. Questo edificio è menzionato nell'antico Racconto degli anni passati. Torri in pietra per rafforzare le funzioni difensive iniziarono ad essere erette solo nel XV secolo. Una volta ce n'erano 40, tutt'altro che sopravvissuti fino ad oggi. Tra gli edifici ben conservati ci sono Vlasievskaya, Rybnitskaya, Sredny, Vysoka, Ploskaya, Kutekroma e molti altri.

Torri della fortezza di Pskov

Camere Pogankin

Edificio residenziale e industriale del XVII secolo, costruito per ordine del mercante S.I. Pogankin, che a quel tempo era uno dei mercanti più ricchi della città. Oggi il complesso fa parte del Museo-Riserva Storico, Artistico e Architettonico di Pskov. Ospita diverse interessanti esposizioni, tra cui una raccolta di dipinti dei secoli XIV-XVII e una ricca raccolta di argenti.

Camere Pogankin

Camere d'ordine

Edificio amministrativo del XVII secolo, l'unico edificio di questo tipo sopravvissuto fino ad oggi. Le camere sono un potente edificio in pietra con pareti spesse oltre 2 metri e un tetto a padiglione in metallo. Fino al 1692, al loro posto c'era una capanna di legno Prikaznaya, dove si trovavano i "tavoli" locali, di scarico, dell'ambasciata, del tribunale e del denaro. Oggi le camere ospitano il centro culturale della città.

Camere d

Camere dei Menshikov

Edificio residenziale in pietra a tre piani, costruito per il commerciante Semyon Menshikov nel XVII secolo. Inizialmente era a cinque piani (due livelli di legno erano in cima). All'inizio del XVIII secolo, a seguito di un incendio, quasi l'intero edificio andò a fuoco, la muratura delle pareti fu danneggiata, dopodiché i Menshikov vendettero la casa e non vi abitarono più. Oggi, le camere completamente restaurate ospitano il Museo Gonchar di Pskov e altre esposizioni.

Camere dei Menshikov

Chiese e templi di Pskov

Gli edifici religiosi di Pskov sono una parte importante del patrimonio architettonico della città e dell'intero paese. Sono conservate chiese dei secoli XII-XV, il che è una rarità per la Russia, poiché la maggior parte degli edifici antichi non è sopravvissuta all'invasione dei tatari-mongoli. Tra i famosi templi ci sono le cattedrali dell'Annunciazione e della Trinità, le chiese di San Nicola di Usokhi, Pietro e Paolo di Buy, Vasily su Gorka, Michele Arcangelo di Gorodets.

Chiese e templi di Pskov

Monastero di Mirož

Monastero maschile del XII secolo con affreschi ben conservati (e l'unico in Russia) del periodo pre-mongolo. Nel Medioevo il monastero era il centro culturale di Pskov. Sotto di lui funzionava una biblioteca con uno staff di scrivani e un laboratorio di pittura di icone. Il complesso è stato ripetutamente attaccato ed è stato vittima di calamità naturali

Monastero di Mirož

Monastero di Snetgorsk

Il monastero femminile del XIII secolo, uno dei più antichi della terra di Pskov (in origine il monastero era maschile). L'architettura del complesso è una miscela di stili tradizionali russi di epoche diverse. Per un'esistenza così lunga, ha visto molti eventi: distruzione, trasformazione, fioritura, declino e ancora rinascita. Nel 1472 soggiornò qui la Granduchessa di Mosca Sophia Paleolog.

Monastero di Snetgorsk

Monumento "Battaglia del ghiaccio"

In ricordo degli eventi storici del 1242, quando gli ordini cristiani occidentali fecero un altro tentativo di impadronirsi delle ricche terre di Novgorod e Pskov, già nel XX secolo fu eretto un monumento sul monte Sokolikha. Il monumento è stato eretto nel 1993, programmato per coincidere con la sua apertura al 1090° anniversario di Pskov. Consiste di figure di Alexander Nevsky a cavallo, un boiardo con un mantello cerimoniale e cavalieri a piedi, congelati in piena prontezza al combattimento.

Monumento Battaglia del ghiaccio

Monumento alla sesta compagnia

Il monumento è stato eretto nel 2002 nel villaggio di Cheryokha in memoria dell'impresa dei soldati della 6a compagnia aviotrasportata. Durante la seconda guerra cecena, hanno ritardato la ritirata dei militanti nella gola dell'Argun a costo della propria vita. Il monumento è stato creato dallo scultore di Pskov A. Tsarik. Si tratta di un grande paracadute, che poggia su un piedistallo raffigurante la vetta di una montagna.

Monumento alla sesta compagnia

Museo Kaverin "Due Capitani"

Il museo prende il nome dal romanzo omonimo. L'iniziatore della creazione è stata la biblioteca regionale per bambini. L'esposizione è dedicata alle spedizioni e ai pionieri. Interesserà tutti coloro che sono interessati a viaggi in mare, avventure e scoperte. Parte della collezione copre il lavoro dello scrittore V. A. Kaverin, così come la storia della creazione del suo famoso romanzo "Due capitani". Di fronte all'ingresso del museo c'è un monumento a Sanya Grigoriev e Ivan Tatarinov, i protagonisti dell'opera.

Museo Kaverin Due Capitani

Cortile del fabbro di Pskov

Un monumento di architettura civile del XVII secolo, che è sopravvissuto quasi del tutto immutato fino ai giorni nostri. È anche conosciuta come la casa di Ksiondza. Le parti in legno dell'edificio furono bruciate durante un incendio nel 1944, ma le strutture in pietra sopravvissero. Dopo il restauro, sul territorio della casa sono stati aperti un museo e un'officina di un fabbro, dove vengono dimostrati i prodotti dei maestri di Pskov.

Cortile del fabbro di Pskov

Museo "Fattoria del miele"

Museo dell'apicoltura, che si trova nel quartiere Pechora, a circa 40 km. di Pskov. È stata fondata dall'apicoltore G. V. Glazov nel 2002. L'esposizione è una raccolta di oggetti della vita contadina dei secoli XIX-XX, che comprende piatti, elementi dell'interno della capanna, strumenti, artigianato, nonché dispositivi per la raccolta e conservazione del miele: arnie biostatore, favi, cavità.

Museo Fattoria del miele

Museo dei ferrovieri di Pskov

Il museo si trova in un edificio di fronte alla stazione ferroviaria della città. La sua esposizione consiste in oggetti che raccontano la storia dell'emergere e dello sviluppo dell'attività ferroviaria a Pskov. La collezione è ospitata in tre sale. I visitatori possono vedere interessanti reperti rari: strumenti di riparazione del XIX secolo, manichini di vecchi biglietti, lanterne a candela, nonché conoscere le peculiarità della posa di binari in diversi paesi.

Museo dei ferrovieri di Pskov

Teatro drammatico di Pskov. COME. Pushkin

La costruzione del palcoscenico iniziò nel 1899 in onore del centenario della nascita di A. S. Pushkin. I fondi sono stati raccolti grazie alle donazioni dei cittadini. Fino agli anni '20, il teatro non aveva una compagnia permanente, quindi gli attori cambiavano di stagione in stagione. Il primo edificio fu distrutto durante la seconda guerra mondiale, ma già nel 1946 fu restaurato e ripresero gli spettacoli teatrali. Nel periodo 2012-14 ha subito un ampio restauro.

Teatro drammatico di Pskov. COME. Pushkin

Cappella Olginskaya e piattaforma di osservazione

Una piccola chiesa ortodossa costruita a cavallo tra il XX e il XXI secolo sulle rive del fiume Velikaya. Qui c'era una cappella, chiusa negli anni '20 e demolita negli anni '60. L'edificio è realizzato nel tradizionale stile architettonico russo, tipico delle chiese del periodo della Repubblica di Pskov. Il tempio si trova al centro di un comodo ponte di osservazione dal quale si può ammirare il fiume e la sponda opposta.

Cappella Olginskaya e piattaforma di osservazione

Museo-Riserva Mikhailovskoye

Il complesso memoriale e un vasto parco, situato a 115 km. di Pskov. La riserva è nota per il fatto che sul suo territorio si trovano la tomba di A. S. Pushkin e il Monastero della Santa Dormizione di Svyatogorsk con il cimitero degli Annibali-Pushkin. Ci sono anche diverse tenute con parchi, tenute di parenti e amici del poeta, musei, resti di antichi insediamenti, pittoreschi prati naturali e laghi.

Museo-Riserva Mikhailovskoye