Top 20 — attrazioni di Novorossijsk, Russia

1 390
54 978

Novorossiysk è il più grande porto commerciale nel sud del nostro paese, nonché un buon resort dove è possibile combinare una tradizionale vacanza al mare con escursioni interessanti ed educative. Rispetto ad altre parti della costa del Mar Nero (Greater Sochi, Anapa, Gelendzhik), la città è in qualche modo privata dell'attenzione dei viaggiatori, ma nonostante ciò ha un potente potenziale.

A Novorossijsk ci sono molti monumenti commemorativi dedicati agli eventi della Grande Guerra Patriottica, poiché fu qui che si svolsero le principali ostilità nel Caucaso occidentale. Pertanto, il turismo turistico è ben sviluppato in città. Ci sono molte attrazioni naturali nelle vicinanze: quali sono il famoso lago Abrau e il Sudzhuk Spit.

Cosa vedere e dove andare a Novorossiysk?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Argine dell'ammiraglio Serebryakov

Una passeggiata ben tenuta che si estende per 2 km lungo la baia di Tsemess. All'ingresso del suo territorio c'è un monumento in onore dei fondatori della città (uno di loro è l'ammiraglio L. M. Serebryakov). C'è anche una stazione marittima, un cinema, un parco acquatico e il Centro Culturale Marittimo. L'argine offre un suggestivo panorama della baia, che si può ammirare durante una piacevole passeggiata.

Argine dell

Incrociatore "Mikhail Kutuzov"

Nave da guerra della Marina dismessa costruita negli anni '50. Tutti i suoi impianti sono perfettamente funzionanti. Al giorno d'oggi, a bordo è ospitata un'esposizione museale e vengono organizzate regolarmente escursioni organizzate per i turisti. Accanto all'incrociatore sull'argine c'è un monumento alla moglie di un marinaio con un bambino in braccio, dedicato a tutte le donne che aspettano i loro mariti dai viaggi.

Incrociatore Mikhail Kutuzov

Porto marittimo di Novorossijsk

Il porto principale del territorio di Krasnodar e uno dei più grandi del Mar Nero. Il suo molo è lungo 8,3 km. La storia del porto commerciale iniziò nel 1838 con la fondazione di Novorossiysk. Il suo territorio è suddiviso in diverse aree: militare, passeggeri, petrolifere e tre merci. Ogni anno arrivano qui migliaia di navi: navi da carico secco, petroliere, portacontainer, portarinfuse, navi ro-ro. Nel tempo, il loro numero cresce solo.

Porto marittimo di Novorossijsk

Ensemble-memoriale "Malaya Zemlya"

Il memoriale è dedicato agli eventi della Grande Guerra Patriottica. È installato nel luogo in cui le truppe sovietiche tenevano la difesa di Novorossijsk nel 1943. La struttura è realizzata a forma di prua di una nave da guerra alta 22 metri, nella parte superiore ci sono figure di soldati della compagnia d'assalto anfibio. All'interno c'è un museo con 30 bassorilievi - ritratti degli eroi dell'Unione Sovietica, che hanno combattuto disinteressatamente per la città. Il monumento è coronato dalla scultura "Cuore".

Ensemble-memoriale Malaya Zemlya

Memoriale "Linea di difesa"

Il complesso commemorativo è costituito da una struttura in ferro: un telaio arrugginito di un vagone merci tedesco, un supporto in granito, da cui sporgono quattro bracci con mitragliatrici e un piedistallo separato con targhe commemorative. La composizione è dedicata agli eroi delle guerre civili e della grande guerra patriottica. È stato istituito nel 1978. Il monumento è eretto sulla sponda orientale della baia di Tsemess.

Memoriale Linea di difesa

Complesso commemorativo "Death Valley"

Un altro complesso commemorativo dedicato alla difesa di Novorossiysk nel 1943. Fu creato nel 1974 da architetti locali. La composizione è composta da diverse parti, tra cui "Cutting Edge", "Explosion", "Stone Calendar", "Well of Life", "Demonstration Map-Scheme". "Posto di comando dell'8a brigata di fucilieri", "Posto di comando del 107o battaglione di fucilieri".

Complesso commemorativo Death Valley

Cattedrale della Santa Dormizione

Il tempio fu costruito all'inizio del XX secolo

Cattedrale della Santa Dormizione

Riserva-museo storico di Novorossiysk

Il museo è apparso nel 1916 grazie all'iniziativa del vice governatore L. A. Senko-Popovsky. Inizialmente la sua manutenzione è stata effettuata a spese delle donazioni volontarie delle persone interessate. Con l'avvento del potere sovietico, ha ricevuto lo status di storia locale. Durante la seconda guerra mondiale quasi l'intera esposizione andò perduta e saccheggiata, una piccola parte della collezione fu portata a Tbilisi. Ma già nel 1944 il museo riaprì ai visitatori.

Riserva-museo storico di Novorossiysk

Planetario loro. Yu. A.Gagarin

Il planetario di Novorossiysk è stato aperto nel 1961 un paio di mesi dopo Yu. Il volo nello spazio di A. Gagarin. Così, la città ha voluto partecipare a questo grande evento. E sebbene il teatro spaziale sia piuttosto vecchio e possa ospitare solo poche dozzine di persone, è un'attrazione popolare. Il planetario ha un museo, che interesserà tutti gli amanti dell'astronomia.

Planetario loro. Yu. A.Gagarin

Museo dell'industria del cemento

L'unica esposizione in Russia dedicata all'emergere e allo sviluppo dell'industria del cemento nel paese. Qui puoi conoscere la storia dell'industria dalle primissime fabbriche del XIX secolo alle imprese moderne del nostro tempo. La collezione è ospitata in sette sale tematiche, inoltre il museo ha una filiale: l'appartamento commemorativo dello scrittore F.V. Gladkov, la cui vita era collegata a Novoroscement.

Museo dell

Rovine del Palazzo della Cultura dei lavoratori del cemento

La costruzione fu costruita prima della Grande Guerra Patriottica, ma non fu mai destinata a iniziare i lavori (l'apertura era prevista solo per il 22 giugno 1941), poiché iniziarono i combattimenti. Durante i combattimenti, l'edificio fu completamente distrutto. Si decise di non restaurarlo, ma di lasciarlo in memoria come ricordo ai posteri. Un carro armato T-34 si trova su un piedistallo vicino al palazzo, accanto ad esso c'è una fossa comune.

Rovine del Palazzo della Cultura dei lavoratori del cemento

Monumento ai fondatori di Novorossijsk

L'ammiraglio L. M. Serebryakov, il vice ammiraglio M. P. Lazarev e il tenente generale N. N. Raevsky sono considerati i fondatori della città. Un monumento in loro onore adorna l'argine centrale della città. Il monumento è costituito da tre figure in bronzo in piedi su un piedistallo in granito di 4 metri. Le lastre contengono iscrizioni con date chiave della storia di Novorossiysk. Da lontano, la scultura sembra piuttosto grande.

Monumento ai fondatori di Novorossijsk

Fontana-monumento "Dare acqua"

La scultura si trova sull'argine. È realizzato sotto forma di una figura di donna. Il primo monumento in questo sito è stato creato in epoca sovietica, ma negli anni '90 è stato smantellato e la fontana è stata coperta. Nel 2006 è stato eretto un nuovo monumento. È dedicato agli eventi degli anni '70, quando iniziarono a costruire un oleodotto a Novorossiysk, fornendo acqua potabile dal Kuban. Prima di questo, la città non aveva fonti proprie.

Fontana-monumento Dare acqua

Scultura "Delfino e Sirena"

"Delfino e sirena" - il nome non ufficiale della statua, infatti, porta il nome "Ragazza su un delfino". Un elegante monumento adornava l'argine della città nel 2007. Subito dopo l'installazione, è emersa la convinzione che se si strofina la schiena di un animale, l'intero anno successivo sarà felice e di successo. La composizione è realizzata in metallo e montata su un piedistallo in pietra irregolare.

Scultura Delfino e Sirena

Monumento "Esodo"

Il monumento è dedicato a coloro che sono morti nella guerra civile. È stato inventato dallo scultore A. Suvorov, l'autore del monumento ai fondatori di Novorossiysk. La composizione rappresenta la figura di un ufficiale dell'Armata Bianca che tira per le redini il suo cavallo da guerra. Fu eretto in memoria dell'esodo delle truppe cosacche e di parti del movimento bianco sotto l'assalto dell'Armata Rossa. La scultura ricorda alla gente i tragici eventi che seguirono la Rivoluzione d'Ottobre del 1917.

Monumento Esodo

Boschetto di Tsemesskaya

Un'attrazione naturale situata nel nord-est della città. Le piantagioni verdi di frassino, acero e pioppo coprono un'area di 150 ettari. Il boschetto è considerato il "polmone della città" ed è un luogo popolare per passeggiare. Qui vivono insetti rari elencati nel Libro rosso: farfalla polissena, cervo volante, stafilina odorosa, gigantesco coleottero caucasico e altre specie.

Boschetto di Tsemesskaya

Sputo e laguna di Sudzhuk

Lo spiedo si trova all'inizio della baia di Tsemess. È costituito da due strette strisce di terra, tra le quali si trova una laguna, ed è separato dal Mar Nero da un piccolo argine di limo, ciottoli e sabbia. In inverno, lo spiedo è un rifugio per gli uccelli acquatici, compresi i cigni. A causa del costante aumento del livello di sale nell'acqua, l'ecosistema unico della zona è minacciato di estinzione.

Sputo e laguna di Sudzhuk

spiaggia di Alessino

Sebbene Novorossijsk non sia considerata una città turistica in senso pieno, residenti e turisti si divertono a rilassarsi sulle spiagge locali. Uno di questi, Aleksino, è considerato il migliore, poiché è abbastanza lontano dal centro e dispone di tutte le infrastrutture necessarie: aree ricreative, parcheggi, bar, spogliatoi, servizi igienici. Ha tutto l'intrattenimento tradizionale, dal trampolino alle giostre acquatiche.

Spiaggia di Alessino

Lago Abraù

Grande lago d'acqua dolce a circa 14 km. di Novorossijsk. Sulle sue rive ci sono insediamenti che formano l'area ricreativa Abrau-Dyurso. Questo è un angolo pittoresco con una natura magnifica, splendidi argini, spiagge ben curate e hotel accoglienti. Uno dei luoghi più visitati dai turisti è la fabbrica e la sala degustazione di champagne e spumanti.

Lago Abraù

Ponte di osservazione "Sette venti"

Il sito si trova sul Passo Andreevsky. Da qui si può godere di una vista mozzafiato sulla città, sul mare, sulle montagne e sui pittoreschi paesaggi circostanti. In precedenza, c'era un ristorante con lo stesso nome, associato a storie spaventose sul fantasma di una ragazza presumibilmente uccisa da un fidanzato rifiutato proprio al suo stesso matrimonio. Alcuni residenti dicono di aver "visto" il suo fantasma al passo.

Ponte di osservazione Sette venti