Le 20 migliori attrazioni di Cheboksary, Russia

682
29 771

In tutta la regione del Volga non si trova un popolo così amichevole e ospitale come il Chuvash. Tutti quelli che sono venuti a Cheboksary almeno una volta provano sentimenti molto calorosi per questa città. Soprattutto se il viaggio è caduto in un caldo autunno dorato, quando le foreste sono vestite con un abito infuocato e il colore del fogliame sembra ancora più luminoso sullo sfondo della superficie dell'acqua del possente Volga.

Cheboksary è famoso per il fatto che Vasily Chapaev è nato qui. Molte attrazioni sono associate al nome di questo eroe della guerra civile. Un altro fatto ben noto è che oltre l'80% di tutto il luppolo russo cresce in Chuvashia, quindi la città non poteva fare a meno del museo della birra originale. E nella capitale della repubblica ci sono tanti musei, teatri e piazze verdi.

Cosa vedere e dove andare a Cheboksary?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Monumento Madre

Il monumento sorge nella piazza centrale su una collina, dominando tutti gli edifici circostanti. È stato installato nel 2003 su iniziativa del capo della Chuvashia, N. V. Fedorov. La scultura incarna l'immagine di una madre che benedice e protegge i suoi figli. Insieme a un imponente piedistallo, raggiunge un'altezza di 46 metri. Il monumento è considerato un simbolo di Cheboksary e dell'intera Repubblica Chuvash.

Monumento Madre

Baia di Cheboksary

Una baia artificiale nel centro storico della città, creata alla confluenza del fiume Cheboksarka nel Volga. Grazie alla sua posizione favorevole, nel tempo si è trasformato in un'area culturale e ricreativa dove i residenti locali amano trascorrere il tempo. Durante le vacanze, sugli argini si svolgono vari eventi. Nei fine settimana la gente viene qui per passeggiare, andare in barca e cenare nei ristoranti.

Baia di Cheboksary

Kuptsa Efremov Boulevard

Vicolo pedonale, che svolge le funzioni del locale "Arbat". È un'accogliente zona pedonale lungo la quale si trovano caffè, negozi situati in edifici storici del XIX secolo e tende souvenir. C'è anche un museo e un teatro drammatico sul viale. La strada è decorata con monumenti, aiuole ed elementi decorativi del design del paesaggio. Al centro c'è una composizione scultorea fatta di massi degli Urali.

Kuptsa Efremov Boulevard

Porto fluviale

Il porto cittadino esiste dal 1917. Oltre al trasporto merci, è impegnato nel trasporto passeggeri e fornisce servizi turistici: gite in barca lungo le rive del Volga. Nel porto possono attraccare contemporaneamente fino a 15 navi. Qui puoi noleggiare una nave, organizzare una vacanza a bordo o fare una crociera completa nelle città più vicine: Novocheboksarsk, Mariinsky Posad, Sviyazhsk.

Porto fluviale

Museo Nazionale Ciuvascia

Il museo è stato fondato nel 1921. Oggi è il più grande centro culturale ed educativo della Chuvashia e un deposito della cultura spirituale e materiale dei popoli che hanno abitato il territorio della repubblica fin dall'antichità. Le collezioni coprono il periodo dall'età della pietra ai giorni nostri. Tra i reperti ci sono monumenti delle culture archeologiche Balanovskaya e Abashevskaya, campioni di scrittura runica dei secoli XVII-XVIII e prodotti dell'artigianato nazionale.

Museo Nazionale Ciuvascia

Museo d'Arte Ciuvascia

Una collezione di opere d'arte russa e straniera dei secoli passati, artisti ciuvasci moderni dei secoli XX-XXI, oggetti d'arte popolare di vari gruppi etnici. Il museo ha tre mostre permanenti. Molto spesso qui vengono organizzate mostre temporanee, dove vengono esposti reperti provenienti dai ricchi fondi del museo, che contano più di 20mila oggetti.

Museo d

Museo della birra

Si scopre che a Cheboksary viene prodotta birra eccellente, la qualità non è inferiore a marchi noti. Inoltre, la maggior parte del luppolo in Russia viene coltivata nella Repubblica Chuvash. La città ha persino un vero e proprio museo dedicato alla storia della bevanda schiumosa e alla sua tecnologia di produzione. L'esposizione non solo racconta di varietà e produttori locali, ma copre aspetti interessanti dell'esperienza mondiale della birra. Naturalmente, il culmine del tour è la degustazione.

Museo della birra

Museo di storia del trattore

Come si può intuire dal nome, l'esposizione del museo è costituita da macchine agricole. Qui puoi vedere rari esempi di trattori provenienti da diversi paesi, oltre a una collezione di 600 modelli in scala. In totale, i fondi immagazzinano più di 5mila reperti. I visitatori possono visitare diverse mostre tematiche dedicate alla storia della tecnologia agricola, ai suoi vari tipi, nonché agli sviluppi dell'ingegneria avanzata.

Museo di storia del trattore

Museo di V. I. Chapaev

V. I. Chapaev è originario di Cheboksary (o meglio, del villaggio di Budaika, che da tempo è entrato nei confini della città). Un intero complesso è dedicato alla personalità del comandante della divisione durante la Guerra Civile, che comprende un museo, un monumento, una casa commemorativa - una copia della capanna contadina della famiglia Chapaev, una piazza e un gruppo scultoreo di bassorilievi raffigurante i compagni d'armi del soldato. L'intero complesso museale è stato eretto negli anni '70 e '80.

Museo di V. I. Chapaev

Teatro drammatico russo

La compagnia teatrale si è formata a Cheboksary nel 1918. Nei primi anni ha tenuto spettacoli nell'ex tenuta del mercante Efremov. Successivamente, per lei fu costruito un edificio separato. Oggi il palcoscenico è ospitato in una struttura degli anni '50, costruita in stile classico con un tocco di praticità sovietica. Nell'aspetto della facciata ci sono molti ornamenti nazionali Chuvash.

Teatro drammatico russo

Teatro drammatico intitolato a K. V. Ivanov

La scena è stata fondata a Kazan nel 1918, dopo 2 anni si è trasferita a Cheboksary. Il repertorio era basato su opere classiche russe eseguite in lingua ciuvascia, nonché su opere di autori nazionali. Il teatro si trova in un edificio classico degli anni '60, classificato come monumento architettonico. La ricostruzione capitale dell'edificio è stata effettuata negli anni 2000.

Teatro drammatico intitolato a K. V. Ivanov

Teatro dell'Opera e del Balletto del Chuvash

Cheboksary ha acquisito il proprio palcoscenico operistico nel 1960. Fin dall'inizio, il repertorio comprendeva non solo opere classiche famose, ma anche produzioni di autori ciuvascia, che erano ancora più popolari. Il programma moderno comprende opere, operette, balletti e spettacoli musicali per bambini. Dagli anni '90 il teatro ha ospitato due festival internazionali.

Teatro dell

Monastero della Santissima Trinità

Il monastero fu fondato nel XVI secolo per decreto di Ivan il Terribile e abolito nel 1924. Durante il periodo dei guai, il monastero fu devastato, ma dopo pochi anni fu ripreso e iniziò a fiorire. Nel XVIII secolo la comunità fu privata di tutti i beni con decreto imperiale, ma in seguito Paolo I restituì al monastero parte dei beni perduti. Nel 1946 il complesso architettonico del monastero fu riconosciuto monumento e posto sotto tutela statale. Attualmente è attivo.

Monastero della Santissima Trinità

Cattedrale di Vvedenskij

Il tempio di pietra fu eretto a metà del XVII secolo secondo le tradizioni dell'architettura di Mosca sul sito di una chiesa di legno, fondata sotto Ivan il Terribile. Nonostante tutti i restauri e le riparazioni, l'edificio ha conservato quasi completamente il suo aspetto storico. All'interno vi sono pregevoli affreschi e un'iconostasi. In epoca sovietica, la cattedrale fu chiusa per un breve periodo. In generale, è riuscito a evitare la rovina e la distruzione.

Cattedrale di Vvedenskij

Chiesa dell'Assunzione della Beata Vergine Maria

L'edificio si trova sulle rive della baia di Cheboksary, le sue pareti bianche e la cupola blu adornano il paesaggio circostante. Il tempio fu eretto nel XVIII secolo in stile barocco provinciale russo con i soldi di un mercante di Mosca. Tutti gli edifici del complesso, ad eccezione dell'edificio principale e del campanile, furono demoliti negli anni '30. Dopo la costruzione della centrale idroelettrica di Cheboksary, il campanile è stato allagato. In epoca post-sovietica, il tempio fu restaurato e restaurato.

Chiesa dell

Parco commemorativo "Vittoria"

Il parco si trova su una collina che sovrasta l'intera città, è perfettamente visibile dalle rive della baia di Cheboksary. Il primo monumento alla gloria militare è stato eretto qui nel 1980 (figure di una madre con uno stendardo tra le mani e un soldato inginocchiato davanti a lei). Ai piedi della collina, la Fiamma Eterna fu posta su un piedistallo di granito. Successivamente iniziarono ad apparire altri monumenti dedicati a coloro che morirono nelle guerre cecene e in Afghanistan e coloro che subirono durante la liquidazione delle conseguenze dell'incidente alla centrale nucleare di Chernobyl. Negli anni 2000 sono state costruite una fontana e il Vicolo degli Eroi.

Parco commemorativo Vittoria

Piazza intitolata a V. I. Chapaev

La piazza con una superficie di 6 ettari si trova sul territorio dell'ex villaggio di Budaevka, luogo di nascita di Chapaev. Fino al 1960 qui si trovavano campi agricoli collettivi. Nell'ambito della creazione della zona verde, sono stati piantati circa 500 alberi, sono stati asfaltati i sentieri, sono state installate panchine, sono stati piantati prati fioriti e sono state costruite fontane. Il parco ospita il Museo. V. I. Chapaev e un monumento in suo onore. Il monumento raffigura un comandante a cavallo con una sciabola sollevata, esattamente come sono abituati a vederlo nei film sulla guerra civile.

Piazza intitolata a V. I. Chapaev

Foresta Lacreevsky

Questo è il nome del parco centrale di Cheboksary. In precedenza qui c'era un bosco di querce naturali, che negli anni '50 si decise di coltivare e trasformare in un'area ricreativa. Il parco occupa un territorio decente di 41 ettari, alcuni alberi hanno dai 90 ai 140 anni. Negli anni '70 la foresta ha ottenuto lo status di monumento naturale. Per i visitatori ci sono attrazioni, luoghi per bambini e concerti.

Foresta Lacreevsky

Parcheggiateli. 500° anniversario di Cheboksary

Un altro parco cittadino che è un degno concorrente della foresta Lacreevsky. Fu fondato nel 1969 per i 500 anni della città, come suggerisce il nome, ma l'apertura ufficiale avvenne solo 10 anni dopo. Dopo il declino e la devastazione degli anni '90, il luogo ha vissuto una rinascita: sono apparse nuove attrazioni e luoghi per feste popolari, i vicoli ben curati sono stati decorati con sculture originali.

Parcheggiateli. 500° anniversario di Cheboksary

Fiume Volga

Cheboksary sorge sulle rive del grande Volga, che trasporta le sue acque attraverso la vasta pianura. L'ampio canale dell'arteria idrica all'interno della città consente il transito di navi da crociera e mercantili. Nella stagione calda, piccole barche, bellissimi yacht e barche a vela galleggiano lungo il Volga, e residenti e ospiti tendono a fare una gita in barca o fare un'escursione fluviale nelle città più vicine.

Fiume Volga