Le 20 migliori attrazioni di Bryansk, Russia

527
35 194

La storia di Bryansk iniziò nel X secolo con la costruzione di una fortezza difensiva, che alla fine si trasformò in uno degli importanti centri culturali e spirituali della Rus' sudoccidentale. Sfortunatamente, anche le sue rovine non sono sopravvissute fino ad oggi. Tuttavia, il serio sviluppo della regione iniziò solo al tempo di Pietro il Grande, quando Bryansk fu scelta come base di trasbordo per l'organizzazione delle campagne di Azov.

La città ha molti siti turistici degni di nota: chiese ortodosse, memoriali memorabili in onore dei difensori e degli eroi della Grande Guerra Patriottica, musei e teatri. La pittoresca Dvina scorre attraverso Bryansk, la cui sponda destra si alza effettivamente sopra la superficie dell'acqua, e la sinistra è punteggiata da piccoli sputi sabbiosi.

Cosa vedere e dove andare a Bryansk?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Tumulo dell'immortalità

Monumento in onore dei caduti durante la Grande Guerra Patriottica. Si trova in cima a una collina artificiale nel Parco dell'Usignolo. Il monumento è realizzato sotto forma di piloni, che formano una stella a cinque punte. C'è un'ampia area intorno, da dove è ben visibile la riva sinistra del Desna. Il terreno per la creazione del tumulo è stato consegnato da fosse comuni situate nella regione di Bryansk e nelle città eroiche dell'URSS. Il monumento è stato eretto nel periodo 1967-1972.

Tumulo dell

Boulevard Gagarin

Strada pedonale nel centro storico di Bryansk, lunga 1 km. Inizia con una scalinata nella parte costiera per poi addentrarsi in un dolce vicolo. Il nome originale del luogo è Rozhdestvenskaya Gora in onore della Chiesa della Natività distrutta in epoca sovietica. Un monumento a Yu. A. Gagarin fu eretto sul viale (il cosmonauta visitò Bryansk nel 1966 e percorse questa strada). La maggior parte delle case sono state costruite nel XIX secolo.

Boulevard Gagarin

Montagna Pokrovskaja

Su Pokrovskaya Gora sono stati eretti due famosi monumenti: un gruppo scultoreo raffigurante l'eroe Peresvet, un partecipante alla battaglia di Kulikovo, e il gusliar Boyan, nonché un monumento in onore del millesimo anniversario della città, realizzato in la forma di una stele e la figura di una donna che la incorona con falce e martello. Lungo i bordi altre figure: un soldato, un operaio e un rivoluzionario. Dalla cima della montagna si apre un bellissimo panorama sulla città e sulle rive del Desna.

Montagna Pokrovskaja

Piazza Partizan

La moderna piazza Partizan è sorta sul sito della storica piazza Khlebnaya, che era sulla pianta della città nel XVIII secolo. La sua attrazione principale è il monumento ai liberatori di Bryansk, eretto negli anni '60 e che glorifica l'impresa dei soldati e dei partigiani della regione di Bryansk. Il monumento è costituito da un obelisco della Vittoria di 22 metri e da gruppi scultorei posti ai lati raffiguranti partigiani e guerrieri.

Piazza Partizan

Museo regionale di Brjansk

Il museo iniziò a funzionare nel 1921. La base della sua collezione era costituita dai beni confiscati a chiese e tenute nobiliari. Prima dell'occupazione tedesca durante la seconda guerra mondiale, il numero di reperti superava i 2000, ma questi fondi furono distrutti. L'istituzione fu riaperta nel 1949, il materiale per le mostre dovette essere nuovamente raccolto. Ad oggi, l'esposizione è composta da diversi dipartimenti dedicati all'archeologia, alla natura della regione, all'etnografia e alla storia.

Museo regionale di Brjansk

Museo dei fratelli Tkachev

AP e SP Tkachev sono pittori russi, nativi della provincia di Bryansk. Il museo in loro onore è stato aperto nel 1995 sul territorio di un piccolo palazzo signorile dell'inizio del XX secolo, situato non lontano dalla casa di famiglia dei fratelli, distrutta durante la seconda guerra mondiale. La collezione è composta da dipinti, oggetti personali, documenti relativi alla vita e all'opera degli artisti. Il museo propone interessanti percorsi tematici.

Museo dei fratelli Tkachev

Teatro drammatico intitolato ad A. K. Tolstoj

Il teatro più antico della regione, fondato nel 1926. Si trova nell'edificio dell'ex Casa dei Soviet, costruito allo stesso tempo secondo il progetto dell'architetto moscovita A. Z. Grinberg. È una miscela di stile classico e costruttivismo sovietico. L'ingresso principale è decorato a forma di portico tradizionale con colonne e decorato con bassorilievi in ​​stucco. L'edificio fu distrutto durante la seconda guerra mondiale e ricostruito nel 1949.

Teatro drammatico intitolato ad A. K. Tolstoj

Teatro Bryansk per giovani spettatori

Fondamentalmente, il repertorio del teatro è rivolto a bambini e adolescenti, ma ci sono anche spettacoli per adulti - spettacoli basati sulle opere di Shakespeare, Pushkin, Ostrovsky, Molière e altri drammaturghi. Nel 2013, il palcoscenico è stato combinato con il Bryansk Regional Puppet Theatre. Gli spettacoli si svolgono in un edificio costruito nel 1960, costruito nello stile del tardo classicismo. La troupe va regolarmente in tournée, partecipa a festival e svolge attività di beneficenza.

Teatro Bryansk per giovani spettatori

Cattedrale della Trinità

La cattedrale è stata costruita nel 2012. Divenne il successore del tempio distrutto nel 1968. Fino al completamento dei lavori di costruzione, la Chiesa della Resurrezione era considerata la principale istituzione religiosa della città. L'edificio è un quadrilatero classico, terminante con archi decorativi e coronato da cinque cupole. Nelle vicinanze si trova il campanile "Peresvet", che raggiunge un'altezza di 80 metri. Sulla sua sommità è eretta una cupola con una croce.

Cattedrale della Trinità

Chiesa della Resurrezione

Una chiesa ortodossa costruita in stile classico e barocco a metà del XVIII secolo come cattedrale per il Convento della Resurrezione, che cessò di esistere nel 1766. All'interno dell'edificio è stato conservato un dipinto del XIX secolo. A seguito del restauro degli anni '80, l'edificio ha riacquistato il suo aspetto storico (negli anni '30 ha subito notevoli danni dopo essere stato chiuso e trasformato in un complesso di servizi al consumo).

Chiesa della Resurrezione

Cattedrale dell'Intercessione

La Cattedrale dell'Intercessione si trova sull'omonima collina. È considerato il tempio più antico di Bryansk. L'edificio in pietra fu eretto nel 1698 in sostituzione della chiesa in legno del 1603, rimasta in piedi per quasi un secolo. I fondi per la costruzione furono assegnati dall'amministratore E. T. Alymov. All'inizio dell'Ottocento fu ricostruito il campanile. In termini architettonici, l'edificio è una miscela delle tradizioni dell'architettura russa del XVII secolo con le tecniche del barocco Naryshkin.

Cattedrale dell

Chiesa di Spaso-Grobovskaya

Chiesa ortodossa dell'inizio del XX secolo, costruita con i soldi del custode della chiesa e mercante P. S. Mogilevtsev. Al progetto ha lavorato l'architetto Bryansk N. A. Lebedev, che ha scelto lo stile neo-russo per la sua creazione. Il nome tempio "Salvatore-Grobovsky" era dovuto al fatto che fu eretto sul luogo di sepoltura di Nettario e Natanaele, vescovi locali. Negli anni '30 la chiesa fu chiusa e la sua parte superiore fu distrutta, il restauro iniziò negli anni '80.

Chiesa di Spaso-Grobovskaya

Tempio di Gorno-Nikolsky

Il tempio principale del monastero Gorno-Nikolskaya, costruito nel XVII secolo in stile barocco (il campanile ha tratti pronunciati di classicismo). È giunto ai nostri giorni pressoché immutato, solo la tinteggiatura interna non si è conservata. In epoca sovietica all'interno si trovavano un archivio e un planetario, nel 1999 l'edificio è stato trasferito alla Chiesa ortodossa russa. Il monastero sulla base del tempio è stato fondato nel 2002.

Tempio di Gorno-Nikolsky

Convento di Pietro e Paolo

Il monastero è il più antico della regione di Bryansk

Convento di Pietro e Paolo

Monastero di Svensky

Monastero maschile, fondato, secondo dati non confermati, nel 1288. Riferimenti scritti al monastero si trovano nelle fonti del XVI secolo, quando, per decreto di Ivan il Terribile, in questo sito furono erette due chiese in pietra. La maggior parte degli edifici appartiene al cosiddetto barocco Sloboda, tipico per la costruzione di chiese in Ucraina nel XVII secolo. Inizialmente l'istituzione si chiamava Monastero dei maiali, ma in seguito fu ribattezzata per evitare equivoci.

Monastero di Svensky

Parco-Museo intitolato ad A. K. Tolstoy

Parco cittadino fondato nel 1936. Porta il nome di A. K. Tolstov, nato nella regione di Bryansk e trascorse gli ultimi anni della sua vita nella casa della sua infanzia. Secondo il progetto originale, i creatori prevedevano di collocare sul territorio un'esposizione dedicata allo scrittore, ma ciò non è avvenuto. Il parco ha una collezione di interessanti sculture in legno che decorano i vicoli. Ci sono giostre e caffè per i visitatori.

Parco-Museo intitolato ad A. K. Tolstoj

"Prato partigiano"

Il complesso commemorativo, situato a 12 km da Bryansk proprio nel luogo in cui i distaccamenti partigiani si incontrarono durante la seconda guerra mondiale per coordinare e pianificare ulteriori azioni contro gli invasori tedeschi. L'insieme scultoreo formato gradualmente comprende un obelisco di 20 metri, stele di marmo, un muro della memoria, un museo, un'esposizione di attrezzature militari, un vicolo della memoria e una fiamma eterna.

Prato partigiano

"Katsun"

Durante la seconda guerra mondiale, le truppe tedesche spararono a più di 300 civili nel villaggio di Hatsun e bruciarono tutte le case. Negli anni '80 fu eretto un memoriale in onore dei morti, ma presto cadde in rovina. Nel 2011, nel giorno del 70° anniversario dei tragici eventi, è stato inaugurato un rinnovato complesso monumentale. Oggi comprende un museo, una fossa comune, stele con lapidi commemorative, un muro della memoria e una cappella.

Katsun

Riserva museale di F. I. Tyutchev "Ovstug"

Ovstug è la tenuta di famiglia dei Tyutchev, situata nell'omonimo villaggio (proprietari della tenuta dalla seconda metà del XVIII secolo). Sfortunatamente, gli edifici storici non sono stati conservati, perché dopo la nazionalizzazione della proprietà nei primi anni del potere sovietico, furono smantellati per i materiali da costruzione. La casa del padrone è stata ricreata negli anni '80, dopo di che un museo intitolato ad A.I. FI Tyutcheva.

Riserva museale di F. I. Tyutchev Ovstug

Fiume Desna

Il Desna è un affluente di sinistra del Dnepr, attraversa il territorio della Russia e dell'Ucraina. Sin dai tempi antichi era considerata un'importante arteria di trasporto che collegava le terre di Kievan Rus con l'area situata lungo il Don e l'Oka. Bryansk e diversi villaggi della regione e della vicina regione di Smolensk si trovano sul Desna. Oggi il fiume è considerato uno dei più belli dell'Europa orientale.

Fiume Desna