Le 15 migliori attrazioni di Torzhok, Russia

1 090
25 066

Il piccolo Torzhok è famoso per un gran numero di monumenti architettonici. È un peccato che molti di loro non siano nelle migliori condizioni, ma è gratificante che gli edifici storici, anche se lentamente, siano in fase di restauro, motivo per cui la città sta diventando sempre più presentabile. Ecco il famoso monastero Borisoglebsky - praticamente della stessa età del Kiev-Pechora Lavra, antiche chiese che sono state conservate dal 17 ° secolo e ordinate dimore di mercanti che costituivano gran parte della popolazione di Torzhok nel 19 ° secolo.

La città è inclusa anche nell'elenco dei "luoghi di Pushkin", il grande poeta è stato qui più di una volta. Un altro fatto interessante: è stato a Torzhok che sono apparse le cotolette Pozharsky, senza le quali il menu di qualsiasi ristorante di cucina russa non può fare oggi. E infine qui è nato il famoso architetto N.A. Lvov, che un tempo ha fatto un buon lavoro sull'aspetto di San Pietroburgo.

Cosa vedere e dove andare a Torzhok?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Monastero di Boris e Gleb

Il monastero di Borisoglebsk è il più antico della regione di Tver. Fu fondato all'inizio dell'XI secolo, ma le fonti scritte ne contengono le prime notizie, solo a partire dal XVI secolo. L'inizio del monastero fu posto dal monaco Efraim di Novotorzhsky, che a quel tempo era al servizio del principe Boris. I primi edifici non furono conservati, poiché il complesso fu gravemente danneggiato durante il Periodo dei Disordini e fu praticamente distrutto. L'edificio più antico risale al XVII secolo.

Monastero di Boris e Gleb

Monastero della Resurrezione

Convento del XVI secolo. Attualmente il monastero non si limita solo all'accoglienza dei pellegrini, ma sviluppa attivamente anche il turismo culturale. In effetti, il visitatore ha qualcosa da vedere: la Chiesa principale della Resurrezione, costruita nel 1796, che ospita una preziosa icona della Resurrezione di Cristo, un precedente campanile del 1766, la Chiesa della Decollazione di Giovanni Battista e le celle monastiche della metà e dell'inizio del XIX secolo.

Monastero della Resurrezione

Novotorzhsky Cremlino

Un complesso etnografico aperto nel 2012 sul territorio storico dell'insediamento superiore. Rappresenta esposizioni di armi, attrezzature militari e armature, situate in capanne di legno e all'aperto, nonché ricostruzioni di abitazioni, officine e botteghe tipiche degli insediamenti russi dell'XI-XVII secolo. C'era anche uno stadio dove si svolgono combattimenti improvvisati.

Novotorzhsky Cremlino

Monumento a N. A. Leopoli

L'architetto N. A. Lvov è nato vicino a Torzhok a metà del XVIII secolo. È autore di progetti per numerose tenute e complessi di parchi situati nelle regioni di Mosca, Tver e Novgorod. Ha anche lavorato alla pianta della cattedrale principale del monastero Borisoglebsky. Un monumento in suo onore è stato eretto nel 2004 con i fondi raccolti dalla Fondazione. N. A. Leopoli con il sostegno dell'amministrazione comunale.

Monumento a N. A. Leopoli

Museo della fabbrica "Ricamatrici d'oro Torzhok"

Cucire con fili d'oro è l'artigianato originale di Torzhok. Nei secoli XVIII-XIX, le artigiane locali ricamavano scarpe e abiti per dame nobili e decoravano anche tessuti per palazzi imperiali. Nel tempo, in città è apparsa un'intera fabbrica e, con essa, un museo che espone prodotti realizzati principalmente nel XX secolo (spalline, bordature di stendardi, stendardi, stelle generali, c'è persino un ritratto di Stalin).

Museo della fabbrica Ricamatrici d

"Casa della Cintura"

Il museo è stato aperto nel 2013 sul territorio della tenuta Olenin-Balavensky, costruita nel XIX secolo. L'oggetto principale della collezione è la cintura più grande del mondo, lunga 12 metri e larga 25 cm. È stato realizzato da ricamatrici d'oro locali. Il prodotto è ricamato con motivi di temi ortodossi, è stato persino consacrato nella chiesa. Ci sono voluti più di 50 km di filo d'oro per realizzare la cintura. Il museo ospita anche una piccola esposizione composta da cinture quotidiane e festive.

Casa della Cintura

Museo intitolato ad A. S. Pushkin

A. S. Pushkin visitò spesso Torzhok tra il 1811 e il 1836. Ecco perché la città è stata inclusa nell '"anello di Pushkin della regione dell'Alto Volga", un percorso turistico con una lunghezza di oltre 200 km. L'esposizione museale si trova sul territorio di una villa in legno. Si compone di manoscritti e note del poeta, nonché incisioni con paesaggi di Mosca, San Pietroburgo e Tver.

Museo intitolato ad A. S. Pushkin

Museo dell'elicottero

Nel museo, i visitatori possono vedere vari modelli di elicotteri prodotti in tempi diversi in URSS (vengono presentati principalmente modelli da combattimento). La collezione è stata creata negli anni '90 sulla base di un'ex struttura segreta. Qui sono collocati sia i vecchi modelli che quelli moderni adottati dall'aeronautica russa (ad esempio MI-8), nonché attrezzature esportate all'estero per essere utilizzate da eserciti stranieri.

Museo dell

"Vasilevo"

Museo etnografico all'aperto, creato sul territorio dell'omonima tenuta nel 1976. Si compone di case - esempi di architettura in legno dei secoli XVIII-XIX, portati da diverse regioni della regione di Tver. C'è un oggetto piuttosto interessante qui: un ponte ad arco costruito con massi, progettato da N.A. Lvov. Il design è stato saldamente radicato nel nome "Devil's Bridge" con la mano leggera dell'autore di una delle guide sovietiche.

Vasilevo

Chiesa di Starovoznesenskaya

Un tempio in legno alla periferia della città, eretto presumibilmente all'inizio del XVIII secolo. Nei secoli successivi la chiesa fu più volte rifatta, data la fragilità del materiale, che cadde rapidamente in rovina e degrado. A metà dell'Ottocento l'edificio fu spostato e ricostruito, e al suo posto si decise di costruire una nuova chiesa in pietra. Un altro restauro è avvenuto negli anni '80.

Chiesa di Starovoznesenskaya

Cattedrale della Trasfigurazione

La magnifica cattedrale a cinque cupole adorna il centro di Torzhok. Fu eretto nell'Ottocento in solenne stile Impero, presumibilmente su progetto dell'architetto C. Rossi. Gli ingressi al tempio sono decorati con portici dorici e colonne classiche

Cattedrale della Trasfigurazione

Chiesa di Elia il Profeta

La chiesa di Ilyinsky fu eretta nella prima metà del XIX secolo sul sito di due chiese fatiscenti. È noto per il fatto che il corpo di Alessandro I ha riposato qui per una notte, che è stato trasportato da Taganrog a San Pietroburgo. La struttura è costituita da un corpo centrale rettangolare coronato da una grande cupola e da un campanile a tre piani autoportante, realizzato secondo tutti i canoni dello stile classico.

Chiesa di Elia il Profeta

Chiesa di San Michele Arcangelo

Un tempio in pietra a cinque cupole, situato su una collina e quindi ben visibile da lontano. Fu costruito nel XVII-XVIII secolo per sostituire un precedente edificio distrutto da un incendio. In epoca sovietica, la chiesa era l'unica operante nel distretto

Chiesa di San Michele Arcangelo

Maniero Znamenskoye-Rayok

Il palazzo della seconda metà del XVIII secolo, costruito secondo il progetto di un gruppo di architetti, che comprendeva N. A. Lvov, K. Butsi, V. Irven, F. Ruska. Dell'intero complesso è sopravvissuto fino ad oggi solo l'edificio principale con colonnati laterali. Tutti i padiglioni e i padiglioni che in passato adornavano lo spazio del parco sono andati perduti. Al momento l'edificio è in fase di restauro, al termine dei lavori è prevista l'apertura di un istituto scolastico al suo interno.

Maniero Znamenskoye-Rayok

Argine Tveretskaya

L'argine cittadino, che, dopo l'ultimo restauro, ha acquisito un aspetto accogliente e curato, trasformandosi in un segno distintivo di Torzhok. Durante i lavori di restauro si è cercato di preservare l'atmosfera ottocentesca insita in questo luogo. Va notato che gli artigiani sono riusciti a far fronte al compito: i palazzi in pietra ordinati sembrano davvero case di mercanti storici con facciate eleganti.

Argine Tveretskaya