Le 15 migliori attrazioni di Syktyvkar, Russia

987
77 067

Syktyvkar si trova sulla riva sinistra del fiume Sysola. Secondo la sua posizione, si chiamava Ust-Sysolsk. In passato, la capitale Komi ha svolto un ruolo importante come centro commerciale nella parte settentrionale del paese. Adesso però è un tipico paese di provincia, ma con un sapore tutto suo, nascosto nei dettagli.

L'architettura di Syktyvkar è tipica del secolo scorso. Sebbene ci siano oggetti notevoli, come la torre del fuoco e la Chiesa di Cristo Salvatore. Sono diventati simboli della città e si trovano spesso sui souvenir. Non dimenticare la gente del posto sulle loro caratteristiche nazionali. Nei teatri della città è possibile assistere a spettacoli in lingua Komi. E uno dei monumenti più apprezzati dai turisti è dedicato alla lettera "Ӧ", la diciottesima di fila nell'alfabeto Komi.

Cosa vedere e dove andare a Syktyvkar?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Torre di fuoco

Durante la sua costruzione nel 1901 era l'edificio più alto della città. Un orologio è stato installato in cima alla torre. Suonavano una certa melodia ogni ora dalle 8:00 alle 22:00. Per lo scopo previsto, la torre non è stata utilizzata per molto tempo. All'interno c'è un museo che racconta la storia di Syktyvkar e dei vigili del fuoco. I reperti degni di nota sono un diorama di un grande incendio e un manichino-pompiere Yashka.

Torre di fuoco

Piazza Stefanovskaya

Uno dei monumenti più antichi della città. L'area è stata contrassegnata sulla mappa nel piano di sviluppo generale di Syktyvkar. È stato firmato dalla stessa Caterina II. A metà del XIX secolo qui fu costruita la Cattedrale Stefanovsky e la piazza prese il nome. Dopo che i bolscevichi salirono al potere, il tempio fu demolito e la piazza fu ribattezzata Piazza Rossa. Con il crollo dell'URSS tornò anche il nome originario.

Piazza Stefanovskaya

Memoriale "Gloria eterna"

Inaugurato nel 1981. Dedicato a 14mila residenti della città che hanno partecipato alle battaglie della Grande Guerra Patriottica. Circa un terzo di loro è morto. Il gruppo scultoreo è composto da tre figure: la madre, la moglie e la figlia di un soldato. Una fiamma eterna arde davanti a loro. Ai lati e sul retro sono presenti targhe con i nomi dei veterani. Sono bassi e angolati. Successivamente, il memoriale è stato integrato con immagini dello stendardo abbassato e dell'ordine.

Memoriale Gloria eterna

Monumento alla gloria del lavoro

C'è un "anello" all'incrocio tra Oktyabrsky Prospekt e Kommunisticheskaya Street. Una piccola isola verde nel 1977 divenne una piattaforma per l'installazione di un'insolita stele. Il motivo dell'erezione del monumento è l'assegnazione di tre ordini alla repubblica. Sono raffigurati nella parte superiore della stele. L'altezza dell'attrazione in titanio è di 22 m. In inverno, il monumento è illuminato durante la notte polare.

Monumento alla gloria del lavoro

Museo Nazionale della Repubblica dei Komi

Il più grande e antico museo della repubblica. Fondato nel 1911. Inizialmente, la collezione del museo era basata su una piccola collezione di materiali etnografici e archeologici. Anche la collaborazione con la Society for the Study of Komi ha aiutato lo sviluppo dell'esposizione. Ora il museo copre molti argomenti e direzioni. Una delle mostre popolari è dedicata alle icone risalenti al XVI-XX secolo.

Museo Nazionale della Repubblica dei Komi

Galleria Nazionale della Repubblica dei Komi

L'unico museo d'arte della regione. I fondi contengono circa 7mila oggetti d'arte dei secoli XVII-XXI. L'esposizione è suddivisa in diverse sezioni. Tra questi, il più piccolo è straniero. Presenta paesaggi del secolo precedente e diversi esempi di arti e mestieri. Le mostre popolari includono una collezione di dipinti di artisti d'avanguardia.

Galleria Nazionale della Repubblica dei Komi

Museo della campionessa olimpica Raisa Smetanina

Aperto dal 1997. Occupa una casa donata dalla repubblica al famoso campione. Smetanina è stata membro della squadra di sci di fondo per 20 anni. Ha partecipato a 5 Olimpiadi e ognuna è tornata con medaglie. Inoltre, nella sua collezione ci sono molte altre coppe e premi. L'esposizione racconta non solo della biografia dell'atleta, ma anche dello sviluppo dello sci di fondo, nonché di altri atleti Komi.

Museo della campionessa olimpica Raisa Smetanina

Museo Geologico. AA Chernova

Funziona dal 1968. Prende il nome dallo scopritore del bacino carbonifero di Pechora. L'esposizione è varia: sono a disposizione dei visitatori campioni di minerali e fossili, mappe interattive, foto e documenti originali. Sebbene le mostre siano per lo più dedicate alla repubblica e alle sue peculiarità, sono presenti anche reperti provenienti da altre regioni della Russia centrale. La collezione è distribuita su più sale.

Museo Geologico. AA Chernova

Teatro Drammatico. V.Savina

Inaugurato nel 1930. Successivamente, ha ricevuto un nome in onore del suo fondatore, regista e drammaturgo. La troupe era formata da laureati delle università teatrali di molte città del paese. Una delle commedie iconiche è "Wedding with a Dowry". La sua particolarità è che è messo in scena interamente in lingua Komi. A teatro, la preferenza è data alle opere classiche. Ci sono eccezioni, come "Ydzhyd myzh".

Teatro Drammatico. V.Savina

Teatro dell'Opera e del Balletto della Repubblica dei Komi

Esiste dal 1958. Prima produzione - "Eugene Onegin" di Tchaikovsky. Nel 1969 si trasferisce nell'attuale edificio. Il repertorio comprende molte produzioni premiate a livello locale e internazionale. La troupe è in tournée in Russia. Artisti invitati da altri gruppi salgono continuamente sul palco del teatro. Il teatro ospita il festival Golden Swallows.

Teatro dell

Cattedrale di Santo Stefano

La principale chiesa ortodossa della repubblica. La costruzione iniziò nel 1896. Quando fu completata, la cattedrale era l'edificio più alto della città. Negli anni '30 fu firmato un decreto sulla necessità di eliminare il tempio. Il restauro è avvenuto negli anni '90. Tuttavia, il nuovo progetto era in gran parte diverso dall'originale. È più grande e presenta molti dettagli decorativi, come un particolare tipo di muratura sulle pareti e pannelli di granito sugli stalli del coro.

Cattedrale di Santo Stefano

Chiesa di Cristo Salvatore

Uno dei 15 siti religiosi della regione appartenenti alla denominazione evangelica. Il tempio fu fondato negli anni '40 del secolo scorso, ma l'attuale edificio risale agli anni '90. La maestosa casa di preghiera è uno dei simboli di Syktyvkar. La sua immagine è spesso applicata ai souvenir. Per qualche tempo, fino al 2007, tenendo conto della croce sul campanile della chiesa, l'edificio è stato il più alto della città.

Chiesa di Cristo Salvatore

Monumento alla lettera "Ӧ"

Situato di fronte all'ingresso del Centro di Cultura Komi. Altezza - 2 metri. Sembra una lastra di pietra su cui è stampata la diciottesima lettera dell'alfabeto Komi. Un monumento progettato da A. Rassykhaev è stato realizzato in meno di un mese. Tuttavia, a causa di controversie sul luogo dell'installazione, l'apertura è avvenuta solo un anno dopo, nel 2011. La lettera "Ӧ" fa parte della cultura della regione. Fu utilizzato per la prima volta a metà del XVIII secolo dallo storico Miller.

Monumento alla lettera Ӧ

Monumento "Alba su Chukotka"

Installato di fronte all'edificio dell'aeroporto nel 1980. Un altro nome per la scultura è "Giovane con un uccello". La composizione raffigura un giovane pastore di renne che sta "imparando" a volare o imitando la libertà degli uccelli. Fu eretto su un alto piedistallo per dare più simbolismo al monumento. Il monumento è realizzato in rame forgiato. Piccole bandiere rosse sono posizionate attorno al perimetro del sito.

Monumento Alba su Chukotka

Parco intitolato a S. M. Kirov

Distrutto negli anni '30 del secolo scorso. In precedenza, questo territorio apparteneva ai giardini cittadini e alla piazza del mercato. Porta il nome di Kirov sin dalla sua fondazione. Lungo il perimetro è stata installata una recinzione con cancelli monumentali. Il parco ha subito modifiche estetiche. Ad esempio, sono state aggiunte aiuole e viali aggiuntivi, oltre a betulle e pioppi. Già nel nostro secolo apparve sul territorio del parco un'area per bambini con attrazioni.

Parco intitolato a S. M. Kirov