Le 15 migliori attrazioni di Koktebel, Russia

1 029
77 676

A 20 km da Feodosia c'è un posto unico: il villaggio di Koktebel, che ha una sorta di aura e attrazione fantastiche. Essendo stato qui una volta, vorrai sicuramente tornare ancora e ancora. Cosa c'è di speciale in questa città - forse è la magnifica natura, i paesaggi ammalianti di Kara-Dag o l'atmosfera allegra e bohémien che regna qui durante tutta la stagione estiva?

I dintorni di Koktebel sono meritatamente considerati uno dei luoghi più pittoreschi della Crimea. È in questo luogo che la steppa si trasforma in montagne, sollevandosi dalla superficie in tumuli asimmetrici e formando forme bizzarre che ricordano molto i paesaggi lunari, ma molto più colorati e luminosi. Spiagge, baie, strade, lungomare: tutto è combinato qui in una sorta di armonia sfuggente, dando un vero riposo al corpo e all'anima.

Cosa vedere e dove andare a Koktebel?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Riserva naturale di Karadag

Un'area naturale di straordinaria bellezza, sparsa nelle vicinanze del massiccio vulcanico di Kara-Dag. Qui si aprono semplicemente visioni aliene, come se stessi guardando la superficie di Marte o della Luna. Le verdi vallate e il blu della superficie dell'acqua del Mar Nero tornano alla realtà, completando armoniosamente la superficie ultraterrena. Parte della riserva si trova tra Feodosia e Koktebel.

Riserva naturale di Karadag

Argine

L'argine di Koktebel è il fulcro dell'intrattenimento delle vacanze in estate e un luogo ideale per una passeggiata rilassante e per ammirare le onde in bassa stagione. Artisti di strada, artisti e altri bohémien si riuniscono qui, i bar notturni lampeggiano invitanti con migliaia di luci, caffè e ristoranti offrono cene per tutti i gusti e tutte le tasche ei negozi di souvenir attirano i clienti con insoliti aggeggi realizzati da artigiani locali.

Argine

Le spiagge di Koktebel

Tutte le spiagge di Koktebel sono ricoperte di piccoli ciottoli, ma inoltre, entrando in acqua, si può trovare un comodo fondale sabbioso. La principale zona balneare con infrastrutture standard si estende lungo il lungomare della città. Fuori città, in piccole baie, ci sono molte spiagge selvagge frequentate dai campeggiatori: nelle baie Morte e Tranquilla, così come ai piedi di Kara-Dag. La lunghezza totale della costa è di circa 4 km.

Le spiagge di Koktebel

Casa Museo di Massimiliano Voloshin

M. Voloshin è un poeta, artista e critico letterario, che godeva di grande prestigio tra i colleghi scrittori e rispetto dei suoi contemporanei. Il museo a lui intitolato si trova sul territorio di una casa costruita all'inizio del XX secolo. Non era solo una dacia in riva al mare, ma un vero luogo di pellegrinaggio (e riposo gratuito) per personaggi culturali di spicco: M. Gorky, O. Mandelstam, M. Bulgakov, A. Green, M. Tsvetaeva hanno visitato qui.

Casa Museo di Massimiliano Voloshin

Museo della Natura di Karadag

Il museo si trova nel villaggio di Kurortnoye vicino a Koktebel. Più di 25mila persone lo visitano ogni anno, il che indica la popolarità e la rilevanza della collezione. La storia dell'esposizione iniziò nel 1914 con l'apertura della stazione scientifica di Karadag. Per diversi decenni, i fondi sono stati reintegrati con centinaia di reperti geologici e biologici. Oggi nel museo puoi imparare tutto sulle caratteristiche naturali del massiccio del Kara-Dag: flora, fauna, rocce, minerali.

Museo della Natura di Karadag

Delfinario "Koktebel"

Nel delfinario si esibiscono quattro delfini tursiopi, tre otarie e una balena polare bianca. Si trova all'ingresso di Koktebel da Feodosia, quindi è difficile non vederlo. Gli spettacoli si tengono da maggio a ottobre, in inverno gli animali riposano. Il Delfinario non solo soddisfa i visitatori con spettacoli interessanti e divertenti, ma partecipa anche alla riabilitazione e al salvataggio della vita marina.

Delfinario Koktebel

Parco acquatico "Koktebel"

Un complesso di attrazioni acquatiche, che copre un'area di 44.000 m². Ci sono 24 scivoli e sette piscine, in un'area appositamente attrezzata per i bambini - 12 scivoli e una piscina. Il parco acquatico dispone di un ristorante con ottima cucina, un grill bar e una pizzeria. Ampio parcheggio è previsto per la comodità degli ospiti. Il numero di visitatori al giorno può arrivare fino a 1,5mila persone, tuttavia in questo caso il territorio diventa piuttosto affollato.

Parco acquatico Koktebel

Dinoterio

Un parco ornitologico situato in edifici insoliti: padiglioni sferici che ricordano osservatori di alta montagna. Oltre agli uccelli, di cui esistono più di 70 specie, qui vivono anche animali. La particolarità della dinoteria è che gli uccelli non si siedono in gabbia, ma si muovono liberamente nel territorio, sentendosi abbastanza a proprio agio. Un padiglione è dedicato alla collezione paleontologica, dove sono esposti scheletri di dinosauri.

Dinoterio

Monumento a Voloshin

Il monumento è stato eretto sull'argine nell'estate del 2009. È una scultura in bronzo su un piedistallo di pietra, che si staglia sullo sfondo del mare. La figura del poeta è realizzata sotto forma dell'immagine di un pellegrino, un vagabondo che esplora nuove terre. M. Voloshin si è bloccato in una posa pensierosa, come se cercasse di catturare il respiro del vento, o forse ammira con entusiasmo gli incredibili paesaggi di Kara-Dag.

Monumento a Voloshin

Monumento ai soldati dello sbarco di Koktebel

Il monumento fu eretto nel 1975 in occasione del 30° anniversario della Vittoria in memoria dei soldati che presero parte all'operazione di sbarco di Kerch-Feodosiya nel 1941, durante la quale morirono più di 100mila soldati sovietici. La scultura è un bassorilievo con quattro facce di guerrieri su un piccolo piedistallo. Il Creatore ha rappresentato un'intera tempesta di emozioni: dolore, dolore, determinazione, amarezza e una ferma intenzione di andare fino alla fine.

Monumento ai soldati dello sbarco di Koktebel

Fabbrica di vini d'annata e cognac "Koktebel"

Anche nei tempi antichi, la vinificazione era praticata nelle vicinanze di Koktebel, ma la produzione industriale fu stabilita solo nel XIX secolo. Lo stabilimento moderno è stato costruito nel 1944, per lungo tempo è appartenuto a Massandra, ma in seguito è diventato un'impresa indipendente. Oggi lo stabilimento produce vini secchi, liquorosi e da dessert da vitigni locali, oltre a diversi tipi di cognac.

Fabbrica di vini d

Monte Klementieva

Il nome ufficiale della montagna è Uzun-Syrt, che significa "lunga cresta" in turco. È una piccola collina a 268 metri sul livello del mare. Il luogo è unico in quanto qui si creano speciali correnti d'aria (ascendenti), grazie alle quali è diventato possibile lo sviluppo del deltaplano. Fino al 1977 qui lavorava una scuola di volo. Nel 1924, Pyotr Klementiev si schiantò sulla montagna durante la competizione, cadendo dal suo aliante da un'altezza di 500 metri. Successivamente, la collina iniziò a prendere il suo nome.

Monte Klementieva

"Cascata di stelle dei ricordi"

Un ponte di osservazione con una rotonda in pietra, situato sulla cima del monte Kokluk nelle vicinanze di Koktebel. Viene spesso chiamato il "Pergolato dei Venti" per il fatto che viene soffiato da tutte le parti dalle correnti d'aria. Da qui si ha una magnifica vista sulle montagne, le valli e il mare tra di loro. Si può raggiungere il sito a piedi, lasciando l'auto sulla pista, oppure in bicicletta, ma si dovrà pedalare continuamente in salita.

Cascata di stelle dei ricordi

cancello dorato

Una roccia sporgente dal mare con un passaggio ad arco al centro, a pochi chilometri da Koktebel, è un simbolo della località e una delle attrazioni naturali più importanti di questa zona. Si trova sul territorio della riserva naturale di Karadag. Ufficialmente, puoi arrivare qui solo come parte di un'escursione organizzata o ammirare la scogliera dal mare: i proprietari locali di barche e navi saranno felici di portare i turisti al Golden Gate a un prezzo adeguato.

Cancello dorato

Capo Camaleonte

Il promontorio è un confine naturale tra le baie Koktebel e Quiet. Ha preso il nome dalla capacità di cambiare colore a seconda dell'ora del giorno e dell'intensità della luce solare. Le metamorfosi ottiche possono verificarsi fino a 20 volte al giorno. Il colore cambia dal grigio-bluastro al mattino all'arancio dorato ai raggi del sole al tramonto. In precedenza, il promontorio era chiamato "Toprakh-kaya", che significa "montagna di argilla".

Capo Camaleonte