Le 10 migliori attrazioni di Valdai, Russia

268
78 886

La maggior parte dei turisti associa Valdai al lago e al parco nazionale, luoghi molto apprezzati per l'eco-ricreazione in qualsiasi periodo dell'anno. Allo stesso tempo, questa è una cittadina piccola e piuttosto carina con un'antica storia secolare. La prima menzione si riferisce al XV secolo. La città era un villaggio del palazzo fino al 1654, 100 anni dopo fu trasferita al monastero di Iversky.

Il motivo principale per cui molti viaggiatori vengono qui è visitare il famoso monastero, ammirare l'insieme architettonico unico dei suoi templi o trascorrere alcuni giorni indimenticabili sulle rive del lago Valdai, che si distingue per la sua incredibile bellezza. La città stessa ha diversi musei e chiese degni di nota dei secoli passati.

Cosa vedere e dove andare in Valdai?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Monastero di Valdai Iversky

Il monastero iberico fu fondato a metà del XVII secolo per volere dello stesso patriarca Nikon, riformatore e importante capo della chiesa con il permesso dello zar Alexei Mikhailovich. Immediatamente iniziò la costruzione di templi in pietra, scavalcando il palcoscenico in legno. Nel 1654 l'isola, il lago e altre vaste terre furono trasferite al monastero. Nel XVIII secolo iniziò un periodo di decadenza e all'inizio del XX secolo il monastero fu trasformato in un artel del lavoro. La sua rinascita è iniziata negli anni '90. Il complesso architettonico comprende templi conservati, edifici economici e residenziali dei secoli XVII-XIX.

Monastero di Valdai Iversky

Museo delle campane

Il museo è stato aperto nel 1995 nell'edificio della Chiesa della Grande Martire Caterina, costruita nel XVIII secolo. L'edificio ha la forma di una classica rotonda. L'esposizione racconta la storia delle campane e introduce i visitatori a varie tecniche di fusione. Non solo puoi guardare le mostre, gli ospiti possono chiamarsi, avendo precedentemente ascoltato le registrazioni di riferimento, anch'esse conservate nel museo.

Museo delle campane

Museo Centro Bell

Un altro museo dedicato alla storia delle campane. La sua esposizione si trova in quattro sale. Nella prima i visitatori vedranno i reperti più antichi (dal III secolo a.C.), oltre a strutture a forma di campana provenienti dai paesi dell'Asia e dell'Europa di epoche successive, materiali documentari. Il secondo contiene campane di segnalazione, apparse per la prima volta in Valdai. Nella terza e quarta sala si possono vedere vari meccanismi decorativi e conoscere la storia moderna delle campane.

Museo Centro Bell

Museo del capoluogo

L'esposizione si trova nella tenuta del XIX secolo, precedentemente di proprietà dell'aristocratico locale K. O. Mikhailova. Prima della Rivoluzione, nella casa si trovavano varie istituzioni amministrative. Parte della collezione era costituita da oggetti confiscati al monastero iberico dopo la sua chiusura. L'istituzione è stata aperta nel 1998, contemporaneamente l'esposizione è stata notevolmente arricchita con oggetti donati al museo dalle famiglie Valdai.

Museo del capoluogo

Cattedrale della Trinità

Prima della costruzione dell'edificio in pietra, la Chiesa della Trinità fu costruita più volte in legno. La data esatta della fondazione della prima chiesa non è determinata, avvenne approssimativamente nel XVII secolo. Ha ricevuto lo status di cattedrale nel 1772. Nei secoli XVIII-XIX l'edificio fu ricostruito a causa del fatto che spesso bruciava. L'ultimo incendio si è verificato nel 1993, dopodiché la cattedrale ha dovuto essere ricostruita.

Cattedrale della Trinità

Chiesa Vvedenskaja

La chiesa in pietra fu eretta nella seconda metà del XVIII secolo. In precedenza, il suo posto sulla piazza del mercato era occupato da un tempio di legno, che in seguito morì in un incendio. La struttura è stata costruita sotto forma di due quarti, issati uno sopra l'altro. Prima dell'incendio della metà dell'Ottocento l'edificio era ornato da un campanile, ma dopo il disastro non fu più restaurato. La chiesa è attualmente in rovina.

Chiesa Vvedenskaja

Cappella di Jacob Borovichi

L'edificio si trova accanto alla chiesa di Santa Caterina. Fu eretto nel 1826 in memoria dell'imperatore Alessandro I in un solo anno. Il piccolo edificio è realizzato secondo la tradizione classica: l'ingresso principale è decorato a forma di portico greco con massicce colonne, l'edificio principale è un quadrilatero sormontato da una cupola. Nel 2009, la cappella è stata revisionata.

Cappella di Jacob Borovichi

Chiesa di Pietro e Paolo

La Chiesa di Pietro e Paolo è una chiesa cimiteriale. Fu costruito a metà del XIX secolo con i soldi del commerciante V. A. Kolobov. Il tempio non ha funzionato nel periodo 1941-43, il resto del tempo si sono svolti servizi sul suo territorio, nonostante il resto delle istituzioni religiose della città fossero chiuse. Prima di essere trasferita al monastero iberico, qui era conservata l'immagine dell'icona iberica della Madre di Dio, molto venerata nella tradizione ortodossa.

Chiesa di Pietro e Paolo

Parco nazionale Valdaisky

Il parco nazionale è stato istituito nel 1990 per preservare la diversità naturale dell'altopiano di Valdai. Nel tempo è diventata una popolare area ricreativa all'aperto (con tutte le rigide regole e regolamenti per non danneggiare l'ambiente). Sul territorio della riserva si trovano i laghi Valdai, Seliger e Velye, richiesti dagli amanti del turismo acquatico.

Parco nazionale Valdaisky

Lago di Valdai

Un pittoresco bacino idrico situato sul territorio dell'omonimo parco nazionale. Ci sono spiagge sabbiose lungo le rive del lago e ci sono anche tre grandi isole. Su uno di essi - Rudnev si trova solo l'insieme degli edifici del monastero iberico. L'acqua nel lago Valdai è pulita e trasparente, in alcuni punti massi e pietre giacciono proprio sul bordo, i contorni degli alberi si riflettono sulla superficie dello specchio.

Lago di Valdai