Le 20 migliori attrazioni di Wellington, Nuova Zelanda

584
28 224

La capitale della Nuova Zelanda si trova sulle pendici delle montagne che scendono verso il mare, lungo le rive di pittoresche baie. Il panorama più bello si apre dal Monte Victoria e dalle colline del sobborgo di Kelburn, raggiungibili con la funivia. In cima c'è un meraviglioso Orto Botanico. Inoltre, la flora e la fauna esotiche della regione possono essere osservate sul territorio di diverse riserve e di un centinaio di parchi all'interno della città e dei suoi dintorni.

Tra gli interessanti edifici architettonici di Wellington ci sono la vecchia St. Paul's Church, il complesso commemorativo in onore dell'esploratore polare Beard, l'edificio parlamentare Beehive, l'edificio in legno più grande del mondo, che ricorda un palazzo italiano. I musei cittadini presentano la cultura e la vita degli indigeni Maori. Gli appassionati di cinema adoreranno un tour delle location delle riprese del famoso film Il Signore degli Anelli.

Cosa vedere e dove andare a Wellington?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Alveare

La forma originale dell'edificio nello stile del modernismo ricorda davvero un alveare di paglia inglese. L'edificio ha 4 piani interrati e 10 fuori terra, l'altezza è di 72 metri. L'apertura ufficiale è avvenuta nel 1977. Attualmente l '"Alveare" fa parte del complesso di edifici parlamentari, ospita i ministeri del Paese, l'ufficio del primo ministro. Considerata una delle strutture più iconiche della capitale, può essere vista sulla banconota da $ 20 della Nuova Zelanda.

Alveare

Funivia di Wellington

Data di fondazione - 1902. Collega il lungomare della capitale al sobborgo collinare centrale di Kelburn. La lunghezza del percorso è di 612 metri. L'altezza massima è di 120 metri. Il tempo di percorrenza è di circa 5 minuti. Negli anni '70 le vecchie cabine furono sostituite. Attualmente ci sono due rimorchi rossi con grandi finestrini e sedili in legno. La capienza massima di ciascuno è di 100 persone. Alla fermata superiore c'è un museo della storia della funivia.

Funivia di Wellington

Monte Vittoria

Si trova ad est del centro della capitale, ha un'altezza di 196 metri. Il miglior ponte di osservazione della città con una vista a 360°. Un po 'più in basso c'è un monumento al pilota americano R. Bird, che ha effettuato il primo volo sopra il Polo Sud da una base in Nuova Zelanda. La montagna è raggiungibile attraverso numerosi sentieri escursionistici o in autobus. Ci sono panchine ovunque. C'è sempre molto vento in cima, anche nelle giornate calde, quindi si consiglia un abbigliamento caldo.

Monte Vittoria

Via Cuba

La strada più famosa di Wellington. Dopo che nel 1969 furono rimossi i binari del tram, si trasformò nella principale arteria pedonale della capitale. Dal 1995 è stato riconosciuto come oggetto di valore storico. Oggi la strada è piena di boutique, bar, caffetterie, gallerie d'arte. La sua parte settentrionale è riservata alle organizzazioni commerciali. È considerato il centro delle arti, artisti di strada, musicisti, fotografi qui dimostrano il loro talento. Luogo del carnevale annuale.

Via Cuba

Piazza della città di Te Ngakau

Il centro culturale di Wellington è incentrato su questa piazza. Ecco un magnifico edificio del municipio, dove si tengono non solo le riunioni del governo, ma anche concerti, serate di beneficenza, ecc., La biblioteca comunale, una galleria d'arte, un museo nazionale e la sala concerti M. Fowler. La piazza è stata creata nel 1991 e si chiamava Civile. È stato ribattezzato Te Ngakau nel 2018, che significa "cuore" in maori.

Piazza della città di Te Ngakau

Te Papà Tongareva

Il museo, il cui nome si traduce come "una raccolta della ricchezza di questa terra", è stato creato negli anni '90 con l'obiettivo di preservare il patrimonio della Nuova Zelanda. La varietà tematica delle esposizioni disposte su 6 piani è impressionante. Qui si trova una collezione archeologica di fossili, una collezione di fauna marina e terrestre, un erbario di 250.000 piante essiccate. Oltre a mostre dedicate alla vita e alla cultura dei Maori, alla storia dello sviluppo del Paese, alle riprese del film "Il Signore degli Anelli".

Te Papà Tongareva

La Grotta Weta

Un divertente museo dell'azienda Weta Workshop, che dal 1987 crea trucchi e costumi, e dal 1993 effetti speciali per vari film e televisione. La compagnia ha guadagnato fama mondiale dopo l'uscita di "Il Signore degli Anelli" di P. Jackson. Costumi, armature, armi, creature, effetti speciali sono il frutto del lavoro di Weta Workshop. Altri film famosi includono Avatar, Le avventure di Tintin, Lo Hobbit, Van Helsing, Io, Robot e altri.

La Grotta Weta

Galleria della città di Wellington

È stato fondato nel 1980. Dal 1993 si trova in un edificio Art Déco sul territorio del Parco Chivik Suar. Non ha una sua mostra permanente. Ci sono mostre di dipinti uniti da un tema, così come mostre personali di artisti neozelandesi e stranieri. Dopo i lavori di ristrutturazione nel 2009, l'edificio del museo ha aperto una nuova sala per esporre opere d'arte degli indigeni Maori, nonché un auditorium per conferenze e seminari.

Galleria della città di Wellington

Museo Wellington

È stato fondato nel 1972 come museo marittimo. Nel tempo l'argomento si è ampliato e oggi una parte dell'esposizione è dedicata alla storia marittima e l'altra parte è dedicata alla storia e alla cultura della città e del paese. Le mostre tematiche sono organizzate in gallerie multimediali. Raccontano i Maori e i primi coloni europei, la guerra anglo-boera, la vita di Wellington 100 anni fa, i navigatori e le loro scoperte, il naufragio del traghetto Wahine all'ingresso del porto cittadino nel 1968, ecc.

Museo Wellington

Palazzo del Governo

. Gli interni sono decorati con caminetti in marmo, pannelli in rovere, lampade in bronzo, tappeti, pavimenti in parquet e una collezione di arte neozelandese. Alcune sale sono destinate a solenni eventi ufficiali e ricevimenti governativi. Il residence è aperto ai turisti.

Palazzo del Governo

Monumento Nazionale ai Caduti

È un alto obelisco con sculture tridimensionali, la cui sommità è coronata da un cavaliere di bronzo. La sua figura con la mano alzata simboleggia la prontezza dei neozelandesi a difendere la loro patria. Il monumento è dedicato ai soldati caduti durante le due guerre mondiali del XX secolo e nei conflitti militari locali. Fu installato nel 1931 e alla fine degli anni '40 fu integrato con figure di leoni e bassorilievi su soggetti militari. Ogni anno, il 25 aprile, presso il memoriale si tengono eventi per celebrare il Giorno della Memoria.

Monumento Nazionale ai Caduti

Teatro San Giacomo

L'edificio del teatro è di valore storico. Fu eretto nel 1912 dal famoso architetto del suo tempo G. White. St. James è stato il primo teatro costruito in cemento armato su un telaio in acciaio. La decorazione interna colpiva per il lusso: scaglie di marmo, vetrate colorate, pavimenti in cipresso ed eucalipto, putti sul soffitto. Negli anni '90 è stata effettuata una ricostruzione su larga scala dell'edificio. Oggi ci sono concerti, mostre, spettacoli, celebrazioni.

Teatro San Giacomo

Vecchia Cattedrale di St. Paul

Uno dei principali siti storici della Nuova Zelanda, un buon esempio di architettura neogotica. Fu eretto in legno, senza l'uso di chiodi, nel 1866. Dipinto di bianco all'esterno. La decorazione interna si distingue per la solennità e un interessante gioco di luci grazie alle vetrate colorate alle finestre. Ex sede del vescovo del distretto della chiesa di Wellington. Dal 1964 la diocesi si è trasferita in una nuova cattedrale e quella vecchia è stata acquistata dal governo, restaurata e trasformata in museo.

Vecchia Cattedrale di St. Paul

Ponte "Dalla città al mare"

Conosciuto per le sue stravaganti sculture in legno raffiguranti creature mitiche, balene, delfini e uccelli. La decorazione del ponte contiene anche stelle, diverse fasi lunari e altri simboli Maori. È stato costruito nel 1994 secondo il progetto dello scultore P. Matchitt. In questo modo, l'artista ha deciso di far conoscere ai residenti e ai turisti locali la storia e le tradizioni culturali del popolo Maori. Il ponte pedonale collega la piazza centrale della città con il porto.

Ponte Dalla città al mare

Stadio regionale di Wellington

. Progettato per 34500 spettatori. Situato vicino al centro e alla stazione ferroviaria. Utilizzato principalmente per eventi sportivi. Ospita regolarmente partite di rugby, cricket, calcio, anche internazionali. È anche un luogo popolare per concerti, festival, mostre, eventi culturali su larga scala.

Stadio regionale di Wellington

Osservatorio Carter

Situato sul territorio del giardino botanico. L'apertura è avvenuta nel 1941. Nel 2010 è stato modernizzato. È di piccole dimensioni, ma dotato delle più moderne tecnologie. Pianeti, stelle, galassie e il contributo della Nuova Zelanda allo sviluppo della scienza spaziale vengono raccontati attraverso gallerie interattive, mostre multimediali, il gigantesco telescopio Thomas Cook e un planetario digitale a cupola. Sono stati sviluppati curricula speciali per gli scolari.

Osservatorio Carter

Giardino botanico di Wellington

Si trova in cima a una collina, dove la funivia conduce dal centro della città. È stato creato nel 1868. Il territorio di 25 ettari comprende un roseto, la Casa delle piante tropicali con la ninfea più grande del mondo e una collezione di orchidee, la Begonia House, un giardino roccioso, una lussuosa serra in stile vittoriano e un Casa da tè. Decine di sculture interessanti servono come decorazione aggiuntiva. C'è un piccolo laghetto artificiale con anatre. Per i bambini c'è un'area giochi con altalene.

Giardino botanico di Wellington

Zoo di Wellington

È stata fondata nel 1906. Occupa una piccola area - 13 ettari, ma tutti gli animali sono tenuti in condizioni ideali vicino alla natura selvaggia. L'orgoglio dello zoo sono i rappresentanti di specie in via di estinzione che si sentono benissimo in cattività e portano prole. Tra loro ci sono il panda rosso, la lontra asiatica, l'orso malese. Nei padiglioni espositivi si possono ammirare struzzi, giraffe, leoni, tigri, scimmie, rettili, l'uccello kiwi neozelandese.

Zoo di Wellington

Prenota "Zelanda"

Sul territorio di 225 ettari è stata ripristinata la fauna selvatica unica della Nuova Zelanda, disturbata dall'arrivo dell'uomo. L'ecosistema è isolato dal mondo esterno. Lungo il perimetro è installata una recinzione speciale che protegge gli abitanti del parco da lepri, gatti, topi, donnole e altri predatori. Sono state registrate più di 40 specie di uccelli, dozzine di specie di rettili, centinaia di specie di piante e migliaia di specie di invertebrati. Molti di loro sono sull'orlo dell'estinzione o si sono estinti in altre regioni.

Prenota Zelanda

Traghetto Interislander

La compagnia di navi a vapore Interislander è impegnata nel trasporto di passeggeri e veicoli attraverso lo stretto di Cook tra le isole del nord e del sud. Il percorso da Wellington a Port Picton è di 92 km e il viaggio in traghetto dura 3,5 ore. Questo tempo può essere trascorso in un bar, guardando film o leggendo la stampa. Oppure puoi semplicemente ammirare lo scenario dello stretto. A causa di forti venti, correnti e rocce, è considerato uno dei più pericolosi al mondo, ma allo stesso tempo uno dei più pittoreschi.

Traghetto Interislander