Le 25 migliori attrazioni di Budapest, Ungheria

544
81 903

Budapest fa risalire la sua storia ai tempi dell'Impero Romano. Nel I secolo fu il centro amministrativo di Aquincum, poi con l'arrivo dei Magiari (l'omonimo popolo ungherese) nel IX secolo la città fu ribattezzata Obuda. Sulla sponda opposta del Danubio, insieme a Obuda, c'era un insediamento di Pest. Successivamente, sotto gli Asburgo nei secoli XVII-XIX, la Budapest unita divenne una delle capitali europee più brillanti.

La moderna Budapest ha conservato l'antico splendore della città imperiale. Il maestoso e insolito palazzo del Parlamento, le basiliche gotiche ei quartieri barocchi sono sempre pieni di turisti. La capitale ungherese è un luogo per il turismo turistico educativo, per rilassarsi nei famosi bagni termali, nonché per conoscere la ricca cucina ungherese e il delizioso vino Tokay.

Cosa vedere e dove andare a Budapest?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Edificio del parlamento ungherese

Il Parlamento è un vero e proprio capolavoro architettonico che adorna la riva destra del Danubio, biglietto da visita universalmente riconosciuto della capitale. L'edificio è stato costruito in stile neogotico, la sua facciata è decorata con numerosi archi, torri, campate "volanti". Gli interni sono lussuosi e pomposi. L'edificio è una delle attrazioni turistiche più visitate di Budapest.

Edificio del parlamento ungherese

Ponte delle Catene di Széchenyi

Ponte sospeso sul Danubio, che collega le due parti della città. Fu progettato dall'architetto inglese WT Clark nel 1849. Dopo la seconda guerra mondiale, il ponte fu restaurato con le donazioni dei cittadini. L'edificio è lungo 380 metri e largo 14,8 metri. Il ponte offre una vista spettacolare di Budapest, qui puoi scattare molte belle foto. La sera viene accesa un'elegante illuminazione.

Ponte delle Catene di Széchenyi

Castello di Buda

Una fortezza con mura affidabili che in passato proteggeva l'antica capitale di Buda. La fortezza di Buda esiste dal XIII secolo

Castello di Buda

bastione dei pescatori

L'edificio si trova nell'antico quartiere cittadino di Var sulla collina della fortezza. Fino al 1905 questo luogo era un mercato di pescatori. La costruzione del bastione doveva coincidere con la celebrazione del millennio dello stato ungherese nel 1897, ma i lavori furono completati solo pochi anni dopo. Il Bastione dei Pescatori è un insieme architettonico di pietra bianca con sette torri, che simboleggiano le sette tribù ungheresi.

Bastione dei pescatori

Basilica di Santo Stefano (Santo Stefano)

La più grande chiesa cattolica di Budapest con un'altezza di 96 metri. Questa monumentale cattedrale fu costruita per diversi decenni e solo nel 1905 fu consacrata. La basilica fu costruita in stile neogotico: una grande sala a cupola, due campanili simmetrici ai lati e un grande ingresso centrale ad arco, decorato con iscrizioni e colonne. Al suo interno sono custodite le reliquie di Santo Stefano, venerato da tutti gli ungheresi.

Basilica di Santo Stefano (Santo Stefano)

Chiesa di Mattia

Ufficialmente il tempio porta il nome della Vergine Maria, ma gli abitanti della capitale lo chiamano in onore del re ungherese Mattia Corvino. Per Budapest, l'architettura del tempio è piuttosto insolita, poiché è dominata da elementi gotici. Nella chiesa si tengono regolarmente serate musicali, dove è possibile ascoltare l'organo, il violino, il canto corale. La prima chiesa sul sito del tempio moderno apparve nell'XI secolo per volere del principe Istvan.

Chiesa di Mattia

Grande sinagoga

Uno dei templi ebraici più grandi d'Europa, situato nel quartiere ebraico di Budapest. L'area della sinagoga è di 1200 m², la capacità è fino a 3mila persone. Il Museo Ebraico si trova nel cortile. La sinagoga è stata costruita in stile bizantino con alcuni elementi orientali, la decorazione interna ricorda gli interni delle cattedrali cattoliche. Durante la seconda guerra mondiale l'edificio fu saccheggiato. Una completa ripresa ha avuto luogo negli anni '90. XX secolo.

Grande sinagoga

Piazza degli Eroi

La piazza si trova sul centrale viale Andrássy. Ci sono due musei d'arte a Budapest, così come il Monumento del Millennio dell'inizio dello stato ungherese (colonna di 36 metri sormontata da una statua dell'Arcangelo Gabriele). In precedenza, sulla piazza si trovavano sculture di sovrani della dinastia degli Asburgo, che, sotto il governo comunista, furono sostituite da statue di re ungheresi.

Piazza degli Eroi

Teatro dell'Opera Ungherese

La famosa Opera di Budapest, quasi la sorella gemella dell'Opera di Vienna. Entrambi i teatri erano centri culturali dell'impero austro-ungarico durante l'era asburgica. Il teatro fu inaugurato nel 1884. L'imperatore Francesco Giuseppe era presente alla prima rappresentazione e rimase stupito dalla decorazione interna delle sale. I primi anni l'opera fu diretta dal compositore Ferenc Erkel, in seguito fu sostituito dal famoso Gustav Mahler.

Teatro dell

Galleria Nazionale Ungherese

Il museo si trova sul territorio del Palazzo Reale del Castello di Buda. La galleria è famosa per l'esposizione di opere di artisti ungheresi (o opere create in Ungheria) nelle sue sale. L'esposizione della galleria presenta oltre 100mila opere d'arte create nel corso di diversi secoli. Diverse mostre sono aperte su 4 piani: scultura in pietra e legno, pittura medievale, dipinti di epoche successive fino al XX secolo.

Galleria Nazionale Ungherese

Museo d'Arte

Il principale museo d'arte della capitale ungherese in Piazza degli Eroi, dove è esposta la più grande collezione di famosi pittori. Tra i dipinti ci sono opere di Raffaello, da Vinci, Manet, Goya, Velazquez, Rubens, El Greco. Ci sono anche campioni dell'antico Egitto e della cultura antica. Il museo è stato aperto nel 1906, la base dell'esposizione era la collezione privata dei principi Esterhazy.

Museo d

Casa del terrore

Il museo è stato fondato nei primi anni 2000. con il sostegno del governo di V. Orban. Lo scopo principale delle esposizioni è mostrare il periodo della storia dell'Ungheria nel XX secolo, quando il paese era sotto il controllo del governo comunista (sostenuto dalla leadership dell'URSS). Il luogo è ambiguo, poiché molti fatti del "passato totalitario" del Paese sono esagerati e distorti. Si ritiene che il museo sia stato creato per scopi di propaganda.

Casa del terrore

Scarpe sul Danubio

Un monumento originale e commovente agli ebrei fucilati sull'argine durante la seconda guerra mondiale. Le esecuzioni sono state eseguite da funzionari del partito nazista ungherese. Sul pavimento di pietra ci sono molte paia di scarpe di diverse dimensioni, tra cui ci sono anche scarpe per bambini. C'è anche una panchina con lapidi commemorative, dove sono immortalati i nomi delle persone che hanno subito la strage.

Scarpe sul Danubio

Mercato centrale

Centri commerciali in Piazza Fovam, dove si possono trovare souvenir ungheresi originali o prodotti tipici nazionali. L'edificio del mercato è decorato con un tetto in ceramica colorata. Il locale è stato ristrutturato negli anni '90. dopo numerosi danni durante la guerra. Abbastanza rapidamente, il mercato ha guadagnato popolarità tra i turisti che vengono qui per acquisti memorabili e prodotti freschi.

Mercato centrale

Bagno Széchenyi

Un grande complesso balneare in Europa, aperto nel 1913. Le acque medicinali nelle piscine provengono da una profondità di oltre 1200 metri da un pozzo caldo e da diversi piccoli pozzi freddi. Oltre a nuotare nell'acqua curativa, il complesso di Széchenyi offre una serie di servizi aggiuntivi: sauna, ginnastica acquatica, palestra, benessere e così via. Tutto questo è compreso nel prezzo del biglietto d'ingresso.

Bagno Széchenyi

Bagno Gellert

Secondo la leggenda locale, il bagno apparve nel XIII secolo e il re Andrea II fece il bagno nelle sue acque. Per sua volontà fu costruito il primo ospedale. Dopo la presa di Buda da parte degli ottomani, nel sito delle sorgenti furono eretti dei bagni turchi. Gellert è stato aperto al pubblico nel XIX secolo, ma non era popolare ed è stato soprannominato "Muddy Barn". Ma la situazione cambiò quando, sotto l'imperatore Francesco Giuseppe, apparve un moderno edificio dello stabilimento balneare.

Bagno Gellert

Monte Gellert

Una collina nel territorio di Budapest, che prende il nome da San Gellert, il santo patrono della città. Nell'XI secolo, i pagani gettarono il missionario giù da questa montagna, protestando contro i suoi sermoni cristiani. In precedenza, Gellert veniva piantato in una botte con chiodi affilati. Sul pendio della montagna c'è un monumento al santo martire. All'interno della montagna c'è un grande serbatoio e un osservatorio astronomico costruito nel XIX secolo.

Monte Gellert

Aquincum

Parco Museo Archeologico di Budapest, che è le rovine dell'antica città romana di Aquincum - il centro della provincia di Pannonia. Sono ben conservati i resti di antichi anfiteatri, alcune sculture e cripte. Sul territorio del parco è presente un museo costruito nel XIX secolo, dove sono conservati reperti unici: gioielli, monete, oggetti per la casa, piatti. C'è anche un raro organo acquatico creato nel 3° secolo.

Aquincum

Andrassy Avenue

Il viale è la via centrale della capitale ungherese ed è considerato uno dei più bei viali europei. La gente del posto e i turisti lo chiamano gli "Champs Elysees di Budapest". Molte attrazioni sono concentrate qui: l'Opera ungherese, i musei commemorativi dei compositori ungheresi, il Teatro delle marionette di stato e altri. Andrássy Avenue è stata inclusa nella lista del patrimonio dell'UNESCO nel 2002.

Andrassy Avenue

Isola Margherita

Un'isola naturale sul fiume Danubio, precedentemente chiamata Hare Island. Secondo la leggenda, il re Bela IV si rivolse a Dio con una preghiera per aiutarlo a far fronte ai tartari-mongoli, e in cambio promise di dare sua figlia Margarita come suora. Dio aiutò il re e la ragazza andò sull'isola delle lepri nel monastero domenicano. Dopo la sua morte, Margarita fu canonizzata e l'isola prese il nome da lei.

Isola Margherita

Parco Varosliget

Parco urbano paesaggistico su ex terreni di caccia e pascoli, creato alla fine del XVIII secolo. Il posto è molto popolare per passeggiare tra la gente di Budapest. Nel parco crescono diverse migliaia di alberi, ci sono laghi artificiali e canali. Sul territorio c'è un giardino zoologico e botanico, oltre a diverse famose attrazioni della città: i bagni Széchenyi, uno zoo, il castello di Vaydahunyad, un circo.

Parco Varosliget

Castello di Vajdahunyad

Originariamente realizzato in legno per celebrare il millennio in cui gli ungheresi trovarono la loro patria, il castello piacque così tanto alla gente che in seguito fu costruito in pietra. Vajdahunyad si trova nel parco Varosliget e molti turisti che passeggiano qui pensano che si tratti di un'antica fortificazione dove vivevano i re ungheresi. C'è anche un vero Vajdahunyad nel territorio della Transilvania in Romania.

Castello di Vajdahunyad

Castello di Brunswick

Il famoso castello dista 30 km. da Budapest, costruito in stile neogotico. Il territorio del parco intorno al castello è progettato secondo le migliori tradizioni dell'arte paesaggistica inglese. Il palazzo è strettamente associato alla personalità di Ludwik van Beethoven, che ebbe molti anni di amicizia con la famiglia Brunswick. Qui si trova il museo commemorativo del compositore, spesso si tengono concerti e vengono proiettati film sulla sua vita e il suo lavoro.

Castello di Brunswick

zoo di budapest

Zoo cittadino sul territorio del parco Varoshliget. Contiene circa 3mila animali, tra cui ci sono rappresentanti di continenti esotici. Di interesse è l'acquario, il padiglione delle palme e la casa delle farfalle. Anche nello zoo c'è un villaggio etnico ungherese dove vivono animali domestici. Non solo puoi guardare gli animali, ma anche dar loro da mangiare a certe ore. È necessario allocare almeno 3 ore per visitare lo zoo.

Zoo di budapest

fiume Danubio

L'arteria idrica d'Europa, che attraversa diversi paesi. Divide Budapest in due parti, collegate da pittoreschi ponti sospesi. Nella stagione calda, le passeggiate fluviali lungo il Danubio e le visite a numerose isole sono popolari tra i turisti: Csepel, Nepsiget, Margit, Hayodyari Sziget. Oltre ai battelli turistici, solcano il fiume anche i battelli pubblici, a cui si accede con un biglietto cittadino.

Fiume Danubio