Le 20 migliori attrazioni di Corfù, Grecia

1 049
76 446

Corfù si distingue dalle altre località greche. Secondo la maggior parte dei turisti, la qualità del servizio negli hotel dell'isola è di un ordine di grandezza superiore rispetto a Halkidiki, Rodi o Creta. E anche se qui non puoi trovare antichi templi e teatri antichi, Corfù ha un numero piuttosto elevato di monumenti ben conservati di architettura bizantina, monasteri e palazzi ortodossi.

Corfù ha paesaggi incredibilmente pittoreschi. Dalle piattaforme di osservazione sparse per l'isola si apre una vista indimenticabile sulla costa, fertili pianure, boschi di conifere, verdi colline e piccoli villaggi. L'aria curativa mediterranea di Corfù è in grado di rafforzare la salute ed energizzare, e il dolce sole ti regalerà un'abbronzatura dorata e uniforme.

Cosa vedere sull'isola di Corfù?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Vecchia città di Kerkyra

Kerkyra fu fondata dai Greci nell'VIII secolo a.C. Nel corso della sua lunga storia, ha cambiato proprietario molte volte. La città era di proprietà degli imperi romano e bizantino, della Repubblica di Venezia, dei turchi ottomani, dei francesi e degli inglesi. All'inizio del XIX secolo, Kerkyra fu per sette anni sotto il protettorato dell'Impero russo. Dal 2007 il centro della città è stato inserito nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'UNESCO per il suo particolare valore architettonico.

Vecchia città di Kerkyra

Parco Acquatico Aqualand

Un complesso di intrattenimento per tutta la famiglia con un numero enorme di attrazioni acquatiche. Il parco acquatico ha creato le condizioni per i visitatori di tutte le età, quindi anche i bambini più piccoli non si annoieranno. L'infrastruttura comprende una serie di servizi per le persone con disabilità. Aqualand è uno dei più grandi parchi acquatici della Grecia. Si trova su un'area di 75 mila m².

Parco Acquatico Aqualand

Paleo Frurio

Fortezza veneziana costruita nel XV-XVI secolo sulle fondamenta di una fortezza bizantina dell'VIII secolo. Ai piedi del colle, su cui sorge la fortificazione, fu edificata la chiesa di San Giorgio, decorata con colonne doriche. Il tempio fu costruito già sotto gli inglesi nel XIX secolo. Molti edifici della fortezza, come il palazzo del governatore veneziano e alcune chiese, non sono sopravvissuti fino ad oggi.

Paleo Frurio

Neo Frurio

Un'altra fortezza veneziana, costruita nel XVI secolo per rafforzare la linea di difesa di Corfù. Successivamente, la costruzione fu completata da inglesi e francesi. Neo Frurio si trova in cima al colle di San Marco. Oggi una parte dei locali è adibita ad uffici del porto, l'altra parte è aperta al pubblico. Sul territorio della fortezza è presente una piccola galleria, dove talvolta si tengono mostre.

Neo Frurio

Liston Street (Kerkyra)

La strada è stata fondata nel 1807-14. Al progetto hanno lavorato gli architetti I. Parmesan e M. de Lesseps. È stato creato a immagine delle "passeggiate" parigine caratteristiche della capitale francese. Inizialmente l'accesso al vicolo era consentito solo ai rappresentanti delle famiglie aristocratiche. Un gran numero di negozi di souvenir, gioiellerie e caffè si sono concentrati su Liston Street.

Liston Street (Kerkyra)

Piazza Spianada (Kerkyra)

Una delle piazze centrali di Corfù, circondata da pittoresca vegetazione ed edifici storici. Si trova vicino alla fortezza Paleo Frurio e alla principale passeggiata turistica st. Listone. Piazza Spianada è un luogo molto confortevole e accogliente per piacevoli passeggiate, costantemente utilizzato da turisti e gente del posto. Intorno alla piazza ci sono taverne dove si può gustare un'abbondante cucina greca.

Piazza Spianada (Kerkyra)

Palazzo Achillion

Il complesso del palazzo fu costruito nel 1890 per volere dell'imperatrice austriaca Amalia Elisabetta di Baviera. Corfù era il luogo di vacanza preferito di Elisabetta

Palazzo Achillion

Palazzo dei Santi Michele e Giorgio

Il palazzo fu costruito nel 1819-24. per il governatore britannico delle Isole Ionie. Qui si trovavano il senato locale e la sede dell'ordine cavalleresco di San Giorgio. Il complesso è costruito in stile classico. La sua facciata è decorata da una lunga fila di colonne ioniche. Oggi il palazzo ospita il Museo di Arte Asiatica, che ospita una vasta collezione del diplomatico G. Manos, da lui raccolta durante i suoi lunghi viaggi in Asia.

Palazzo dei Santi Michele e Giorgio

isola dei topi

Una piccola isola con il nome ufficiale "Pontikonisi", situata a sud di Corfù. C'è una leggenda secondo cui questa è la nave di Ulisse, che fu trasformata in pietra dal dio arrabbiato Poseidone. Il luogo è stato soprannominato "l'isola dei topi" per le sue piccole dimensioni. L'isola è facile da girare a piedi in pochi minuti. Le barche vanno da Corfù a Pontikonisi. Alcuni turisti preferiscono nuotare fino al posto.

Isola dei topi

Monastero di Vlaherna

Monastero ortodosso del XVIII-XIX secolo, fondato dalla pia famiglia Tsilibaris. Per tutto il XX secolo il monastero è stato femminile, dopo un breve periodo di decadenza nel 2005, con decreto del Presidente della Grecia, è stato riproposto maschile. Il monastero si trova su una piccola isola vicino a Mouse Island. È collegato alla terraferma da uno stretto istmo. L'icona venerata della Madre di Dio delle Blacherne è conservata nel monastero.

Monastero di Vlaherna

Monastero di Paleokastritsa

Monastero maschile del XVII secolo, situato nella pittoresca parte occidentale di Corfù. Si trova sulla sommità di un promontorio, circondato su tre lati dalle acque del Mar Ionio. Il monastero fu eretto sul sito di un vecchio monastero distrutto nel 1225. All'interno delle sue mura sono conservate l'icona di Skopietissa (Paleokastritsa) e l'icona dell'Assunzione della Madre di Dio. Non lontano dal complesso monastico c'è una cantina, un museo di icone e una fabbrica di olio d'oliva.

Monastero di Paleokastritsa

Cattedrale di San Spiridione (Kerkyra)

Il tempio si trova tra i quartieri storici di Corfù, proprio nel cuore della Città Vecchia. Molti fondi per lo sviluppo della chiesa furono donati dall'imperatrice russa Caterina II. Il tempio è sempre stato considerato uno dei più lussuosi delle Isole Ionie. Il suo interno è riccamente decorato con affreschi del XVII-XVIII secolo. in stile italiano. Le reliquie di San Spiridione, patrono di Corfù, sono conservate nella cattedrale.

Cattedrale di San Spiridione (Kerkyra)

Cimitero Britannico (Kerkyra)

Corfù era sotto il protettorato della Gran Bretagna nel periodo 1815-64. Poiché gli inglesi appartengono alla Chiesa anglicana, avevano bisogno della propria necropoli, che fu organizzata quasi immediatamente dopo che l'isola passò sotto il controllo degli inglesi. Le tombe più antiche risalgono al 1817. I soldati che hanno preso parte alle guerre mondiali, così come i rappresentanti dell'amministrazione britannica, sono sepolti nel cimitero britannico.

Cimitero Britannico (Kerkyra)

Fortezza di Angelokastro

L'edificio è un importante monumento dell'era bizantina a Corfù. Fu eretto all'inizio del XIII secolo. Dal XIV secolo la Repubblica di Venezia è proprietaria della fortezza. Durante l'assedio delle truppe dell'Impero Ottomano, Angelokastro resistette all'assalto, nonostante la sua piccola guarnigione. La fortezza è sopravvissuta fino ad oggi in condizioni abbastanza buone. Dal 2009 la fortificazione è aperta al pubblico.

Fortezza di Angelokastro

Castello di Cassiopi

Kassiopi è una piccola città di Corfù con circa 1200 abitanti. Si ritiene che in questo sito siano esistiti insediamenti sin dai tempi del re Pirro (III secolo aC). Il castello di Kassiopi fu fondato sulle rovine di una fortificazione romana durante l'era bizantina. Successivamente, i veneziani lavorarono duramente per rafforzare la fortezza. L'edificio si trova su un promontorio. È ben visibile dal porto.

Castello di Cassiopi

"Canale dell'Amore" a Sidari

Un luogo incredibilmente pittoresco situato nella parte nord-occidentale dell'isola, non lontano dalla spiaggia di Sidari. Il "Canale dell'Amore" è costituito da diverse strette strisce d'acqua, inserite tra le rocce e che terminano in piccole baie. Questo "fiordo" greco ha un'acqua incredibilmente calda e un'accogliente spiaggia sabbiosa. Il luogo è molto popolare tra i turisti per la sua bellezza ed espressività.

Canale dell

Spiaggia di Paleokastritsa

Spiaggia di sabbia e ghiaia, situata a 23,5 km. dalla città di Corfù. Differisce dal fatto che anche nei giorni più caldi l'acqua qui rimane relativamente fredda. La spiaggia è circondata da pittoresche colline. Nei suoi dintorni ci sono bellissime calette e baie che possono essere esplorate noleggiando una piccola barca. Paleokastritsa è un popolare sito di immersione sia per i principianti che per i subacquei esperti.

Spiaggia di Paleokastritsa

Spiaggia di Agios Gordios

La spiaggia si trova nella parte occidentale di Corfù. È circondato da colline, pinete e agrumeti. La maggior parte della spiaggia è ricoperta di ciottoli, ma c'è anche una zona sabbiosa. La lunghezza totale di Agios Gordios è di circa 1,5 km. Una vasta gamma di intrattenimenti è prevista per i turisti. Qui puoi noleggiare attrezzature acquatiche, fare bungee jumping, andare in barca o parapendio.

Spiaggia di Agios Gordios

Monte Pantokrator

La montagna più alta dell'isola (906 metri sul livello del mare). In cima c'è un monastero e moderne torri per le telecomunicazioni. Dal ponte di osservazione di Pantokrator, in una giornata limpida, puoi persino vedere le lontane coste della penisola appenninica. Per i turisti ci sono diversi sentieri escursionistici lungo i quali è possibile salire in cima. La salita dura circa due ore.

Monte Pantokrator

Punto di vista Trono del Kaiser

Parco giochi attrezzato, situato sulle rocce nei pressi del villaggio di Pelekas. Il Kaiser tedesco Guglielmo II amava trascorrere qui minuti di riposo (da qui il nome del luogo). Il sito offre un panorama circolare dei dintorni: puoi vedere il Monte Pantokrator, la costa dell'Albania, le coste occidentali e orientali di Corfù, nonché tutte le bellezze della verde valle di Ropa.

Punto di vista Trono del Kaiser