Le 20 migliori attrazioni di Varna, Bulgaria

231
40 737

Varna ha molti nomi: "perla della costa", "regina del Mar Nero", "capitale estiva della Bulgaria" - non appena questa località turistica non viene chiamata! Grazie alla sua lunga e ricca storia, Varna attira i turisti non solo con le sue spiagge, ma anche con un'architettura interessante e un patrimonio culturale inestimabile.

La città era a sua volta di proprietà di Romani, Bizantini e Turchi, il che, ovviamente, si rifletteva nel suo aspetto esteriore. Le terme romane del II secolo sono adiacenti ai palazzi del XIX secolo, creando un contrasto piuttosto insolito.

Varna è anche un importante centro culturale in Bulgaria. Uno degli eventi centrali è il festival estivo di Varna, che ogni anno riunisce migliaia di partecipanti e spettatori da tutto il mondo.

Cosa vedere e dove andare a Varna?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

"Pietre conficcate"

Colonne di pietra di origine naturale, situate a 18 km da Varna. Si ritiene che siano il risultato dell'erosione della roccia o formati da coralli induriti. Per 200 anni di ricerca, gli scienziati non sono giunti a un consenso sulla veridicità di una delle versioni. Per preservare il punto di riferimento unico, il territorio con le pietre è stato dichiarato monumento naturale.

Pietre conficcate

Evksinograd

La residenza estiva della famiglia reale sulla costa del Mar Nero, oggi utilizzata per ricevimenti governativi. Il palazzo fu costruito alla fine del XIX secolo per ordine del principe A. Battenberg. La residenza della Casa d'Orleans in uno dei sobborghi di Parigi, distrutta durante la guerra franco-prussiana, fu presa a modello. Nella costruzione di Evksinograd furono utilizzati i frammenti superstiti del palazzo parigino.

Evksinograd

parco sul mare

Il progetto del parco è stato creato dal maestro ceco A. Novak nel XIX secolo. Questo pittoresco giardino in riva al mare è stato a lungo il luogo preferito per passeggiare e rilassarsi. I vicoli della piazza si estendono lungo la costa, lungo di essi si trovano aiuole, fontane e sculture. C'è un terrario, uno zoo, un delfinario, un complesso sportivo, un planetario e diversi musei. Il parco ha anche la sua spiaggia.

Parco sul mare

Terme Romane

Le antiche terme furono costruite nel II secolo e furono utilizzate fino alla fine del III secolo. Un imponente complesso termale delle dimensioni di un campo da calcio si trova nel centro di Varna tra edifici residenziali. Si ritiene che questi fossero i termini più grandi della penisola balcanica e il quarto più grande dell'intero impero romano. Oggi, anche dalle rovine sopravvissute, si può giudicare la scala di questa antica struttura.

Terme Romane

Cattedrale dell'Assunzione

Cattedrale della Chiesa ortodossa bulgara, che si trova nel centro di Varna. Fu aperto solennemente nel 1886 in onore della liberazione della città dal dominio dell'Impero ottomano con la partecipazione attiva dell'imperatore russo Alessandro II, la cui moglie era la zia del principe Battenberg. Nell'architettura della cattedrale si possono distinguere caratteristiche dello stile bizantino, elementi della costruzione di templi russi e persino alcuni tocchi gotici.

Cattedrale dell

Chiesa armena di San Sargis

La Chiesa armena ortodossa, eretta a metà del XIX secolo sul sito di una chiesa bruciata in onore di San Sarkis, un socio che visse durante il periodo dell'imperatore Costantino e divenne famoso per aver convertito i pagani al cristiano fede. La facciata principale dell'edificio è in mattoni rossi, le pareti laterali sono rivestite di intonaco bianco. All'interno del tempio è dipinto in stile bizantino.

Chiesa armena di San Sargis

Monastero Aladzha

Monastero rupestre ortodosso del XII secolo, attualmente in rovina. È noto che gli eremiti cristiani vivevano nelle catacombe dal IV secolo. Il monastero esistette fino alla fine del XIV secolo, fino a quando fu distrutto dagli Ottomani, ma i monaci continuarono ad abitare le grotte per altri quattrocento anni. In precedenza, quasi tutte le grotte erano decorate con affreschi, ma oggi rimangono solo nella cappella del monastero.

Monastero Aladzha

Teatro dell'Opera di Varna

Il palcoscenico del teatro si trova in un pittoresco palazzo in stile impero, considerato uno degli edifici più belli della città. In termini di popolarità, l'Opera di Varna è seconda solo all'Opera di Sofia. La troupe si è formata nel 1947 e ha subito iniziato a lavorare alla messa in scena di opere di autori classici e contemporanei. Successivamente, al repertorio sono state aggiunte operette, che hanno permesso di attirare più spettatori.

Teatro dell

Museo Archeologico

La collezione del museo è considerata una delle più grandi della Bulgaria, in quanto contiene più di 50.000 oggetti. Su un'area di 2.000 m² si trovano una biblioteca scientifica, una sala espositiva, un archivio e aule. Parte dell'esposizione è esposta nel cortile. Dei reperti unici - una collezione di oggetti d'oro, che è stata scoperta nella necropoli di Varna. Gli esperti ritengono che la sua età sia superiore a 6 mila anni.

Museo Archeologico

Museo etnografico

Il museo è stato aperto nel 1974 in un palazzo del XIX secolo. La sua collezione è dedicata alla cultura e alla vita delle persone che abitano la regione di Varna. Disposta su due piani, l'esposizione copre il periodo che va dalla seconda metà dell'Ottocento alla metà del Novecento. Nel museo è possibile conoscere i mestieri tradizionali della regione: pesca, apicoltura e viticoltura, oltre a guardare utensili e oggetti domestici.

Museo etnografico

Museo retrò

La collezione è stata creata su iniziativa dell'uomo d'affari Ts. Atanasov, che collezionava auto d'epoca e vari oggetti usati dai residenti dei paesi del Patto di Varsavia. Nel corso del tempo, l'esposizione è cresciuta a tal punto che è stato necessario affittare una stanza separata. La "perla" principale della collezione è l'auto Chaika, appartenuta a Todor Zhivkov.

Museo retrò

Museo della Storia di Varna

L'edificio del museo si trova nel centro di Varna, vicino alle terme romane. Qui i visitatori possono conoscere la storia della città tra il 1878 e il 1939. La maggior parte della collezione è una ricostruzione di caffè, negozi e uffici della città. Il resto delle sale espone armi del periodo della prima e della seconda guerra mondiale, oltre alle guerre balcaniche, abbigliamento, fotografie e oggetti d'arredo.

Museo della Storia di Varna

Museo Marittimo Nazionale

La collezione apparve nel 1923 grazie ad un gruppo di appassionati. Si compone di uniformi navali, modelli di navi, insegne e cannoni navali. Le mostre sono collocate in 12 sale. Prima di tutto, l'esposizione interesserà gli appassionati di soggetti militari navali e le persone che sono semplicemente interessate alle navi. Il museo dispone di una biblioteca con un ricco fondo librario.

Museo Marittimo Nazionale

Museo del Parco "Vladislav Varnenchik"

Il complesso commemorativo, eretto in onore dell'eroe nazionale Vladislav Varnenchik (Vladislav III Jagiello) - il re polacco-ungherese, morto nella battaglia del 1444, quando l'esercito combinato di bulgari, cechi, ungheresi, bosniaci, croati, polacchi ei rumeni cercarono di fermare l'invasione dei turchi - ottomani in Europa. Il museo è stato fondato nel 1924. Sul territorio del complesso si trova il mausoleo di Jagiello, ma non c'è il corpo del re stesso.

Museo del Parco Vladislav Varnenchik

Delfinario

Varna, come quasi tutte le località balneari, ha il suo delfinario. Tutti i sei giorni della settimana, quando qui si tengono spettacoli, gli spalti sono pieni di capacità, poiché i divertenti mammiferi marini non lasciano nessuno indifferente. Gli animali ballano durante lo spettacolo e "cantano" canzoni bulgare, che portano il pubblico in una gioia indescrivibile.

Delfinario

Acquario di Varna

L'acquario si trova nell'edificio dell'Istituto di acquacoltura e pesca, eretto nel 1912. La vita marina vive in vasche spaziose, dove vengono create condizioni di vita ottimali. Parte dell'esposizione mostra la fauna sottomarina del Mar Nero, l'altra parte è dedicata all'Oceano Mondiale. Oltre ai pesci, qui puoi vedere alghe, molluschi, polpi e meduse.

Acquario di Varna

Zoo di Varna

Lo zoo di Varna non è di grandi dimensioni: puoi tranquillamente passeggiare per il suo territorio in 30 minuti. Gli animali qui sono tenuti in recinti dietro le sbarre, quindi puoi solo guardarli da lontano. La storia dello zoo iniziò nel 1956, quando l'equipaggio di una nave militare portò un orso da un altro viaggio. All'animale fu dato il soprannome di Maxim e si stabilì nel Seaside Park. Presto altri residenti si unirono a lui.

Zoo di Varna

Orto Botanico Universitario "Ecopark"

Il giardino è stato aperto ai visitatori nel 2002. In precedenza, sul suo territorio si trovava un vivaio universitario. In Ecopark piante esotiche e specie autoctone crescono fianco a fianco. Qui puoi vedere alberi di pino marittimo, ginkgo, ferro, carta e tulipano e altri esemplari interessanti. Il parco ha un roseto chic, dove sono piantate più di 30 specie di questo fiore.

Orto Botanico Universitario Ecopark

Lago Varna

Un esteso estuario sulla costa vicino a Varna, che è collegato al lago Beloslav e alla baia di Varna attraverso canali di navigazione. Il serbatoio ha una superficie di 17 km² e una profondità relativamente bassa di soli 19 metri. Il suo fondo è ricoperto da uno strato di limo e fango di idrogeno solforato, che ha proprietà curative. Vicino al lago si trova la famosa necropoli di Varna.

Lago Varna

Capo Kaliakra

Il promontorio si trova a circa 60 km da Varna sull'altopiano di Dobrudzha. È incluso nell'elenco dei cento luoghi più pittoreschi della Bulgaria. Sul suo territorio è presente una riserva naturale. Le scogliere a strapiombo del promontorio si innalzano a 70 metri sopra il mare, proteggendo la baia dai venti freddi. Una leggenda è collegata a questo luogo circa 40 ragazze che si precipitarono nel Mar Nero per non essere catturate dai turchi ottomani.

Capo Kaliakra