Le 15 migliori attrazioni di Burgas, Bulgaria

1 269
53 658

Sebbene Burgas non sia considerata la località più popolare della Bulgaria, il riposo qui non è peggiore che in altre parti della costa. La città ha un paio di spiagge attrezzate, molti hotel per tutti i gusti e luoghi piuttosto interessanti.

Ogni anno Burgas ospita numerosi festival internazionali dedicati al teatro e alla musica. Da aprile a settembre, la città si trasforma nella capitale culturale del paese, che attira viaggiatori da tutta Europa.

Prima di tutto, i turisti saranno interessati a visitare i musei archeologici ed etnografici, il parco marino, gli antichi insediamenti romani e traci. Vale anche la pena fare una gita in barca all'isola di Sant'Anastasia e la sera passeggiare lungo il pittoresco molo cittadino.

Cosa vedere e dove andare a Burgas?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

parco sul mare

Il parco si estende lungo la costa del Mar Nero per 7 km. Sul suo territorio sono presenti piattaforme di osservazione, aiuole ben curate, vicoli pedonali e fontane. Puoi scendere le scale fino al mare stesso. Il parco ha tutto per un piacevole passatempo: piste ciclabili, comode panchine, campi da gioco, caffè, un teatro estivo, un mini-zoo e persino un casinò. Tra i numerosi monumenti c'è un monumento dedicato ad A. S. Pushkin.

Parco sul mare

Spiaggia Centrale

La spiaggia si trova vicino al Seaside Park. La sabbia qui ha una piacevole sfumatura giallastra e l'acqua è quasi sempre limpida, nonostante la vicinanza del porto. C'è anche un molo famoso in tutta Europa, un luogo preferito per romantiche passeggiate serali. Qui ormeggiano barche da diporto e spesso si vedono pescatori seduti con la canna da pesca.

Spiaggia Centrale

Festival delle sculture di sabbia

Dal 2008 a Burgas si tiene un festival, durante il quale i visitatori possono osservare bizzarre figure di sabbia create da partecipanti di diversi paesi. Ogni volta la mostra è dedicata a un determinato argomento: personaggi delle fiabe, personaggi famosi, eroi del cinema o animali. Per creare composizioni, viene portata sul sito un'incredibile quantità di sabbia.

Festival delle sculture di sabbia

Chilometro zero

Un segno a forma di compasso che determina con precisione il centro geografico della città. È apparsa nel 2011 e si è subito innamorata dei residenti. Hanno affettuosamente soprannominato il chilometro zero "l'ombelico della città". L'attrazione si trova sulla strada. Aleksandrovskaja. È un piatto con un ornamento in rilievo. Tutte le distanze da qualsiasi luogo a Burgas vengono contate dal chilometro zero.

Chilometro zero

Museo Archeologico

L'esposizione si trova nell'edificio dell'ex palestra, costruito alla fine del XIX secolo su progetto del maestro svizzero H. Mayer. La collezione contiene reperti relativi ai periodi tracio, romano e greco della storia della città. I reperti più preziosi sono la statua di Apollo dell'antico insediamento di Antiy e la tomba-dolmen del XIII secolo a.C., rinvenuta nelle vicinanze della baia di Burgas.

Museo Archeologico

Museo etnografico

La collezione museale è ospitata in un pittoresco palazzo del XIX secolo, che di per sé è di notevole valore storico e culturale. La mostra è composta da artigianato, costumi nazionali e altri oggetti interessanti. Durante le festività natalizie, il personale del museo organizza corsi di perfezionamento per i visitatori per imparare i mestieri tradizionali.

Museo etnografico

Teatro dell'Opera di Burgas

Un palcoscenico dove si svolgono spettacoli musicali e concerti. È considerato il centro culturale di Burgas e riceve ogni anno un numero enorme di turisti. La compagnia teatrale partecipa attivamente a festival ed eventi culturali. Tra questi ci sono il Festival di musica classica ad aprile, il Festival dell'opera di luglio, la settimana delle arti ad agosto. Durante la stagione, il teatro ospita fino a 6 produzioni in anteprima.

Teatro dell

Cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio

Il tempio fu eretto alla fine del XIX secolo per sostituire la vecchia chiesa in legno. La costruzione è stata realizzata grazie alle donazioni dei residenti della città. Il progetto è stato sviluppato dall'architetto italiano R. Toscani. A quanto pare, quindi, alcuni elementi dell'edificio sono più tipici delle chiese cattoliche europee che di una cattedrale ortodossa. Tuttavia, i tratti dello stile bizantino sono chiaramente rintracciati nel profilo della cupola.

Cattedrale dei Santi Cirillo e Metodio

Chiesa Armena Santa Croce

La chiesa fu eretta nel 1853, come testimonia l'iscrizione sul suo muro. Tuttavia, secondo alcuni documenti, l'edificio apparve nel 1808. Durante la guerra russo-turca, in questo tempio furono sepolti soldati bulgari e russi. Oggi è il centro spirituale della comunità armena non solo a Burgas, ma in tutta la regione. L'edificio è stato inserito nell'elenco dei monumenti culturali nel 1970.

Chiesa Armena Santa Croce

Rovine dell'antica Deultum

Le rovine di un insediamento dell'epoca dell'Impero Romano, situato a 17 km da Burgas. Una colonia in questo sito fu fondata sotto l'imperatore Vespasiano. Nel corso degli anni, l'insediamento si è sviluppato in una delle città più ricche della regione. Deultum esistette fino al XIV secolo, dopodiché cadde in rovina e non fu più citata nelle fonti. I reperti rinvenuti sul territorio dell'ex colonia sono esposti nel museo archeologico.

Rovine dell

Hillfort "Akve Kalide"

L'insediamento è un insediamento tracio fortificato. Negli antichi manoscritti, è indicato come Thermopolis (Therma). Il luogo è famoso per le sue calde sorgenti minerali. Filippo di Macedonia, l'imperatore Giustiniano e Solimano il Magnifico riuscirono a visitare Aqua Calida. Anche sotto i Traci, sul territorio dell'insediamento sorgeva un tempio, che attirava pellegrini da terre lontane.

Hillfort Akve Kalide

Fattoria di pavone Burgas

La fattoria dei pavoni ospita diverse dozzine di questi magnifici uccelli. I turisti sono felici di venire qui in escursione per ammirare il piumaggio e osservare le abitudini degli uccelli. Nonostante il fatto che l'allevamento dei pavoni sia un processo piuttosto laborioso, il proprietario dell'azienda se la cava bene. Gli uccelli sembrano felici e ben curati, poiché sono tenuti in condizioni quasi ideali.

Fattoria di pavone Burgas

Riserva Naturale Poda

La zona protetta si trova a sud di Bourgas. Nasce per preservare la popolazione di uccelli abituati a nidificare in questi luoghi. Nella riserva vivono pellicani, aironi, cormorani, piovanelli e altre specie. In certi momenti, migliaia di cicogne volano qui: usano le paludi locali come punto di transito sulla strada dall'Europa all'Africa.

Riserva Naturale Poda

Isola di Sant'Anastasia

Un'isola nella baia di Bourgas, situata a 6 km dalla costa. Il suo territorio è diviso dalla Chiesa ortodossa (possiede un tempio con faro) e da una società privata che possiede un albergo e un ristorante. C'è un faro sull'isola. Si ritiene che qui nel XV secolo ci fosse un monastero. Recentemente, l'isola si è sviluppata come attrazione turistica. La gente viene qui per respirare aria fresca e ammirare le infinite distese del mare.

Isola di Sant

Laghi di Burgas

Nelle vicinanze della città ci sono tre pittoreschi laghi: Burgasskoe, Atanasovskoe e Mandra. Il primo è considerato il più grande specchio d'acqua naturale della Bulgaria. È separato dal mare da una stretta lingua di sabbia. Il secondo si distingue per una ricca varietà di fauna e un'alta concentrazione di sale nell'acqua. Il terzo è un bacino idrico d'acqua dolce, parte del suo territorio è occupato dal santuario degli uccelli di Poda.

Laghi di Burgas