Le 20 migliori attrazioni di Gomel, Bielorussia

772
41 098

I principali siti turistici non possono vantare una storia secolare. Per la maggior parte sono apparsi in passato e nel secolo scorso, ma sono già riusciti a conquistare l'amore del pubblico. Spicca in particolare il Gomel Palace and Park Ensemble, che comprende molti oggetti interessanti, tra cui il Palazzo Rumyantsev-Paskevich e il Giardino d'Inverno. L'area del parco che circonda il territorio, la vicina spiaggia e il lungomare sono i principali luoghi di svago sia per i locali che per i turisti.

Gomel ha attraversato le prove della seconda guerra mondiale, è stato parzialmente danneggiato ed è stato restaurato. Nonostante tutti gli sconvolgimenti, ha saputo conservare i grani della sua storia e ha permesso loro di fiorire in tutto il loro splendore nei tempi moderni. Ogni anno vengono aperti nuovi monumenti e musei e le collezioni di quelli antichi vengono reintegrate.

Cosa vedere e dove andare a Gomel?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Complesso del Palazzo e del Parco di Gomel

Allo stesso tempo un monumento della natura e un monumento dell'architettura. Si trova sulla riva destra del fiume Sozh. Gli oggetti principali: l'antico insediamento dei secoli X-XVIII, il Palazzo Rumyantsev e Paskevich, la Cattedrale di Pietro e Paolo, la cappella-tomba della famiglia Paskevich, il Giardino d'Inverno. L'area del parco è di 34 ettari. Tra i 5 mila alberi ci sono molti esotici. Swan Pond divide il parco in due parti, le attrazioni sono costruite nella parte settentrionale.

Complesso del Palazzo e del Parco di Gomel

Palazzo Rumyantsev-Paskevich

Il terreno per la costruzione del palazzo fu concesso al conte Rumyantsev dall'imperatrice Caterina II. Alla fine del XVIII secolo i lavori furono completati. Stile: neoclassicismo. Il palazzo fu ricostruito e intorno apparvero nuovi oggetti iconici. Nel 1934 fu acquistato dal conte Paskevich. Sotto di lui fu allestito un vasto parco. Negli anni '90 l'edificio del palazzo divenne completamente di proprietà del museo. È considerata l'attrazione principale di Gomel.

Palazzo Rumyantsev-Paskevich

Cattedrale di Pietro e Paolo

Fu costruito dal 1809 al 1819 nei possedimenti del conte Rumyantsev. Attualmente fa parte del complesso del palazzo e del parco. La prima chiusura è avvenuta negli anni post-rivoluzionari. I servizi sono ripresi durante il periodo di occupazione. La seconda chiusura risale agli anni '60. Da quasi 20 anni al suo interno funziona un planetario. Ora è un tempio funzionante. Reliquie: le reliquie di S. Manefa di Gomel e di S. Nicola.

Cattedrale di Pietro e Paolo

Cappella-tomba dei Paskevich

Fu costruito vicino alla Cattedrale di Pietro e Paolo nel 1889. Qui furono portati i resti di alcuni membri della famiglia Paskevich, tra cui Ivan Fedorovich, che acquistò queste terre dai Rumyantsev. In totale, 8 persone hanno trovato pace qui. La tomba è realizzata in stile pseudo-russo e ricorda una piccola torre o castello da favola. Le sepolture reali sono sotterranee. L'ingresso alla cripta avviene attraverso un padiglione eretto nelle vicinanze.

Cappella-tomba dei Paskevich

torre di osservazione

Si trova nella parte meridionale del complesso del palazzo e del parco. Inizialmente era un camino di una fabbrica di zucchero. Quando l'edificio fu trasformato in Giardino d'Inverno, la ricostruzione interessò anche la torre. Compresa la guglia, la sua altezza è di 40 metri, quindi il luogo si è rivelato adatto per un ponte di osservazione. Puoi salire fino in cima tramite una scala a chiocciola con 204 gradini. Nel 2015 è avvenuta la riapertura.

Torre di osservazione

Giardino d'inverno

Creato sulla base della serra appartenuta a Paskevich. Nel 1877 iniziarono a trasformarlo nel Giardino d'Inverno, per il quale presero l'officina di uno zuccherificio. Decorazione d'interni - minerali naturali, questo ha permesso di ottenere un tappeto vivente da piante rampicanti troppo cresciute. Durante la seconda guerra mondiale, i locali non furono quasi colpiti. Ora il giardino ha una collezione di 18 specie di rappresentanti della flora delle regioni subtropicali.

Giardino d

capanno da caccia

Riconosciuto come monumento architettonico dell'inizio del XIX secolo. Serviva come residenza estiva di Rumyantsev. Allo stesso tempo, al conte non piaceva la caccia, e il nome è probabilmente associato alla località alla periferia della città. Dal 2009 nella casa è stata aperta una mostra del Museo di Storia di Gomel. La collezione è ospitata in 7 sale. Alcune stanze sono state ricreate com'erano sotto Rumyantsev. Qui puoi tenere servizi fotografici e cerimonie nuziali.

Capanno da caccia

Filiale del Museo Vetka

Inaugurato nel 2008. L'esposizione è suddivisa in 4 grandi mostre: "Cosa come testo di cultura spirituale", "Capolavoro", "Mestiere vivente" e "Uomo di tradizione". Ognuno ha la sua stanza separata. "Masterpiece" si distingue tra gli altri, poiché qui viene presentato un solo oggetto alla volta. Mostre - arte popolare di tutte le direzioni. Ciò include asciugamani, vestiti nazionali, libri fatti a mano e persino icone.

Filiale del Museo Vetka

Museo della gloria militare di Gomel

L'esposizione è stata aperta in due fasi. Il primo si è svolto nel 2004 ed è stato dedicato al 60° anniversario della liberazione del Paese dai nazisti. In pieno vigore, il complesso museale guadagnò un anno dopo. 2 piani con 8 sale raccontano la storia della gloria militare della città e della Bielorussia. 35 unità di equipaggiamento militare, inclusi carri armati e aerei, sono esposte all'aperto. Sulla base di questo museo, nel 2010 è stato creato il Museo della Criminalistica.

Museo della gloria militare di Gomel

Museo di Criminologia

Creato sulla base del Museo della gloria militare nel 2010. Il suo obiettivo principale è rendere popolare la professione interessante e socialmente importante di un criminalista. L'esposizione copre il periodo dal 1917 ai giorni nostri. Tra i reperti c'era un posto per l'armamentario dei poliziotti di diversi anni. Mezzi tecnici presentati e in costante miglioramento. Si tengono riunioni di criminologi praticanti con scolari.

Museo di Criminologia

Museo di Storia della Stampa e della Fotografia

Inaugurato nel 2017 su iniziativa della stampa locale. Tutte le pubblicazioni di Gomel, in un modo o nell'altro, hanno preso parte alla formazione della sua collezione. Tra gli oggetti esposti ci sono dispositivi di stampa, fotografie d'archivio, vecchie pagine di giornali in bianco e nero e manifesti luminosi. Durante il tour, i turisti sono invitati a conoscere non solo la storia della stampa e della fotografia, ma anche a ripercorrere il passato dei moderni media di Gomel.

Museo di Storia della Stampa e della Fotografia

Galleria d'arte G. X. Vashchenko

La collezione di opere d'arte prende il nome dall'eccezionale artista bielorusso. Gavriil Vashchenko ha donato alla galleria 50 delle sue opere. Successivamente, sua moglie ha reintegrato la collezione con 70 dipinti di maestri domestici. Attualmente, qui sono esposti circa 400 dipinti. Sono distribuiti tra due aree espositive. Inoltre, la galleria ospita anche mostre temporanee.

Galleria d

Teatro drammatico di Gomel

Esiste dal 1954. L'edificio è classico per i teatri dell'era post-sovietica - con stucchi, dettagli decorativi e grandi colonne all'ingresso. La troupe gira il paese e visita la Russia. Una volta ogni tre anni, il teatro ospita incontri di teatro slavo. La sala può ospitare poco meno di 500 persone. Nel 2005 è stata completata la ricostruzione dei locali. Le riparazioni hanno interessato anche il portico e la facciata.

Teatro drammatico di Gomel

Teatro dei burattini

Fondata nel 1968 da Viktor Chernyaev, che guidò la troupe per i successivi 20 anni. Il teatro ha ricevuto a sua disposizione la Casa della Cultura nel 2002 e 5 anni dopo è stato restaurato. All'ingresso ci sono piccole sculture che illustrano fiabe familiari fin dall'infanzia. Tra le produzioni c'è un posto non solo per le opere mondiali riconosciute, ma anche per le fiabe bielorusse.

Teatro dei burattini

Circo statale di Gomel

La prima compagnia circense si esibisce in un edificio di legno in piazza Konnaya dal 1890. Diversi traslochi, il trasferimento dei locali al teatro e persino un incendio hanno portato alla necessità di costruire una solida casa permanente per il circo. Era pronto nel 1972. L'auditorium è progettato per millecinquecento posti. Vicino al 2006 c'è una fontana con illuminazione, che funziona diversi mesi all'anno, e un monumento al clown Matita.

Circo statale di Gomel

Monastero di San Nicola

Fondato nel 1994. L'omonimo tempio, costruito nel 1904, divenne la base del monastero maschile. C'è una chiesa del cancello e il cortile si trova nel villaggio di Teryukha. I fratelli aderiscono alla carta della Trinità-Sergio Lavra. Reliquie: l'icona in streaming di mirra di San Nicola, la copia venerata dell'icona Kozelshchanskaya della Madre di Dio e l'icona di San Giovanni Giusto di Kormyansky con una particella di reliquie.

Monastero di San Nicola

Santo monastero di Tikhvin

È femmina e conduce la sua storia più volte interrotta dalla fine del XIX secolo. Esiste nella sua forma attuale dal 1993. Le suore insegnano alla scuola domenicale. Il monastero ha un laboratorio di pittura di icone e un laboratorio di cucito. Reliquie: un elenco dell'icona della Madre di Dio Tikhvin e delle reliquie dei santi Chernihiv. Il monastero comprende una sorgente sacra, vicino alla quale sono costruiti bagni e una cappella.

Santo monastero di Tikhvin

Chiesa di Elia

Monumento dell'architettura lignea bielorussa della seconda metà del XVIII secolo. Il complesso è composto da 3 capanne di legno: Babinets, capanna centrale, abside dell'altare. Vicino alla chiesa degli Antichi Credenti in passato c'era uno skit misto per uomini e donne. Si ritiene che Yemelyan Pugachev sia venuto qui per pregare. Sebbene il tempio sia stato chiuso più volte nel XIX secolo, è rimasto attivo durante il periodo sovietico.

Chiesa di Elia

Ponte Baumann

Ponte pedonale sul fiume Sozh. C'erano già diversi ponti in città, compresi quelli galleggianti. Ma era necessario un grande pedone, poiché sempre più vacanzieri volevano raggiungere la spiaggia dall'area del parco. E le persone dei sobborghi potrebbero usarlo per andare al lavoro. L'edificio è stato inaugurato nel 1970. Poiché l'altezza e le campate lo consentivano, il trasporto marittimo è rimasto altrettanto intenso.

Ponte Baumann

Fiume e argine di Sozh

493 su 648 km del fiume Sozh attraversano la Bielorussia. Ci sono diverse città su di esso, inclusa Gomel. È in parte navigabile e le sue acque sono tra le più pulite d'Europa. Il miglioramento dell'argine cittadino è associato ai nomi di importanti personaggi locali Rumyantsev e Paskevich. Nelle immediate vicinanze si trova un palazzo e un complesso di parchi. Durante la passeggiata, i turisti conoscono i monumenti dell'archeologia e della natura.

Fiume e argine di Sozh