Le 20 migliori attrazioni di Vitebsk, Bielorussia

970
58 507

Quando vieni a Vitebsk, cogli subito questa strana sensazione: da un lato sembra di essere a casa e, dall'altro, da qualche parte nella vastità dell'Europa centrale. Ciò non sorprende, perché la città è appartenuta per lungo tempo al Granducato di Lituania e al Commonwealth. Solo dalla fine del XVIII secolo entrò a far parte dell'Impero russo, e già in tempi moderni entrò a far parte della Bielorussia indipendente.

Sfortunatamente, molti templi - monumenti architettonici inestimabili - furono distrutti durante l'era sovietica. Ma i turisti possono ancora ammirare il bellissimo barocco di Vilna, poiché alcuni di essi sono stati restaurati nel loro aspetto storico. Inoltre, i viaggiatori stanno aspettando strade pittoresche, ampie piazze, musei interessanti ed eleganti tenute cittadine.

Cosa vedere e dove andare a Vitebsk?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

"Bazar Slavianski a Vitebsk"

Un festival internazionale organizzato con l'obiettivo di avvicinare e unire paesi culturalmente vicini (principalmente le ex repubbliche dell'URSS e gli stati membri del Patto di Varsavia). Si tiene dal 1992. Concerti, concorsi con premi in denaro, spettacoli e mostre varie si tengono in numerose sedi dell'evento.

Bazar Slavianski a Vitebsk

Cattedrale dell'Assunzione

Una chiesa ortodossa, la cui prima menzione si trova in documenti dell'inizio del XV secolo. È noto che nel XVIII secolo fu costruito il successivo edificio della cattedrale come chiesa uniate. Negli anni '30 l'edificio fu fatto saltare in aria. Un nuovo tempio in questo sito è stato costruito nel 2011 in stile barocco di Vilna, uno stile architettonico che si è diffuso sul territorio del Commonwealth alla fine dell'esistenza di questo stato.

Cattedrale dell

Municipio

Edificio del governo cittadino nel centro storico di Vitebsk, costruito nel 1775. Il primo municipio esisteva in città dal 1597, quando era sotto il sistema legale di Magdeburgo. L'edificio è stato costruito in stile barocco. Oggi il suo territorio ospita il Museo delle tradizioni locali di Vitebsk, che espone reperti unici dei secoli XIII-XIX, tra cui corteccia di betulla, elementi del costume di un cavaliere, armi e ricami locali.

Municipio

Via Suvorov

Una delle strade centrali della città, che prende il nome dal famoso comandante russo. La sua lunghezza è di circa 1,3 km. Il vicolo esiste dal XIV secolo, fino all'inizio del XX secolo ha cambiato più volte nome. Gli edifici del XIX secolo sono quasi completamente conservati in via Suvorov, ci sono persino edifici unici del XVIII secolo. Una delle sue sezioni in prossimità dell'incrocio con via Uritskogo è pavimentata con piastrelle ed è pedonale.

Via Suvorov

Piazza della vittoria

La piazza più grande della città e del paese. È lungo 380 metri e largo 190 metri. Il territorio è circondato principalmente da edifici risalenti agli anni '60 e '70, che si sono conservati dall'era sovietica. Nel 1974 qui fu eretto un complesso commemorativo in onore dei soldati, partigiani e combattenti della metropolitana di Vitebsk, che combatterono coraggiosamente il nemico durante la seconda guerra mondiale. Il monumento è realizzato sotto forma di tre baionette che perforano il cielo.

Piazza della vittoria

Chiesa della Resurrezione

Una nuova chiesa ortodossa costruita nel 2009 sul sito di una chiesa del XVIII secolo distrutta nel 1936. L'edificio è stato eretto in stile barocco di Vilna, è una struttura a navata unica con due torri sulla facciata. Accanto ad esso si trova un monumento in bronzo al principe lituano Olgerd, durante il quale Vitebsk acquisì ulteriori strutture difensive.

Chiesa della Resurrezione

Chiesa di Santa Barbara

La cattedrale cattolica del 1785, ricostruita nel 1885 in stile neoromanico. Fino a poco tempo fa fungeva da chiesa cattedrale della diocesi di Vitebsk (eparchia). La chiesa non fu distrutta durante il periodo sovietico, come altre istituzioni religiose. I suoi locali sono stati utilizzati a lungo come magazzini, quindi l'edificio è caduto in rovina. I lavori di restauro sono iniziati alla fine degli anni '80.

Chiesa di Santa Barbara

Chiesa dell'Annunziata

La prima chiesa dell'Annunziata fu eretta nel XIV secolo (alcune fonti affermano che sia stata edificata nel X secolo). L'unico monumento architettonico non era destinato a sopravvivere fino ad oggi: prima l'edificio fu gravemente danneggiato durante la seconda guerra mondiale, poi negli anni '60 fu fatto saltare in aria per posare i binari del tram in questo sito. Il tempio è stato restaurato negli anni '90 nel suo aspetto storico originario.

Chiesa dell

Casa Museo di Marc Chagall

Il complesso espositivo, costituito dalla casa-museo memoriale di M. Z. Chagall, dove l'artista trascorse i suoi anni giovanili, e dal centro d'arte a lui intitolato, nel cui territorio si tengono mostre delle sue opere. Il museo ha iniziato a funzionare nel 1997. Qui puoi vedere cose appartenute alla famiglia del maestro ea se stesso, oltre a documenti d'archivio. Per avere un quadro più completo della mostra, è meglio utilizzare i servizi di una guida.

Casa Museo di Marc Chagall

Museo della storia del tram di Vitebsk

L'esposizione ha iniziato ad operare nel 1996 sul territorio del deposito tram cittadino su iniziativa dei membri del sindacato. Lo staff del museo ha svolto un ottimo lavoro, raccogliendo con cura materiali e reperti per la futura collezione relativa al funzionamento della linea tranviaria. Qui puoi vedere non solo documenti e fotografie, ma anche modelli di carri, vere borse di conduttori, vecchi biglietti, registratori di cassa e altri reperti interessanti.

Museo della storia del tram di Vitebsk

Museo d'Arte

La Galleria d'arte è una filiale del Museo regionale delle tradizioni locali di Vitebsk. È stato aperto nel 1992 in un edificio costruito nel 1883, costruito nello stile del tardo classicismo, progettato da A. S. Kaminsky. Fino al 1917, sul suo territorio si trovava un tribunale, dopo - il Comitato rivoluzionario e l'organo amministrativo del Partito Comunista. L'esposizione del museo è composta da collezioni di arte bielorussa, pittura russa e opere di artisti locali.

Museo d

Museo-tenuta di I. E. Repin "Zdravnevo"

Il museo è stato fondato nel 1988 sul sito della villa perduta dell'artista I. E. Repin. Si trova a circa 15 km. da Vitebsk in direzione nord-est. Il complesso è costituito da una casa padronale recentemente ricreata, dove si trova l'esposizione principale, l'ala del direttore, gli uffici e una cantina. Sul territorio della tenuta è stato conservato un vicolo di tigli con alberi, piantati dallo stesso maestro.

Museo-tenuta di I. E. Repin Zdravnevo

Teatro intitolato a Yakub Kolas

La storia del teatro ha quasi cento anni. Ci sono spettacoli di autori classici e contemporanei, ma la preferenza è data ai drammaturghi bielorussi. Ad oggi, il palco ha tre aree: un grande, sperimentale e un piccolo soggiorno. L'edificio del teatro si trova sulle rive della Dvina occidentale. È stato costruito negli anni '50 in stile classico. Il palcoscenico ha ricevuto il suo nome moderno nel 1944 in onore del poeta nazionale Yakub Kolas.

Teatro intitolato a Yakub Kolas

Teatro bielorusso "Lyalka"

Teatro dei burattini, fondato nel 1990 sulla base di una compagnia che si esibiva a teatro. Yakub Kolas dal 1985. Il palcoscenico si trova in un edificio dell'inizio del XX secolo, riconosciuto come monumento architettonico. Inizialmente era stato progettato per ospitare la Scuola Commerciale, ma con lo scoppio della prima guerra mondiale fu adattato a ospedale. Successivamente, qui si trovavano gli uffici amministrativi.

Teatro bielorusso Lyalka

Palazzo del Governatore

L'edificio è una delle principali attrazioni della città. Fu eretto alla fine del XVIII secolo. Dal 1806 è diventata la residenza del governatore. Nel XIX secolo, il palazzo fu notevolmente ampliato con l'aggiunta di un nuovo edificio a due piani. L'edificio è un esempio di solenne stile classico con elementi moderni. Il palazzo è stato parzialmente danneggiato durante la seconda guerra mondiale, ma è stato restaurato abbastanza rapidamente.

Palazzo del Governatore

Dukhovsky Kruglik

Ricostruzione di una delle torri del Castello Inferiore, che esisteva a Vitebsk nel Medioevo. L'edificio è stato costruito nel 2007. Oggi il circolo ospita un museo che racconta la storia della fortezza, un ponte di osservazione e un'esposizione dedicata allo Slavianski Bazaar al festival di Vitebsk. La torre originale perduta fu costruita nel XIV secolo su iniziativa del principe Olgerd.

Dukhovsky Kruglik

Ponte Pushkin

Il ponte si trova nella parte centrale della città, collega le rive del fiume Vitba. L'attraversamento è stato costruito nel 1961 sul sito di un vecchio ponte di legno del XIX secolo, che cadde rapidamente in rovina. Nel 2010 la pavimentazione in asfalto è stata sostituita con piastrelle, le ringhiere sono state modificate, è stata installata l'illuminazione decorativa serale e il traffico è stato vietato, trasformando così il passaggio in una zona pedonale.

Ponte Pushkin

giardino botanico

L'orto botanico cittadino esiste dal XVIII secolo. È stato appositamente rotto per gli studenti per studiare le proprietà delle piante. Grazie alla posizione favorevole vicino al fiume, molti rappresentanti della flora hanno potuto attecchire qui. Durante la seconda guerra mondiale ci furono battaglie proprio sul territorio del giardino, quindi tutte le piantagioni andarono perdute. In seguito furono completamente restaurati. Oggi l'asilo è gestito dall'Università di Vitebsk.

Giardino botanico

Frunza Park

Il parco si trova nel centro di Vitebsk, sulle rive del fiume, la sua superficie totale è di 15 ettari. Sul suo territorio crescono specie come pioppo, betulla, salice, acero, acacia, frassino e altre specie. Al centro c'è una sala da concerto, alla quale conduce il ponte del 1000 ° anniversario di Vitebsk. Il parco nasce nel XIX secolo come giardino presso la casa vescovile. Dopo il 1917 fu aperto al pubblico e nel 1926 fu ribattezzato in onore di M.V. Frunze.

Frunza Park

Fiume Dvina occidentale

La Dvina occidentale scorre attraverso il territorio di tre stati: Bielorussia, Lettonia e Russia. La sua lunghezza supera i 1000 km. L'arteria dell'acqua attraversa Vitebsk, formando un arco a forma di ferro di cavallo. Per alcuni tipi di navi è navigabile

Fiume Dvina occidentale