Le 30 migliori attrazioni di Istanbul, Turkiye

268
28 428

Incredibile e favolosa Istanbul è un ponte tra due continenti, un luogo di incontro per le culture occidentali e orientali e un inestimabile patrimonio storico di tutta l'umanità. La posizione della città è così fortunata che gli insediamenti umani fiorirono qui molto prima dell'avvento della nostra era. L'antica Bisanzio, la pomposa Costantinopoli e la brillante Istanbul: tutti questi sono i nomi di una città, adagiata sulle pittoresche rive del Bosforo.

In città, un turista potrà vedere contemporaneamente i tesori di due culture: bizantina e ottomana. L'incomparabile Basilica di Santa Sofia compete in bellezza con la Moschea Blu, i segreti secolari del Palazzo Topkana sono custoditi al sicuro dietro possenti mura e i bazar della città orientale aggiungono colore alle strade trafficate. Tutto questo è Istanbul: rumoroso, multiforme e incomparabile.

Cosa vedere e dove andare a Istanbul?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Cattedrale di Santa Sofia

Questo monumento storico unico è un capolavoro dell'architettura bizantina, simbolo del fiorire del cristianesimo e testimone della caduta dell'impero bizantino. La cattedrale fu fondata durante il regno dell'imperatore Giustiniano nel VI secolo d.C. Nel corso dei 14 secoli della sua esistenza, è stato più volte distrutto e devastato. Dopo la conquista di Costantinopoli, il tempio fu trasformato in moschea, distruggendo molti valori cristiani. All'inizio del XX secolo, le autorità turche decisero di conferire a Hagia Sophia lo status di museo.

Cattedrale di Santa Sofia

Moschea Blu

Un tempio musulmano eretto sotto il sultano Ahmed I all'inizio del XVII secolo. Durante la costruzione sono stati utilizzati marmi rari e pregiati. L'architettura della Moschea Blu è un'armoniosa combinazione di stili ottomano e bizantino, un brillante progetto di Khoja Mimar Sinan Agha, meritatamente chiamato il "gioielliere" dalla gente. L'edificio è decorato con un gran numero di piastrelle in ceramica color cielo di Iznik, motivo per cui è stato chiamato la Moschea Blu.

Moschea Blu

Moschea di Solimano

Un altro capolavoro dell'architetto Sinan, che è diventato un simbolo del potere dell'Impero Ottomano. Dopo che la costruzione fu completata, il maestro predisse che il tempio sarebbe rimasto per sempre. Finora, la sua profezia è vera: per quattro secoli l'edificio è sopravvissuto a diverse dozzine di gravi terremoti ed è sopravvissuto. La Moschea Suleymaniye è il tempio più grande di Istanbul. Questo è un intero complesso costituito da una madrasa, bagni, una biblioteca, un osservatorio e sale di preghiera.

Moschea di Solimano

Baia del Corno d'Oro

Uno stretto sul Mar Mediterraneo, dove nel VII secolo a.C. si formò un piccolo insediamento greco. Nel tempo si trasformò nella città di Bisanzio e successivamente in Costantinopoli. La baia ha preso il nome dalla sua forma, simile a un corno di animale, e dall'incredibile bellezza dei paesaggi costieri. Negli scritti degli antichi scienziati greci viene menzionato anche il nome "Corno di Bisanzio". Nei secoli passati, la baia era considerata un importante oggetto strategico.

Baia del Corno d

Bosforo

Lo stretto del Bosforo è il confine marittimo tra la parte asiatica ed europea della Turchia, è spesso chiamato "l'anima di Istanbul". Diversi ponti pittoreschi sono gettati sullo stretto, magnifici palazzi, fortezze e antichi quartieri del Sultano si ergono sulle rive. Istanbul non può essere immaginata senza il Bosforo. Questa stretta striscia d'acqua è diventata più volte oggetto di contesa tra stati e arena di scontri militari.

Bosforo

Torre di Galata

Il prototipo della moderna torre in pietra era un edificio bizantino in legno del VI secolo, costruito sotto l'imperatore Giustiniano. Dopo la conquista di Bisanzio da parte dei Turchi nel XV secolo, la torre fu utilizzata come faro, torre antincendio e prigione. L'edificio si trova su una collina, quindi è ben visibile dalle strade di Istanbul. Dal ponte di osservazione della torre è possibile ammirare la pittoresca architettura della città.

Torre di Galata

La Torre di Maiden

La Torre della Fanciulla (Kyz Kulesi) fu costruita nelle acque del Bosforo su una piccola isola rocciosa. Si ritiene che le fortificazioni su questo minuscolo pezzo di terra siano apparse già nel 400 a.C. durante la guerra tra Atene e Sparta. Sotto il dominio ottomano, sull'isola fu costruito un faro. La Maiden's Tower è riuscita a fungere da prigione, reparto di isolamento, ripostiglio per militari e marinai e galleria espositiva. Dalla fine del XX secolo qui si trovano un ponte di osservazione e un ristorante.

La Torre di Maiden

Palazzo Dolmabahçe

Il complesso del palazzo, costruito durante il regno del sultano Abdul-Mejid I. Il sovrano voleva superare i sovrani europei in termini di lusso e dimensioni, quindi il palazzo si rivelò davvero enorme: le sue mura si estendono per 600 metri lungo il Bosforo, la superficie totale è di 45 mila m². Dopo la formazione della Repubblica Turca, Ataturk si stabilì a Dolmabahce sulle rovine dell'Impero Ottomano. Dopo la sua morte, il palazzo divenne un museo.

Palazzo Dolmabahçe

Palazzo Topkapi

Il palazzo più famoso e famoso di Istanbul. Fino alla metà del XIX secolo fu la residenza principale dei sultani ottomani. Il complesso fu costruito sulle rovine del palazzo degli imperatori bizantini per ordine di Mehmet il Conquistatore nel XV secolo. Topkany è diviso in quattro parti. Entrate separate conducono a ciascuna di esse: la Porta del Signore (locali di servizio e ufficiali), la Porta del Saluto (l'ufficio e il tesoro, la sala riunioni del divano), la Porta della Beatitudine (camere interne e l'harem).

Palazzo Topkapi

Palazzo Beylerbey

Palazzo barocco nella parte asiatica di Istanbul, costruito a metà del XIX secolo. L'edificio fu utilizzato come residenza estiva dei sultani ottomani. La decorazione interna dei locali del palazzo utilizza una miscela di tradizioni orientali ed europee, che rende gli interni piuttosto originali. La disposizione è in tipico stile turco: cortili, un padiglione separato per l'harem e stanze per l'hammam.

Palazzo Beylerbey

Fortezza di Rumelihisar

Un potente forte sulla pittoresca riva del Bosforo, costruito nel XV secolo sotto il sultano Mehmed II Fatih. Le mura difensive della fortezza furono erette in pochi mesi. Rumelihisar fu costruito appositamente per l'assalto a Costantinopoli, per isolare la città dallo stretto. Dopo la caduta dell'Impero bizantino, la fortezza fu utilizzata come dogana. Il restauro è stato eseguito a metà del XX secolo.

Fortezza di Rumelihisar

Yildiz

Un pittoresco complesso di palazzi e parchi sulla costa del Mar di Marmara. In primo luogo, sul sito del palazzo moderno, fu costruita una villa per la madre del sultano Selim III. Yildiz è un edificio in cui sono incarnati diversi stili architettonici: classici europei, barocco, stile orientale. Il palazzo è circondato da un magnifico parco fiorito. Dal 1994 sul suo territorio si trova un museo.

Yildiz

Piazza dell'Ippodromo

Un luogo dove si tenevano le corse dei cavalli 2000 anni fa durante l'Impero Romano. Durante l'era dell'Impero Ottomano, l'anfiteatro sulla piazza fu smantellato, molti dei suoi frammenti andarono alla costruzione della perla di Istanbul: la Moschea Blu. Sulla piazza ci sono gli obelischi degli imperatori bizantini Costantino Porfirogenito e Teodosio, oltre a un'antica colonna serpentina greca.

Piazza dell

Piazza Taksim

La piazza centrale del quartiere storico di Beyoglu. Separa i vecchi quartieri di Istanbul da quelli nuovi e funge da importante snodo dei trasporti per la città. Al centro della piazza si trova un monumento eretto in onore della formazione della Repubblica Turca. Si compone di sculture dei capi militari Kemal Atatürk, Fevzi Çakmak, Mustafa, Ismet İnönü e altri rivoluzionari che hanno contribuito alla caduta della monarchia.

Piazza Taksim

Via Istiklal

Strada pedonale che collega piazza Taksim e il quartiere di Galat. Un tempo questo vicolo era il viale centrale di Costantinopoli. Il nome "Istiklal" è tradotto dal turco come "indipendenza". Lo spirito di libertà e indipendenza regna davvero per strada. È invaso da turisti a piedi, discoteche, ristoranti e ristoranti economici. Qui, a un metro di distanza, ci sono templi e artisti di strada, e bar moderni accanto a negozi tradizionali turchi.

Via Istiklal

Chiesa di Sant'Irene

Un antico tempio nel quartiere di Sultanahmet, situato nel centro storico di Istanbul. Si ritiene che la chiesa sia stata costruita sulle rovine dell'antico tempio di Afrodite nel IV secolo d.C. e., quindi, questo tempio è più antico di Hagia Sophia. Prima dell'apparizione della Cattedrale di Santa Sofia, la chiesa di Sant'Irene era il tempio principale di Costantinopoli, qui si tenne una riunione del Secondo Concilio Ecumenico sotto la guida dell'imperatore Teodosio I.

Chiesa di Sant

Museo Karie

Chiesa bizantina di Cristo Salvatore, questo luogo è anche conosciuto come il "Monastero di Chora". Il tempio fu fondato nel IV secolo d.C. e., a quel tempo era fuori dalle mura della città di Costantinopoli. All'interno dell'edificio sono conservati mosaici bizantini originali e affreschi dell'XI secolo, di grande valore culturale. Il Museo Kariye si trova in una normale zona residenziale lontana dalle principali attrazioni.

Museo Karie

Museo Archeologico di Istanbul

Museo, che conserva reperti archeologici unici che raccontano la storia dello sviluppo umano. Molti reperti sono stati salvati grazie al divieto di esportazione di monumenti storici dall'Impero Ottomano, introdotto nel 1884. Il museo ospita il primo trattato di pace registrato nella storia. Il complesso comprende tre grandi edifici, che ospitano più di 1 milione di reperti.

Museo Archeologico di Istanbul

Museo d'Arte Moderna

Istanbul non può permettersi di rimanere indietro rispetto alle capitali europee e quindi, come molte di loro, ha il suo museo di arte moderna. La galleria è stata aperta nel 2004. In questo luogo si tengono tutti i tipi di mostre, incontri con autori e celebrazioni di artisti contemporanei. La stanza è dotata delle ultime tecnologie, quindi qui puoi vedere spesso installazioni alla moda.

Museo d

Miniaturk

Il parco si trova sulla riva della Baia del Corno d'Oro. Sul suo territorio sono presenti modelli di attrazioni turche e mondiali, realizzati nel rapporto di 1:25. In totale, in Miniaturk ci sono più di cento figure diverse, tra cui la Moschea Blu di Istanbul, Hagia Sophia, il Tempio greco di Artemide, il Palazzo Topkana. Anche nel parco c'è una ferrovia in miniatura, un aeroporto e un porto marittimo.

Miniaturk

Acquedotto di Valente

La parte superstite dell'antico sistema di approvvigionamento idrico di Costantinopoli. La data approssimativa di costruzione dell'acquedotto è il 375 d.C. La lunghezza totale dell'oleodotto in pietra era di oltre 550 km, l'acquedotto di Valente è un piccolo segmento di 1,5 km che collega due colline vicine della città. Nel VII e VIII secolo la struttura fu riparata. L'acquedotto funzionò con successo fino al XII secolo, dopodiché fu abbandonato. Sotto il sultano Solimano il Magnifico, fu nuovamente riparato e iniziò ad essere utilizzato per fornire acqua al Topkapi.

Acquedotto di Valente

Cisterna Basilica

Un serbatoio sotterraneo nel centro storico di Istanbul, attrezzato all'inizio del IV secolo. La cisterna fungeva da riserva idrica della città. L'acqua veniva fornita qui dalla foresta di Belgrado attraverso un sistema di acquedotti. Il soffitto del serbatoio è sostenuto da file di colonne di marmo, che facevano parte di antichi templi. Durante il regno degli ottomani la cisterna non fu utilizzata, nel 1987 fu ripulita e sul territorio fu aperto un museo.

Cisterna Basilica

Mura della città di Costantinopoli

Il sistema difensivo della capitale bizantina, conservato dal V secolo d.C. Fu eretto per proteggere la città dalle incursioni delle tribù barbariche. Le mura sono sopravvissute fino ad oggi in buone condizioni in gran parte grazie ai conquistatori ottomani. Dopo la conquista di Costantinopoli, restaurarono tutti gli edifici. Nella prima metà del XX secolo le mura iniziarono ad essere smantellate, ma negli anni '80. fu presa la decisione di ricostruire.

Mura della città di Costantinopoli

Ponte Galata

Ponte sul Corno d'Oro. La struttura fu costruita a metà del XIX secolo sotto il sovrano Abdul-Mecid I. Un altro nome comune per la struttura è "Valide Bridge", poiché la madre del Sultano prese parte attiva alla costruzione. Il ponte è sopravvissuto a cinque ricostruzioni, nel 2005 sono stati posati i binari del tram.

Ponte Galata

ponte sul Bosforo

Un moderno ponte sospeso sul Bosforo, inaugurato solennemente nel 1973 alla presenza del Presidente e del Primo Ministro della Repubblica di Turchia. La struttura è sostenuta da due torri metalliche poste ad una distanza di circa 1 km. l'uno dall'altro. La lunghezza totale del ponte è di 1560 metri. La sera si accendono luci multicolori che dipingono il ponte di colori vivaci. Nelle ore di maggior carico la struttura si abbassa di 90 cm.

Ponte sul Bosforo

Stazione di Haydarpasa

Un grandioso progetto di architetti tedeschi dell'inizio del XX secolo. Si presumeva che la stazione sarebbe diventata un importante nodo ferroviario che collegava l'Impero Ottomano con Damasco, Il Cairo, Gerusalemme e Medina. Ma la storia decretò diversamente: l'impero cadde e per Haydarpash fu preparato un ruolo più modesto. Ora la stazione serve le rotte interne orientali fino ai confini con Iran, Armenia e Siria.

Stazione di Haydarpasa

Gulhane Park

Un parco cittadino pensato per passeggiare e rilassarsi dalla calura estiva di Istanbul. È famoso per un gran numero di aiuole rosa, che sono state conservate fin dai tempi del Sultano. Una volta che Gulhane faceva parte del complesso del palazzo, solo il sovrano e i cortigiani avevano il diritto di passeggiare nel parco. Alla fine del XIX secolo era aperto a tutti. Sul territorio c'è un grande parco giochi, un bar, un piccolo zoo e un acquario.

Gulhane Park

Centro commerciale Jevahir

Il posto migliore per lo shopping e il sesto centro commerciale più grande del mondo. Circa 400 negozi, dozzine di caffè e ristoranti si trovano su 6 piani. Come nelle principali capitali europee, qui puoi trovare prodotti di tutti i marchi globali più famosi e conosciuti, dai marchi democratici alle case di design. C'è un parco divertimenti nella parte sotterranea dell'edificio.

Centro commerciale Jevahir

Bazar egiziano

Un tradizionale bazar orientale dove i venditori possono comunicare con gli acquirenti in molte lingue. In precedenza, qui venivano vendute merci portate dall'est: spezie, erbe aromatiche, medicinali. Al giorno d'oggi, il bazar è più focalizzato sui turisti, quindi una parte significativa della sua area è occupata da negozi di souvenir. Anche qui puoi acquistare gioielli, piatti, tessuti e tappeti interessanti, dolci orientali.

Bazar egiziano

grande bazaar

Il più grande mercato coperto del mondo, che copre un'area di 3,7 mila m². Questa è un'intera "città nella città" con il suo modo di vivere, ritmo di vita e leggi. Il bazar è composto da 66 strade e 4mila negozi e negozi. Ci sono moschee, una scuola, uno stabilimento balneare, caffè, uffici di cambio valuta e numerosi magazzini. Diverse decine di migliaia di persone visitano il bazar ogni giorno. Il mercato apparve nel XV secolo subito dopo la presa di Costantinopoli sul sito dell'antico mercato bizantino.

Grande bazaar