Le 15 migliori attrazioni di Girona, Spagna

1 319
52 251

La Girona catalana è una città in cui si trovano ancora edifici romanici del X-XII secolo e preziosi manufatti del periodo romano e dei tempi bui dell'Alto Medioevo sono conservati nei musei. Il potere dei secoli passati sembra congelato per sempre nelle facciate delle case del Quartiere Ebraico e nei contorni delle formidabili chiese romaniche.

Girona è lontana dalle ambite spiagge della Costa Brava, ma questo non perde il suo valore. Molti turisti vengono qui in escursione dalle località turistiche della costa per diversificare la loro pigra vacanza al mare e sono soddisfatti. Oltre alle grandiose attrazioni architettoniche, Girona ha diversi musei degni di nota che ospitano mostre inestimabili di grande interesse per gli appassionati di storia.

Cosa vedere e dove andare a Girona?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Mura della fortezza

Le mura della fortezza di Girona furono costruite nel I secolo durante il periodo di massimo splendore dell'Impero Romano, facevano parte delle strutture difensive che proteggevano la strada da Roma a Siviglia. Solo una piccola parte delle mura, che è stata restaurata, è sopravvissuta fino ad oggi. Dalle piattaforme di osservazione poste lungo il perimetro si apre una vista panoramica della città. Al giorno d'oggi, le mura della fortezza sono una popolare attrazione turistica.

Mura della fortezza

"Leonessa di Girona"

Scultura dell'XI secolo, installata accanto alla chiesa di Sant Feliu. La figura di una leonessa ricorda in qualche modo la famosa lupa romana. Ci sono molte credenze associate a questa attrazione. Secondo uno di loro, si ritiene che se baci una leonessa nella parte posteriore, tutti i desideri diventeranno realtà. A tal fine, alla scultura è persino attaccata una scala speciale. Infatti la scultura è il simbolo araldico di Girona, e baciarsi in un luogo insolito è solo un'usanza scherzosa.

Leonessa di Girona

Quartiere ebraico

Gli ebrei iniziarono a stabilirsi a Girona dal IX secolo. La loro comunità era molto potente prima dell'ondata di persecuzione che colpì l'Europa nel XV secolo. Gli ebrei espulsi furono sostituiti da famiglie cristiane povere che non erano impegnate a sistemare le case del quartiere. Ecco perché l'area è giunta fino a noi quasi nella sua forma originaria. Al giorno d'oggi, El Cal è diventato un quartiere bohémien, dove gli immobili costano un sacco di soldi.

Quartiere ebraico

Piazza Indipendenza

Una delle piazze centrali di Girona, situata sul sito del monastero di Sant'Agostino. L'aspetto architettonico del luogo prese forma nel XIX secolo. La piazza è circondata da facciate austere di edifici neoclassici e colonnati scultorei. Ospita eventi sociali di massa, mercati festivi e festival musicali. In Piazza Indipendenza ci sono molti ristoranti e bar con aree estive all'aperto.

Piazza Indipendenza

Rambla de la Libertà

Il viale pedonale centrale di Girona, pieno di turisti in ogni stagione. La Rambla de la Libertad ha numerosi caffè, boutique e negozi di souvenir. Fino al 1809 lungo la strada correva una cinta muraria, ma fu distrutta dalle truppe napoleoniche. Nei fine settimana c'è un mercato dei fiori dove viene venduto un numero enorme di un'ampia varietà di specie. Dalla strada, puoi svoltare nel quartiere ebraico o raggiungere a piedi i ponti sul fiume Onyar.

Rambla de la Libertà

Cattedrale di Girona

La prima chiesa romanica sul sito della moderna cattedrale fu eretta nell'XI secolo. In epoca romana qui esisteva un santuario pagano. Nel XIV secolo apparve un edificio gotico, che fu completato solo nel XVI secolo. A seguito di successive ricostruzioni, la cattedrale acquisì una facciata barocca. Il cortile interno della chiesa è stato conservato dal XII secolo

Cattedrale di Girona

Chiesa di San Filippo

Il tempio fu eretto nel XIV secolo sul sito di una chiesa paleoromanica, dove si trovavano le tombe dei patroni della città, San Filippo e San Narciso. Nel XVI secolo fu aggiunta all'edificio una torre e nel XVII secolo furono completati i lavori di facciata. L'interno ha conservato un severo aspetto romanico con caratteristici massicci loggiati. Sul territorio del tempio sono state conservate anche sepolture romane e paleocristiane.

Chiesa di San Filippo

Monastero di San Pietro Galligans

Il monastero fu fondato nel XII secolo e appartenne dapprima ai frati dell'Ordine di San Benedetto. Fino ad oggi è sopravvissuto un edificio romanico con campanile a due piani. Nel XIV secolo il complesso passò al demanio. Dal XIX secolo l'abbazia ospita un museo, oggi noto come Museo Archeologico di Girona. Uno dei suoi reperti più preziosi è considerato l'antico mosaico delle corse dei carri e un antico sarcofago risalente al IV secolo.

Monastero di San Pietro Galligans

Museo di storia ebraica

L'esposizione del museo è dedicata alla storia e alla cultura della comunità ebraica, che ha vissuto in Catalogna fin dall'Alto Medioevo. La collezione è ospitata in 11 sale tematiche, tra cui "Diaspora", "Quartiere ebraico", "Sinagoga", "Cimitero" e altre. Nel museo puoi conoscere la vita e lo stile di vita degli ebrei, le tradizioni e i riti religiosi. Periodicamente vengono organizzate mostre temporanee sul territorio del museo.

Museo di storia ebraica

Museo del Cinema

Un museo privato che possiede un'esposizione piuttosto impressionante, composta da 30mila oggetti. La collezione è dedicata alla storia del teatro e del cinema, dall'antichità ai giorni nostri. Il museo ospita il proiettore cinematografico dei fratelli Lumiere, molti vecchi manifesti, fotografie e film. La galleria è stata aperta nel 1998 ed è diventata il primo museo del suo genere in Spagna.

Museo del Cinema

Museo d'Arte di Girona

Il museo si trova nell'edificio del Palazzo Vescovile, che, secondo le prove, fu eretto nel X secolo. L'ultima ristrutturazione dell'edificio risale al XVI secolo, fu allora che i caratteri dell'epoca rinascimentale furono introdotti nell'aspetto architettonico del palazzo. La collezione del museo è composta da 8,5 mila reperti. Qui sono conservati reperti storici appartenenti al periodo che va dall'epoca romana al XX secolo.

Museo d

bagni arabi

I bagni si trovano nella parte centrale di Girona

Bagni arabi

Ponte Gustave Eiffel

Ponte pedonale sul fiume Onyar, progettato dal famoso G. Eiffel, l'architetto della Torre Eiffel parigina. Il ponte di Girona fu costruito nel 1876, un progetto rivoluzionario per l'epoca, poiché Eiffel utilizzava fascette metalliche per aumentare la resistenza. Il ponte Gustave Eiffel è una struttura abbastanza compatta che si inserisce armoniosamente nel paesaggio circostante.

Ponte Gustave Eiffel

Parco della Devesa

Un piccolo parco cittadino che si estende su una superficie di 40 ettari, sul cui territorio crescono enormi alberi di 150 anni con un'altezza del tronco fino a 50 metri. È bello essere all'ombra di questi giganti durante l'estenuante caldo catalano. Il parco ha un giardino botanico e un bananeto. Per cittadini e turisti, questo luogo è una vera e propria oasi verde, che dona una frescura tanto attesa.

Parco della Devesa

Fiume Onyar

Un corso d'acqua che attraversa il centro di Girona. L'argine del fiume Onyar è costruito con case dalle facciate colorate, che gli conferiscono un aspetto piuttosto festoso ed elegante. Queste facciate sono diventate da tempo il segno distintivo della città

Fiume Onyar