Le 20 migliori attrazioni di Ulan-Ude, Russia

678
56 108

Fondata nel XVII secolo, la città di Ulan-Ude si sviluppò lentamente. Era costantemente sotto l'influenza delle regioni vicine, ma riuscì a preservare il sapore nazionale dei Buriati. Per questo motivo, i luoghi qui sono molto diversi: l'eredità del comunismo, come l'enorme testa di Lenin, gli echi della Russia zarista, ad esempio, l'arco trionfale e il museo etnografico, che racconta il passato della repubblica .

Il buddismo e la natura sono le principali destinazioni turistiche associate a Ulan-Ude. I datsan mirano ad attrarre non solo seguaci profondamente religiosi, ma anche coloro che sono solo interessati alla religione. Le escursioni turistiche a Baikal partono regolarmente dalla città. Il lago unico è una calamita per gli ospiti della repubblica.

Cosa vedere e dove andare a Ulan-Ude?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Datsan "Rinpoche Bagsha"

Si trova nel punto più alto della città, sul Monte Calvo. Questo centro buddista è progettato per educare non solo i seguaci della religione, ma anche coloro che si sentono vicini al buddismo. Il datsan è stato aperto nel 2000. 4 anni dopo, qui è stata installata la più grande statua del Buddha dorato in Russia e, dopo altri 5 anni, la campana più grande. Una delle reliquie è un rosario speciale, il cui peso è di 350 kg.

Datsan Rinpoche Bagsha

Piazza Sovietica

La piazza centrale della città, che in passato si chiamava Nagornaya. Lo sviluppo del territorio iniziò nel XVIII secolo. Da qui la strada si estendeva fino alla Cattedrale Odigitrievsky, il primo edificio di Ulan-Ude, costruito in pietra. Più tardi, apparvero due percorsi. Vicino alla piazza ci sono molti oggetti significativi. Tra questi ci sono il Teatro dell'Opera e del Balletto, un monumento a Lenin e l'arco delle Porte Reali, ricostruito nel 2006.

Piazza Sovietica

Monumento a Lenin

Questo è il più grande capo del leader del proletariato nel mondo. L'installazione è stata programmata per coincidere con il centenario della nascita di Lenin - entro il 1971. Gli scultori padre e figlio Neroda furono incaricati di creare un monumento per sostituire i tre monumenti già esistenti in città. Hanno scelto un approccio non proprio tipico e hanno presentato il loro progetto a mostre internazionali. L'altezza della testa insieme al piedistallo è di 14 metri, il peso è di oltre 42 tonnellate.

Monumento a Lenin

Piazza della Rivoluzione

La prima piazza cittadina, la cui storia inizia nel XVIII secolo. Era sede di grandi fiere. Per qualche tempo qui c'erano anche file commerciali permanenti. Il nuovo nome venne dopo la rivoluzione: sulla piazza si tenevano comizi e raduni popolari. Il nome fu ufficialmente fissato nel 1924. L'attrazione principale è il monumento ai combattenti per il comunismo, che in precedenza si trovava sulla piazza sovietica.

Piazza della Rivoluzione

Via Lenin

Durante la sua esistenza, ha cambiato diversi nomi. Si chiamava Traktovaya a causa del tratto siberiano e Nikolaevskaya dopo l'arrivo dello Tsarevich in città. Sebbene gli alberi siano stati piantati qui dopo la morte di Lenin, la zona pedonale è stata aperta solo nel 2004. Si estende da Sovetskaya a Kirov Street. Su "Ulan-Ude Arbat" ci sono composizioni scultoree, monumenti architettonici e persino un arco di trionfo.

Via Lenin

Arco Trionfale "Porte Reali"

Eretto in onore della visita della città da Tsarevich Nicholas nel 1891. L'arco era decorato con elementi decorativi. Le aquile a due teste furono le prime a soffrire dopo la rivoluzione. Il resto della struttura rimase in piedi fino al 1936, ma alla fine fu anch'esso distrutto. Nel 2006 l'arco è stato restaurato secondo il vecchio progetto, ma aumentato di dimensioni. Ora l'altezza è di 9 metri e la larghezza è di circa 14 metri.

Arco Trionfale Porte Reali

Cattedrale di Odigitrievsky

Posizione: la costa di Uda. La costruzione è stata effettuata sulle donazioni dei commercianti. Si è protratto per 44 anni. La cattedrale fu consacrata nel 1785. Tutte e tre le parti della composizione: il tempio, il campanile e il refettorio sono collegati, quindi sembrano un monolite. Alla fine degli anni '20, la cattedrale fu chiusa. Gli edifici sono sopravvissuti, poiché all'interno c'era un museo. A partire dal 1992, il tempio è stato gradualmente consegnato alla Chiesa ortodossa russa. Ora la cattedrale è una cattedrale.

Cattedrale Odigitrievskij

Teatro dell'Opera e del Balletto dei Buriati

Fondato nel 1939. Il teatro ha iniziato a svilupparsi dalla scuola di musica locale. Ha rapidamente guadagnato slancio e ha iniziato a raccogliere sale piene. Ma ci sono stati problemi con la costruzione dell'edificio, dall'inizio della guerra. Fu consegnato solo all'inizio degli anni '50. Lo stile architettonico - lo stile dell'Impero stalinista - è abbastanza tipico per quel tempo. Il periodo della ricostruzione cadde sullo zero. Oltre alla facciata e al palcoscenico, è previsto l'aggiornamento delle sale prove.

Teatro dell

Teatro drammatico russo. Bestuzhev

Il primo teatro professionale della repubblica esiste dal 1928. Quindi gli artisti ospiti di Mosca vennero in città e accettarono l'offerta di rimanere a Ulan-Ude. Ci sono stati ripetuti cambiamenti nella squadra della troupe e trasferimenti. Dal 1991 il teatro prende il nome dal Decembrist Bestuzhev e dal 2009 occupa un edificio appositamente costruito. Davanti alla facciata è una cascata di fontane. C'è un club teatrale e un museo all'interno.

Teatro drammatico russo. Bestuzhev

Museo della Natura della Buriazia

L'unico del suo genere in Estremo Oriente e in Siberia. È stato aperto nel 1983, anche se la collezione ha iniziato a formarsi qualche anno prima. Le mostre sono esposte in 5 sale. Il museo è impegnato nell'educazione ambientale. Molta attenzione è rivolta all'interazione dell'uomo con la natura. Viene inoltre descritta la diversità della flora e della fauna dei Buriati. Al centro dell'esposizione c'è il lago Baikal e le sue caratteristiche.

Museo della Natura della Buriazia

Museo di Storia della Buriazia

Uno dei musei più antichi della Siberia. Il momento della creazione è considerato il 1919, sebbene sia stato aperto ai visitatori solo pochi anni dopo. La prima mostra è un orologio realizzato dal decabrista Bestuzhev durante i lavori forzati. Poiché i fondi hanno raggiunto la soglia dei 100mila articoli, al museo è stato assegnato un ampio edificio, un ex negozio di un commerciante. Tra gli oggetti esposti oggetti religiosi, numismatica, libri antichi e capi di abbigliamento.

Museo di Storia della Buriazia

Museo della storia della città di Ulan-Ude

Fondata nel 1999. L'esposizione è dedicata a eventi significativi del passato e del presente della capitale Buryat. Dal 2001 la collezione è esposta nell'ex casa del mercante Goldobin, residente onorario della città. La villa è nota per il fatto che qui soggiornò Tsarevich, il futuro zar Nicola II. In totale ci sono 6 mostre che lavorano su base permanente. Il museo accetta anche collezioni di ospiti.

Museo della storia della città di Ulan-Ude

Museo d'Arte. Sampilova

Nel 1946, quando il museo fu aperto per la prima volta, i suoi pochi fondi erano costituiti principalmente da opere di artisti locali. Un anno dopo la prima mostra, la collezione è stata reintegrata con opere d'arte del Museo Russo. Ora l'esposizione comprende non solo dipinti e disegni, ma anche arti e mestieri nazionali e gioielli di epoche e tecniche diverse.

Museo d

Monumento "Madre Buriazia"

Ha molti altri nomi, tra cui: "Buryat Statue of Liberty" e "Hospitable Buryatia". Il monumento più alto della città è stato eretto nel 2002 nella parte centrale di Ulan-Ude. Nel 2008 è stato spostato sul ponte Selenginsky, poiché in questa zona c'erano poche attrazioni. Lo scultore Mironov ha raffigurato la Buriazia come una donna con un hadak nazionale tra le mani. L'altezza con il piedistallo è di circa 16 metri.

Monumento Madre Buriazia

Monumento a Geser

Inaugurato nel 2006. Dedicato a un valoroso guerriero, l'eroe dei miti locali. Geser si trova nelle leggende non solo dei Buriati, ma anche dei Mongoli. È raffigurato seduto su un cavallo, come se anche adesso custodisse la tranquillità della città. L'altezza della scultura stessa, compresa la lancia, è di circa 9 metri. Victory Park è stato scelto come sito di installazione. Da qui il monumento è ben visibile, qualsiasi giro turistico non è completo senza una visita a Geser.

Monumento a Geser

Memoriale della Vittoria

È un complesso di diversi oggetti. Il ruolo centrale è assegnato al carro armato T-34, installato qui nel 1967. Una composizione scultorea decorativa è apparsa nelle vicinanze nel 2000. Alcuni anni dopo, il monumento è stato integrato con la "Fiamma Eterna" e un muro con i ritratti degli eroi del URSS nati in Buriazia. Ci sono targhe sul monumento che indicano date importanti e spiegano a cosa è dedicato.

Memoriale della Vittoria

Museo Etnografico dei Popoli della Transbaikalia

Inaugurato nella periferia di Ulan-Ude nel 1973. Uno dei più grandi musei all'aperto della Russia: copre un'area di 37 ettari. Il territorio è suddiviso in 7 complessi etnografici. Qui sono esposti circa 11 mila reperti e circa 40 monumenti architettonici. Il museo ha anche una versione ampliata dell'angolo soggiorno. Gli animali domestici sono rappresentanti tipici della fauna locale.

Museo Etnografico dei Popoli della Transbaikalia

Ivolginsky datsan

Si trova nell'Alta Ivolga, a 30 km dalla capitale della repubblica. La costruzione fu completata nel 1945. Questo complesso si chiama "Khambyn Sume". È il centro del buddismo russo e la residenza del capo del buddismo nel paese. Sul territorio sono presenti diversi templi, edifici universitari, un hotel per turisti e un museo. La decorazione interna colpisce per lo splendore: le pareti sono decorate con oggetti d'arte originali e pietre preziose.

Ivolginsky datsan

Etnocomplesso "nomade della steppa"

Diffuso ai piedi del monte Tamhita, considerato sacro. Agli ospiti viene offerto un vasto programma culturale. Puoi conoscere le usanze dei Buriati non solo in teoria, ma anche in pratica. Ad esempio, prova la cucina locale, soggiorna in yurte di feltro, partecipa a giochi popolari tradizionali o cavalca cavalli. Da qui partono le escursioni al vicino datsan.

Etnocomplesso nomade della steppa

lago Baikal

Il lago più profondo del mondo. Sebbene siano quasi 140 km dalla riva più vicina del lago Baikal a Ulan-Ude, i turisti preferiscono trascorrere del tempo sulla strada, ma per vedere questo miracolo naturale. L'area è di 31,7 mila km², la profondità è fino a 1642 metri. Piante e animali unici si trovano sulla costa e sulle isole. L'area è ricca di monumenti naturali e storici, tra cui il tratto Frolikha, Chersky Peak e il faro del porto di Baikal.

Lago Baikal