Le 25 migliori attrazioni di Kolomna, Russia

1 063
31 497

L'antica Kolomna è oggetto di un'aspra disputa tra potenti principati, terra segnata dall'attività benefica di San Sergio di Radonezh. Oggi la città è diventata una mecca del turismo culturale vicino a Mosca. Nei fine settimana o nei giorni festivi le strade della città, i musei, i ristoranti e le dimore storiche si riempiono di turisti che vengono qui con tutta la loro famiglia.

Kolomna offre agli ospiti non solo gite agli antichi monasteri o una tradizionale passeggiata intorno al Cremlino. Il fenomeno dell'infrastruttura turistica locale è un gran numero di piccoli musei privati ​​dedicati a determinati aspetti della vita russa, dell'artigianato o persino di un oggetto domestico specifico. Di norma, i loro stessi proprietari sono felici di incontrare i visitatori e condurre interessanti escursioni.

Cosa vedere e dove andare a Kolomna?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Kolomna Cremlino

Il principale complesso storico e archeologico di Kolomna, costruito da architetti italiani nel XVI secolo. Una piccola parte delle mura della fortezza e 7 torri su 17 sono sopravvissute fino ad oggi. La maggior parte dei monumenti storici della città si trova sul territorio del Cremlino. Tra questi ci sono templi, tenute, camere, scuole, piazze. L'insieme architettonico del Cremlino di Kolomna si è formato nel periodo dal XIV al XIX secolo.

Kolomna Cremlino

Piazza Duomo

La piazza centrale del Cremlino di Kolomna, dove nel XIV secolo si trovavano le stanze del Granduca. L'aspetto moderno dell'area ha preso forma più vicino al XVIII secolo dopo la riqualificazione generale di Kolomna. Il luogo è circondato dalla Cattedrale dell'Assunzione, dalla Chiesa Tikhvin e dal campanile del monastero del Convento Novo-Golutvinskaya. Da tempo immemorabile, la piazza è stata testimone di eventi importanti nella storia del principato di Mosca.

Piazza Duomo

Porta Pyatnitsky

Pyatnitsky Gates - una delle torri del Cremlino di Kolomna, l'ingresso principale alla parte storica della città. L'edificio raggiunge un'altezza di 29 metri, ma diversi secoli fa la sua altezza era di 35 metri a causa della torre superiore - arciere, che non è sopravvissuta fino ad oggi. C'è una leggenda secondo cui durante il periodo dei guai, le massicce porte pieghevoli del cancello furono rimosse per ordine di Marina Mnishek. Grazie a ciò, le truppe polacche furono in grado di entrare con calma a Kolomna.

Porta Pyatnitsky

Museo "Kolomenskaja Pastila"

Il museo è stato aperto nel 2009 vicino alla chiesa di San Nicola a Posadi sul territorio della tenuta dei Suranov. I creatori hanno studiato attentamente i documenti d'archivio e hanno cercato di ripristinare la tecnologia per produrre il marshmallow Kolomna, utilizzato nei secoli XVIII-XIX. C'era una volta in città un'intera fabbrica per la produzione di questa prelibatezza, ma dopo il 1917 fu chiusa e le ricette furono dimenticate o perse.

Museo Kolomenskaja Pastila

Museo del lino e della vita di una donna russa

Un nuovo museo è stato aperto nel quartiere Kuznechnaya Sloboda. La base dell'esposizione era una collezione privata della cittadina Natalia Ryabtseva, composta da costumi popolari, tessuti per la casa, fusi, filatoi e altre attrezzature per la tessitura domestica. In primo luogo, la donna ha aperto il negozio Linen Grace a Kolomna, quindi è diventata proprietaria del museo. I reperti sono dislocati su due piani.

Museo del lino e della vita di una donna russa

Museo-Estate "Samovar House"

Negli ultimi anni a Kolomna sono stati aperti molti piccoli musei, che si trovano in pittoresche tenute antiche. Uno di questi è la "Casa del Samovar", che ha un'impressionante collezione di questi utensili domestici tradizionali. La collezione contiene più di 600 samovar di varie dimensioni e colori. In una stanza separata del museo, decorata come una capanna russa, c'è una vera stufa tradizionale russa.

Museo-Estate Samovar House

Museo delle tradizioni locali di Kolomna

Inizialmente, la collezione del museo si trovava sul territorio della Torre Marinka del Cremlino di Kolomna. Dal 1936 - nell'edificio della Chiesa dell'Arcangelo Michele, e dal 2006 l'esposizione si è trasferita in una pittoresca tenuta mercantile del XIX secolo. Al momento, il Museo delle tradizioni locali di Kolomna ha tre dipartimenti: la casa del Voivode, la tenuta dei Lazhechnikov e il Museo della gloria militare. La collezione è composta da oltre 27mila oggetti, tra reperti archeologici, dipinti, icone e libri.

Museo delle tradizioni locali di Kolomna

Museo della Cultura Organica

L'originale galleria d'arte contemporanea, dedicata alla direzione dell'avanguardia russa dei secoli XX-XXI. Qui sono esposte opere di maestri contemporanei, che sostengono e sviluppano i postulati della "cultura organica". Questi includono M. Matyushin, T. Glebova, A. Kozhin, V. Sterligov, P. Kondratiev, E. Guro e molti altri. L'esposizione è ospitata in un maniero in legno, un monumento architettonico del XIX secolo.

Museo della Cultura Organica

Museo "Kalachnaya"

Un altro museo "delizioso" a Kolomna, dedicato all'artigianato locale tradizionale: la produzione di panini. L'esposizione è ospitata in un edificio storico del XIX secolo. Come nel Museo Pastila, i creatori hanno restaurato antiche ricette, costruito un forno kalach e ricreato l'ambientazione storica. A Kalachnaya, ai visitatori verranno raccontate le peculiarità della cottura e i segreti del gusto di Kolomna kalach.

Museo Kalachnaya

Galleria privata "Museo dei giocattoli preferiti"

Collezione di bambole, giochi, orsacchiotti, realizzati nel periodo 1890-1980. I reperti sono stati raccolti da Irina Kulikova, residente a Kolomna. Nel 2014 ha aperto un museo per mostrare le sue scoperte alle persone. Durante la visita, la padrona di casa stessa può fare un giro, raccontare le mostre e la loro storia. L'idea di creare un museo è venuta a I. Kulikova nel 2012, quando si è interessata a cucire orsacchiotti.

Galleria privata Museo dei giocattoli preferiti

Museo "Forgia Sloboda"

Esposizione di vari oggetti in legno e forgiati creati da artigiani locali. Sempre nei fondi del museo sono presenti armi, armature e utensili domestici obsoleti (vecchie teiere, ferri da stiro, bilance). L'inizio della collezione fu posto dal fabbro I.G. Lebedev. Per molti anni ha collezionato reperti in ferro in tutta la Russia, poi ha ricostruito una villa nel centro storico di Kolomna e ha organizzato una mostra permanente.

Museo Forgia Sloboda

Casa dei mestieri della città

Una sala espositiva privata, che ha una propria collezione permanente, così come mostre temporanee vengono organizzate regolarmente. C'è una vera fucina sul territorio. La House of Posad Crafts è una residenza frequente, i proprietari stessi organizzano tour e parlano delle loro mostre. In determinate ore si tengono per tutti corsi di perfezionamento in ceramica, fabbro, arredamento e fabbricazione di giocattoli.

Casa dei mestieri della città

Residenza-museo “Artkommunalka. Erofeev e altri"

Insolito spazio creativo, sala espositiva, palcoscenico e museo in un unico luogo. Qui vengono regolarmente organizzate mostre di arte contemporanea, spettacoli teatrali, interessanti escursioni tematiche. La mostra permanente racconta la vita della Kolomna sovietica negli anni '60 e ricrea anche l'atmosfera specifica del disgelo e dello spirito dissidente, caratteristica di quell'epoca.

Residenza-museo “Artkommunalka. Erofeev e altri

Centro culturale "Casa di Ozerov"

Il centro è stato aperto nel 1980 in occasione del 600° anniversario della battaglia di Kulikovo. Il suo territorio è destinato a mostre di vario argomento e concerti. Negli anni sono state organizzate diverse centinaia di esposizioni dedicate alla grafica, alla scultura e alla pittura. La galleria si trova nell'edificio di un pittoresco palazzo dei secoli XVIII-XIX, che è elencato tra i monumenti architettonici dell'era del Classicismo.

Centro culturale Casa di Ozerov

Tenuta dei mercanti Lazhechnikov

La tenuta ospita una delle sedi del Museo delle tradizioni locali di Kolomna. L'esposizione è dedicata alla vita e all'opera dello scrittore I. I. Lazhechnikov. Qui sono conservati libri, utensili per la casa, mobili, documenti, fotografie di membri della famiglia. Le camere ricreano l'atmosfera della casa di un mercante del XIX secolo. Il museo è stato organizzato grazie al fatto che molti oggetti sono stati conservati dai diretti discendenti dello scrittore.

Tenuta dei mercanti Lazhechnikov

Monastero di Staro Golutvin

Uno dei monasteri più antichi della Russia centrale, fondato nel XIV secolo con la partecipazione del principe Dmitry Donskoy e di San Sergio di Radonezh. Il monastero si trova alla confluenza dell'Oka e del fiume Moscova. Si ritiene che la costruzione del complesso monastico sia iniziata dopo la conclusione della pace tra i principati di Ryazan e Mosca. Il primo rettore era uno studente di Sergio di Radonezh.

Monastero di Staro Golutvin

Monastero di Bobrenev

Il monastero si trova vicino a Kolomna nel villaggio di Staroe Bobrenevo. Fu fondato in onore della vittoria nella battaglia di Kulikovo su insistenza di Sergio di Radonezh. Oltre alle funzioni religiose, le spesse mura del monastero hanno svolto un ruolo importante nella difesa della città e dei confini del principato di Mosca. All'inizio del XX secolo il monastero fu chiuso

Monastero di Bobrenev

Monastero della Santissima Trinità Novo-Golutvin

L'attuale convento di suore del XIX secolo, costruito sul sito delle ex camere del vescovo locale. Presso il monastero è stato aperto un centro medico, dove lavorano suore professioniste, oltre a un orfanotrofio. Per i visitatori vengono regolarmente organizzate escursioni nel territorio con visita a botteghe artigiane e ad un refettorio. Il monastero dispone anche di un albergo appositamente adattato per i pellegrini.

Monastero della Santissima Trinità Novo-Golutvin

Chiesa di San Nicola a Posada

Una delle più antiche chiese ortodosse di Kolomna, esistente dal XVI secolo. Inizialmente l'edificio fu costruito in legno, poi, nel XVIII secolo, fu ricostruito in pietra in stile barocco "russo". Il tempio prende il nome da Nicholas the Wonderworker. La decorazione storica dell'interno è andata perduta durante la campagna di distruzione dei siti religiosi negli anni '30. XX secolo. Al momento, l'edificio appartiene al ramo dei vecchi credenti della Chiesa ortodossa russa.

Chiesa di San Nicola a Posada

Monumento a Dmitry Donskoy

Monumento del 2007, dedicato al grande principe russo, grazie al quale c'è stata una svolta nella storia dello stato russo. La statua del vincitore della battaglia di Kulikovo è realizzata in bronzo e raggiunge un'altezza di 5,5 metri. Lo scultore ha raffigurato il principe a cavallo con armi da combattimento complete, come se stesse appena partendo per una battaglia storica e determinato a liberare la sua terra dal giogo.

Monumento a Dmitry Donskoy

Monumento al portatore d'acqua

La composizione scultorea adornava la città nel 2012

Monumento al portatore d

Bacino di Shevlyaginskaya

Il primo sistema di approvvigionamento idrico a Kolomna fu costruito nel 1902 a spese di un rappresentante di una ricca famiglia di mercanti M.N. Shevlyagina. Il sistema è stato in grado di soddisfare le esigenze dei residenti in acqua pulita, ottenuta da pozzi artesiani scavati sulle rive del fiume Kolomenka. Una delle torri dell'acqua, il bacino di Shevlyagin, è stata restaurata e collegata al sistema di approvvigionamento idrico della città nel 2013.

Bacino di Shevlyaginskaya

Centro di pattinaggio "Kolomna"

Un complesso sportivo costruito nel 2006 e adattato per allenamenti e gare di pattinaggio di velocità. L'arena centrale è progettata per 6150 spettatori. Il complesso dispone di una scuola per bambini della riserva olimpica. Sempre sul territorio sono presenti una piscina, un centro di recupero per atleti, un museo dei pattini, palestre, uno stadio, un palazzetto invernale e un bar. Il Kolomna Skating Center ha ospitato molte competizioni russe e campionati di livello mondiale.

Centro di pattinaggio Kolomna

parco memoriale

Parco cittadino nella parte centrale di Kolomna, allestito negli anni '70. XX secolo nel sito delle fosse comuni dei soldati durante la Grande Guerra Patriottica del 1941-45. Anche durante il periodo di Caterina II, qui si trovava il Cimitero di Pietro e Paolo. Nel parco arde la Fiamma Eterna, è installata la statua commemorativa “Gioventù Addolorata” e sul territorio opera il Museo della Gloria Militare, aperto in occasione del 65° anniversario della Vittoria.

Parco memoriale

Parco della Pace

Un parco divertimenti, un luogo popolare per i fine settimana e le vacanze. Qui lavorano numerosi negozi di souvenir e caffè, viene organizzato l'intrattenimento per bambini e adulti. Il parco è stato fondato nel 1948, inizialmente apparteneva alla pianta da cui prende il nome. Kuibyshev, ma poi è diventato disponibile per tutti i cittadini. Il luogo è spesso chiamato il "polmone verde di Kolomna" per via della vasta area e del gran numero di piantagioni.

Parco della Pace