Le 30 migliori attrazioni di Cracovia, Polonia

1 095
29 062

Cracovia è la capitale culturale riconosciuta della Polonia. La ricchezza del patrimonio storico e la bellezza dell'architettura dei quartieri antichi attirano ogni anno in città migliaia di turisti. I residenti locali sono molto orgogliosi della città, poiché la storia della formazione dello stato polacco è indissolubilmente legata ad essa.

Durante il Medioevo la città divenne un importante centro spirituale, culturale ed educativo. Dall'XI secolo qui sono stati costruiti templi e monasteri, tra cui la magnifica chiesa di Santa Maria e la chiesa romanica di Sant'Andrea, nel 1364 appare l'Università Jagellonica, una delle più antiche istituzioni educative d'Europa.

Non meno interessanti sono i musei di Cracovia, dove puoi conoscere la storia della Polonia e conoscere meglio la sua cultura. La fabbrica di Oskar Schindler e il Museo di arte moderna interesseranno sicuramente i turisti amanti della storia e del patrimonio dei secoli XX-XXI.

Cosa vedere e dove andare a Cracovia?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Castello di Wawel

La residenza dei re polacchi del XIII secolo, situata sulle rive del fiume Vistola. La costruzione iniziò sotto Venceslao II e continuò sotto Casimiro III il Grande. Durante la Guerra del Nord, il castello fu incendiato dalle truppe svedesi, dopodiché fu ricostruito nel 1724-28. Per molto tempo il castello di Wawel è appartenuto all'impero austriaco e solo all'inizio del XX secolo i polacchi sono riusciti a riacquistarlo.

Castello di Wawel

Cattedrale dei Santi Stanislao e Venceslao

La cattedrale cattolica, che ha lo status di basilica minore. In precedenza, sul sito del tempio c'erano le chiese di San Venceslao dell'XI secolo (fu distrutta a causa delle ostilità) e di San Stanislav del XII secolo (bruciata). Fu costruito un nuovo tempio per sostituire quelli perduti. La facciata dell'edificio è realizzata in stile gotico. In un secondo momento vi furono aggiunte cappelle rinascimentali. Nel tempio c'è una tomba dove sono sepolti i re, i poeti e gli eroi nazionali della Polonia.

Cattedrale dei Santi Stanislao e Venceslao

Piazza del Mercato e Sala dei panni

La Piazza del Mercato si trova nel centro storico di Cracovia. Ci sono molti punti di riferimento iconici qui. Uno degli edifici più notevoli è Cloth Rows, una galleria commerciale apparsa sotto il re Boleslav V. Nei secoli successivi, il complesso fu ricostruito più volte, acquisendo elementi decorativi, logge, archi e colonne. L'edificio ha acquisito il suo aspetto moderno alla fine del XIX secolo.

Piazza del Mercato e Sala dei panni

Chiesa di Maria

La chiesa cattolica, situata vicino al mercato principale di Cracovia. La prima chiesa in legno sul sito della chiesa di Santa Maria apparve nel XIII secolo. L'edificio moderno iniziò ad essere eretto all'inizio del XIV secolo. La struttura è costruita in mattoni rossi in stile primo gotico ed è decorata con magnifiche vetrate colorate. Nello spazio interno predominano elementi barocchi e tardogotici.

Chiesa di Maria

Torre del municipio di Cracovia

Fino all'inizio del XIX secolo, sulla Piazza del Mercato esisteva un vero e proprio edificio del municipio, eretto nel XIV secolo. Tutti gli edifici furono demoliti a causa del degrado, ma la torre riuscì a sopravvivere. Negli anni '60 l'edificio fu ricostruito, dopodiché passò alla giurisdizione del museo cittadino. La torre raggiunge un'altezza di 70 metri. Ad un'altezza di 50 metri c'è un ponte di osservazione da dove si può ammirare la magnifica architettura dei vecchi quartieri.

Torre del municipio di Cracovia

Kazimierz

Un quartiere nella parte storica di Cracovia, sul cui territorio visse la comunità ebraica dal XVI secolo fino all'occupazione della Polonia durante la seconda guerra mondiale. Nel periodo 1335 - 1818. Kazimierz era una città indipendente, dal 1800 divenne parte di Cracovia. Il quartiere ebraico è uno dei principali centri turistici. Molti monumenti storici situati sul suo territorio sono inclusi nella lista del patrimonio mondiale dell'UNESCO.

Kazimierz

Via Floriana

Una stradina lunga poco più di 330 metri, situata nella parte storica della città. È costruito con pittoresche dimore rinascimentali, barocche e classiciste, la maggior parte delle quali serviva come edifici residenziali per l'aristocrazia di Cracovia. La via prende il nome dall'antica torre difensiva, che un tempo era l'ingresso alla città: la Porta Florian.

Via Floriana

Barbacane di Cracovia

Monumento architettonico del XV secolo, la parte più settentrionale del muro difensivo intorno a Cracovia, demolito nel XIX secolo. Il Barbacane fungeva da fortificazione che proteggeva l'ingresso alla città attraverso la Porta Floriana. È dotato di sette torri di avvistamento e 130 feritoie. Lo spessore delle pareti raggiunge i 3 metri. Oggi nel barbacane si trova una sede distaccata del Museo storico di Cracovia.

Barbacane di Cracovia

Collegio Maius

Il Collegium Maius ("il più grande collegium" in latino) è l'edificio più antico dell'Università Jagellonica. L'edificio stesso fu incluso nell'istituto scolastico per volontà di Vladislav II Jagiello. C'erano auditorium, stanze dei professori e una biblioteca. Nell'Ottocento il Collegium Maius fu restaurato in stile neogotico. Oggi ospita il Museo dell'Università.

Collegio Maius

Piazza degli Eroi del Ghetto

Nel maggio 1942 fu formato un ghetto in una delle piazze della città, dove furono radunati più di 4.000 ebrei per essere ulteriormente trasportati nei campi di concentramento. Nel 2005 qui è stato eretto un monumento commemorativo sotto forma di file di sedie, che simboleggiano i mobili gettati fuori dagli appartamenti durante i pogrom nazisti. A differenza di altre piazze di Cracovia, qui di solito ci sono pochi turisti.

Piazza degli Eroi del Ghetto

Fabbrica di Oskar Schindler

Una fabbrica per la produzione di utensili in metallo, fondata nel 1937 dagli industriali ebrei M. Gutman, V. Gleitman, I. Kohn. Nel 1939 fallì e passò a O. Schindler, che modernizzò e rilanciò la produzione. Durante la seconda guerra mondiale, qui lavorarono gli ebrei del ghetto di Cracovia. Grazie agli sforzi di Schindler, molti lavoratori riuscirono a evitare la morte in un campo di concentramento. Nel 2010 è stato aperto un museo commemorativo con lo stesso nome sul territorio della fabbrica.

Fabbrica di Oskar Schindler

Museo d'Arte Moderna

L'esposizione si trova in uno degli edifici della fabbrica Schindler, modernizzata nel 2010. Il museo è specializzato nell'organizzazione di mostre di oggetti d'arte creati negli ultimi decenni del XX secolo e all'inizio del XXI secolo. Ha una sua mostra permanente, che è esposta al secondo piano. La galleria dispone di una biblioteca, una libreria e un laboratorio di restauro.

Museo d

Sotterranei del mercato

Le catacombe si trovano sotto la Piazza del Mercato. Sono stati creati per ospitare una filiale del Museo Storico di Cracovia nel 2010. Nel Sotterraneo del Mercato c'è un'esposizione composta da reperti provenienti dagli scavi archeologici effettuati nel 2005 nell'ambito della ricostruzione della Piazza del Mercato. I sotterranei sono dotati di moderne attrezzature multimediali, con l'aiuto delle quali vengono create ricostruzioni storiche.

Sotterranei del mercato

Museo dell'aviazione polacca

Una delle più grandi esposizioni aeronautiche in Polonia. Il museo è stato istituito sul sito dell'ex aeroporto nel 1964. Qui sono esposti aerei, elicotteri e alianti prodotti nella Repubblica Ceca, Polonia, Russia, Stati Uniti, Gran Bretagna e altri paesi. C'è anche una vasta collezione di motori aeronautici. L'esposizione si trova in tre hangar, oltre che su un ampio campo all'aperto.

Museo dell

Museo Ebraico "Galizia"

Il museo si trova nel quartiere Kazimierz. È stato creato nel 2004 su iniziativa del giornalista K. Schwartz e del professor D. Webber. L'esposizione è dedicata alla cultura, alle tradizioni e allo stile di vita ebraici, nonché agli eventi dell'Olocausto (principalmente la sofferenza dei prigionieri del campo di concentramento di Auschwitz). La Galizia ospita regolarmente incontri, seminari e conferenze su vari aspetti.

Museo Ebraico Galizia

museo del vetro colorato

Il museo si trova nell'edificio di un laboratorio di vetro colorato, eretto nel 1907 in stile Art Nouveau, che era di moda a quel tempo, secondo il progetto di L. Voytychko. L'esposizione è stata fondata nel 2000 con lo scopo di studiare, preservare e sviluppare l'arte polacca del vetro colorato. Oltre a vedere le mostre stesse, nel museo è possibile osservare il processo di creazione di pittoresche composizioni di vetro colorato.

Museo del vetro colorato

Museo etnografico

L'esposizione si trova sul territorio dell'ex municipio di Kazimierz. Il museo è emerso come istituzione indipendente dal dipartimento etnografico del Museo Nazionale di Cracovia nel 1910. La collezione contiene più di 8.000 oggetti legati alla storia e alla cultura della Polonia. La maggior parte degli oggetti appartiene al XIX secolo, ma sono presenti anche manufatti appartenenti a periodi storici precedenti.

Museo etnografico

Museo Czartoryski

Il museo fu aperto nel 1796 su iniziativa della principessa Isabella Czartoryska. Nel 1801, a seguito della rivolta di novembre, l'esposizione fu saccheggiata e i resti superstiti furono portati in Francia. Nel 1970 la collezione è tornata in Polonia. La mostra più preziosa del museo è il dipinto di Leonardo da Vinci "Dama con l'ermellino" - l'unica creazione del maestro, che si trova sul territorio della Polonia.

Museo Czartoryski

Teatro Juliusz Slowacki

Una delle migliori scene drammatiche in Polonia, fondata nel 1893, che era già a cavallo tra il XIX e il XX secolo. ha guadagnato ampia popolarità e importanza tra il pubblico teatrale. Famosi registi polacchi e molti attori di talento hanno lavorato qui, così come sono state messe in scena opere di autori di fama mondiale. L'edificio è stato eretto secondo il progetto dell'architetto Y. Zaveisky.

Teatro Juliusz Slowacki

Chiesa di San Francesco d'Assisi

Cattedrale cattolica romana della prima metà del XIII secolo, situata nella parte storica di Cracovia. Si ritiene che i fondatori del tempio possano essere i principi Enrico II il Pio o Boleslav V il Vergognoso. I ricercatori non hanno un consenso su questo problema. La facciata gotica dell'edificio è stata conservata nella sua forma originale, avendo subito lievi modifiche durante la ricostruzione del XIX secolo.

Chiesa di San Francesco d

Basilica del Corpo di Dio

Il tempio fu costruito in stile gotico a cavallo tra il XIV e il XV secolo. Le caratteristiche barocche e rinascimentali, portate qui durante le successive ricostruzioni, possono essere rintracciate nell'aspetto della facciata esterna, così come nel design degli interni. Nel 1566-1582. all'edificio principale era annesso un campanile barocco. All'interno della basilica è conservata un'importante reliquia: le reliquie del predicatore polacco San Stanislao Kazimierczyk.

Basilica del Corpo di Dio

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

La chiesa è il primo edificio sul territorio di Cracovia, eretto in stile barocco. Fu progettato dall'architetto italiano D. de Rossi alla fine del XVI secolo per l'Ordine Cattolico dei Gesuiti. Dopo lo scioglimento della confraternita nel XVIII secolo, la chiesa cambiò più volte proprietario e fu infine trasferita all'abbazia cistercense. Dal 1820 appartiene alla parrocchia di Ognissanti di Cracovia.

Chiesa dei Santi Pietro e Paolo

Chiesa di Sant'Andrea

L'edificio fu eretto nell'XI secolo in stile architettonico romanico. L'aspetto della cattedrale subì modifiche nel XVIII secolo durante la ricostruzione. Ha acquisito alcune caratteristiche barocche, sebbene il concetto architettonico generale sia rimasto lo stesso. Un chiostro monastico è adiacente al tempio, dove sono conservate antiche reliquie della chiesa. C'è anche una biblioteca con una vasta collezione di letteratura teologica.

Chiesa di Sant

Basilica della Santissima Trinità

Tempio domenicano del XIII secolo, costruito in stile gotico. Dopo un devastante incendio nel 1850, l'edificio fu quasi completamente distrutto. L'intero interno è bruciato e le pareti della facciata sono parzialmente crollate. Il tempio fu restaurato nel periodo 1853-1872. Durante i lavori di costruzione è stato necessario smantellare la parte superstite della facciata, in quanto molto fragile a causa dei danneggiamenti. A seguito dei lavori di restauro, l'aspetto originario della basilica è notevolmente mutato.

Basilica della Santissima Trinità

Santuario Divina Misericordia

Dal 1992 è denominato santuario un complesso di edifici religiosi, che comprende la cappella di San Giuseppe, il monastero delle Suore della Beata Vergine Maria della Misericordia, la Cappella dell'Adorazione Perpetua, la Basilica della Divina Misericordia e altri oggetti . Questo luogo è stato dichiarato centro di pellegrinaggio per il fatto che sul suo territorio sono conservate le reliquie di Santa Faustina Kowalska e la famosa icona "Gesù, confido in Te".

Santuario Divina Misericordia

Kurgan Kosciuszko

Tumulo commemorativo dedicato all'eroe nazionale della Polonia Tadeusz Kosciuszko. Si trova nella parte occidentale di Cracovia, sulla collina naturale di Sikornik. Il monumento fu eretto nel 1823. Nel 1854 intorno ad esso fu costruita una fortezza per ospitare la guarnigione austriaca. Durante le battaglie per la liberazione di Cracovia nel 1944, la collina svolse il ruolo di importante posto di osservazione per i soldati sovietici.

Kurgan Kosciuszko

Zoo di Cracovia

Il primissimo serraglio apparve a Cracovia nel territorio di Wawel sotto il re Sigismondo III, quando la città era la capitale dello stato polacco. Dopo la perdita dello status di capitale di Cracovia, lo zoo cadde gradualmente in rovina. Il serraglio moderno è stato fondato nel 1929. A quel tempo vi vivevano solo circa 200 mammiferi e uccelli. Oggi, più di 1.500 mila individui (260 specie) vivono nello zoo di Cracovia.

Zoo di Cracovia

Orto Botanico dell'Università Jagellonica

Nel XVIII secolo, nel luogo in cui si trova ora l'Orto Botanico, fu allestito il parco della famiglia Czartoryski, che nel 1752 fu venduto all'Ordine dei Gesuiti. Nel 1783, il dipartimento universitario di chimica e storia naturale lo ricevette a sua disposizione dopo lo scioglimento di questa confraternita monastica. All'inizio il giardino occupava una piccola area di 2,4 ettari. Qui venivano coltivate piante medicinali e ornamentali. A poco a poco, la sua superficie è aumentata fino agli odierni 9,6 ettari.

Orto Botanico dell

Planty di Cracovia

Parco cittadino situato al confine della parte storica di Cracovia sul sito di antiche fortificazioni (fortificazioni e fossati). Fu distrutto nel XIX secolo. Dopo la seconda guerra mondiale e fino al 1989, il parco era in stato di abbandono, fino a quando non si è deciso di iniziare i lavori di restauro. Oggi Cracovia Planty è un posto meraviglioso per passeggiate nella natura, decorato con numerose sculture e monumenti.

Planty di Cracovia

Fiume Vistola

Il fiume più lungo della Polonia, la cui lunghezza è di 1047 km. Ha origine nella catena montuosa dei Carpazi occidentali e sfocia nel Mar Baltico. La Vistola scorre attraverso diverse grandi città polacche, tra cui Cracovia e la capitale del paese, Varsavia. All'interno di Cracovia, lungo le rive del fiume, ci sono pittoreschi parchi pubblici e sono state create diverse riserve naturali.

Fiume Vistola