Le 25 migliori attrazioni di Danzica, Polonia

815
59 826

In passato, Danzica era una delle città più ricche della costa baltica grazie al suo attivo commercio marittimo. A ricordo di quell'epoca, nel centro storico sono state conservate magnifiche case mercantili appartenute ad influenti corporazioni. Le loro lussuose facciate decorano le strade della città da più di un secolo.

A Danzica, ogni turista troverà qualcosa di suo gradimento. In estate, un ricco programma di escursioni può essere diluito con una vacanza sulla spiaggia cittadina, perché anche l'aspro Mar Baltico a volte regala alle persone diversi giorni di sole. Le chiese cattoliche di Danzica sono classici esempi di gotico medievale, mentre i palazzi della città e molti edifici amministrativi sono opere d'arte in stile rinascimentale e barocco.

Cosa vedere e dove andare a Danzica?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

tratto reale

La strada dei re polacchi inizia alle tre porte della città: dorata, malvagia e alta. Corre lungo Dluga Street e conduce a Dlugi Targ Square oltre le eleganti facciate delle case cittadine. Lungo la Via Reale si trovano molti edifici che sono veri e propri capolavori architettonici. Oggi il sentiero reale è diventato il percorso turistico più popolare di Danzica.

Tratto reale

Fontana del Nettuno

La fontana si trova in piazza Dlugi Targ (tradotto dal polacco, questo nome significa "mercato lungo"). La composizione scultorea è considerata un simbolo di Danzica. Incarna il legame indissolubile tra la città e il mare. La fontana in stile fiammingo è stata realizzata dallo scultore A. van der Blok nel XVII secolo. Successivamente, alla scultura furono aggiunti elementi decorativi: un reticolo figurato e un bassorilievo rococò raffigurante mostri marini.

Fontana del Nettuno

Corte Artù

La Corte Artus è un complesso di edifici sulla piazza antistante il Municipio. Il nome del luogo deriva dalla leggenda di Re Artù. Nel Medioevo e nel Nuovo Tempo, le autorità cittadine sedevano negli edifici della Corte Artus, i mercanti facevano i loro affari, eminenti cittadini tenevano riunioni. Il complesso fu costruito nel XIV secolo. Alla fine del XV secolo fu bruciato e successivamente ricostruito in stile gotico.

Corte Artù

Municipio principale

Il municipio fu eretto nel XV secolo secondo il progetto di G. Hezel. Il primo edificio fu costruito in stile gotico. Dopo un incendio a metà del XVI secolo, acquisì i tratti del manierismo. La torre del municipio è coronata dalla figura del re Sigismondo II, creata nel 1561. All'interno lavorarono i migliori maestri dell'epoca. L'edificio ospita il museo cittadino con un'interessante esposizione storica.

Municipio principale

Via Mariatskaya

Una strada pedonale dall'atmosfera speciale, considerata uno degli angoli più pittoreschi di Danzica. I ricchi cittadini si stabilivano qui, oggi laboratori, negozi di souvenir, gallerie e caffè si trovano negli ex edifici residenziali. Sfortunatamente, la maggior parte degli edifici storici di via Mariacka furono distrutti durante la seconda guerra mondiale. Tutto ciò che un turista vede oggi è frutto di un attento restauro.

Via Mariatskaya

Palazzo abbaziale di Oliva

Palazzo rococò, ricostruito da un castello gotico del XV secolo a spese dell'abate del monastero cistercense J. Rybinsky. Dopo la spartizione della Polonia nel XIX secolo, l'edificio passò in possesso della nobile famiglia tedesca degli Hohenzollern. Alla fine del secolo passò sotto la giurisdizione delle autorità cittadine. Nel 1945 il palazzo bruciò completamente. Il recupero è avvenuto negli anni '60. Oggi vi si trova uno dei dipartimenti del Museo Pomerania.

Palazzo abbaziale di Oliva

Cattedrale di Oliva

La pittoresca chiesa cattolica del XIV secolo, costruita in stile gotico. Ha dimensioni impressionanti: due torri simmetriche raggiungono un'altezza di 46 metri, la lunghezza della cattedrale supera i 100 metri. All'interno si trova un magnifico organo del XVIII secolo e 23 pale d'altare in marmo realizzate in stile rococò e barocco. Presso il tempio è stato aperto un museo, dove sono esposte opere d'arte sacra dei secoli XIV-XVI.

Cattedrale di Oliva

Chiesa di Santa Maria

Il tempio è la più grande cattedrale in mattoni d'Europa, costruita in stile gotico. La sua costruzione è durata 150 anni e si è protratta per tre secoli. La torre della chiesa raggiunge un'altezza di oltre 77 metri. L'interno è decorato con statue barocche e un magnifico altare cinquecentesco di M. Schwartz. L'attenzione dei turisti è attratta dall'orologio astronomico fissato sulla facciata, realizzato da G. Düringer nel XV secolo.

Chiesa di Santa Maria

Chiesa di San Nicola

San Nicola è il patrono celeste dei marinai e dei pescatori. Il tempio in suo onore è considerato uno dei più antichi di Danzica. Nel XII secolo fu costruito in legno, nel XIII secolo fu ricostruito in pietra in stile gotico. L'interno della chiesa è realizzato in un lussuoso stile barocco. L'edificio non è stato danneggiato durante la seconda guerra mondiale, quindi il suo aspetto storico è sopravvissuto fino ad oggi pressoché invariato.

Chiesa di San Nicola

cancello dorato

Il Golden Gate si trova sulla strada. Długa nel centro storico di Danzica. Furono erette all'inizio del XVII secolo al posto delle antiche porte gotiche che facevano parte delle fortificazioni cittadine. L'edificio è stato costruito nello stile del manierismo olandese secondo il progetto di A. van der Block. Negli anni '40, durante la guerra, la costruzione fu distrutta, come molte altre attrazioni. Nel 1957 è stato riportato al suo aspetto originario.

Cancello dorato

cancello verde

La prima menzione della Porta Verde risale alla metà del XIV secolo. La costruzione in mattoni nello stile del manierismo olandese fu eretta già nel XVI secolo secondo il progetto di G. Kremer e R. Amsterdamsky. La porta fu costruita come residenza reale, ma i monarchi che arrivarono a Danzica non si fermarono quasi mai qui. Dagli anni 2000 l'edificio ospita una sede distaccata del Museo Nazionale.

Cancello verde

Grande arsenale

L'imponente edificio del Grande Arsenale fu costruito in stile rinascimentale secondo il progetto di W. van der Meer e W. van der Block. È un eccezionale monumento architettonico dell'inizio del XVII secolo. Fino all'Ottocento i locali erano adibiti a deposito di armi e munizioni. Oggi l'Accademia di Belle Arti si trova al secondo piano, il primo è adibito a centro commerciale.

Grande arsenale

grande mulino

L'antico mulino fu costruito nel XIV secolo dai cavalieri dell'Ordine Teutonico. A quel tempo, divenne il più grande d'Europa. Sorprendentemente, la struttura è stata utilizzata per lo scopo previsto fino alla fine della seconda guerra mondiale fino a quando non è stata gravemente danneggiata. Sopravvisse solo a un'importante modernizzazione negli anni '30 dell'Ottocento. Dopo il restauro, il mulino ha continuato a funzionare fino ai primi anni '90. Nel 1993 è stato trasformato in un centro commerciale.

Grande mulino

torre della prigione

Nel XIV secolo la Torre della Prigione faceva parte delle mura della fortezza. La struttura subì diverse ricostruzioni nel XV e XVI secolo, a seguito delle quali il suo aspetto cambiò. La torre iniziò ad essere utilizzata per la tortura e la detenzione dei prigionieri dall'inizio del XVII secolo. Nelle vicinanze è stato organizzato un luogo per l'esecuzione. Oggi l'edificio ospita il Museo dell'ambra, dove sono esposti icone, gioielli, statuette e altri prodotti realizzati con questo materiale.

Torre della prigione

Gru su Motlaw

The Crane on Motława è un museo marittimo ospitato in un edificio originale del XIV secolo. In precedenza fungeva da gru per il carico delle navi e fungeva anche da cancello e struttura difensiva. Il tetto della costruzione è coronato da una statuetta in rame di una gru, che ha dato il nome all'intero complesso. L'edificio odierno è un edificio moderno degli anni '60. L'originale medievale fu distrutto durante la guerra.

Gru su Motlaw

Centro europeo di solidarietà

Un complesso museale che racconta la storia del leggendario movimento Solidarnosc. Questa associazione è stata costituita come sindacato negli anni '80. Solo pochi giorni dopo, i suoi membri sono passati allo scontro con il governo comunista della Polonia. In breve tempo circa l'80% dei cittadini lavoratori ha aderito a Solidarnosc. In effetti, il Centro europeo di solidarietà è uno dei musei "antisovietici" che esistono in ogni paese che fu membro del Patto di Varsavia.

Centro europeo di solidarietà

Museo Nazionale di Danzica

L'esposizione museale si trova in un edificio del XV secolo, un tempo appartenuto al convento francescano. Si compone di preziose collezioni di gioielli, dipinti, sculture e ceramiche, create nel periodo dal XV al XX secolo. Uno dei reperti più preziosi della collezione è il dipinto di G. Memling The Last Judgment. C'è anche una vasta collezione di dipinti del famoso pittore A. Möller.

Museo Nazionale di Danzica

Museo della Seconda Guerra Mondiale

Il museo è stato aperto a marzo 2017 e ha subito vinto il titolo di più grande della Polonia. L'obiettivo principale dei suoi creatori è evidenziare il ruolo della Polonia nella seconda guerra mondiale, nonché concentrarsi sulle peculiarità della storia polacca. Il museo si compone di tre grandi blocchi, suddivisi in 18 sale tematiche. Con l'ausilio di moderne attrezzature multimediali, i visitatori possono guardare documentari e filmati d'archivio.

Museo della Seconda Guerra Mondiale

Westerplatte

Complesso commemorativo sulla penisola omonima. La seconda guerra mondiale iniziò con il bombardamento dell'armeria, che si trovava qui dal 1924. La guarnigione di Westerplatte resistette per sette giorni, dopodiché fu presa dalle truppe tedesche. Sulla penisola fu eretto un monumento in memoria degli eroici difensori del magazzino. Vi si sono conservati anche i ruderi della caserma e di uno dei posti di guardia.

Westerplatte

Weikselmunde

Fortificazione del XV secolo nel letto del fiume Vistola, che un tempo faceva parte del sistema difensivo della città. Diversi stili architettonici si sono mescolati nell'aspetto della fortezza, poiché l'edificio è stato ripetutamente completato nel corso di diversi secoli. Fino alla metà del XVIII secolo nella torre circolare centrale si trovava un faro. Weikselmünde è riconosciuto come monumento architettonico di importanza nazionale.

Weikselmunde

Stazione ferroviaria di Danzica

Un grande hub passeggeri che serve molte destinazioni interurbane. La stazione si trova in un pittoresco edificio rinascimentale costruito tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo. La facciata dell'edificio è realizzata in mattoni rossi, che gli conferiscono un aspetto elegante e festoso. Sopra la struttura si erge una torre dell'orologio alta 50 metri. All'interno della stazione sembra molto più modesto.

Stazione ferroviaria di Danzica

PGE Arena

Stadio di calcio, progettato per 44mila spettatori. Ha ospitato le partite della Coppa Euro 2012. L'arena è stata costruita nel 2011. Oltre alle partite di calcio, qui si tengono concerti musicali e festival, poiché il design dello stadio consente eventi di vari formati. Band come Pet Shop Boys, Iron Maiden e Bon Jovi si sono esibite qui. Inoltre, l'arena ha ospitato lo spettacolo del circo "Du Soleil".

PGE Arena

Zoo di Danzica

Lo zoo cittadino è considerato il più grande della Polonia. Si trova su un'area di oltre 130 ettari. Un'ampia varietà di animali e uccelli abita il vasto territorio del serraglio. È impossibile aggirare l'intero zoo in una sola visita, poiché ci vorranno almeno 4-5 ore. Ai turisti vengono offerti vari percorsi, ognuno dei quali è progettato per circa 30-40 minuti, oltre a trasporti speciali che percorrono il territorio in un'ora.

Zoo di Danzica

ruota panoramica

La ruota panoramica di Danzica è considerata la più alta d'Europa. È stato installato nel 2014 a nord dell'isola di Spichszów, sulla costa di Moltava. Il design è stato assemblato in Germania. L'attrazione raggiunge un'altezza di 55 metri, pesa 350 tonnellate ed è composta da 43 cabine. La ruota compie un giro completo in circa 30 minuti. Dal suo punto più alto si apre un magnifico panorama della città.

Ruota panoramica

Spiaggia Jelitkovo

Nonostante il Mar Baltico non possa vantare acqua calda, ci sono ancora molti che vogliono nuotare tra le sue onde e prendere il sole sulla sabbia dorata. A Danzica, per questi scopi, c'è la spiaggia cittadina Jelitkovo, perfettamente attrezzata per una vacanza rilassante. C'è un parco, percorsi per jogging e piste ciclabili, caffè (la maggior parte sono aperti solo nella stagione estiva) e aree di intrattenimento per bambini.

Spiaggia Jelitkovo