Le 20 migliori attrazioni di Jurmala, Lettonia

407
60 841

Jurmala è la principale località della Lettonia. La città è cresciuta da un villaggio di pescatori ed è diventata popolare tra i turisti negli ultimi decenni. Ora il suo sviluppo è più veloce che mai. Il clima della costa baltica è specifico, quindi è difficile chiamare Jurmala una località balneare nel senso comune. Tuttavia, i turisti vengono qui non solo durante i 2 mesi caldi, ma anche durante il resto dell'anno. La zona è caratterizzata dalla tranquillità e i visitatori la apprezzano.

La combinazione di dune della zona costiera e foreste che si estendono in profondità nella terraferma ha reso la natura locale insolitamente colorata. Le strade pedonali si estendono dalle spiagge sabbiose, tra cui Jomas. Non ci sono così tanti vecchi edifici in città, ma quelli esistenti sono attentamente monitorati. Appaiono anche oggetti moderni, ad esempio la torre nel parco Dzintari, una delle piattaforme di osservazione più insolite al mondo.

Cosa vedere e dove andare a Jurmala?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Spiagge di Jurmala

La città si trova sul Mar Baltico. L'acqua qui, anche durante la stagione, non si riscalda più di 20-22 °C. Tuttavia, le spiagge di Jurmala sono piene di turisti. Il nuoto è comodo per circa due mesi all'anno. Le spiagge si estendono per 32 km. Sono ricoperte di sabbia fine e chiara. I più popolari sono Dzintari, Majori, Dubulti e Bulduri che prendono il nome dai distretti. La maggior parte è stata premiata con la Bandiera Blu per la pulizia e il comfort.

Spiagge di Jurmala

Sala concerti "Dzintari"

Il luogo di concerti più popolare della città e uno dei più popolari del paese. Gli eventi si sono svolti in questo luogo dal secolo scorso. Ma non c'è stato un edificio a tutti gli effetti per molto tempo. La costruzione della grande sala è avvenuta nel 1962. Nel 2006 è avvenuta la ricostruzione. Il palcoscenico è diventato a cinque livelli, il che ha ampliato le possibilità del suo utilizzo. Più di 2.000 spettatori possono essere a Dzintari contemporaneamente.

Sala concerti Dzintari

Via Jomas

Un biglietto da visita e la prima associazione con Jurmala tra i turisti. Il suo nome si traduce come "onde di sabbia". Per un breve periodo nel 1999 è stato intitolato a Pushkin. La strada è stata fondata nel XIX secolo ed è pedonale. I punti finali sono la stazione Majori e il globo Jurmala. Jomas è un luogo per concerti e festival. Qui non solo puoi fare una passeggiata, ma anche sederti in uno dei tanti caffè.

Via Jomas

Parco forestale "Dzintari"

Situato nel centro della città. Sul territorio c'è qualcosa da fare sia per gli appassionati di attività all'aria aperta che per coloro che preferiscono piacevoli passeggiate. Per la prima sono stati realizzati uno skate park, aree sportive e piste da sci in inverno. Il secondo è passeggiare in una pineta o, nella bella stagione, rilassarsi tra piante rare. Un ponte di osservazione unico, una torre con 12 balconi, opera nel parco tutto l'anno.

Parco forestale Dzintari

Torre di osservazione dell'ufficio di architettura ARHIS

L'attrazione principale è "Dzintaru Mezaparks". Tradizionalmente, è incluso negli elenchi delle piattaforme di osservazione più insolite e interessanti del mondo. L'altezza è di circa 38 metri. L'edificio è realizzato in metallo e legno. La torre appare leggera per via della sua struttura "porosa". Composto da scale e 12 balconi. Si illumina la sera. Da ognuno di essi offre una splendida vista sui dintorni.

Torre di osservazione dell

Museo della città di Jurmala

La composizione delle mostre è simile a un museo di storia locale. Tuttavia, l'enfasi è sulle caratteristiche turistiche di Jurmala. L'esposizione racconta lo sviluppo della città dall'inizio del secolo prima fino ai giorni nostri. Tra le sezioni interessanti spicca una raccolta di costumi da bagno, reperti rinvenuti dai fondali e cartoline. Le guide parlano anche di mercantili e navi da guerra che solcavano il Mar Baltico in passato.

Museo della città di Jurmala

Art Studio luce interiore

Un'insolita galleria d'arte si trova nella casa dell'artista Vitaly Ermolaev. Qualche tempo fa, il maestro ha brevettato la composizione delle vernici. Usando il suo metodo, crea dipinti nello stile della pittura leggera. Sotto una certa illuminazione, le tele diventano voluminose e sembra che ulteriori dettagli appaiano da sotto lo strato superiore. Questo cambia completamente l'aspetto dell'immagine.

Art Studio luce interiore

Casa d'Aspasia

Il nome deriva dallo pseudonimo dell'ex proprietario della casa. Elza Plieksane era una poetessa e drammaturga. Lei e suo marito vissero qui fino alla sua morte nel 1943. L'edificio cadde gradualmente in rovina fino a quando fu restaurato negli anni '90. Non solo è stata riparata la facciata blu e bianca, ma anche la decorazione interna è stata restaurata. Sotto il tetto della casa di Aspasia è stato organizzato un museo, una filiale del museo d'arte locale.

Casa d

Complesso turistico di Kristap e Augusta Morberg

Un insolito castello gotico apparve in città nella prima metà del XIX secolo. Era costruito in legno e rivestito di ferro. C'è un giardino botanico sul territorio del complesso turistico. La collezione contiene piante rare ed esotiche. Gli ex proprietari hanno lasciato in eredità la proprietà all'Università della Lettonia. Ora l'oggetto è disponibile per visite guidate e viene anche affittato per eventi, compresi i matrimoni.

Complesso turistico di Kristap e Augusta Morberg

Ex stabilimento balneare di E. Racene

La costruzione dello stabilimento balneare fu completata nel 1916. Tutto l'anno il bagno accoglieva i clienti, offrendo un'ampia scelta di bagni alle erbe e agli estratti. Dopo la guerra, l'edificio fu trasformato in una clinica. Negli anni '80 hanno effettuato un'importante ricostruzione e modificato in modo significativo il design esterno. Successivamente si è cercato di restituire il progetto iniziale per preservare il valore storico dell'edificio. I turisti non sono ammessi all'interno.

Ex stabilimento balneare di E. Racene

Chiesa luterana di Dubulti

Costruito dal 1907 al 1909. La costruzione appartiene ai tipici rappresentanti dell'Art Nouveau di Riga. Ci sono anche alcuni dettagli del romanticismo. Oltre ai fedeli che vengono regolarmente alle funzioni, la chiesa è interessante anche per i turisti. I motivi sono tre: l'architettura in generale, la torre che svetta sul quartiere ei concerti di musica d'organo. La chiesa ha anche due cori. Le loro esibizioni sono programmate con mesi di anticipo.

Chiesa luterana di Dubulti

Statua di Lachplesis

Installato nel 1954. Dedicato all'eroe del folklore lettone. Lachplesis è chiamato uccisore di draghi e gli vengono attribuiti tutti i tipi di imprese. Il suo nome si traduce come "strappare l'orso". Secondo la leggenda, la gente di Jurmala voleva donare la scultura alla loro città gemella. Ed era originariamente un personaggio completamente diverso. Per ragioni sconosciute, il regalo non è stato accettato e gli autori del progetto hanno rifatto la statua, conferendole un nuovo significato.

Statua di Lachplesis

Globo di Jurmala

Apparso in Jomas Street nei primi anni '70 del secolo scorso. Un monumento insolito funge da luogo di incontro. Nel 2015 è stato gravemente danneggiato durante i lavori di costruzione della strada. Il globo doveva essere smantellato. Le difficoltà sono sorte durante il processo di restauro: è stato realizzato con un metodo che non viene più utilizzato. Per questo motivo il design è stato modificato. Già nel 2016 è tornato al solito posto.

Globo di Jurmala

Scultura "Tartaruga"

Installato nella zona di Maiori all'ingresso della spiaggia sabbiosa nel 1995. La dimensione della tartaruga è impressionante. È completamente fuso in bronzo secondo il progetto dell'artista e scultore Janis Barda. I turisti e la gente del posto adorano scattare foto accanto al monumento. È durevole e non ha paura della costante invasione del pubblico. Alla scultura vengono attribuiti diversi significati. Alcuni lo associano al corso tranquillo della vita a Jurmala.

Scultura Tartaruga

Museo all'aperto di Jurmala

Questo progetto è in fase di sviluppo dagli anni '70. Un vero e proprio villaggio di pescatori è stato creato all'aria aperta in ricordo del passato di Jurmala. I turisti hanno accesso a laboratori sulla lavorazione a maglia di nodi marini e sulla riparazione di reti. Tradizionale è anche la degustazione del pesce, che viene cucinato proprio qui in piccoli affumicatoi. Tutti gli oggetti sono autentici e portati da diverse regioni del paese. Il martedì l'ingresso è gratuito.

Museo all

Livu Aquapark

Il più grande parco acquatico del nord Europa. Il design degli interni dell'edificio a tre piani è decorato in stile caraibico. Il territorio è suddiviso in zone: "Paradise Beach", "Captain Kid's Land", "Rainforest", "Shark Attack Zone". La struttura di intrattenimento è aperta tutto l'anno. Agli ospiti vengono offerte circa 40 attrazioni. Alcuni hanno limiti di età. Ci sono servizi aggiuntivi, come visitare un bar.

Livu Aquapark

Duna bianca a Lielupe

Un insolito monumento naturale si trova vicino alla stazione di Priedaine. Le caratteristiche della duna sono il suo colore assolutamente bianco e la sua posizione perpendicolare rispetto alla costa. Secondo i ricercatori, la sua formazione ha richiesto 150-200 anni. Il motivo dell'aspetto della duna è lo sfondamento del fiume Lielupe nel 1757. Il canale è stato restaurato, ma è rimasta una striscia sabbiosa elevata con una lunghezza di circa 800 metri.

Duna bianca a Lielupe

Fine del mondo a Lielupe

Attrazione naturale nelle vicinanze di Jurmala. Questa è una zona costiera vicino alla baia, che può essere raggiunta dalle dune. Si ritiene che l'acqua sia più calda qui. Inoltre, la profondità sta guadagnando immediatamente slancio, il che distingue in modo significativo il "confine del mondo" da altri luoghi per nuotare. Non esiste un attraversamento organizzato dall'altra parte. Sebbene gli appassionati trovino modi insoliti. Nelle vicinanze si trova una spiaggia per nudisti.

Fine del mondo a Lielupe

Parco Naturale Ragakapa

Il territorio del parco è ricoperto da dune e pineta. Le colline sabbiose si estendevano per circa un chilometro. E l'età di alcuni alberi raggiunge i 300 anni. Per comodità dei turisti, sono stati creati diversi percorsi pedonali. Hanno caratteristiche distintive, ma ognuna ha piattaforme di visualizzazione. I percorsi più frequentati: "Naturale", "Pino", "Orto", "Sentiero degli insetti".

Parco Naturale Ragakapa

Parco nazionale di Ķemeri

Creato nel 1997. L'area è di oltre 38mila ettari, di cui circa 2mila nel Golfo di Riga. Il territorio è diviso in 3 sezioni. Le persone vivono nella zona cuscinetto, mentre le altre due sono protette e particolarmente protette. Secondo la leggenda, la zona avrebbe preso il nome dal nome del guardaboschi. Visse nel XVI secolo e tenne una pensione. Il parco ha una grande varietà di specie di flora e fauna, ci sono sorgenti minerali e sentieri.

Parco nazionale di Ķemeri