Le 15 migliori attrazioni di Padova, Italia

150
39 002

Padova è una piccola città italiana, un vero tesoro di capolavori architettonici, circondata da una natura magnifica. Le persone si sono stabilite qui dal X secolo a.C. e. Nell'era dell'Antica Roma, la zona era abitata dalle tribù dei Veneti, da cui il nome dell'intera regione d'Italia.

A Padova, gli amanti entusiasti dell'arte rinascimentale avranno qualcosa da fare. L'intera Cappella degli Scrovegni è affrescata dal geniale e valente Giotto

Anche a Padova sarà interessante per i turisti attivi. Quasi 70 km. percorsi ciclabili ed escursionistici si trovano all'interno del suggestivo Parco dei Colli Euganei.

Cosa vedere e dove andare a Padova?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Palazzo della Ragione

Il palazzo fu costruito nei secoli XII-XIII. Gli affreschi del soffitto per lui furono creati da Giotto di Bonde. Sfortunatamente, questi dipinti unici furono distrutti durante il crollo del tetto nel XVIII secolo. Alcune immagini sono rimaste sui muri. La facciata del palazzo è circondata da lunghe gallerie ad arco, che oggi ospitano ristoranti e negozi. All'interno del palazzo si trova la Pietra della Disgrazia, sulla quale i debitori si pentivano durante il Medioevo.

Palazzo della Ragione

Prato della Valle

L'area è considerata la più grande d'Italia, occupa uno spazio di 90 mila m². Nel 1636 qui fu eretto un edificio teatrale per combattimenti e gare improvvisate. Alla fine del XVIII secolo si decise di trasformare questo territorio e farlo diventare un'area ricreativa per i padovani. A quel punto la città era già cresciuta abbastanza, intorno alla futura piazza c'erano palazzi e palazzi cittadini.

Prato della Valle

Piazza della Signoria

La Piazza si trova nel centro storico di Padova. Fino al XIV secolo al suo posto c'era un intero quartiere residenziale. Nel Medioevo qui si tenevano spesso spettacoli musicali e spettacoli teatrali per l'intrattenimento dei cittadini. Sulla piazza si trova un pittoresco palazzo del Capitano con un'alta torre dell'orologio del XVI secolo. Un elegante quadrante astronomico mostra la data e l'ora. Si ritiene che l'orologio da torre sia uno dei primissimi cronometri in Italia.

Piazza della Signoria

Università di Padova

Per la prima volta l'istituto scolastico è citato nei documenti del XIII secolo. Lo sviluppo attivo iniziò nel XV secolo, quando furono costruiti diversi nuovi edifici. Con l'avvento del Rinascimento, l'università divenne un importante centro di scienza secolare. Qui si insegnavano astronomia, medicina e diritto. Lo stesso Galileo tenne conferenze all'interno delle mura dell'università. Nel 1556 fu costruito un nuovo edificio per l'istituto scolastico - Palazzo del Bo, che divenne un classico monumento architettonico del Rinascimento.

Università di Padova

Palazzo Zuckermann

Il Palazzo Zuckermann ospita il Museo Civico di Arti Applicate. Qui puoi conoscere collezioni di gioielli antichi, armi, prodotti in pietra e metallo, mobili del XVIII secolo, ceramiche e abiti medievali. L'esposizione non racconta nessuna epoca storica specifica, si può anche notare che gli oggetti sono disposti in modo piuttosto caotico. L'edificio stesso è un piccolo palazzo a tre piani.

Palazzo Zuckermann

Basilica di Santa Giustina

La basilica fu eretta sul luogo di sepoltura della martire cristiana Giustina da Padova. Una chiesa si trova in questo sito dal VI secolo. Il tempio moderno apparve nel XVI secolo. L'edificio è costruito a forma di croce lunga 122 metri e larga 82 metri. All'interno si trovano i luoghi di sepoltura di diversi santi cristiani, sopra l'altare maggiore si trova la tomba di Giustina, affrescata dal maestro P. Veronese. Sempre sul territorio della basilica si trovano le reliquie di San Luca.

Basilica di Santa Giustina

Basilica di Sant'Antonio

Una delle chiese più grandi di Padova, costruita nel XIII secolo. La costruzione iniziò 19 anni dopo la morte di Sant'Antonio da Padova. Inizialmente, sopra la tomba del santo, fu eretta una cappella della Madonna Oscura

Basilica di Sant

Cattedrale di Padova

Il Duomo è la terza chiesa costruita nel centro di Padova. La prima chiesa del VI secolo rimase in piedi fino al 1117. Il secondo edificio - fino alla prima metà del XVI secolo. La costruzione della terza cattedrale fu eseguita secondo il progetto di Michelangelo Buanarotti e durò circa 200 anni. Accanto al tempio si trova un battistero, riccamente affrescato con affreschi sui temi della sofferenza di Cristo e del Giudizio Universale, in voga all'epoca.

Cattedrale di Padova

Cappella degli Scrovegni

Una chiesa modesta, dietro la cui facciata si nasconde il più grande tesoro culturale dell'umanità: gli affreschi originali dell'incomparabile Giotto di Bonde dell'inizio del XIV secolo. Sono considerati una delle principali opere d'arte dell'Europa occidentale. Le immagini dell'affresco "Il giorno del giudizio" occupano l'intera parete interna della facciata principale. Il resto delle pareti sono dipinte con scene sul tema della Natività di Cristo e dell'Adorazione dei Magi, della Natività della Vergine, del Battesimo, dell'Ultima Cena e di altre scene bibliche.

Cappella degli Scrovegni

Chiesa degli Eremitani

La chiesa si trova vicino alla Cappella degli Scrovegni. L'edificio fu eretto alla fine del XIII secolo. Alla tinteggiatura interna lavorarono i maestri A. da Forlì, A. Mantegna e Guariento. Il tempio e il monastero furono costruiti dai monaci agostiniani che predicavano uno stile di vita eremitico. Il monastero è esistito fino al XIX secolo, fino a quando Napoleone Bonaparte vi stabilì la sua caserma.

Chiesa degli Eremitani

Museo della Città degli Eremitani

Il complesso museale, che comprende la Pinakothek e l'esposizione archeologica. Qui si trovano sculture, collezioni di monete, piatti e altri reperti archeologici, nonché un'impressionante collezione di dipinti di famosi pittori. Nella Pinakothek si possono ammirare le opere di Tintoretto, Giotto, Tiziano, Tiepolo e Bellini. Il dipartimento archeologico presenta reperti di vari periodi dell'esistenza di Padova.

Museo della Città degli Eremitani

Caffè Pedrocchi

Lo storico caffè è attivo dal 1831. Fin dalla sua apertura, la sua caratteristica distintiva è stata l'assenza di porte d'ingresso e il funzionamento 24 ore su 24. Il primissimo caffè Pedrocchi fu aperto nel 1772. All'inizio del XIX secolo, l'erede di Bergamo, Pedrocchi, iniziò a sviluppare un'intera attività di caffè e iniziò la costruzione di un nuovo edificio del caffè con la sua panetteria, che è sopravvissuta fino a questo giorno.

Caffè Pedrocchi

Villa Contari

Villa di campagna del XVI secolo, costruita per i fratelli Contarini, rappresentanti dell'aristocrazia veneziana. In precedenza, questo posto era un terreno di caccia. L'edificio è circondato da un ampio parco di 40 ettari, dove sono presenti laghetti riforniti e vialetti per passeggiare. L'insieme architettonico della villa fu notevolmente ampliato in epoca barocca. Alla decorazione della facciata lavorarono V. Scamozzi e B. Longhena.

Villa Contari

Orto Botanico di Padova

L'orto botanico fu creato nel XVI secolo durante il periodo di massimo splendore della Repubblica Veneta. È considerato il più antico del mondo

Orto Botanico di Padova

Parco Regionale dei Colli Euganei

Parco naturale, sul cui territorio si trovano le località di Montegrotto Terme e Abano. All'interno del parco si trovano anche la tenuta medievale di Arcua Petrarca, il paese di Monselice e il monastero dell'Abbazia di Praglia. L'area si distingue per la straordinaria bellezza e tranquillità dei paesaggi. Sulle pendici delle colline crescono vigneti e frutteti. Puoi camminare, andare in bicicletta o guidare nel parco.

Parco Regionale dei Colli Euganei