Le 25 migliori attrazioni di Dublino, Irlanda

1 307
23 084

Dublino, indipendente, ribelle e amante della libertà, accoglie spesso gli ospiti con pioviggini, venti e cieli cupi. Ma questo non fa venir meno la forza attrattiva di questa città, dove sono ancora vive le tradizioni degli antichi Celti e Gaeli, dove lo spirito combattivo dell'Esercito Repubblicano Irlandese percorre ancora le strade e il focoso grido di battaglia “Erin Go Bragh” non è dimenticato.

Una volta Dublino era un'eterna spina nel fianco dell'invidioso dell'Impero britannico. Per secoli, la città ha lottato per l'indipendenza e ha dato molti problemi ai rigidi signori inglesi. Ora Dublino è una pittoresca capitale europea, simbolo dell'Irlanda libera e luogo di attrazione per i turisti di tutto il mondo. Qui celebrano in grande stile l'allegro giorno di San Patrizio, mostrano con orgoglio il Museo della birra agli stranieri e continuano a sperare di strappare il resto del paese agli avidi inglesi.

Cosa vedere e dove andare a Dublino?

I luoghi più interessanti e belli per camminare. Foto e una breve descrizione.

Trinity College

Un vecchio college di Dublino, fondato da Elisabetta I nel 1592 e che detiene ancora con successo il marchio di una delle migliori università d'Europa. È messo sulla stessa linea con Oxford e Cambridge. Il Trinity College ha un'inestimabile collezione di biblioteche di 4 milioni di volumi. Tra i suoi famosi laureati ci sono lo scrittore O. Wilde, il filosofo J. Berkeley e il matematico W. Hamilton. La struttura è aperta ai turisti.

Trinity College

Libro di Kells

Un manoscritto unico creato nel IX secolo, un'opera d'arte inestimabile dell'Alto Medioevo. Il libro è riccamente decorato con miniature, motivi e ornamenti celtici. L'inestimabile manoscritto è conservato nella biblioteca del Trinity College sin dal XVII secolo. Il libro è sopravvissuto al periodo devastante delle invasioni normanne e vichinghe delle isole britanniche ed è stato accuratamente conservato per tutto il Medioevo nell'abbazia di Kells.

Libro di Kells

Castello di Dublino

La costruzione fu eretta nel XIII secolo, per quasi 700 anni fino al 1922, sul suo territorio si trovava la residenza dei governatori inglesi. La maggior parte degli edifici del complesso del castello furono costruiti nel XVIII secolo, ma conservava ancora le caratteristiche principali caratteristiche dell'architettura normanna: muri spessi, potenti merli e aperture di monofore. Al momento il castello è aperto per visite gratuite, a volte viene utilizzato per organizzare ricevimenti ufficiali.

Castello di Dublino

Grafton Street

Strada pedonale situata nel cuore della capitale irlandese. Grafton Street è il centro della vita turistica della città, ci sono molti negozi, locali per bere, musicisti di strada e attori che si esibiscono costantemente. Ci sono molti palazzi storici lungo la strada, inclusa la casa del capo del Trinity College. Grafton Street è una delle cinque strade più costose al mondo in termini di costo per l'affitto e l'acquisto di immobili.

Via Grafton

Zona Templebar

Un'area urbana iconica nota per il suo gran numero di bar e ristoranti. Le strade locali prendono vita dopo le 18.00, poiché numerosi flussi di persone si precipitano qui per bere un bicchiere o un bicchiere dopo una dura giornata di lavoro. L'area ospita il più antico pub irlandese, The Brazen Head, aperto nel 1198. In alcuni stabilimenti è possibile degustare più di 600 birre portate da tutto il mondo.

Zona Templebar

Cattedrale di San Patrizio

La prima menzione del tempio risale al XII secolo, quando acquisì lo status di cattedrale, ma non ci sono prove autentiche dell'epoca in cui fu costruito l'edificio. Nel XVI secolo, la cattedrale di San Patrizio passò alla Chiesa anglicana d'Irlanda, nonostante il malcontento dei parrocchiani cattolici. Uno dei decani del tempio era J. Swift, un noto scrittore irlandese. Nei secoli XVIII-XIX. Qui si è svolta la cerimonia di iniziazione all'Ordine di San Patrizio.

Cattedrale di San Patrizio

Chiesa Cattedrale di Cristo

La cattedrale principale di Dublino, costruita all'inizio dell'XI secolo. La facciata originale del tempio è sopravvissuta fino ad oggi, ma l'interno ha subito modifiche significative durante il restauro nel XIX secolo. Ecco perché ci sono molti dettagli dell'era vittoriana nell'arredamento degli interni. Il tempio è di proprietà congiunta delle chiese cattolica e anglicana. All'interno si trova una reliquia del santo patrono di Dublino, l'arcivescovo Lawrence O'Toole.

Chiesa Cattedrale di Cristo

Museo della birra Guinness

Il museo è una delle attrazioni turistiche più popolari e visitate di Dublino. Il birrificio Guinness iniziò ad operare a metà del XVIII secolo e da allora ha prodotto una miriade di litri di birra. Il marchio Guinness è diventato riconoscibile e venerato in tutti i paesi nel tempo. Il museo si trova in un ex negozio di fermentazione, interrotto nel 1988. Affinché l'edificio non rimanesse inattivo invano, si è deciso di aprire una mostra dedicata alla storia della birra locale.

Museo della birra Guinness

Museo Nazionale del Folletto

Le favolose creature folletti sono il simbolo dell'Irlanda. Molte volte sono diventati gli eroi di fiabe, miti, leggende popolari. La passione principale di un folletto è la sua pentola d'oro, dalla quale non si separa per un secondo. In omaggio a questi personaggi originali, oltre che per sviluppare il folklore tradizionale, nel 2003 è stato aperto a Dublino un museo dedicato al mondo delle fiabe irlandesi.

Museo Nazionale del Folletto

Museo Nazionale d'Irlanda

Il museo è stato fondato nel XIX secolo. La sua esposizione racconta l'antica e ricca storia dell'Irlanda. Nelle sale espositive si possono vedere armi, ceramiche, costumi popolari, mobili, gioielli e altri oggetti appartenenti a epoche diverse. Anche nei fondi del museo ci sono molti reperti del periodo celtico: decorazioni religiose, croci, vari prodotti contraffatti con una "legatura" celtica riconoscibile.

Museo Nazionale d

Galleria Nazionale d'Irlanda

Una galleria d'arte che espone opere di maestri irlandesi, ma anche di artisti italiani, olandesi e di altri paesi europei. Il museo è apparso a metà del XIX secolo. All'inizio era una modesta collezione di 125 dipinti. Alla fine del secolo l'esposizione crebbe grazie a donazioni e acquisti di opere d'arte da parte della galleria stessa. Un nuovo edificio per il museo è stato costruito negli anni '60. XX secolo.

Galleria Nazionale d

Museo Irlandese di Arte Moderna

La collezione si trova nell'edificio dell'ex ospedale del XVII secolo. Pochi anni dopo il restauro dell'edificio di emergenza, si è deciso di trasferire i locali alla gestione del Museo d'Arte Moderna. La galleria è relativamente giovane: la collezione ha iniziato ad essere esposta nel 1991. Nel giro di pochi anni, il museo ha guadagnato rispetto ed è stato riconosciuto come uno dei principali musei delle isole britanniche.

Museo Irlandese di Arte Moderna

Teatro dell'Abbazia

Il primo palcoscenico nazionale irlandese, inaugurato nel 1904. La compagnia teatrale ha preso parte attiva alla lotta per l'indipendenza del paese negli anni '20. L'edificio storico è andato a fuoco nel 1951 e quello nuovo è stato costruito solo nel 1966. Per tutto questo tempo, gli attori sono stati costretti a vagare per altri luoghi. Fin dalla sua fondazione, il teatro è stato un feroce sostenitore dell'arte nazionale.

Teatro dell

Biblioteca di Chester Beatty

Biblioteca e museo in un unico luogo, dove sono conservati manoscritti unici del periodo dell'antichità e del medioevo. Ci sono esemplari qui che sono stati trovati in Egitto, Asia e territorio europeo. Alcuni reperti hanno più di 2000 anni. Il museo è stato fondato nel 1950 da un privato, un imprenditore e industriale americano A.Ch. Beatty. Dal 2002, la collezione è ospitata nel parco del Castello di Dublino.

Biblioteca di Chester Beatty

Prigione di Kilmanham

Ex carcere, attivo dal XVIII al XX secolo, ora trasformato in museo. Principalmente, i combattenti per l'indipendenza dell'Irlanda hanno scontato qui le loro condanne. Fino al 1820, nel territorio della prigione venivano eseguite condanne a morte. Kilmanham era una prigione mista: donne, uomini e persino bambini venivano tenuti qui, poiché era prevista una severa punizione anche per un reato minore. I leader di cinque ribellioni irlandesi furono imprigionati in questa prigione

Prigione di Kilmanham

Ufficio postale principale di Dublino

La storica sede dell'ufficio postale irlandese, situata in O'Connell Street. Nel 1916, durante l'ultima insurrezione (pasquale), qui si trovava il quartier generale dei rivoluzionari. Dopo che una parte dell'Irlanda ottenne l'indipendenza, fu aperto un museo nell'edificio dell'ufficio postale principale, dove fu collocata l'originale Dichiarazione di Indipendenza. Oggi l'edificio è percepito come un simbolo del nazionalismo irlandese.

Ufficio postale principale di Dublino

Ago di Dublino

Un monumento a forma di ago situato in O'Connell Street, eretto sul sito del monumento fatto saltare in aria all'ammiraglio inglese Nelson. La statua fu distrutta nel 1966 dai membri dell'organizzazione terroristica IRA. Il Dublin Needle è stato costruito nel 2003. Raggiunge un'altezza di 121,2 metri, mentre il diametro della base della struttura è di 3 metri. La struttura si restringe gradualmente e termina con una cuspide.

Ago di Dublino

Parco Croke

Un'arena sportiva costruita nel 1884 per i "Gaelic Games" - gare di curling e calcio gaelico, ma dopo un'importante ristrutturazione nel 2004, ha iniziato a fungere da stadio principale di Dublino. Croke Park è progettato per 82-83 mila spettatori. Per molto tempo la Gaelic Athletic Association, proprietaria dell'arena, ne ha vietato l'uso per giochi di origine non irlandese, ma nel 2005 le regole sono state allentate.

Parco Croke

Ponte Samuel Beckett

Un ponte strallato del 2009 che collega le sponde del fiume Liffey. La struttura è lunga 128 metri e larga 48 metri. È interessante notare che i dettagli del ponte sono stati assemblati in Olanda e trasportati in Irlanda. La struttura divenne rapidamente un'attrazione popolare per la sua eleganza e somiglianza nell'aspetto con la forma di un'arpa. Il ponte è aperto al traffico pedonale e veicolare e sono in corso anche i lavori per la posa dei binari del tram.

Ponte Samuel Beckett

Cimitero di Glasnevin

La necropoli si trova a nord di Dublino. È famoso per essere stato il primo cimitero cattolico a potersi separare da uno protestante. Ora ha lo status di museo e le sepolture sul territorio non sono più conservate. Molti politici del passato, combattenti per l'indipendenza del paese, soldati uccisi durante la prima guerra mondiale e gente comune sono sepolti nel cimitero di Glasnevin.

Cimitero di Glasnevin

Orto Botanico Nazionale

Il parco ha una storia di oltre 200 anni, l'area di impianto totale è piccola - solo 25 ettari. Il giardino è famoso, prima di tutto, per la sua diversità vegetale

Orto Botanico Nazionale

Parco Verde di Santo Stefano

Un grande parco cittadino situato nella parte centrale di Dublino. Dal XVII secolo questo luogo è stato adattato per le passeggiate dell'aristocrazia cittadina, ma nel 1880 il parco fu aperto al pubblico con la partecipazione di A. Guinness, comproprietario del famoso birrificio. C'era una volta, la regina Vittoria suggerì ai cittadini di chiamare il parco in onore del suo defunto marito, il principe Alberto, ma i dublinesi respinsero con rabbia questa idea.

Parco Verde di Santo Stefano

Parco della Fenice

Phoenix Park è una delle più grandi aree verdi situate entro i confini della città. Nel 1662 qui furono organizzati terreni di caccia per il duca di Ormond, il sovrano d'Irlanda. Ancor prima, queste terre erano di proprietà dell'Abbazia di Kilmenham, ma sotto Enrico XVIII furono confiscate a favore della corona. Nel 1745 il parco fu aperto al pubblico con l'assistenza del conte di Chesterfield.

Parco della Fenice

Zoo di Dublino

Il serraglio cittadino si trova sul territorio di Phoenix Park. Oltre agli abitanti standard, qui in una zona speciale vivono razze rare di animali domestici, nonché rappresentanti di specie in via di estinzione. Lo zoo di Dublino è stato fondato nel 1830 e per il secondo secolo consecutivo è stato un luogo popolare per escursioni, attività ricreative, comunicazione con la natura e conoscenza di animali straordinari.

Zoo di Dublino

Festa di San Patrizio

Una festa nazionale luminosa, allegra e colorata, celebrata dall'inizio del XVII secolo ogni anno il 17 marzo. È dedicato al santo patrono d'Irlanda - San Patrizio, vissuto nei secoli IV-V. In questo giorno, gli irlandesi indossano abiti verdi, dipingono con i colori della bandiera nazionale, organizzano processioni e sfilate. In serata, tutto finisce con una divertente festa bevuta. Il simbolo ufficiale del giorno di San Patrizio è il trifoglio trifoglio.

Festa di San Patrizio